Vai al contenuto

Ospite leo50special

Diffusori AR meno blasonati, quali scegliere?

Messaggi raccomandati

magomerlino69
gli anziani ... gli acuti li sentono attenuati..... e' fisiologico.......  :D 

Io fino a 15 kz. ancora qualcosa sento... B-) Però mi accorgo molto facilmente se gli acuti mancano! >:)

il problema ....sono quegli anziani...che non sentono gli acuti con le AR...o con le Tannoy.......  ;;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

le sensibilita' dell'orecchio sugli acuti cala con l'eta'

sopra la soglia di udibilita' la risposta (soggettiva) e' OK
Sotto quella soglia e' strana: mnon li senti distintamente ma se mancano te ne accorgi al volo

Sotto soglia in realta' e' un livello molto basso che , di norma, non si usa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
gli anziani ... gli acuti li sentono attenuati..... e' fisiologico.......  :D 

Io fino a 15 kz. ancora qualcosa sento... B-) Però mi accorgo molto facilmente se gli acuti mancano! >:)

il problema ....sono quegli anziani...che non sentono gli acuti con le AR...o con le Tannoy.......  ;;)Allora io sarei un giovinotto??   :))

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

magari soffri di tinnitus / acufeni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Volendo trovare qualcosa anche all'estero, delle classiche, aumentando il budget

AR6 o AR 7? li vedo come diffusori di piccolo litraggio, da usare con un possibile sub, questa è l'impressione, fin ora ho avuto solo diffusori a torre, con un suono pieno, di nuova generazione, piuttosto poco raffinati (Tannoy MX3 e Wharfedale 8.4).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magomerlino69

scusa ...ma la stanza hai detto che e' di 20mq....mi sembra che ti preoccupi troppo delle dimensioni.....un sub non serve con quei diffusori e in quelle dimensioni.......

le AR hanno di loro un timbro pieno ...... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
magari soffri di tinnitus / acufeni


No, grazie!... (sgratt... sgratt) ~X(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
Volendo trovare qualcosa anche all'estero, delle classiche, aumentando il budget
AR6 o AR 7? li vedo come diffusori di piccolo litraggio, da usare con un possibile sub, questa è l'impressione, fin ora ho avuto solo diffusori a torre, con un suono pieno, di nuova generazione, piuttosto poco raffinati (Tannoy MX3 e Wharfedale 8.4).

AR7 hanno una efficienza molto bassa. Anche in 20mq un buon 70-100 watt per canale correntoso e' il minimo sindacale.  Il basso c'e' (fino ai 70 Hz) non profondissimo ma c'e' ed e' anche piuttosto deciso.

Le AR6 costano piu' o meno uguiuali ma sia per efficienza che per estensione sono meglio quindi anche con un ampli da 30-50 watt il diverstimento e' assicurato

Sub: con le 7 sarebbe da provare, con la 6 l'ho provato e l'ho trovato di scarsa utilita'  (oltre ala solita difficolta' di regolare taglio, fase e volume che nei piccoli ambienti e' pure piu' complicato)

Con il budget di una AR6/7 e un sub ti prendi le 3a.

Mia opinione: ambiente piccolo / medio con ampli di media potenza la 6 cade a fagiolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Concordo: anche in un ambiente piccolo, meglio una coppia di Ar 3a piuttosto che una di Ar 7/6 con subwoofer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Sto contrattando per una coppia di AR 14 appena riconate, credo a 130 euro. Può essere una buona scelta? Avete qualche info a riguardo su questo diffusore? Dimensioni woofer, è un due vie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magomerlino69

come gia' detto..... non sono certo blasonati ....ma sicuramente hanno un look classico .....e secondo me sono un buon prodotto..... mi aspetto che suonino bene e in 20mq non avrai problemi ......sono sempre in sospensione pneumatica e il mobile sembra finito in legno ....

a 130€ se ribordati di recente e in buone condizioni estetiche sono un ottimo acquisto IMO..... controlla che i tweeter non siano stropicciati o schiacciati ...come spesso accade .......

ar-14.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Le 14 le procurai a un mio amico parecchi anni fà ma non mi fecero certo impazzire come suono: meglio una coppia di vecchie oneste AR 6 imho

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magomerlino69
Le 14 le procurai a un mio amico parecchi anni fà ma non mi fecero certo impazzire come suono: meglio una coppia di vecchie oneste AR 6 imho

sicuramente.....sia gli altoparlanti usati nei vacchi modelli....che il fascino....e' altra cosa....... costano comunque di piu' anche se sempre su cifre basse.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino


la qualita' complessiva delle 14 e' accettabile ma se pensi che con 60-100 euro in piu' puoi trovare delle 6, un vero outsider, qualche dubbio viene.


prendendo come riferimento la 6 (quindi una valutazione relativa) la 14 e' piu' tirata in gamma alta e medio alta e meno rifinita in gamma altissima (potrebbe essere un effetto del mascheramento dei medio alti e alti piu' sparati)

in basso le differenze sono un medio basso piu' marcato nella 14 e la gamma bassa (sotto i 100 Hz)  meno corposa (anche in questo caso potrebbe essere un effetto mascheramento)

mia esperienza personale

di "6" ne avevo un paio e me ne sono acquistato un'altra coppia

di 14 ne ho avute un paio nel 2009 prese (70 euro), installate, ascoltate, dopo un mesetto staccate messe sullo scaffale. Le ho permutate dopo qualche mese in cambio di una ribordatura/rilevamento parametri T&S per due woofer AR3a.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Hiflex67

Nessuno parla delle AR4x  un diffusore che personalmente trovo fantastico in equilibrio e timbrica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Se hai possibilità di ascoltarle, vai di Ar14. Io le ho, insieme a tante altre Ar, non sono ostiche col pilotaggio, hanno un gran bel basso, piacevole apertura alle alte per chi non è ancora "pronto" psico-acusticamente al suono corretto (qualcuno direbbe 'chiuso') delle Ar classiche. Le 14 hanno lo stesso cabinet delle 10pi e 3a, scendono molto bene con il loro woofer da 10 pollici,  prima versione con tweeter peerless (1976) e seconda col tweeter Ar sempre a cupola usato pure su altre Ar postume (28, 48, coeve 15). Singolare il taglio di frequenza, a soli 1300 Hz...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

adesso chiuso vuol die corretto? va be che sempre per c comincia:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Cactus, si riaprirebbe l'antica distriba tra chi considera le Ar chiuse e chi corrette, poi ci si riaggancia al suono delle 3a, e non la finiremmo più... e lungi da me riaprirla. Io sono tra quelli che lo reputano corretto. Sarà che non amo i suoni perforanti, e sarà pure che (detto e ridetto) se alle Ar gli dai la giusta corrente, di qualità, allora sì che si aprono le danze. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

@nestor Suono più aperto non vuole assolutamente dire "perforante" anche perché uno che ama il suono Canton potrebbe parlare di Ar con epiteti tipo: "chiuso", "fonfo" oppure "scuro" e questo non sarebbe corretto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Joe, non mettermi alla tastiera parole che non ho detto: non ho infatti accomunato le due tendenze sonore, appunto "aperto" e suono "perforante"'. Vada bene per i suoni aperti, ben dettagliati, ma ho usato come esempio di un estremo, verso gusti personali. Troppo aperto può finire col diventare stancante, o appunto "perforante". che  sarebbe il suono che non prediligo. Lo vedete che già si apre la diatriba??? (Tono costantemente gioviale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
25 minuti fa, nestor ha scritto:

Vada bene per i suoni aperti, ben dettagliati, ma ho usato come esempio di un estremo,

Ok, ma vedi: l' importante è anche la catena a monte: se metto un ottimo Nad 3140 assieme ad una coppia di Ar e magari ci abbino anche un lettore dc H.K 710, be', allora avrò gioco forza un suono un po' chiuso; viceversa se abbino a una coppia di Canton Gle 70 un lettore cd e un ampli Yamaha, facilmente avrò un suono troppo aperto, quindi tutto è relativo (cit. Albert Einstein)   ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aggiogrifo

Allora il saggio Albert ( Einstein ) collegherebbe Nad 3140 e HK 710 alle Canton gle 70 ,lettore cd e amplificatore Yamaha con le AR. Giusto ?

Io  non sono certo uno scienziato ma vado in quella direzione ; Yamaha A960 con AR 3a.

p.s. Le AR 14 non le conosco ma ho avuto le AR 12 che per me sono state abbastanza deludenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
1 ora fa, aggiogrifo ha scritto:

Le AR 14 non le conosco ma ho avuto le AR 12 che per me sono state abbastanza deludenti.

Mi sa che le 14 lo sarebbero ancora di più (esperienza personale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71
16 ore fa, joe1949 ha scritto:

allora avrò gioco forza un suono un po' chiuso

Direi che sei un po' misurato... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paperoga

Recentemente ho "restaurato" l'impianto stereo anni '70 di mio padre composto dal classico trittico: Thorens TD 145 (con Shure V 15 IV), Marantz 1070 e AR-4xa.

Devo dire che il risultato finale è stato davvero sorprendente ed ormai sono un paio di mesi che ascolto esclusivamente i miei vecchi vinili lasciando da parte liquida e cd.

Ho anche mandato a ribordare da un tecnico qualificato le AR 16 di mio zio. Non vedo l'ora che siano pronte per fare un confronto con le AR-4xa.

Potreste, in anteprima, delucidarmi sulle differenze esistenti tra questi due tipi di AR ?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

@Hiflex67 

le 4X non le conosco granche' (ero troppo giovane)

le 4xa  le conosco e conoscendole le evito

(assieme alle 2ax)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paperoga
11 minuti fa, stefanino ha scritto:

le 4xa  le conosco e conoscendole le evito

Potresti spiegarmi perché le eviti ?

Deduco inoltre che per te le AR 16 (che mi arrivano stasera) dovrebbero essere nettamente migliori, giusto ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

@Paperoga 

le evito per tre motivi che cerco di razionalizzare

basso poco esteso e invadente a volte confuso

medio molto pasticciato (il woofer ci metta del suo)

acuto: il tweeter e' lo stesso delle 6 ma suona peggio. Porbabilmente e0' un effetto correlabile alla situazione medio piuttosto incasinata

.

le 4xa considerando che a piu' o meno gli stessi quattrini ti prendi (e prendevi)  le AR6 non hanno alcun senso

.

le ar 16 sono una involuzione delle 6 quindi non le trovo particolarmente sexy.

Rispondendo alla tua domanda le 16 sono "meno peggio" della 4xa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    284.800
    Discussioni Totali
    5.959.030
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

© Kunigoo 2017