Vai al contenuto

machenry

Audio Analogue Maestro Anniversary: è arrivato!

Messaggi raccomandati

machenry

Volevo condividere con voi le prime impressioni di ascolto dell'integratone, che sono andato a ritirare oggi dal mio "pusher" di hi-fi a Mondovì; l'avevo sentito nella presentazione di un mesetto fa fatta da AA sempre da lui, e me ne ero innamorato, in accoppiata con le Sonus Faber; suono equilibrato, elegante, senza esagerazioni degli estremi di banda, proprio il cambiamento che volevo ottenere dopo un paio di anni di convivenza con il mio impianto, composto da pre e finale Primare e B&W 804 d2, improntato alla grande dinamica e dettaglio. Tanto che ho ordinato anche un paio di Olympica 2, proprio per cercare di indirizzare la timbrica in quella direzione. Anche se le Sonus non sono ancora arrivate, per cui adesso ascolto il Maestro con le piccole Monitor Audio Silver 1 del secondo impiantino (avendo già consegnato le B&W all'amico che me le ha acquistate), la soddisfazione è già notevole, il risultato è quello che speravo, in attesa dei diffusori principali! ;)

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ernesto62

Quanto è potente in Watt. In 8 Ohms

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
machenry

150 watt per canale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Riccacampo

Ottima scelta secondo me...il suono Audio Analogue mi piace moltissimo, un family sound riconoscibile ad occhi chiusi. Bassi controllatissimi, alti setosi e mai pungenti. Secondo me anche l'abbinamento con le b&w non è male anzi...considera che in passato, non so ora, le amplificazioni venivano testate proprio con le b&w..un salutone e complimento per l'italico acquisto..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nejiro

Complimenti!

Ho avuto modo di ascoltare il Maestro Anniversary e mi ha fatto un'ottima impressione, goditelo e riporta anche le Tue impressioni quando Ti arrivano le Olimpica.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

E' davvero un bell'amplificatore, ha la potenza, il controllo e il dettaglio "giusto" e secondo me potrebbe andare molto bene con le Olympica II, previo rodaggio e collocazione in ambiente (io proverei prima col reflex all'interno).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
machenry

Grazie del suggerimento, vado a ritirarle in settimana. Confermo, il Maestro è davvero notevole, fa rendere bene anche le piccole Monitor Audio; tra l'altro, a differenza del pre e finale Primare che avevano migliori prestazioni con il collegamento Rca anche tra di loro (nonostante la casa li dichiarasse "full balanced"), con il collegamento Xlr con l'Esoteric suona benissimo.

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Se le Olympica le prendi nuove meglio che non le ascolti le prime ore, ti risparmi un calvario :D In effetti coi pre+finali molto "brutali" e già ad alto guadagno capita a volte che il collegamento RCA sia preferibile. Ovviamente col Maestro non avrai problemi invece perchè è equilibrato di suo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
machenry

Oh mamma, quanto dovrò fare di rodaggio? :( Quando avevo preso le 804 Diamond, erano bastate una cinquantina di ore, ma da subito non suonavano così male.....

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Le SF sono assai sensibili al rodaggio, lo sono sempre state, infatti loro consigliano 100 ore ma le prime 20 sono critiche quindi nel caso non spaventarti. :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il giorno che un costruttore venderà diffusori già rodati sbaraglierà il mercato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Luca58

Il Maestro Anniversary ha muscoli molto potenti e una timbrica neutra sopraffina.

Ciao.

Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Il Maestro Anniversary ha muscoli molto potenti e una timbrica neutra sopraffina.

Ciao.

Luca
Rispetto al Puccini 70 cosa cambia come sound? ops! scusa avevo letto Puccini anniversary

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

ottimo il nuovo maestro,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Il Maestro Anniversary ha muscoli molto potenti e una timbrica neutra sopraffina.

Ciao.

Luca
Rispetto al Puccini 70 cosa cambia come sound? ops! scusa avevo letto Puccini anniversary...dalle parole dal "creatore" (airtech) presa da un altro forum (il suo)

per le differenze tra Puccio e Maestro non sono molto bravo con le parole  comunque il puccio è nato per il ventennale AA e quindi doveva forzatamente rispecchiare il tipico suono AA ovviamente rivisto in chiave moderna, qualcuno lo definisce caldo io preferisco ambrato senza esagerazioni tipo quelle di una rivista estera che paragona il timbro del Puccini Anniversary a un valvolare 921419.gif se proprio vogliamo trovare la musa ispiratrice di quel tipo di timbro la cosa va cercata nella scuola SS europea e più precisamente inglese anni 80, da quella tipologia di apparecchi prese spunto AA ai suoi albori visto che a quei tempi non avevo ne dindi ne ing per concorrere con gli americani sunny ecco il puccio ricalca quel tipo di timbro ovviamente con caratteristiche odierne in fatto di corrente e capacita di pilotaggio e altro, visto il successo qualcuno ha ben pensato di replicare con il Maestro Anniversary, a quel punto prima di accettare l'incarico considerato che il budget di progettazione era più corposo ho proposto un apparecchio fuori schema che andasse più verso il mio sentire di classica scuola americana invece del il tipico suono AA, da li è nato il Maestro anniversary che come stile musicale prende ispirazione dal vecchi ML progettati dal mitico Colangelo con un pizzico di timbrica ripresa dai vecchi Classe VHC del più classico Dave il tutto condito con tecnica Airtech, i 2 prossimi seguiranno questo schema, il 302 riprenderà il timbro classico AA in retrospettiva sul vecchio Maestro 150 il 502 invece proseguirà sul sentiero americano a me caro, in questo modo si riesce ad accontentare 2 tipologie di cliente, il classico amante AA e l'audiofilo amante del sound americano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mah non so se sono tanto d'accordo con le definizioni ma di certo il Puccini Ann. a me non ha fatto gridare al miracolo, mentre il Maestro Ann. è di tutt'altra levatura e regge meglio il confronto coi suoi pari.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Il Maestro Anniversary ha muscoli molto potenti e una timbrica neutra sopraffina.

Ciao.

Luca
Rispetto al Puccini 70 cosa cambia come sound? ops! scusa avevo letto Puccini anniversary...dalle parole dal "creatore" (airtech) presa da un altro forum (il suo)

per le differenze tra Puccio e Maestro non sono molto bravo con le parole  comunque il puccio è nato per il ventennale AA e quindi doveva forzatamente rispecchiare il tipico suono AA ovviamente rivisto in chiave moderna, qualcuno lo definisce caldo io preferisco ambrato senza esagerazioni tipo quelle di una rivista estera che paragona il timbro del Puccini Anniversary a un valvolare 921419.gif se proprio vogliamo trovare la musa ispiratrice di quel tipo di timbro la cosa va cercata nella scuola SS europea e più precisamente inglese anni 80, da quella tipologia di apparecchi prese spunto AA ai suoi albori visto che a quei tempi non avevo ne dindi ne ing per concorrere con gli americani sunny ecco il puccio ricalca quel tipo di timbro ovviamente con caratteristiche odierne in fatto di corrente e capacita di pilotaggio e altro, visto il successo qualcuno ha ben pensato di replicare con il Maestro Anniversary, a quel punto prima di accettare l'incarico considerato che il budget di progettazione era più corposo ho proposto un apparecchio fuori schema che andasse più verso il mio sentire di classica scuola americana invece del il tipico suono AA, da li è nato il Maestro anniversary che come stile musicale prende ispirazione dal vecchi ML progettati dal mitico Colangelo con un pizzico di timbrica ripresa dai vecchi Classe VHC del più classico Dave il tutto condito con tecnica Airtech, i 2 prossimi seguiranno questo schema, il 302 riprenderà il timbro classico AA in retrospettiva sul vecchio Maestro 150 il 502 invece proseguirà sul sentiero americano a me caro, in questo modo si riesce ad accontentare 2 tipologie di cliente, il classico amante AA e l'audiofilo amante del sound americano

Queste sono le cose che mi piacerebbe leggere su un forum come questo!!! Se il < creatore > di Audio Analogue invece di farsi un forum privato venisse qui a scrivere come fanno altri ingegneri di altri brand sarebbe un arricchimento di conoscenza per tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabri65
Volevo condividere con voi le prime impressioni di ascolto dell'integratone, che sono andato a ritirare oggi dal mio "pusher" di hi-fi a Mondovì; l'avevo sentito nella presentazione di un mesetto fa fatta da AA sempre da lui, e me ne ero innamorato, in accoppiata con le Sonus Faber; suono equilibrato, elegante, senza esagerazioni degli estremi di banda, proprio il cambiamento che volevo ottenere dopo un paio di anni di convivenza con il mio impianto, composto da pre e finale Primare e B&W 804 d2, improntato alla grande dinamica e dettaglio. Tanto che ho ordinato anche un paio di Olympica 2, proprio per cercare di indirizzare la timbrica in quella direzione. Anche se le Sonus non sono ancora arrivate, per cui adesso ascolto il Maestro con le piccole Monitor Audio Silver 1 del secondo impiantino (avendo già consegnato le B&W all'amico che me le ha acquistate), la soddisfazione è già notevole, il risultato è quello che speravo, in attesa dei diffusori principali! ;)

Enrico

 

Ascoltato ieri ,a "DEGUSTAZIONI MUSICALI" con una coppia di diffusori ASTRI a torre   ,sorgente MAC MINI (probabilmente DRC ,non ho chiesto ma ho intuito ) e DAC AUDIOLAB appena uscito .

L'insieme era ottimo ,anche se ,per la verità un pò asciutto sulla parte medio bassa.
Bel bestione 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il Maestro Ann. è in effetti asciutto e controllato in basso, infatti secondo me si abbina meglio a diffusori tendenzialmente generosi rispetto a quelli un po' magri. Per quanto questo aspetto sia influenzato dai gusti personali.

 

Un suono in controtendenza col Puccini Ann. che sembra invece "rotolare" sul basso, quale la sua progettazione zero-feedback logicamente suggerisce.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
acam75

....il nuovo Maestro è incredibilmente "bello" per me, e il Signor Bertini è un "Maestro" nel produrre sia apparecchi che cavi.....

...complimenti per l'acquisto, cordialmente Andrea....

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
machenry

Grazie Andrea! Ieri ho potuto finalmente montare le Olympica 2, adesso le sto rodando, anche se, come ha detto Diablo, ci vorrà un po'. Il primo impatto è di una cassa estremamente bella esteticamente, e molto curata nei particolari costruttivi; dal punto di vista acustico, molto equilibrata, controllata negli estremi di banda, musicale (penso che a questo risultato contribuisca molto il Maestro); certo che il cambiamento che volevo c'è tutto (forse anche troppo) rispetto alle B&W con i Primare. Vediamo tra un po' di giorni! ;)

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Le prime ore l'effetto radiolina è quello dominante, ma in generale inizialmente il basso sarà gommoso/monocorde e l'alto sarà un po' chiuso e grezzo, è normale. Anzi facci sapere come evolve la situazione dopo le prime 30 ore.

 

Comunque le Olympica II/III sono in generale diffusori molto sottovalutati proprio perchè molto equilibrati e anche più corrette rispetto alle SF del passato, per cui nei confronti diretti magari non stupiscono pero' si fanno apprezzare sul lungo periodo. Va detto poi che non sono immediate da posizionare, il reflex laterale orientabile rende quasi inutile ogni esperienza precedente e se fai le modifiche in corso di rodaggio preparati a doverle ricorreggere più volte. Quando avrai trovato la quadra, a rodaggio finito ti troverai bene. :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Luca58

Io ho ascoltato sia il Puccini che il Maestro collegati allo stesso impianto con diffusori impegnativi e non mi sembra che abbiano una impostazione molto diversa anche nella gestione del basso.

Il Puccini si avvia sulla stessa strada del Maestro ma arriva ovviamente fin dove puo'; il Maestro ha un'altra energia e conseguentemente ha una facilita' di pilotaggio drammaticamente superiore. 

Ciao.

Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Luca58
Volevo condividere con voi le prime impressioni di ascolto dell'integratone, che sono andato a ritirare oggi dal mio "pusher" di hi-fi a Mondovì; l'avevo sentito nella presentazione di un mesetto fa fatta da AA sempre da lui, e me ne ero innamorato, in accoppiata con le Sonus Faber; suono equilibrato, elegante, senza esagerazioni degli estremi di banda, proprio il cambiamento che volevo ottenere dopo un paio di anni di convivenza con il mio impianto, composto da pre e finale Primare e B&W 804 d2, improntato alla grande dinamica e dettaglio. Tanto che ho ordinato anche un paio di Olympica 2, proprio per cercare di indirizzare la timbrica in quella direzione. Anche se le Sonus non sono ancora arrivate, per cui adesso ascolto il Maestro con le piccole Monitor Audio Silver 1 del secondo impiantino (avendo già consegnato le B&W all'amico che me le ha acquistate), la soddisfazione è già notevole, il risultato è quello che speravo, in attesa dei diffusori principali! ;) Enrico
Ascoltato ieri ,a "DEGUSTAZIONI MUSICALI" con una coppia di diffusori ASTRI a torre   ,sorgente MAC MINI (probabilmente DRC ,non ho chiesto ma ho intuito ) e DAC AUDIOLAB appena uscito .
L'insieme era ottimo ,anche se ,per la verità un pò asciutto sulla parte medio bassa.
Bel bestione 
Secondo me la sensazione di asciutto non dipendeva dal Maestro, che come livello era sicuramente superiore al resto e amplificava quello che gli arrivava.  

Ciao.

Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabri65
Volevo condividere con voi le prime impressioni di ascolto dell'integratone, che sono andato a ritirare oggi dal mio "pusher" di hi-fi a Mondovì; l'avevo sentito nella presentazione di un mesetto fa fatta da AA sempre da lui, e me ne ero innamorato, in accoppiata con le Sonus Faber; suono equilibrato, elegante, senza esagerazioni degli estremi di banda, proprio il cambiamento che volevo ottenere dopo un paio di anni di convivenza con il mio impianto, composto da pre e finale Primare e B&W 804 d2, improntato alla grande dinamica e dettaglio. Tanto che ho ordinato anche un paio di Olympica 2, proprio per cercare di indirizzare la timbrica in quella direzione. Anche se le Sonus non sono ancora arrivate, per cui adesso ascolto il Maestro con le piccole Monitor Audio Silver 1 del secondo impiantino (avendo già consegnato le B&W all'amico che me le ha acquistate), la soddisfazione è già notevole, il risultato è quello che speravo, in attesa dei diffusori principali! ;) Enrico
Ascoltato ieri ,a "DEGUSTAZIONI MUSICALI" con una coppia di diffusori ASTRI a torre   ,sorgente MAC MINI (probabilmente DRC ,non ho chiesto ma ho intuito ) e DAC AUDIOLAB appena uscito .
L'insieme era ottimo ,anche se ,per la verità un pò asciutto sulla parte medio bassa.
Bel bestione 
Secondo me la sensazione di asciutto non dipendeva dal Maestro, che come livello era sicuramente superiore al resto e amplificava quello che gli arrivava.  

Ciao.

Luca

Ciao Luca
si ,sono d'accordo non si puo' imputare all'ampli la sensazione da me riscontrata .
Personalmente amo un pò di calore in piu ,ma l'insieme ascoltato nella saletta ,è stato tra i migliori della manifestazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
machenry

Ciao a tutti. solo per dire che l'accoppiata Maestro-Sonus Faber va alla grande! Le Olympica hanno superato la ventina di ore di ascolto, migliorano in continuazione, il suono è proprio quello che cercavo, equilibrato e musicale, dettagliato ma non stancante. Ho lasciato i cavi bilanciati tra ampli e lettore, hanno una resa decisamente migliore rispetto ai cavi Rca, ed anche i Rocket 88 biwiring di potenza nuovi (in precedenza avevo i JIB biampling, ma il Maestro ha connessioni per una sola coppia di casse) si abbinano bene. ;)

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ottimo, complimenti per la scelta. :)>-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.570
    Discussioni Totali
    5.884.427
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×