Vai al contenuto

Ospite alfa71omega

Subwoofer si o no..... il dilemma

Messaggi raccomandati

Ospite

Buongiorno, so che a qualcuno di voi questo 3D farà rizzare i capelli e so anche che l'argomento è già stato trattato. Purtroppo non sono riuscito a farmi un'idea chiara quindi lo ripropongo. Ho da poco aggiornato il mio impianto sostituendo il vecchio lettore CD della Teac con un Marantz SA8005, i due amplificatori (un valvolare Yaqin MC100B ed un Nakamichi Amp 1) con un Pre e finale Onkyo della serie Integra (p388f e m588f) e questo venerdì completerò l'aggiornamento con l'installazione delle Klipsch Heresy III (in sostituzione delle più commerciali Klipsch RP280f e delle ormai vetuste e non più riparabili Infinity RS K9.... queste non avevano problemi di sorta). Ho avuto modo di provare le Heresy di un amico sul mio impianto e ne sono rimasto stregato (quello è il suono che voglio ascoltare). Adesso, rispetto alle più commerciali RP che scendono fino a 32Hz, le Heresy hanno un piccolo deficit in quella zona di frequenza fermandosi a 50, cosa messa in evidenza da alcune riproduzioni che amo molto. Pensavo di installare sull'impianto (e qui l'eresia.... ma siamo in tema) un sub che entri in frequenza a 50 e vada a coprire la gamma lasciata scoperta dalle piccole Klipsch. Mi date una mano a chiarire bene i pro ed i contro di tale setup grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PIEP

Il bello di molte registrazioni, x non parlare di certe CS di film, sta proprio sub  50 Hz ...   ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Nessun contro. L'ideale è usare più subwoofer.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado

Per come la vedo io:

1) Non lesinare sulla qualità del sub, e quindi entrano in gioco i costi

2) Avere tanta pazienza per settaggi e posizionamento

3) Potresti dover tagliare i diffusori

4) Fossi in te curerei al massimo il posizionamento dei diffusori e prima di acquistare un sub lascerei passare del tempo, magari poi ti accorgi che non ti è indispensabile.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gixsi

A parte tutte le diverse possibilita' di inserimento di un sub....in parallelo ai diffusori..in serie..etc., ( non so tu come sei orientato) ci sono sub che sono regolabili sul passa alto ed il passa basso, così da scegliere il range di frequenze di lavoro.

Oppure intervenendo con un cross esterno...ma le cose si complicano...

Essenziale e' che i due sistemi (sub e diffusori) non lavorino su frequenze comuni, non devono sovrapporsi.

Avresti un suono pasticciato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Si.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1973

Pensa al tuo gusto e la tua musica....per me si....ho i tuoi gusti...Non basta mai.....chi dice no vira il piacere dalla parte opposta dello spettro...e manco quindi risulta la rapresentazione dell evento reale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Devi osare di più sulla frequenza taglio sub. Il fatto che le Heresy arrivino a 50 non vuol dire che le riproducano appieno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Anche io sono basso dipendente e non posso più fare a meno del mio sub klipsch. Io l'ho tagliato a circa 55 60hz ma la cosa più difficile da regolare è il volume. Se si regola male quello si rischia un effetto lunapark

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bluenote

Tra gli attivi ho adocchiato i norvegesi Arendal invece.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Bo il mio klipsch non costa molto e va molto bene...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination

SI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Dunque sono sempre lì. Come detto in alcuni dischi tipo Songs from distant heart di Oldfield o Amused to death di Water durante la prova mi sono accorto che manca qualcosa. Le Heresy pur essendo molto dettagliate mancano su alcune frequenze di basso. L'idea è quella di compensare e non stravolgere il suono. Il sub su cui ho messo gli occhi, peraltro anch'esso Klipsch, mi da la possibilità di regolare le frequenze di lavoro. Quindi lo setterei per entrare sui 50 e lasciarlo lavorare dove le Heresy non vanno. Prendendolo su Amazon poi ho la possibilità di restituirlo entro 15 giorni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
morrisvet

Un bel rel t5 !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Per come la vedo io:

1) Non lesinare sulla qualità del sub, e quindi entrano in gioco i costi

2) Avere tanta pazienza per settaggi e posizionamento

3) Potresti dover tagliare i diffusori

4) Fossi in te curerei al massimo il posizionamento dei diffusori e prima di acquistare un sub lascerei passare del tempo, magari poi ti accorgi che non ti è indispensabile.

Potresti chiarire il "tagliare le casse"? Il posizionamento dei diffusori e quanto di meglio posso ottenere. Sono a 2.75 l'uno dall'altro, oltre perdo di immagine orizzontale e 2.75 dal punto si ascolto. Il sub lo piazzerei esattamente al centro dei diffusori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Un bel rel t5 !!!

 

Non ho disponibile il tipo di collegamento sul pre. Ho solo un pre out.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PIEP

Non hai necessità di tagliare il segnale alle casse: glielo mandi tutto, colleghi il sub a pre o sub out ( o spk B alto livello ) e poi imposti freq. taglio al sub;  magari  prova con 80 Hz , quindi incominci a scendere; cmq ti ci potrebbero voler settimane o mesi x le giuste posiz. e regolaz.   :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luca.urbinati

Dai un'occhiata in casa Velodyne.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

I Velodyne in ambito HT sono imbattibili. Per impianti audio a 2 canali JL o Rel. come già qualcuno ha suggerito, non risparmiare, scegli in gamma medio alta. Scendere sotto i 1.500 euro per un sub otterresti benefici limitati e bassi sbrodoloni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
feli
 Pensavo di installare sull'impianto (e qui l'eresia.... ma siamo in tema) un sub che entri in frequenza a 50 e vada a coprire la gamma lasciata scoperta dalle piccole Klipsch. Mi date una mano a chiarire bene i pro ed i contro di tale setup grazie.
Ho delle Heresy I a cui ho abbinato un sub JL Audio E-110 pilotato con la doppia uscita pre out del mio preamplificatore. Non c'è assolutamente nessuna controidicazione (anzi!) nella tua idea, avrai semplicemente un suono completo in basso e migliore anche in gamma media. Come qualcuno ha già fatto notare, non lesinare sulla qualità del sub, poichè in questo caso andresti solamente ad inficiare con un basso "boom boom" le prestazioni dei diffusori principali. Il JL Audio è un sub chiuso come le Heresy e l'abbinamento è assolutamente trasparente, mentre la procedura per trovare taglio e livello corretto con tutti i generi musicali neppure così tanto complicata...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
morrisvet
Un bel rel t5 !!!

 

Non ho disponibile il tipo di collegamento sul pre. Ho solo un pre out.

 

Si collega, anzi è preferibile, alle uscite diffusori dell'ampli !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Un bel rel t5 !!!

 

Non ho disponibile il tipo di collegamento sul pre. Ho solo un pre out.

 

Si collega, anzi è preferibile, alle uscite diffusori dell'ampli !

 

Quindi mi stai suggerendo un passivo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
morrisvet
Un bel rel t5 !!!

 

Non ho disponibile il tipo di collegamento sul pre. Ho solo un pre out.

 

Si collega, anzi è preferibile, alle uscite diffusori dell'ampli !

 

Quindi mi stai suggerendo un passivo?

 

Rimane attivo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
Il sub lo piazzerei esattamente al centro dei diffusori.
Evita, in quella posizione eccita i modi di risonanza del locale. Evita pure di collocarlo a 1/3 esatto della larghezza, e staccalo dal muro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gixsi

Ti suggerisce un sub passivo che, collegato ai morsetti diffusori dell'amplificatore diventerebbe attivo....

In questo modo avresti diffusori e sub collegati tutti insieme agli stessi morsetti, a meno che l"ampli non abbia doppi morsetti ( vedi quelli per il bi-wiring ).

Diversamente, se il sub fosse attivo, devi necessariamente collegarlo agli out del pre, che se non sono doppi non importa, li sdoppi con un cavo ad y (tanto non cambia niente dividere il segnale dentro o fuori l'apparecchio).

 

Quello che non comprendo e':

se questa di aggiungere un sub e' cosa semplice, perche' la maggior parte delle aziende produttrici di diffusori (a parte qualcuna ) non propongono loro stesse un sub aggiuntivo per compensare quelle carenze che così spesso sono il cruccio degli audiofili?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

C'è un bellissimo articolo sull'utilizzo del sub in Hi End su audiogallery di questo mese.

Conclusione dell'articolo : un si con condizioni di scelta del sub molto precise .

Da leggere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Capa

Il sub è attivo anche se usi gli ingressi ad alto livello (cioè ci colleghi i cavi casse e poi dal sub vai alle casse).

Penso che passivi nememno esistano più ...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ti suggerisce un sub passivo che, collegato ai morsetti diffusori dell'amplificatore diventerebbe attivo....

In questo modo avresti diffusori e sub collegati tutti insieme agli stessi morsetti, a meno che l"ampli non abbia doppi morsetti ( vedi quelli per il bi-wiring ).

Diversamente, se il sub fosse attivo, devi necessariamente collegarlo agli out del pre, che se non sono doppi non importa, li sdoppi con un cavo ad y (tanto non cambia niente dividere il segnale dentro o fuori l'apparecchio).

 

Quello che non comprendo e':

se questa di aggiungere un sub e' cosa semplice, perche' la maggior parte delle aziende produttrici di diffusori (a parte qualcuna ) non propongono loro stesse un sub aggiuntivo per compensare quelle carenze che così spesso sono il cruccio degli audiofili?

 

Allora il finale ha 4 coppie di morsetti che sono utilizzati per il collegamento in bi-wiring delle casse. Il finale è collegato in bilanciato e questo mi lascia libere le due pre out che ho disponibili sul pre. Sinceramente vorrei evitare di collegare in parallelo il sub con le casse. Quindi opterei per un attivo. Qualità del sub come priorità e posizionamento corretto dello stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Bene. Detto questo ci aggiorniamo sabato prossimo e vi darò le mie prime impressioni su come suonano le Heresy e come suonano in accoppiata con un sub.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.462
    Discussioni Totali
    5.881.470
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×