Jump to content
Melius Club

wiking

Bose 901

Recommended Posts

wiking

Fortunata realizzazione del grande Amar Bose, costruita in innumerevoli esemplari e versioni, scaturito dal progetto "2201" (la sfera pulsante di cui ricordavo in altro 3D, concepita negli anni '50!).

Chi le ha (le 901)?

Ne parla qui (in termini non proprio lusinghieri...ma lui lavorava alla concorrenza) persino il mitico Roger Russell (linko la pagina perché trovo belle e rare le foto della sfera Bose 2201):

http://www.roger-russell.com/equalizers/equalizers.htm

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe1949

Bene: avute..nel senso di comprate..no...ma era un diffusore che, data la politica commerciale a dir poco agressiva della Casa...ho avuto parecchio in concorrenza: intanto devo ammettere che dalla IV versione erano riusciti ad aumentare di parecchio la sensibilità e anche i bassi che nelle versioni precedenti erano solo dei medio/bassi nonostante la non certo blanda equalizzazione (loro si giustificavano dicendo che non essendoci il x-over...icon_smile_evil.gif)...il maggior problema per sfruttarle al Melius era l'ambientazione che calcolando la posizione obbligata dettata dal sistema le faceva occupare una tale porzione di spazio paragonabile a quello occupato per dei grossi diffusori tipo EV. Sentry e compagnia, però..se ben ambientate devo ammettere che le ho sentite suonare..ad effetto...sopratutto la tridimensionalità e la spazialità con certe incisioni scelte ad hoc erano notevolissime facendosi perdonare la notevole limitazione di risposta agli estremi banda...icon_smile.gif

 

joe1949

Share this post


Link to post
Share on other sites
wiking

Si, ed è l'impressione che ho sempre avuto pure io: grande ricostruzione scenica (non ho detto precisa, ho detto grande!), a scapito di un po' tutto il resto.

Comunque, sostanzialmente, gradevoli.

Rammento una delle ultime versioni, forse le V, decisamente dinamiche e veloci, con un buon basso, ma non ricordo la sigla esatta, sono passati anni.

 

Marco

 

 

 

Modificato da - wiking il 30/05/2010 10:51:20

Share this post


Link to post
Share on other sites
qcieri

E il bello è che non sono mai uscite di catalogo.... anzi, Bose dice che la versione attuale, rispetto a quella originale del 1968, ha implementate circa 350 migliorie tecniche.

 

http://www.bose.it/IT/it/home-entertainment/stereo-speakers/901/index.jsp

 

Mi chiedo se davvero ne vendano ancora e come suonano rispetto alle 901 originali, che ricordo bene e mi hanno dato le stesse sensazioni ben descritte da voi...

 

Quirino Cieri (Operatore - Kenwood El. Italia S.p.A.)

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe1949

C'è da fare una precisazione importante: a quei tempi i costruttori anche più blasonati non facevano gran caso alla profondità della scena acustica: tolto Ohm col famoso modello "F", ESS con l'Amt 1 e un modello di Electrovoice (l'interface alfa se non ricordo male)...loro hanno avuto il merito di introdurre quasi ad esasperarlo tale concetto...ripreso pure elettronicamente dal buon Bob Carver...

 

Poi è arrivato il grande Giussani con la DSR...ma questa è un'altra storia....icon_smile_big.gif

 

joe1949

Share this post


Link to post
Share on other sites
kurt

...io ho posseduto, quando suonavo, la versione pro series II (se non ricordo male) con il cassone Sub. A quel tempo nell'ambiente Service la 901 era diffusissima dato l'ottimo rapporto dimensioni-prestazioni. La versione domestica l'aveva un mio vicino di casa: a differenza delle Altec 15, che avevo all'ora, le Bose sembravano "anemiche" (scusate l'aggettivo!)...

Salut

Kurt

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0045

Guarda caso mi è capitato in mano ieri (comperato ad un mercatino dell'usato per un euro al pezzo) un lotto di una trentina di numeri di Suono e tra questi quello di gennaio-febbraio 1984 con la prova a confronto (nella serie "I giganti del suono") tra Tannoy Westminster e Bose 901 V, e le sensazioni d'ascolto riferite dai recensori sono sovrapponibili a quelle già riportate da Marco, Fabio e Quirino, compresa anche la "leggerezza" del basso e medio-basso.

Tra l'altro, il confronto con le West in questo caso non aiuta... icon_smile_wink.gif

Saluti

Corrado.

 

Confusion will be my epitaph.

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex

Le possedeva una mia compagna di liceo, con il classico sistema di allora (gira Thorens, ampli Marantz e tuner Pioneer).

Adesso mi spiego perchè non sentivo bene le frequenze basse, io davo la colpa ad un posizionamento non felicissimo, in pratica erano state sistemate dietro ad un tavolo da pranzo...

Quanto a scenografia, debbo dire, non erano affatto male.

 

Mariano

 

Modificato da - codex il 30/05/2010 19:16:02

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

Le ho ascoltate (e usate in un remoto passato da dj) fino alla nausea, sia in versione home (II e III serie - 1977-1978) che in versione pro (tutte nere).

Mai possedute, ma sicuramente detestate come poche.

Il basso era davvero inesistente, ed il suono che restituivano era di una "piattezza" esasperante.

Mi meraviglia che le facciano ancora; e chi se le compra ?

 

Eduardo

Share this post


Link to post
Share on other sites
BJO

Il confronto con le west non aiuta nessuno :-)

 

 

quote:

Guarda caso mi è capitato in mano ieri (comperato ad un mercatino dell'usato per un euro al pezzo) un lotto di una trentina di numeri di Suono e tra questi quello di gennaio-febbraio 1984 con la prova a confronto (nella serie "I giganti del suono") tra Tannoy Westminster e Bose 901 V, e le sensazioni d'ascolto riferite dai recensori sono sovrapponibili a quelle già riportate da Marco, Fabio e Quirino, compresa anche la "leggerezza" del basso e medio-basso.

Tra l'altro, il confronto con le West in questo caso non aiuta... icon_smile_wink.gif

Saluti

Corrado.

 

Confusion will be my epitaph.


id=quote>id=quote>

 

Paolo SL&P

Il dual concentric ha ottanta anni....

Share this post


Link to post
Share on other sites
manowar

Avuta la seconda serie per un paio di anni, nel secondo impianto, nessun rimpianto

ciao a tutti

 

donato summa

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276

 

 

Se non fossero di plastica direi: "caminettoooooooooo!"

 

Stefano (marxista-lennonista)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sandrino SLP

quote:

 

 

Se non fossero di plastica direi: "caminettoooooooooo!"

 

Stefano (marxista-lennonista)


id=quote>id=quote>

 

Mi sono parse di legno quelle di mio padre, forse allora non c' era neanche la plastica icon_smile.gif

 

Sandrino

SL&P

 

The last

 

http://www.milossaluciano.com/sandro%20nobili%205.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276

quote:

quote:

 

 

Se non fossero di plastica direi: "caminettoooooooooo!"

 

Stefano (marxista-lennonista)


id=quote>id=quote>

 

Mi sono parse di legno quelle di mio padre, forse allora non c' era neanche la plastica icon_smile.gif

 

Sandrino

SL&P

 

The last

 

http://www.milossaluciano.com/sandro%20nobili%205.htm


id=quote>id=quote>

 

 

All'interno, in quelle che conosco io, ce n'è un quintale.icon_smile_dissapprove.gif

 

Stefano (marxista-lennonista)

Share this post


Link to post
Share on other sites
alca

Salve a tutti, possiedo la IV serie delle Bose 901.

 

Non sono diffusori "analitici", sono emotivi.

 

Tuttavia la musica stessa e' emozioneicon_smile.gif.

 

Vi allego un link interessante:

 

http://www0.epinions.com/content_4143423620

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Agusta

Bisognerebbe chiamare in causa Carlo Capitta. Quello dell' Annuario Audio

www.annuarioaudio.it ....per intenderci.

 

Lui conosce il mondo BOSE.

 

 

 

- Flavio -

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth

sono cresciuto con le 901, IV serie, che sono ancora nell'impianto di mio padre, io tutta questa leggerezza sul basso non l'ho sentita e mi pare che pure le misure di risposta in frequenza non mostrassero questo, semmai avevano un rolloff sulle alte, dai 15/16 mila

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolofedi59

Le Bose 901 VI versione sono casse stupende. Bisogna però saperle collocare alle pareti posteriori e laterali.

Inoltre per l'uso dell'equalizzatore richiede un pò di esperienza magari sarebbe bene munirsi di generatore di rumore rosa e analizzatore di spettro.

Altro che le buffonate del periodo attuale che presentano costi elevati e prestazioni decisamente insufficienti.

 

paolo fedi

Share this post


Link to post
Share on other sites
manowar

Ho avuto la seconda serie per circa un anno le ho date via senza particolari rimpianti, ma non mi sembravano così male.

ciao a tutti

 

donato summa

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe1949

Come già fatto notare in passato, il maggior pregio dell' Ing. Amar Bose è stato quello di essere uno tra i pochi costruttori di hi fi dell'epoca ad applicare appieno le leggi del marketing in un settore dove al massimo la pubblicità della concorrenza arrivava a scrivere, con l'aiuto di una fran bella fiii(gliola): "Nero e diabolicamente perfetto"...il suo diffusore di punta prometteva di essere il più vicino possibile al concetto di "sfera pulsante" e con nove altoparlantini stile "autoradio" e un misero circuitino di equalizzazione riusciva a sottrarre una "cappellata di soldi" a coloro che seguivano il suo ragionamento....fortunatamente con me non c'è riuscito...

 

joe1949

 

Modificato da - joe1949 il 03/03/2011 21:39:54

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Ciao a tutti. Sono iscritto da poco. Essendo estimatore della 901 ovvio che mi infili in questa discussione dopo una piccola ricerca sul forum. Il mio primo impianto anni 80 (consideriamolo di buon livello, se lo intendiamo come base di partenza) era proprio con una coppia di 901 IV Serie come anello che chiude la catena.

Dopo qualche anno sono passato alla V Serie, che tutt'oggi possiedo. Non ho acquistato la VI, ascoltata tramite gentile concessione di un mio amico, a casa mia. Leggera differenza, trascurabile, non tale da farmi pensare ad un eventuale passaggio di modello. Mi pare che, leggendo i più svariati commenti (qualcuno mi ha fatto sorridere) parecchi di voi non abbia avuto mai un vero faccia a faccia come si deve con un paio di questi diffusori. Il lato debole di questo diffusore é soltanto uno…che quando lo hanno progettato hanno scordato che noi italiani non viviamo tutti nei loft, ne tantomeno possediamo saloni formato officina meccanica!

Perché questo é ciò di cui ha bisogno questo diffusore, un salone adeguato. Grande quanto? Non sto a dare misure, diciamo che la 901 si esprime al meglio quando diventa talmente piccola nell'ambiente da risultare ridicola.

Datele una stanza del genere, con la zona ove le sistemate il più riflettente possibile (intendo senza ostacoli, finestre, materiale pesante) e non crederete alle vostre orecchie!

La mia esperienza? Una parete di fondo (di uno studio fotografico) di circa 7 metri. Per cui circa 3 metri di spazio fra cassa sx e dx. Un bell'ampli non necessariamente di altissimo wattaggio, diciamo 110w x canale rms con buon amperaggio. Zona d'ascolto a circa 4 e mezzo - 5 metri da loro.

Non vi sono parole per descrivere questa esperienza! I diffusori non c'erano più! Nemmeno sugli occhi si poteva far fede. Sentire un suono così maestoso, privo di colorazioni, le orecchie che ti dicono: "Davanti a te hai un paio di diffusori giganteschi!" poi invece apri gli occhi e vedi un paio di "cosi" su piedistalli, piccoli, quasi minuti da tanta é la parete e la distanza fra di loro. L'emozione é d'ascolto é totalmente diversa dai canonici ascolti. E' come se l'ambiente stesso diventasse IL DIFFUSORE. E, ancora incredibile, ad alti livelli di volumi il suono non diventa fastidioso! I bassi? Pare quasi sentirselo sul muso un timpano della Cincinnati Orchestra che esegue il Danubio Blu. Le 901 non hanno il basso "punch", ma é comunque un basso che fa "muovere" la stanza, difficile da spiegare, va provato. Magari con un colpo di pedale d'organo! Quella benedetta stanza non é più possibile utilizzarla, finita in affitto ad altri, ma difficilmente mi scorderò mai la sua acustica. Ora queste 901 suonano in un ambiente più modesto, ancora decentemente pilotate da un bel Nad 2400, ma una cosa é certa…i bassi proprio non sono di certo il loro punto debole!

In risposta a joe1949, l'"altoparlantino da autoradio" é in realtà un capolavoro di progettazione. Doppia sospensione, bobina mobile in alluminio, avvolta di TAGLIO, il cono é montato su un cestello da 12 cm di diametro, ed il magnete é esattamente grande quanto lui. Ogni altoparlante lavora a 0,9 ohm, tutti in serie (9) fanno 8 ohm. Talmente ben studiato da non fare una sola piega davanti alle sollecitazioni di banda fornite loro dall'equalizzatore attivo a corredo. Anni fa la 901 IV fu oggetto di prova di ascolto su SUONO, venne fuori che "il basso emesso dai 18 altoparlanti equivale ad un singolo altoparlante per bassi da 38 cm di diametro". L'"equalizzatorino" poi, come da te battezzato, é costruito secondo le più restrittive normative militari statunitensi, ed incorpora nella propria memoria interna decine di ambienti.

Direi che per poterle ascoltare al meglio (e solo così é possibile dare giudizi non approssimativi) è proprio il caso di dire "stiamogli alla larga!". Esteticamente diciamo che la sesta serie sarà migliorata, ma non nelle finiture, sono andati sull'economico (ma é la matrice Acustica che fa la differenza). I modelli precedenti erano tutti in genuino noce americano. Plastica o no, pesano comunque circa 17 kg l'una.

Ah, dimenticavo…sapete cosa facevano (quando veniva commercializzata in Italia la serie IV) i rappresentanti Bose per dimostrare la robustezza del diffusore? Davanti al negoziante (ed eventuali clienti che assistevano alla demo), gli collegavano i 2 cavi della…220! Con una resistenza di 8 ohm, 220 Volts sono 60hz riprodotti a 6000 Watt! Provate a farlo con un qualunque altro diffusore, anche il più grande e potente del mondo…ma prima toglietevi da davanti, o i drivers vi arrivano addosso....

 

Modificato da - dadox il 07/05/2011 23:28:07

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe1949

Data la mia "veneranda" età e la mia militanza per una parentesi decennale della mia vita nel settore le serie delle 901 le ho ascoltate tutte, compresa la IV...ma nessuna mi è mai piaciuta particolarmente...e penso che a poco serva collegare alla presa di rete un diffusore, eccezion fatta per quelli attivi...a mio modesto parere il "bel suono" sta ad altri indirizzi...

 

joe1949

 

Modificato da - joe1949 il 08/05/2011 09:42:00

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Per la gran carità, non ti chiamo in causa di certo per scaldare gli animi. Dico soltanto che (pure io ne ho ascoltati di diffusori nell'arco delle mie esperienze in ambito hifi) per poter giudicare correttamente una 901 bisogna pensare all'americana, ovvero posizionarle in ambienti mooolto grandi (seppur alla Bose dicano che risultati ragionevoli li si ottengano anche in ambienti "minimi"), con fondo ben riflettente. Allora a quel punto timbrica, equilibrio e bilanciamento, profondità bassi e immagine sonora si incrementano; in pratica succede l'opposto di un diffusore tradizionale, allontanandosi dalla 901 ti vengono i brividi, dato che si verifica una percezione direi tridimensionale del suono, il sentire una orchestra che ad occhi chiusi ti pare lì, davanti a te é da pelle d'oca, non tanto per dire, ti si rizzano veramente i peli sulle braccia! Il suono come dire..."viene a cercarti"! E poi il fatto che che a qualcuno piaccia più o meno questo o quell'altro suono emesso dalle casse, di qualunque marchio siano, é strettamente personale, ovviamente condizionato dagli ambienti di ascolto, l'elettronica a disposizione, sovente dal parere di amici e/o rivenditori, e non ultimo se madre natura non ci regala un paio di orecchie difettose. Ciò non toglie che per quanto mi riguarda le 901 le ascolto ancora, totalmente riconate e ancora in ottima forma, mentre gira e rigira diversi altri diffusori che ho posseduto sono passati ad altri proprietari. Questo perchè nessun altro diffusore mi ha mai donato certe sensazioni. Ammetto che in un paio di occasioni sono stato tentato di darle via; dopo l'ennesimo trasloco mi son ritrovato in un ambiente d'ascolto completamente all'opposto di ciò che mi chiedevano le 901. Fortunatamente, almeno per ora, hanno trovato posto in una bella stanza a casa della mia morosa, con somma gioia di quest'ultima. Ma se qualcuno di voi le ha lì in un angolo, e medita di sbarazzarsene, per i più svariati motivi, provate a ragionarci, magari in questi anni c'é qualche vostro amico, parente, fidanzata, che ha non so, uno stanzone inutilizzato. Portatele là assieme ad un buon ampli e un lettore cd, senza caricarvi come dei muli...potreste accorgervi di non aver mai ascoltato i vostri dischi come si deve! Tanto per chiarire che non ho i paraocchi come i cavalli, che vivo soltanto di Bose e non apprezzo gli sforzi di altri costruttori, posseggo anche una coppia di un modello piuttosto ricercato di Jbl, che a mio parere danno dei gran punti a parecchi diffusori blasonatissimi di produzione odierna, ma questa é un'altra storia...si va magari off topic...

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

Avute: la serie II e la IV... ho dei buoni ricordi per l'ultima serie che ho tenuto per qualche anno. Secondo me un buon progetto ancora oggi e dal design elegante (il che non guasta). Non escludo di riacquistarle. Saluti bear_1

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxfabbri

che lavorino sulle emozioni e' indubbio; ho fatto una prova veloce in passato escludendo l'equalizzatore e gestendo la correzione con un Tact (oggi potrebbe essere un Drc)........niente male

Ciao massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
giggione

La bose ha ..da noi in Italia ,la stessa fortuna delle cerwin vega,tu pensa che le bose 301 le possiede mio cugino che a suo tempo suonava la batteria e partecipava ai concerti ed ora ha la sala di registrazione,un altro mio amico audiofilo possiede le 501,ha cambiato piu' testine ,gira,pre ect....ma le bose non si toccano

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe1949

Alla Bose non ho mai contestato l'idea del "drect/relecting" ma il modo di costruire i diffusori...la stessa proporzione di suono diretto/riflesso la si può ottenere con diffusori che usano componenti almeno DECENTI...e non altoparlanti per uso car stereo e per giunta economici, come avviene in tutti i modelli inferiori alla 901, per non parlare dei vari "Acoustimass"...poi sulla risposta del "larga banda"???...delle 901 ci sarebbe parecchio da dire...se togli l'equalizzatore, suona come una "radiolona"...e la risposta non migliora poi tanto usandolo...comunque ben vengano pure i pareri pro-Bose...ci mancherebbe altro!!...siamo in democrazia (almeno così dicono)...icon_smile_big.gif

 

joe1949

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

..... L' equalizzatore fa parte del progetto della cassa! Gli studi fatti dal progettista lo prevedono , perchè toglierlo... Non ha senso? Sull'economia degli altoparlanti, che dire .... mi vengono in mente certe realizzazioni Inglesi che sono fatte di "niente" con soluzioni economiche, eppure funzionano benissimo....... Alla fine è il risultato che conta e poi, mi sembra che il prezzo delle casse Bose serie 900 sia allineato per quello che offre .Saluti bear_1

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296168
    Total Topics
    6493603
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy