Vai al contenuto

yak66

Equalizzatore Grafico per impianto Vintage, esperienze ?

Messaggi raccomandati

yak66

Ciao, considerando che finora nei miei impianti stereo non ho mai toccato i controlli di tono (bass - treble) 

vorrei sapere chi ha esperienza con gli Equalizzatori Grafici. (utilizzandoli in maniera ultra minimale)
Vorrei vedere se riescono a migliorare la situazione di una acustica della sala e posizionamento obbligato delle casse (agli angoli) non troppo favorevole.
Pensavo di orientarmi su una spesa minima e questi due apparecchi Dbx 231s oppure Boss GE-231
utilizzo solo giradischi e musica analogica.
Questi Equalizzatori pregiudicano la qualità del suono in flat ? (distorsioni, fruscio, suono che perde qualità ecc)
Vorrei risposte solo da chi ha esperienza diretta e non da "puristi" 
GRAZIE

un utente di questo forum anni fa scrisse :
http://jazzbass.altervista.org/dsp.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate

Se proprio vuoi rimanere su un equalizzatore "classico", più che su modelli lineari punterei su quelli che hanno un intervento parametrico, che possono vantare un intervento su un gruppetto di frequenze in un intervallo ben più preciso e regolabile (frequenza, ampiezza e campanatura). Per il resto, non posso non quotare quello che ha scritto il forumer anni fa...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

ciao ediate, conosco bene (e li preferisco in genere) gli eq. parametrici, 

soffrono anch'essi dei problemi degli eq. grafici ? (in fondo cambia solo il tipo di scelta di intervento)
che modelli ci sono in commercio ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

io ho un technics sh 8055

quealche piccolo deterioramento al segnale lo introduce (evidente nel mio impianto principale, quasi inudibile nel mio impiantino in montagna in cui i prezzi dei componenti sono in linea con quello dell'equalizzatore)
in caso di necessità fa il suo lavoro pagando un piccolo prezzo

di dbx ho provato il crossover e il risultato è stato pessimo...come mettere un telo spesso davanti alle casse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

i soundcraftsmen passivi vanno molto bene e sono preferibili ai modelli attivi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66
Grazie delle interessanti risposte, soundcraftsmen equalizzatore passivo : mi interessa, non ce ne sono molti in vendita
su questo : soundcraftsmen rp 2201-r : leggo guadagno + e - (non è solo passivo.....)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
long playing

Anche io uso un eq grafico con filtri passivi , un Outline PA 1004 , veramente ottimo e che almeno ad orecchio in flat e' assolutamente irrilevabile la sua presenza. In una prova effettuata all' epoca da SUONO in batteria con altri equalizzatori di cui il Souncraftsmen peraltro buono , DBX ed altri , l' Outline PA 1004 passivo ed il 1006 pero' a filtri attivi , risultarono i migliori in tutti i parametri di misurazione oltre alla qualita' costruttiva e componentistica. Nonostante un costo di allora 1981 di 430.000 Lire fu ritenuto altissimo il rapp.q/p. La Outline di Brescia era esclusivamente operante nel professionale , specializzatissima del settore , tanto che nel libretto di accompagnamento del prodotto si offriva di mandare un tecnico a casa . Se ne trovi uno prendilo ad occhi chiusi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
Grazie delle interessanti risposte, soundcraftsmen equalizzatore passivo : mi interessa, non ce ne sono molti in vendita
su questo : soundcraftsmen rp 2201-r : leggo guadagno + e - (non è solo passivo.....)

per equalizzatore passivo non si intende tanto che l'oggetto non abbia dentro amplificazioni o buffer quanto che i singoli filtri siano passivi e non fatti con opamp (integrati o a discreti a seconda) dove l'equalizzazione e' ottenuta dalle singole reti di retroazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

Ciao stefanino come faccio a capire che i "filtri siano passivi e non fatti con opamp" ??

inoltre non è facile orientarsi. Nel nuovo trovo soltanto i dbx (modelli 231s e 215s)

Gli Outline pochi, ho trovato solo vecchi annunci per i modelli EP-14 EP-15 e EP-30 
e non i modelli descritti da long playing 
inoltre tempo fa ho sentito parlare bene del Boss GE 231

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

basta avere gli schemi elettrici

mia opinione personale: nel dominio digitale l'equalizzazione si toglie di torno gli svantaggi (principalmente le rotazioni di fase) e si porta a casa uno svantaggio (la conversione AD/DA)

questo limite di fatto e' pari a zero nel caso di musica digitale (esempio la liquida) dove il player integra la funzione di equalizzazione e dove le conversioni da analogico a digitale e da digitale ad analogico sono comuqneu gia' presenti a prescindere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

Stefanino le tue analisi razionali sono senza dubbio indiscutibili !! :)

io vorrei evitare di inserire nella catena il convertitore AD/DA infatti ascolto solo vinile.
Nel frattempo ho trovato alcuni eq. Outline serie PA ma i venditori non spediscono.
Quale modello acquistare (entro 150 euro) ?
Diciamo, per fare qualche esperimento. Che non comprometta troppo il suono originale analogico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

È come dice Stefano

Spesso se.si trovano le caratteristiche è riportato chiaramente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TheoTks

Come laboratorio, sconsiglio i Soundcraftsmen dell'epoca (eq passivi), hanno spesso problemi ai potenziometri, che non si trovano piu, e altri difetti.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Questo non lo sapevo

Direi quindi, ovviamente, di guardare ad altro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

Grazie a tutti dei consigli fra le opzioni praticabili ho trovato questi :

 

= dbx 231s = nuovo in negozio (senza stress spedizioni) link : dbx 231s
= Boss GE-231 (usato) link : Boss GE-131/231
= Outline modelli EP 14/15/31  : specifications
= Outline PA 1006 

qual'è il meno peggio ?

GRAZIE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Consiglio il Technics parametrico SH-9010, se si vuole rimanere in ambito vintage.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

Ciao poeta : ottimo Technics SH-9010 : i controlli parametrici offrono molto di più, comunque in giro non lo trovo, meglio restare tra i modelli disponibili

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Guarda, la sua inserzione comporta un decadimento appena avvertibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

se hai le casse agli angoli dubito che un equalizzatore risolva. Per prima cosa, però, io mi procurerei un discto con toni pure per vedera ad orecchio quai sono le frequenze su cui si deve intervenire, se la campana del migliore equalizatore del mondo è centrata su frequenze molto distanti da quelle che ti servono, il risultato sarà deludente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Infatti con il parametrico SH-9010 puoi decidere sia l'ampiezza delle "campane", sia la frequenza su cui sono centrate ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

ciao cactus, ho un Lp con rumore rosa ma "vedere ad orecchio quai sono le frequenze.."  mi sembra un po utopistico,

guarda da musicista ti dico che per registrare il mio strumento ho utilizzato per anni proprio un equalizzatore grafico boss e ogni volta pensavo di aver trovato il suono definitivo, ma alla session seguente modificavo. Però grazie a quel equalizzatore (usato con la massima prudenza) ho ottenuto risultati impossibili senza. Mi chiamavano alle registrazioni grazie a quel suono considerato imbattibile (dovuto a tanti fattori ma anche al Boss GE-131) 

In fondo sto solo cercando di creare un suono che mi piaccia di più, rimanendo più analogici possibili, in un ambiente poco idoneo alla acustica e dove per miracolo sono riuscito a collocare delle casse acustiche

SH-9010 : se lo trovassi lo prenderei :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
SonusMaker

Se guardi sul mercatino alla sezione Vintage ce n'è uno in vendita.

 

Saluti

 

Nat

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
Stefanino le tue analisi razionali sono senza dubbio indiscutibili !! :)
io vorrei evitare di inserire nella catena il convertitore AD/DA infatti ascolto solo vinile.
Nel frattempo ho trovato alcuni eq. Outline serie PA ma i venditori non spediscono.
Quale modello acquistare (entro 150 euro) ?
Diciamo, per fare qualche esperimento. Che non comprometta troppo il suono originale analogico

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

Mia opinione: tra una doppia conversione e i problemi di un eq vintage non avrei grandi dubbi.

 

Se poi devi correggere cose particolari come le stazionarie ben eccitate da una posizione ad angolo l eq liscio obparametrico serve a poco.

Guarderei al 2496 berhinger

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

@yak66 io pensavo ad un disco test con le frequenza accompagnate da una vcce e ti dice 20 hz e parte il il suono puro, 20 hz idem come sopra. Però nei dischi test  in vinile i valori delle frequenz basse son troppo pochi per ricavarne indicazini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate

Molto buono il DEQ2496 Behringer, ma è un pò caro per quel che vuoi ottenere ed essendo un apparecchio professionale, ha tutti gli ingressi e tutte le uscite in XLR, per cui devi prevedere pure dei cavi RCA-XLR.... Forse una maggiore ottimizzazione dell'ambiente potrebbe portare ai risultati sperati. I diffusori non suonano bene messi dove capita; prova a disporli al meglio possibile per le tue esigenze; se la situazione è "disperata" ricorri ad un equalizzatore che secondo me deve essere comunque l'ultima ratio. Per evitare ulteriori complicazioni con i cavi di interconnesione quoto l'intervento di Gherardo consigliandoti anch'io un equalizzatore parametrico analogico (il Technics è ottimo).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pimpinotto

Invece dei cavi xlr da un lato e Rca dall'altro, ci sono degli adattatori come quello del link (speriamo funzioni, sono con lo smartphone), che permettono, in queste situazioni, di adoperare i cavi con Rca da ambo i lati, già in proprio possesso, che costano pochi Euri.

https://www.google.it/search?q=adattatore+rca+xlr&biw=360&bih=559&prmd=isvn&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwjntuTzgaTQAhUKM8AKHc15BoIQ_AUIBygB#imgrc=PfYPkoL6F5OmDM%3A .

L'ideale sarebbe usare degli adattatori che, al proprio interno, contengano anche il trasformatorino di adattamento per il passaggio da bilanciato a sbilanciato o viceversa (per esempii li produce la Neutrik).

 

Il parametrico Technics stereofonico è un ottimo apparecchio (lo possiedo anch'io), ma, a mio avviso, ha un problema, comune ai parametrici, che è quello di una maggiore complessità e macchinosità nell'effettuare le regolazioni, rispetto a quelli grafici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

il Technics SH-9010 l'ho trovato tra gli annunci anche se mi sembra un po troppo troppo caro. (300€)

in effetti fra parametrico e grafico si hanno pro e contro in entrambi i casi
Un grafico a 31 Bande è meno personalizzabile della quasi totalità di azione del parametrico
ma per certi versi si riesce ad agire in modo più metodico e chiaro.

Acustica di una piccola sala : come intervenire per attenuare i bassi di casse disposte (obbligatoriamente)
ai due angoli ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Il mio SH-9010 lo presi a 150€, che ritengo sia una quotazione più in linea con il valore dell'oggetto.

Confermo che è più macchinoso da utilizzare di un eq. grafico, così come confermo che un sistema digitale (dsp) è molto più flessibile e performante.

Citavo l'SH-9010 riferendomi al vintage, se cade questo vincolo, le opzioni diventano ben più numerose.

Un'ottima soluzione con un eq. ben più recente potrebbe essere il Technics SH-GE90, poca spesa e tanta flessibilità ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
yak66

Grazie poeta il SH-9010 è un apparecchio bellissimo, come funzioni, lo comprerei subito .. a 150 euro

300 € invece è una richiesta fuori mercato, troppi !!
Il SH-GE90 si trova a meno ma c'è da superare la "barriera psicologica" del convertitore AD/DA ... sigh!
e poi ha solo tre Bande di azione, poche, anche per un parametrico : non mi piace, non è un apparecchio ad uso professionale, è concepito per chi vuole suoni presettati. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    286.858
    Discussioni Totali
    6.049.878
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy