Jump to content

Uccidere pur di consegnare la merce


Velvet
 Share

Recommended Posts

andpi65
29 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

Con il “viene ignorato un reato” mi riferivo al fatto che non si interviene, mai a quanto scrivi, per impedire che si blocchi arbitrariamente un’azienda impedendogli di lavorare,  pur sapendo quando e come questo avverrà, che poi a posteriori ed a fatto compiuto si intervenga denunciando i protagonisti è storia diversa.

 

Mai l'hai detto tu..io ho detto che di fronte a certi fatti ( se li vedevo  "darsele" con i pellet) sarei intervenuto, fossi stato sul posto a capo del contingente.  Non penso invece , e lo  sottolineo  ( poi leggetela come ciccio vi pare...frega nà ceppa ) , lo avrei fatto per un "picchetto"    ai tempi odierni.

P.S. : non ho mai avuto telefoni rossi in certe occasioni ( per dirla ai saputi) ne con la Presidenza del Consiglio e neppure con l'ultimo dei capolista al consiglio di quartiere 😄

 

 

Link to comment
Share on other sites

Se non siamo ridotti a livello di usa, in quanto a gestione dell'ordine e pubblico, un motivo ci sarà. Nonostante tutto. 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

CarloCa

Tre sindacalisti aggrediti con spranghe mattoni e tirapugni da una banda di mafiosi cinesi oggi a Prato. Si deve reagire subito.

Link to comment
Share on other sites

Gici HV

Sindacalista...    Sindacalista..🤔🤔

Ah, sì...   .. quell'essere umano col braccino corto corto che cerca sempre di Inc.... l'azienda per cui "lavora"...

..a scanso di equivoci non parlo per sentito dire, ne conosco più di uno.

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Jack ha scritto:

Finirà come nei ‘70s col paese devastato dagli scioperi

Scusa ma tu negli anni 70 cosa facevi,perchè se li hai vissuti da operaio è una cosa se li hai vissuti per sentito dire è totalmente diverso,poi per il terrorismo sono stati gli stessi operai che nelle fabbriche lo hanno combattuto isolando quelli facinorosi.Poi per le aziende che devono aprire basterebbe si attenessero alle regole (molte volte calpestate) e vedrai che nessuno si sognerebbe di fare casino,il che non è remunerativo per nessuno.Per le tasse al 60% sicuramente non è colpa dell operaio,o sì.

 

7 ore fa, Jack ha scritto:

va messo in condizione di non proseguire

Vedi la polizia non è che deve affrontare criminali ,ma persone molte volte esasperate, cosicchè devono agire in una certa maniera,fortunatamente siamo in un paese di diritto non di polizia.Per inciso i diritti e i doveri dovrebbero essere rispettati da ambo le parti.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
7 ore fa, andpi65 ha scritto:

Non penso invece , e lo  sottolineo  ( poi leggetela come ciccio vi pare...frega nà ceppa ) , lo avrei fatto per un "picchetto"    ai tempi odierni.

Era chiaro, ma non cambia nulla relativamente alle condizioni di chi si vede costretto a fermare suo malgrado la propria attività e che si sarebbe aspettato un intervento da parte delle Forze dell’Ordine per vedere tutelati i propri diritti e ripristinata la legalità.

Basta però con le ipocrisie sulla polizia violenta che mena senza ritegno solo una parte politica, qui mi pare che non si faccia neppure il minimo sindacale e che l’800 non solo sia un lontano ricordo ma che si sono proprio invertite le parti.

Non bastasse credo sia ovvio che con questo status quo la situazione contrattuale del settore peggiorerà sempre di più, non esiste certezza del diritto e la conseguenza sarà che le grandi aziende esternelizzeranno sempre di più i servizi, appoggiandosi a tante piccole aziende o cooperative che cambieranno al bisogno, soprattutto in caso di manifestazioni e/o blocchi come questi.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
7 ore fa, CarloCa ha scritto:

Tre sindacalisti aggrediti con spranghe mattoni e tirapugni da una banda di mafiosi cinesi oggi a Prato. Si deve reagire subito.

 

https://www.gonews.it/2021/06/16/texprint-prato-sicobas-operai-aggrediti-durante-picchetto-risposta-azienda/

 

Direi che gli eventi stiano evolvendo proprio nella direzione paventata ed i fatti sono che violenza chiama violenza nell’indifferenza delle forze dell’ordine che se ne lavano le mani, quando sarebbe molto più semplice cominciare impedendo i picchietti e proseguire obbligando le aziende al rispetto dei contrasti nazionali del lavoro, facendole chiedere qualora non li rispettino.

La sola strada è il rispetto della legalità.

Link to comment
Share on other sites

CarloCa

@maurodg65 tu dici violenza chiama violenza però io dico che se il cinese di Prato non tiene la gente in schiavitù nessuno si mette con il banchetto davanti alla fabbrica.

Link to comment
Share on other sites

extermination

Mah! Episodi sparuti sempre esistiti  sui quali in questo preciso momento storico si stanno puntando in particolar modo i " riflettori". Non credo che possano indirizzare o addirittura cambiare gli " equilibri" ( ancorché precari) del nostro paese. Ma sia ben chiaro, non devo convicere nessuno!

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
3 minuti fa, CarloCa ha scritto:

tu dici violenza chiama violenza però io dico che se il cinese di Prato non tiene la gente in schiavitù nessuno si mette con il banchetto davanti alla fabbrica.

 

Io dico violenza, qui l’esempio nello stesso stabilimento, la polizia interviene per liberare il passaggio per far uscire i camion e ad essere aggredita e la polizia:

 

https://www.lanazione.it/prato/cronaca/operai-texprint-150-giorni-ad-alta-tensione-qui-ce-molto-di-piu-dello-sfruttamento-1.6418881

Link to comment
Share on other sites

maurodg65

La giustizia la devono fare i tribunali, di fronte alle irregolarità o alle illegalità non ci si fa giustizia da soli ma si denuncia, vale per i sindacalisti come per le aziende.

Link to comment
Share on other sites

extermination
1 minuto fa, CarloCa ha scritto:

quanti operai devono morire per cambiare le cose?

In un paese civile, le morti non possono rappresentare il  " motore" di processi evolutivi tantomeno "merce" di scambio.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

maurodg65
6 minuti fa, CarloCa ha scritto:

quanti operai devono morire per cambiare le cose?

Cercare lo scontro, quindi i morti, per ottenere i vantaggi contrattuali richiesti questo rende il sindacato simile a quello dell’800, ma in un mondo in la società e le leggi sono completamente diversi ed in cui i diritti e le norme sono cambiate e tutelano la parte più debole, invece dell’illegalità che pone dalla parte sbagliata della barricata serve la legalità ed il rispetto della legge da parte di tutte le parti in causa, in primis dei SiCobas che sembrano aver scelto lo scontro come metodo di lotta sociale, ma fatto sulla pelle dei lavoratori.

Link to comment
Share on other sites

CarloCa

@maurodg65 non mi sono saputo spiegare. Ti dico se il cinese tratta l'operaio con dignità nessuno si mette a protestare. A te ti piace questa gente che spacca le teste e sei sempre il primo a difenderla però se poi gli operai spaccano una testa di padrone che succede? O se qualcuno ferma la moglie del cinese sul suv da centomila euro? La violenza è una strada che non si torna indietro. 

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
27 minuti fa, CarloCa ha scritto:

se la Lidl non paga il magazziniere 700 euro al mese per 12 ore al giorno io penso che nessuno va a fare picchetto. 

Io non so quanto la Lidl paghi il suo magazziniere, ma esistono i contratti nazionali e se non rispettati esiste il modo legale di obbligare l’azienda a farlo e questo vale soprattutto per le grandi aziende come quella che nomini.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
26 minuti fa, CarloCa ha scritto:

tu dici violenza chiama violenza però io dico che se il cinese di Prato non tiene la gente in schiavitù nessuno si mette con il banchetto davanti alla fabbrica.

Come sopra, i sindacati hanno dalla loro parte la legge ed i contratti nazionali, devono farli rispettare andando nei tribunali non bloccando illegalmente le aziende.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
1 minuto fa, CarloCa ha scritto:

tu dici vantaggi contrattuali fai capire che sono piccolezze. Ma lo sai veramente o pensi?

Se chiedi un aumento sono “vantaggi contrattuali”, non so in cosa consistano, si era letto qualche giorno fa di qualche euro di buoni pasto in più e di una paga oraria più alta, ma il punto è se siano o meno rispettati i minimi salariali previsti, se non lo sono la strada giusta è quella della legalità e dei ricorsi, se lo sono la manifestazione resta legittima fino al momento in cui non si bloccano l’azienda ed i lavoratori, impedendogli di recarsi al loro posto o bloccando i camion in uscita.

Link to comment
Share on other sites

CarloCa

@maurodg65 ma in Italia non esistono i minimi salariali, quando lavoravo bastava che l'armatore usciva da Confitarma e buonasera non so se è cambiato. 

Link to comment
Share on other sites

maurodg65

 

11 minuti fa, CarloCa ha scritto:

tu dici non ci si fa giustizia da soli però dai ragione ai padroni quando lo fanno.

Forse sarebbe meglio che rileggessi tutti gli interventi perché non l’ho mai fatto, ho sempre scritto di legalità e riparto della legge da entrambe le parti, quindi l’esatto contrario.

Link to comment
Share on other sites

maurodg65
9 minuti fa, CarloCa ha scritto:

ma in Italia non esistono i minimi salariali, quando lavoravo bastava che l'armatore usciva da Confitarma e buonasera non so se è cambiato. 

Esistono i minimi di paga oraria sanciti dai contratti nazionali di categoria, per quelli come me non esistono visto che siamo a partita iva.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.