bosal

RME ADI-2 Pro

Messaggi raccomandati

Esprit
Certo che però al prezzo di 2000 euro avere uno scatolino del genere come alimentatore è un po triste... :(
Se funziona non vedo il problema (puoi alimentarlo anche a batteria).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit
Su Thomann si trova a  il pro a 1499 euro, non mi sembra valga  la  pena  di spenderne  500 in più per  una  targhetta.
Qualche differenza potrebbe esserci.

P.S. È una versione speciale e limitata (200 pezzi...) e visto che c'è chi paga 1000€ un cavo ethernet i 500€ in più ci stanno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
Certo che però al prezzo di 2000 euro avere uno scatolino del genere come alimentatore è un po triste... :(

fw6pom.jpg

pensa che c'è chi, per la stessa cifra ti dà un cavetto usb. Qui almeno abbiamo a che fare con un'azienda seria, affidabile e credibile. Al pari di focusrite, benchmark, Lyra , apogee, lynx ecc...

 

Certo che però al prezzo di 2000 euro avere uno scatolino del genere come alimentatore è un po triste... :(

fw6pom.jpg

 


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

per 2000 € c'è chi spaccia cavetti usb, quindi non mi lamenterei troppo. RME è un'azienda seria e affidabile, al pari di prism, lynx, focusrite, apogee, benchmark...tanta sostanza e pochissima fuffa audiofila.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zampex
Qualche differenza potrebbe esserci.

P.S. È una versione speciale e limitata (200 pezzi...) e visto che c'è chi paga 1000€ un cavo ethernet i 500€ in più ci stanno.

 

L'unica differenza sono i tre led di illuminazione per la finestra, i connettori posteriori placcati oro e relativa schermatura sugli stessi ed i "piedini" stile audiofilo. L'elettronica è la medesima in entrambe i modelli.

 

I pezzi della versione limitata sono 500

 

http://www.audioxpress.com/article/rme-adi-2-pro-anniversary-edition-ultra-fidelity-pcm-dsd-768-khz-ad-da-converter

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
simomat

@GasVabTar si l'alimentatore è molto semplice ma funziona bene. Sul manuale c'è scritto che la costruzione interna è poco influenzata dal tipo di alimentazione.

 

Su altri forum non ho letto di prove con altri alimentatori. Evidentemente sono tutti soddisfatti. Confermo che il suono è molto dinamico e il fondo assolutamente silenziosissimo. Anche l'amplificatore cuffia è una meraviglia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit

Mai provato a batteria?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
simomat

Un mio amico che lavora in uno studio di registrazione lo alimenta a batteria http://amzn.eu/5kl9NhI  

XTPower® XT-16000QC2 Powerbank 

per ragioni di portabilità. 

Non penso ci siano grosse differenze ma proverò a chiedergli info.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bosal

A chi lo dici :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc
Dopo aver scoperto quasi per caso questo prodotto RME ( avendolo visto ma, ahimè non ascoltato!, al Monaco Hiend di quest'anno ), dopo aver cercato info in rete e scaricato il suo manuale ( che sto leggendo da un paio di serate trovandolo molto dettagliato e che già nella prima 20ina di pagine, fa capire le infinite potenzialità di questa macchina ), mi sorge spontanea una domanda per simomat :
nella presentazione del prodotto RME sottolinea che "al di la delle infinite possibilità di set up proposte, l'apparecchio è già "ready to use" appena tolto dalla scatola e collegato" .... ecco, volevo sentire da simomat se effettivamente nei momenti in cui si vuole ascoltare, senza dedicarsi alla sperimentazione con risoluzioni particolari, sovracampionamenti e quant'altro, lo si può gestire come ogni altro "semplice" DAC casalingo plug-play-sound ? 
se cosi fosse .... beh sarebbe per me già da subito :x :-bd

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit

Beh con il nuovo firmware puoi persino programmare una sequenza di eventi attivabili con un solo comando.

Non sarà il più semplice da utilizzare ma è veramente versatile.
Devo trovare il modo di ascoltarlo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sonix

Ciao Esprit, un viaggetto a Milano e ti ascolti l'rme ed i monitor 3 vie di Heiko. So che non è proprio dietro l'angolo per te ma, secondo me, ne val veramente la pena.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
simomat

@tapesrc, si assolutamente si è facilissimo da usare. 

Che ingresso collegheresti? USB? USB ha prevalenza sugli altri ingressi quindi appena riceve un segnale si attiva.

Altrimenti bisogna selezionare gli ingressi dal menù ma sono solo un paio di click sul menù.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit
Ciao Esprit, un viaggetto a Milano e ti ascolti l'rme ed i monitor 3 vie di Heiko. So che non è proprio dietro l'angolo per te ma, secondo me, ne val veramente la pena.
Per motivi di salute mi sono fatto una marea di viaggi, come accompagnatore, su e giù con Milano... Vedremo... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BasBass

Aggiornamenti sull'RME? Qualcun altro lo ha ascoltato/comprato/ provato? Molto interessante anche il funzionamento come ADC in DSD...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Kenzo44

Sentito ... bel dac . In un impianto con amplificazione pre e finale acoustic art e diffusori wilson Yvette, non ha sfigurato affatto, sfoderando un ottimo equilibrio e una scena molto bella. non è ruffiano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BasBass

Ho letto in una recensione sul web che, utilizzandolo come USB DAC in DSD il volume dell'ampli cuffie viene bypassato (azzerandolo), rendendone possibile l'utilizzo in questa modalità soltanto attraverso le uscite linea fisse. Mi pare mooooolto strano, è davvero così oppure ho capito male io (o ha scritto una panzana il recensore....)?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BasBass
@GasVabTar si l'alimentatore è molto semplice ma funziona bene. Sul manuale c'è scritto che la costruzione interna è poco influenzata dal tipo di alimentazione. Su altri forum non ho letto di prove con altri alimentatori. Evidentemente sono tutti soddisfatti. Confermo che il suono è molto dinamico e il fondo assolutamente silenziosissimo. Anche l'amplificatore cuffia è una meraviglia.
"Poco influenzata" non significa "non influenzata".... Ovviamente sul manuale non possono scrivere "utilizzate un alimentatore serio e il DAC suonerà meglio perchè quello che forniamo noi è mediocre".

 

Personalmente non ho conosciuto apparecchiature audio/hi-fi che non siano influenzate, nel bene e nel male, da un'alimentazione più o meno accurata.

Considerata l'eccellenza di questa realizzazione di RME è mio personalissimo parere che varrebbe la pena dotarlo di un alimentatore lineare serio realizzato con tutti i crismi in sostituzione di quello da rasoio da barba fornito.

Visto il prezzo e le caratteristiche comunque ci sta che l'alimentatore fornito sia il "minimo sindacale".

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc
Se volete vedere qualche foto e soprattutto qualche dato tecnico in più, sulla solita, unica, rivista cartacea di hi-fi Italiana di questo mese, c'è una recensione del modello "audiophigo" Anniversary Edition; vi prego limitatevi a foto e diagrammi non leggete lo scritto !!! :o =))
di una logica di funzionamento macchina molto "professionalmente tedesca", sono riusciti a farci una descrizione molto-molto maccheronica e del tutto confusionaria .... e come ultima chicca ( dopo averne tessuto, giustamente, le meritate lodi per la versatilità dimostrata e il suono esibito ), la classica frase da gendarme che vuol trovar a tutti i costi qualcosa che non va : "manca il telecomando" ! (????!??? ma che c'azzecca il telecomando con un prodotto pro che hai praticamente, sempre, a portata di mano ....   :-?? )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bosal

Tutto è relativo. Io ho rinunciato all'acquisto SOLO perché non ha il telecomando :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc

osti .. come mai ??? mai pensato, avendo I / O bilanciati ad una possibile collocazione " a poltrona" ???

lo so, mi dirai, c'è il filo antiestetico ..... vero anche questo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BasBass

Ripongo una domanda importante che ho già fatto due settimane fa: ho letto in una recensione sul web che, utilizzando l'ADI-2 Pro in modalità USB DAC in DSDnativo il volume dell'ampli cuffie verrebbe bypassato (azzerandolo), rendendone possibile l'utilizzo in questa modalità soltanto attraverso le uscite linea fisse. Mi pare mooooolto strano, è davvero così oppure ho capito male io (o ha scritto una panzana il recensore....)?

Grazie

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Non capisco perchè impegolarsi per questi dac.nati per lo studio.

Senza telecomando.

Usare adattatori

Pochi ingressi digitali

Ingresso analogico...

Tutte cose che si pagano e alla fine non servono per un impianto home

Ormai di dac è pieno il web

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
blossom

Forse perché suona bene e non costa un occhio della testa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Forse perché suona bene e non costa un occhio della testa?

 

1600 euro poco???

ammazzzaaaa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BasBass

Ma infatti ha scritto "Non costa un occhio della testa", non ha scritto "costa poco".... che è un po' diverso nel folle mondo dell'hi-fi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ma infatti ha scritto "Non costa un occhio della testa", non ha scritto "costa poco".... che è un po' diverso nel folle mondo dell'hi-fi...
contenti voi
se vi serve un ingresso analogico
poi bisogna spendere altri euro..per un alimentatore lineare..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
Ma infatti ha scritto "Non costa un occhio della testa", non ha scritto "costa poco".... che è un po' diverso nel folle mondo dell'hi-fi...
contenti voi
se vi serve un ingresso analogico
poi bisogna spendere altri euro..per un alimentatore lineare..


non credo sia obbligatorio, dubito che si senta la differenza, senza sapere quale alimentazione si sta usando. Ovviamente a vista tutti sentirebbero differenze sconvolgenti. Inoltre c'è anche il dac A/D, che può servire ad es per sentire gli amati lp molto ma molto meglio, via pc e quindi eliminando, almeno in parte, le magagne dovute all'acustica ambientale, grazie ad opportuni dsp. Risonanze che producono deviazioni dalla linearita in genere di ordini di grandezza superiori a quelle causate dalle elettroniche. Bisogna saperlo fare e ci vuole tempo e tentativi, ma se fatto bene....hai un impianto che suona come si deve.Tutte cose che fanno inorridire l'audiofilo tipico, mi rendo conto.In sostanza, un gioiellino, fatto per chi si interessa ad una corretta riproduzione della musica, a casa o in studio. Prezzo quantomeno adeguato, la qual cosa lo squalifica ancor più agli occhi audiofili.... ;;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ma infatti ha scritto "Non costa un occhio della testa", non ha scritto "costa poco".... che è un po' diverso nel folle mondo dell'hi-fi...
contenti voi
se vi serve un ingresso analogico
poi bisogna spendere altri euro..per un alimentatore lineare..

non credo sia obbligatorio, dubito che si senta la differenza, senza sapere quale alimentazione si sta usando. Ovviamente a vista tutti sentirebbero differenze sconvolgenti. Inoltre c'è anche il dac A/D, che può servire ad es per sentire gli amati lp molto ma molto meglio, via pc e quindi eliminando, almeno in parte, le magagne dovute all'acustica ambientale, grazie ad opportuni dsp. Risonanze che producono deviazioni dalla linearita in genere di ordini di grandezza superiori a quelle causate dalle elettroniche. Bisogna saperlo fare e ci vuole tempo e tentativi, ma se fatto bene....hai un impianto che suona come si deve.Tutte cose che fanno inorridire l'audiofilo tipico, mi rendo conto.In sostanza, un gioiellino, fatto per chi si interessa ad una corretta riproduzione della musica, a casa o in studio. Prezzo quantomeno adeguato, la qual cosa lo squalifica ancor più agli occhi audiofili.... ;;)comprarsi un giravinile e sentirlo tramite un dac...

boooo
se poi serve,per farsi bello e dire a gli amici,ho un dac pro
ben venga.
se poi non si sentono le differenze tra un lineare e uno scatolotto cinese
lascio..il tread

:)>-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.613
    Discussioni Totali
    6.238.242
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us