Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
bebop65

Integrato MC MA8000

Messaggi raccomandati

bebop65

Visto che questa è la parte dedicata agli estimatori del brand " dagli occhioni blu ", chi mi aiuta a capire il carattere di questo super integrato? Grazie anticipato a tutti coloro che vorranno aiutarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra

Buonasera e benvenuto. Ci sono decine di recensioni sul web, iniziando da quella del direttore Moroni che trovi pubblicata sul nostro Magazine. Come suona? Naturale, raffinato e molto dinamico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bebop65

Ho letto quella del Direttore... ma un parere di chi ce la mi sarebbe molto utile.Questo integratone mi intriga molto, anche perchè semplificherei di molto l'impianto che vedi in firma.Ma sui mac girano voci contrastanti,Da qui la mia richiesta.Fatevi sotto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra

Nella sezione ci sono amici che ti daranno tutte le informazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PietroPDP

Mbè direi che se piace il suono del marchio è il miglior integrato di casa, a me ha sorpreso la velocità e trasparenza che in alcuni esemplari non sempre viene fuori.

Direi più che valido nell'insieme.

Ricordo un "tizio" che conosce poco i MC che lo ha preferito a pre e finale dello stesso marchio :) ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Monisi

A memoria mi pare che Byblos tra noi, ce l'abbia avuto. Personalmente, ho goduto per due anni la musica con C 50 + Mc 302 (l'8000 rappresemta la condensazione di questi due apparecchi). Se la tua idea è di semplificare e goderti la musica ad alto livello anche in vinile, vai tranquillo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mauri71

buongiorno,ho avuto il ma 7900 e nè sono rimasto soddisfatto,poi ho cambiato con il ma 8000 e ho avuto un cambiamento sostanziale in termini di dinamicità,c'è da dire che ho provato a casa anche altri amplificatori di marchi prestigiosi ma non hanno retto il confronto con il ma8000,contrariamente a quello che si pensa il connubbio tra mcintosh e sonus faber almeno per me è sinergico,e ciò che conta sono le mie orecchie

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.

Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.

Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
raindog

Cosa vuoi sapere? Di dove sei? Se sei delle mie parti puoi passare per un ascolto...

Gran bella macchina, a me piace anche il DAC a bordo... forse ci sarà anche di meglio (come dac intendo) ma va piu' che bene... veloce e dinamico, ha sostituito un MA7000, altrettanto cavallo di razza, top del vecchio corso, cambiato perchè ero stufo di avere troppi cavi e troppi apparecchi in giro.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giannisegala
L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.
Questione di gusti .Io non sarei del tutto sicuro che un pre a valvole con un finale a stato solido vadano meglio del ma 8000.  Per ottenere risultati migliori bisogna spendere tanti soldini .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.
Questione di gusti .Io non sarei del tutto sicuro che un pre a valvole con un finale a stato solido vadano meglio del ma 8000.  Per ottenere risultati migliori bisogna spendere tanti soldini .

Precisazione: intendevo dire pre valvolare e finale a s.s sempre di casa Mcintosh!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra
L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.
Questione di gusti .Io non sarei del tutto sicuro che un pre a valvole con un finale a stato solido vadano meglio del ma 8000.  Per ottenere risultati migliori bisogna spendere tanti soldini .

Ma che stà a dì.....!!!!

Metti un 2300/2500/2600 con un 302 e poi vediamo se la differenza non la senti rispetto all'ottimo 8000.
Il problema è che per ottenere il massimo da pre e finale bisogna lavorare sui cavi ecc...
Con l'integrato ci sono meno problemi, ma meno divertimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.
Questione di gusti .Io non sarei del tutto sicuro che un pre a valvole con un finale a stato solido vadano meglio del ma 8000.  Per ottenere risultati migliori bisogna spendere tanti soldini .

Bisognerebbe prendere diverse "orecchie da pipistrello" e mettere a confronto amplificatori integrati di tale livello con pre a valvole + finali a stato solido di pare livello  senza far vedere loro cosa sta suonando....e poi andare a vedere se hanno azzeccato cosa  in realta' stava suonando .....Io non so .....se le risposte giuste sarebbero scontate....Un carissimo saluto.  Erano in voga negli anni 70.... furono accantonate... definitivamente .................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giannisegala
L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.
Questione di gusti .Io non sarei del tutto sicuro che un pre a valvole con un finale a stato solido vadano meglio del ma 8000.  Per ottenere risultati migliori bisogna spendere tanti soldini .

Ma che stà a dì.....!!!!

Metti un 2300/2500/2600 con un 302 e poi vediamo se la differenza non la senti rispetto all'ottimo 8000.
Il problema è che per ottenere il massimo da pre e finale bisogna lavorare sui cavi ecc...
Con l'integrato ci sono meno problemi, ma meno divertimento.

Ciao  Vincenzo , io parlo per la mia esperienza personale . Ieri ho attaccato il mio Sugden alle Electa Amator , ho messo un bellissimo  cd di Fossati   . Ti posso assicurare  che io non riuscirei  proprio a capire, se non lo vedessi ,  che è solo un integrato a suonare . Evidentemente ho dei limiti e non mi vergogno di dirlo .Lo stesso mi capita col Graaf e anche col McIntosh ma 6500.   Chiaro che conta poi tutto il resto, cavi , ciabatte e seghe varie  . Però secondo me, l'ambiente è ancora  più importante . Ciao a tutti .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zagor333

Gianni

Ambiente a parte, che è importantissimo, ma lascia perdere i cavi e le ciabatte e seghe varie, metti un album di classica (meglio se in formato SACD), alza la manopola e fammi sapere se rilevi differenze tra le varie amplificazioni, soprattutto con le Electa Amator I.

 

PS:I miei pre e finali a valvole Audio Note da 18watt raffinatissimi spernnacchiavano con le Amator quando mettevo classica e rock.

 

Un caro saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zagor333

Per essere più chiaro: secondo me le differenze tra sistemi di amplificazione ci sono sempre, ma diventano veramente significative in funzione dell'ambiente, la tipologia di diffusore, il genere musicale e il volume di ascolto.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giannisegala
GianniAmbiente a parte, che è importantissimo, ma lascia perdere i cavi e le ciabatte e seghe varie, metti un album di classica (meglio se in formato SACD), alza la manopola e fammi sapere se rilevi differenze tra le varie amplificazioni, soprattutto con le Electa Amator I.PS:I miei pre e finali a valvole Audio Note da 18watt raffinatissimi spernnacchiavano con le Amator quando mettevo classica e rock.Un caro saluto

Ciao Roby , hai detto benissimo . Io non ascolto classica e non ascolto nemmeno a volumi altissimi .Nel mio contesto le Electa non spernacchiano , suonano divinamente . Poi intendiamoci , non ascolto a volume  altissimo ma nemmeno a volume bassissimo . Diciamo a volume  normale .Chiaro che con  un ampli da pochi watt e con diffusori da stand se ascolti i pieni orchestrali  oppure rock di quello tosto  a volume  alto o altissimo  le magagne vengono fuori , è più che normale . Se invece ascolti musica d'autore ,voce e chitarra ad esempio ,  in ambienti medio piccoli , a volumi ragionevoli,  allora le differenze si  assottigliano fino a quasi scomparire .Anzi , in certi casi si possono ottenere risultati addirittura  migliori . Ad esempio con un paio di Rogers 3/5  a 15ohm e col Sugden A21se e un bel cd di Paco de Lucia ti sembra di volare . Ciao vecio , ci sentiamo .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
blitos

Ho avuto per 2 anni il Ma 8000 dopo  un muscolare Ma 7000 ed  ora possiedo l' accoppiata C2500 , Mc 452 . Posso solo dire che i cambiamenti ci sono e sono ben evidenti  . Il magnifico integratone suona in modo magnifico e potendo nella sua categoria  è sicuramente un best buy , ma la magia che hanno introdotto le valvole nella sezione pre con un finale correntoso e musicale come il 452 prima non la avevo . Quando  si hanno problemi di spazio,  la soluzione di un unico componente è  ottima e consigliabile . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciprino
L'8000 ha veramente tutto. Completissimo. Purtroppo ha un peso esagerato. Sonicamente è leggermente più moderno, il che può essere un pregio o un limite in base a quello che si cerca.Mi permetto di dire che un pre valvolare con un finale stato solido qualcosa in più la offre, dal punto di vista della qualità timbrica. Anche il mio 2275 non lo cambierei per un 8000.Ma nessuno si senta attaccato: è una questione di sfumature; esigenze e gusti.
Questione di gusti .Io non sarei del tutto sicuro che un pre a valvole con un finale a stato solido vadano meglio del ma 8000.  Per ottenere risultati migliori bisogna spendere tanti soldini .

Ma che stà a dì.....!!!!

Metti un 2300/2500/2600 con un 302 e poi vediamo se la differenza non la senti rispetto all'ottimo 8000.
Il problema è che per ottenere il massimo da pre e finale bisogna lavorare sui cavi ecc...
Con l'integrato ci sono meno problemi, ma meno divertimento.

Ciao  Vincenzo , io parlo per la mia esperienza personale . Ieri ho attaccato il mio Sugden alle Electa Amator , ho messo un bellissimo  cd di Fossati   . Ti posso assicurare  che io non riuscirei  proprio a capire, se non lo vedessi ,  che è solo un integrato a suonare . Evidentemente ho dei limiti e non mi vergogno di dirlo .Lo stesso mi capita col Graaf e anche col McIntosh ma 6500.   Chiaro che conta poi tutto il resto, cavi , ciabatte e seghe varie  . Però secondo me, l'ambiente è ancora  più importante . Ciao a tutti .
Beh, hai 3 integrati eccezionali... io di Mcintosh ho il 6500 ed il 6800... meno completi ma molto più umani e personali del gigantesco 8000... imho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Monisi
Ho avuto per 2 anni il Ma 8000 dopo  un muscolare Ma 7000 ed  ora possiedo l' accoppiata C2500 , Mc 452 . Posso solo dire che i cambiamenti ci sono e sono ben evidenti  . Il magnifico integratone suona in modo magnifico e potendo nella sua categoria  è sicuramente un best buy , ma la magia che hanno introdotto le valvole nella sezione pre con un finale correntoso e musicale come il 452 prima non la avevo . Quando  si hanno problemi di spazio,  la soluzione di un unico componente è  ottima e consigliabile . 

 


 

 

Paolo, scusami ti ho chiamato Byblos... :\">

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
blitos

Figurati ,  è solo un nickname .....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.618
    Discussioni Totali
    5.872.742
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×