Jump to content
Melius Club

smile

The forgotten. I diffusori acustici che abbiamo dimenticato.

Recommended Posts

cactus_atomo

decibel, direi da evitare, non pwer il suono (sono ricordi lontani ma pechè difficilissimi da aprire, quindi praticamnte impsibil ontrollare lo stto delle sospensioni. Un po di dati su alcuni di quei mrchi si possono rcavare dai vecchi annuari, all'epoca non c'era internet e la documentazione cartacea fa presto a sparire

Share this post


Link to post
Share on other sites
smile

ADS L1230...

Risultati immagini per ads loudspeakers

Share this post


Link to post
Share on other sites
ab1058

Visto che si parla di scomparsi, forse potete aiutarmi.

Anno 75/76 diffusore da pavimento, alto, stretto ma con la profondità superiore alla larghezza.
Due vie, w da 16 o da poco più e tw, montati in alto sul frontale.
Fin qui nulla di nuovo a parte il fatto che erano in linea di trasmissione con il foro rettangolare in basso sul RETRO.

Me ne ero innamorato, passata una sola coppia in negozio, assieme al primissimo ( e bruttissimo ) Radford.
 
Qualcuno sa dirmi di cosa sto parlando? Le sto cercando da allora..

Edit: il w era terribilmente simile ai Philips

Share this post


Link to post
Share on other sites
tapesrc

beh io insieme alle altre "dimenticate" RCF, inserirei a pieno diritto queste :

Modulo Black Line

rcf%20modulo.jpg

chi le ha ascoltate hai tempi, ne riporta a tutt'oggi un ottimo ricordo ;) :D

che tra l'altro nel design, e nel progetto in generale, non ricordo esser state mai replicate da nessun altro marchio ... sbaglio ???? :-B

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@ab1058 se mi dici l'anno provo a guiardare sui vecchi annuari

Share this post


Link to post
Share on other sites
tapesrc

RCF BR 2003...
quelle in marmo...

Risultati immagini per rcf br 2003
ahahah .... non me ne volere ma guardando le cupolette dei woofer e dei medi, mi vien da dire che il Signore che possedeva ste casse, aveva mal interpretato il concetto di "matched pair" con quello di "matched boxe" ...... complimenti al boxer   =D>   =))

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
Visto che si parla di scomparsi, forse potete aiutarmi.

Anno 75/76 diffusore da pavimento, alto, stretto ma con la profondità superiore alla larghezza.
Due vie, w da 16 o da poco più e tw, montati in alto sul frontale.
Fin qui nulla di nuovo a parte il fatto che erano in linea di trasmissione con il foro rettangolare in basso sul RETRO.

Me ne ero innamorato, passata una sola coppia in negozio, assieme al primissimo ( e bruttissimo ) Radford.
 
Qualcuno sa dirmi di cosa sto parlando? Le sto cercando da allora..

Edit: il w era terribilmente simile ai Philips

erano forse queste?

mb6elx.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
SonusMaker

Quanti modelli, quanta "passione e ricerca" viene fuori guardando queste immagini.

Poi è arrivato il "massello", i diffusori si sono rimpiccioliti e diventati snob.

I fili sono diventati "cavi", venduti in confezione da gioielleria a prezzi da gioielleria.

Le testine rigorosamente MC, coniche e con pesi di lettura da salumiere, con buona pace di tutti gli sforzi fatti per avere bracci a bassissima massa  e testine ad altissima cedevolezza, ma si sa, data un balla, ripetuta un numero N sufficiente di volte, questa diventa verità...

I controlli di tono? Vogliamo scherzare? Per non parlare del mostro di Loudness...

 

Saluti

(alquanto polemici)

 

Nat

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
smile

Straquoto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tapesrc

mah ... dite che trattasi di evoluzione naturale della specie ???

una volta si ascoltava l' "hi-fi" ma ora ...... solo a pronunciare sta parola, pare, generi orticaria allergica 

nell'ormai evoluto, italico, 1693049952.jpg ...........
 :)) :o:o)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ab1058

@cactus_atomo

1975/1976

@BEST-GROOVE

no, il cabinet non era riverstito ed erano "lisce", forse solo gli altoparlanti avevano la tela asportabile.

In quegli anni, si fece notare un "venditore" alternativo agli importatori ufficiali mono marca.
Al signore in questione, molto famoso allora e di cui non ricordo il nome, si deve molto.

Mise in piedi un'aziendina che si occupava di importare apparecchi non distribuiti in Italia e forni molti negozi.
A lui si deve l'arrivo dei Radford, Gale e altri marchi di indiscussa qualità mai visti prima.
Ricordo che se ne parlava sulle riviste, chi bene e chi male ( vedi assistenza..) 

Non vorrei fossero diffusori importati da lui. Ma trattandosi di trasmission line, la ricerca è un po' piu facile. Forse 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto
@cactus_atomo

1975/1976

@BEST-GROOVE

no, il cabinet non era riverstito ed erano "lisce", forse solo gli altoparlanti avevano la tela asportabile.

In quegli anni, si fece notare un "venditore" alternativo agli importatori ufficiali mono marca.
Al signore in questione, molto famoso allora e di cui non ricordo il nome, si deve molto.

Mise in piedi un'aziendina che si occupava di importare apparecchi non distribuiti in Italia e forni molti negozi.
A lui si deve l'arrivo dei Radford, Gale e altri marchi di indiscussa qualità mai visti prima.
Ricordo che se ne parlava sulle riviste, chi bene e chi male ( vedi assistenza..) 

Non vorrei fossero diffusori importati da lui. Ma trattandosi di trasmission line, la ricerca è un po' piu facile. Forse 
Potrebbe essere Antonio Consolandi di International Sound, che aveva un negozio a Milano in Via Corridoni (Auditorium 11, se non erro)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto
beh io insieme alle altre "dimenticate" RCF, inserirei a pieno diritto queste :

Modulo Black Line

rcf%20modulo.jpg

chi le ha ascoltate hai tempi, ne riporta a tutt'oggi un ottimo ricordo ;) :D

che tra l'altro nel design, e nel progetto in generale, non ricordo esser state mai replicate da nessun altro marchio ... sbaglio ???? :-B
Prima ho citato tanti marchi semisconosciuti, ma mi sono dimenticato della Modulo, di Antonio Corsi, che utilizzava degli allineamenti bass reflex abbastanza inusuali e, da quel che si dice. molto bensuonanti. Il canto del cigno fu il modello Koala dei primi anni 80, provato su Audio Review con ottimi risultati, a dispetto della componentistica molto economica. Se non ricordo male, Lorenzo Corsi è artefice anche delle Strateg Cyan.

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax
beh io insieme alle altre "dimenticate" RCF, inserirei a pieno diritto queste :

Modulo Black Line

rcf%20modulo.jpg

chi le ha ascoltate hai tempi, ne riporta a tutt'oggi un ottimo ricordo ;) :D

che tra l'altro nel design, e nel progetto in generale, non ricordo esser state mai replicate da nessun altro marchio ... sbaglio ???? :-B
le ho replicate... tanti anni fa 

woofer RCF, mid ITT, tw non ricordo cosa fosse nell'originale (credo sempre RCF...) ma io avevo utilizzato un Peerless)

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

Bozak..

Risultati immagini per bozak loudspeakers

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto
beh io insieme alle altre "dimenticate" RCF, inserirei a pieno diritto queste :

Modulo Black Line

rcf%20modulo.jpg

chi le ha ascoltate hai tempi, ne riporta a tutt'oggi un ottimo ricordo ;) :D

che tra l'altro nel design, e nel progetto in generale, non ricordo esser state mai replicate da nessun altro marchio ... sbaglio ???? :-B
le ho replicate... tanti anni fa 

woofer RCF, mid ITT, tw non ricordo cosa fosse nell'originale (credo sempre RCF...) ma io avevo utilizzato un Peerless)
Avevi il progetto ?

Mi ricordo che su Stereoplay (numero 95 - Gennaio 1982), fu provato il modello M65 e il woofer, per quanto di provenienza Philips, aveva subito qualche customizzazione. Potrebbe essere stata fatta qualche customizzazione anche sui woofer degli altri modelli.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@best-groove quelle che hai postato mi sembramo le mie (vecchie da restaurare) ess amt1 tower, i woofer da 25, tweeter di heil, linea di trasmissione, però anteriore. Le girglie sono scomode da rimuovere occorre togleire 8 viti

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax
Avevi il progetto ?

Mi ricordo che su Stereoplay (numero 95 - Gennaio 1982), fu provato il modello M65 e il woofer, per quanto di provenienza Philips, aveva subito qualche customizzazione. Potrebbe essere stata fatta qualche customizzazione anche sui woofer degli altri modelli.

È passato tanto di quel tempo che non ricordo più i dettagli del progetto, ma in qualche maniera avevo carpito da qualche parte i dati che mi servivanoNon metto la mano sul fuoco ma il wf credo fosse rcf e non philipsInfatti usai il famoso L12P48

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
@best-groove quelle che hai postato mi sembramo le mie (vecchie da restaurare) ess amt1 tower, i woofer da 25, tweeter di heil, linea di trasmissione, però anteriore. Le girglie sono scomode da rimuovere occorre togleire 8 viti

 

proprio quelle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto

 

 

È passato tanto di quel tempo che non ricordo più i dettagli del progetto, ma in qualche maniera avevo carpito da qualche parte i dati che mi servivano

Non metto la mano sul fuoco ma il wf credo fosse rcf e non philips

Infatti usai il famoso L12P48

 

 

L'uso di wf Philips era da me riferito al modello M65 (un bookshelf). Sicuramente per gli altri modelli usava wf di altre case.

Anche Decibel, per esempio, sulle Modus1 (il 2° modello dal basso) usava un wf Heco, mentre su uno dei modelli più grossi usava wf Altec (estratto di Stereoplay della prova di una rivista francese).

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax
È passato tanto di quel tempo che non ricordo più i dettagli del progetto, ma in qualche maniera avevo carpito da qualche parte i dati che mi servivanoNon metto la mano sul fuoco ma il wf credo fosse rcf e non philipsInfatti usai il famoso L12P48
L'uso di wf Philips era da me riferito al modello M65 (un bookshelf). Sicuramente per gli altri modelli usava wf di altre case.Anche Decibel, per esempio, sulle Modus1 (il 2° modello dal basso) usava un wf Heco, mentre su uno dei modelli più grossi usava wf Altec (estratto di Stereoplay della prova di una rivista francese).

io mi rifervo a ciò che ho scritto e cioè che ho rifatto le Modulo B.L.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto
È passato tanto di quel tempo che non ricordo più i dettagli del progetto, ma in qualche maniera avevo carpito da qualche parte i dati che mi servivanoNon metto la mano sul fuoco ma il wf credo fosse rcf e non philipsInfatti usai il famoso L12P48
L'uso di wf Philips era da me riferito al modello M65 (un bookshelf). Sicuramente per gli altri modelli usava wf di altre case.Anche Decibel, per esempio, sulle Modus1 (il 2° modello dal basso) usava un wf Heco, mentre su uno dei modelli più grossi usava wf Altec (estratto di Stereoplay della prova di una rivista francese).

io mi rifervo a ciò che ho scritto e cioè che ho rifatto le Modulo B.L.
Non c'è bisogno di rispondere in maniera cosi piccata.Anche io, inizialmente, mi riferivo solamente al fatto che la casa usava woofer customizzati rispetto a quelli di normale produzionehttp://forum.videohifi.com/discussion/111642/modulo-black-line/p1

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

piccata?!? ho risposto normalmente.

leggi tra le righe.. ti inventi le cose...
:-O

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

Risultati immagini per high fidelity loudspeakers vintage

Philips Motional Feedback (attive)

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

Risultati immagini per JBL L220

JBL L220

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

Risultati immagini per vintage technics speakers

Technics SB-7000A

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto

ESB FX1000. Componenti Fostex e progettista il grande Renato Giussanin5r1ac.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto

Pyramid Metronome 11 by Dick Sequerraimg_9_m?1440835626

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto

Pyramid Metronome sempre by Dick Sequerraimg_10_m?1440835626

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pimpinotto

Pyramid Metronome 3Sequerra-Pyramid-Metronome-model-3-speakers-with-stands-_57.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    292530
    Total Topics
    6328084
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy