Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
alessandro priora

DTS X e Dolby ATMOS a che punto siamo?

Messaggi raccomandati

alessandro priora

In qualche settimana Denon, Pioneer, Onkyo, Yamaha & co ... eseguiranno aggiornamenti per l' "X" mentre l'ATMOS dovrebbe già essere equipaggiato su tutte le ultime serie di ampli A/V.

In termini reali cosa c'è di nuovo?
Sul versante contenuti sono già in programma uscite?
Chi ha già sentito il risultato 'a oggetto'?

Un caro saluto
a

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Dolby Atmos e DTS X si basano su codifiche ad oggetti, detto in parole molto povere si riesce a ricreare con buona precisione la tridimensionalità degli effetti, D. Atmos necessita di precise configurazioni dei diffusori, DTS-X in teoria può funzionare su qualsiasi configurazione multi canale, ma setup con più diffusori dovrebbero trarre beneficio.

In Dolby Atmos mi risultano circa 50 films, ma tieni presente che tale codifica è presente solo sulla traccia in lingua Inglese. 

DTS X vanta una quindicina di films, ma anche questi la traccia è disponibile solo per l'audio originale (Inglese)

Ho ascoltato varie demo Dolby Atmos con risultati molto altalenanti, DTS-X non l'ho ascoltato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox
D. Atmos necessita di precise configurazioni dei diffusori, 

Ma in pratica per godere in casa di 'sto Atmos bisogna rivedere tutto daccapo il sistema di diffusori che si possiede?  @-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

Forse chi si contenta gode sempre e comunque...... ;)

 

E' come la pubblicità del bianco più bianco che si può , alla fine si inventeranno un nuovo colore......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

...a su quello poco ma sicuro, ma visto che ci siamo, qui sembra il posto giusto per parlarne.

Io sentii penso un annetto fa in una mostra qualche decina di secondi di un demo Atmos ( sinceramente non rimasi impressionato più di tanto), ma mai un film intero.

Il fatto che come al solito non siano 'localizzati' fa presupporre brutti presentimenti su una reale espansione, quindi ...

Sulla carta l' "X" in effetti sembra essere più modulare e di "bocca buona", però poi bisogna fare i conti con i risultati reali!

Qualche mese fai andai in una sala romana iSense ben equipaggiata sia al livello sonoro che video, ma in effetti il cinema è così 'soggettivo' a volte che sembra più un esperimento non riproducibile che uno standard ...quindi non mi viene da classificarla in nessun modo.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971
Il fatto che come al solito non siano 'localizzati' fa presupporre brutti presentimenti su una reale espansione, quindi ...

Per quanto riguarda l'espansione nella traccia in lingua originale non ho dubbi che si diffonderà, nella nostra lingua invece possiamo proprio scordarcelo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giannifocus

Il mio Denon già si è aggiornato all' X

Come bd con Atmos ho quello di Roger Waters

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

- Se per lingua originale intendi l'Inglese ( americano ) ... sulle altre ho seri dubbi!  =))

- Denon... quale Denon è l'unica cosa che manca dalla tua lista oltre la marca del quadro elettrico  :D

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
freddy

 

Ho un ampli Onkyo recente che supporta Dolby Atmos e DTS:X in seguito ad un upgrade di pochi giorni fa.

 

Per quanto riguarda l'impianto ho installato due ulteriori diffusori uguali ai precedenti passando da una configurazione 5.1 ad una configurazione 5.1.2

 

Ho anche io il Blue Ray di Waters con codifica Atmos.

 

Risultati per me interessanti, l'Atmos è notevole così come il DTS:X, anche se per ora ho ascoltato solo dei demo con quest'ultima codifica.

 

La differenza fondamentale è una sensazione di immersione nettamente migliorata dall'aggiunta dei canali in alto.

 

La cosa interessante è che anche con materiale con codifiche precedenti si ottengono buoni risultati grazie DTS Neural:X e Dolby Surround che ridistribuiscono l'audio su tutti i canali disponibili.

 

Buoni ascolti

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

Capito.

Io sarei indeciso tra Onkyo 710/810, Pioneer lx59/79, o Yamaha Rx 1050/3050.
Credo siano tutti comunque validi apparecchi e di provata concretezza.
Mi piacerebbe capire senza i diffusori alti cosa succede con DTS X ... se succede davvero qualcosa ;)

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
freddy

Ciao Alessandro

 

Senza diffusori alti secondo me viene un po' a mancare il senso dell'operazione, anche se in teoria essendo il formato vettoriale si potrebbe avere qualche risultato perchè i suoni dovrebbero essere posizionati in maniera più aderente alla volontà di chi crea la colonna sonora. Questo è vero sopratutto per DTS:X.

 

Ma mi pare un risultato minore e da verificare in pratica.

 

E' anche vero che ormai se prendi un amplificatore nuovo supporterà Atmos e DTS:X, ma io non aggiornerei un impianto esistente se non prevedendo di aggiungere i diffusori in alto.

 

Buoni ascolti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

Ciao, 

ragionamento corretto sicuramente, ma a volte ci sono problemi ( non solo di spesa intendo ), io ad esempio ho l'impianto in una mansarda e quindi con problemi di spazi ma soprattutto di distanza e/o posizionamento.

Ecco il perchè dalla questione.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giannifocus
- Se per lingua originale intendi l'Inglese ( americano ) ... sulle altre ho seri dubbi!  =))

- Denon... quale Denon è l'unica cosa che manca dalla tua lista oltre la marca del quadro elettrico  :D

Ciao

Denon RX-1200
la lista serve proprio per non far chiedere continuamente con che ascolti?..che usi?
essendo questo un forum più di tendenza hifi non ho inserito il sistema A/V

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Flavio
In Dolby Atmos mi risultano circa 50 films, ma tieni presente che tale codifica è presente solo sulla traccia in lingua Inglese. 

DTS X vanta una quindicina di films, ma anche questi la traccia è disponibile solo per l'audio originale (Inglese)
Se è così non ne comprendo la ragione... la differenza la fanno i diffusori a soffitto ma credo che dall'alto usualmente arrivino suoni quali la pioggia, o un elicottero oppure tuoni o esplosioni, ecc.

In altre parole, almeno nella maggior parte dei casi, non voci che necessitino di doppiaggio dall'inglese.

 

Alla lista di AVR aggiungo (pro domo mea) l'appena annunciato Arcam AVR390 con Dirac Live:

http://www.arcam.co.uk/products,FMJ,AV-Receiver,avr390.htm#productdetails

 

Ciao, Flavio

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Se è così non ne comprendo la ragione... la differenza la fanno i diffusori a soffitto ma credo che dall'alto usualmente arrivino suoni quali la pioggia, o un elicottero oppure tuoni o esplosioni, ecc.

In altre parole, almeno nella maggior parte dei casi, non voci che necessitino di doppiaggio dall'inglese.

 

Non comprendi la ragione di cosa? Del fatto che tali codifiche sono presenti solo sulla traccia Inglese ? Se è questo che non hai compreso ti informo che le codifiche Atmos per funzionare devono essere incapsulate in un flusso Dolby True HD, quindi lossless, poi penserà l'Atmos engine presente sul sintoamplificatore a codificarlo come Atmos.
Detto questo, visto che nella nostra lingua le tracce Dolby True HD sono rare come un merlo bianco, trai tu le conclusioni, non è quindi questione di doppiaggio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Flavio

Se è così non ne comprendo la ragione... la differenza la fanno i diffusori a soffitto ma credo che dall'alto usualmente arrivino suoni quali la pioggia, o un elicottero oppure tuoni o esplosioni, ecc.

In altre parole, almeno nella maggior parte dei casi, non voci che necessitino di doppiaggio dall'inglese.

 

Non comprendi la ragione di cosa? Del fatto che tali codifiche sono presenti solo sulla traccia Inglese ? Se è questo che non hai compreso ti informo che le codifiche Atmos per funzionare devono essere incapsulate in un flusso Dolby True HD, quindi lossless, poi penserà l'Atmos engine presente sul sintoamplificatore a codificarlo come Atmos.
Detto questo, visto che nella nostra lingua le tracce Dolby True HD sono rare come un merlo bianco, trai tu le conclusioni, non è quindi questione di doppiaggio...
Perchè non è questione di doppiaggio?

Che cosa impedisce di avere le codifiche Atmos nella traccia italiana?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Lo impedisce il semplice fatto che le majors non si "sprecano" ad inserire le tracce lossless in Italiano, in questo caso Dolby True HD che è la condizione necessaria per incapsulare/decodificare il Dolby Atmos, non lo stanno facendo neanche nei nuovissimi Blu Ray 4K...

Inserisco il link di un articolo che spiega abbastanza bene la situazione http://www.afdigitale.it/scandalo-home-video-immagini-strepitose-audio-scadente/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Flavio
Lo impedisce il semplice fatto che le majors non si "sprecano" ad inserire le tracce lossless in Italiano, in questo caso Dolby True HD che è la condizione necessaria per incapsulare/decodificare il Dolby Atmos, non lo stanno facendo neanche nei nuovissimi Blu Ray 4K...

Inserisco il link di un articolo che spiega abbastanza bene la situazione http://www.afdigitale.it/scandalo-home-video-immagini-strepitose-audio-scadente/

Grazie, questo spiega il perché :-(

"un unico Blu-ray che contiene 13 diverse tracce audio (francese, spagnolo, tedesco, italiano, ceco, magiaro, turco, polacco, arabo oltre a quella inglese, naturalmente, e ad altre tre non identificate"

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

Vabbè il solito cane che si morde la coda ... però ora penso si debbano dare una svegliata altrimenti possono anche chiudere ...

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971
però ora penso si debbano dare una svegliata altrimenti possono anche chiudere ...

Su questo non sono molto ottimista, nel nostro paese il fatturato vendite di BR e BR 4K è davvero poca cosa, avere tracce audio HD in fin dei conti interessa soltanto agli appassionati( una esigua minoranza), mentre il cliente tipo, quando va bene vive felice con il suo compattone HT preso in qualche catena di negozi A/V  ascoltando con il Dolby D. o DTS half rate...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
amplidown

non spiega cmq perchè in tutti gli altri paesi sia diversa la traccia audio. Che solo in Italia l'utente medio ha il compattone da supermercato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Una buona parte delle lingue "minori" ha lo stesso trattamento dell'audio in lingua Italiana, non è un trattamento riservato solo a noi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
amplidown

allora c'è poco i cui lamentarsi. se in germania francia inghilterra il numero di impianti hifi seri è dico per dire 100, e in italia come in paesi minori è 10, se queste cose le majors le sanno, ecco perchè adoperano queste discriminazioni. Sono dovute a scelte di marketing, e pure avvedute... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Per quanto mi riguarda non mi lamento ne mi meraviglio, anche se il largo uso di codifiche lossless su BR e BR 4K su traccia in Italiano non mi spiacerebbe affatto, ma questa è la realtà oltre al fatto di rappresentare un mercato piccolo, alla massa della qualità importa davvero poco, d'altronde l'autore del thread chiedeva a che punto siamo con queste codifiche, ho semplicemente riportato che, relativamente alla nostra lingua siamo a zero, e probabilmente rimarremo a zero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Capirex

Per assurdo ho un impianto medio da quasi 13 anni, già predisposto allora per quei 7.1 canali presenti in tutto su una decina di DVD (a suo tempo), il finale Rotel che mi amplifica questi 2 surround Back avrà sulle spalle al massimo 80 ore in 13 anni, è sempre spento. Dico questo perchè questa rincorsa all'ultima novità assoluta ha stancato, soprattutto sapendo benissimo già da ora che noi non contiamo nulla nelle scelte delle Major.

Fino a 3 giorni fa neanche mi interessavo a questo Atmos o DTS-X, poi una notizia mi ha acceso la lampadina:

http://ltrhapsody.com/making-music-history-with-dolby-atmos/

Un gruppo dedito al Symponic Power Metal di stampo Hollywoodiano che sta mixando il proprio ultimo disco con questo Atmos, ne parlano in modo lusinghiero, sarebbe il primo album concepito in questo modo.

Mi lascio incantare di nuovo e "sistemo" la sala Home Theater di conseguenza? Sapendo che mal che vada mi ascolterò solo questo album e null'altro? Di sicuro il cantante sarebbe contento, visto che lo conosco bene ;)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
amplidown

una soluzione c'è, io mi sono ormai abituato a vedere i film in lingua originale sottotitolata in italiano. lo faccio con netflix, ma lo farei anche con l'ultimo BR 4k lossless, se l'avessi. il problema se mai sono i costi e la scocciatura di mettere cavi, altoparlanti, nuovi ampli etc. Ho da poco rifatto la saletta HT e rabbrividisco all'idea di ricominciare daccapo, per cui salto il turno...  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Mi lascio incantare di nuovo e "sistemo" la sala Home Theater di conseguenza? Sapendo che mal che vada mi ascolterò solo questo album e null'altro? 

Il rischio è proprio quello...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

mmmm ... quello che trovo interessante è appunto il fatto di essere scalare o modulare, quindi poche o niente modifiche rispetto a quello che già si ha, questo al contrario del 7.1 che è stato un vero bluff ( come il 3d d'altronde... ) non implica cambianti o investimenti. Potrebbe quindi essere un vero passo in avanti...

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alessandro priora

Tornando ai modi e i tempi delle decodifiche ad oggetto, la qualità è davvero superiore a parte maggior tridimensionalità?

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea1971

Dato che le codifiche Atmos/DTS-X sono incapsulate nelle rispettive tracce Dolby True HD e DTS Master HD, la qualità è, nè più nè meno quella delle rispettive tracce lossless sopra citate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.512
    Discussioni Totali
    5.869.744
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×