Jump to content
Melius Club

bosal

RME ADI-2 Pro

Recommended Posts

lupoal

qualcuno mi saprebbe indicare su Milano dove sia possibile provare un ADI 2-DAC? (non amo gli acquisti al buio di oggetti così costosi)

Share this post


Link to post
Share on other sites
yukatan

@il Carletto Lo vedi è tutto relativo, dipende sempre dal "sistema di riferimento".  Comunque a prescindere tra il costo alto o meno il provare un apparecchio, quando si ha la possibilità, è la miglior cosa per analizzare costi e benefici di un acquisto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

@lupoal io vciino a Monza. Sei benvenuto. Scrivimi in privato

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikefr

@yukatan Puoi prenderlo on line e rivalerti del possibile recesso se per caso non dovesse piacerti,ma dubito,va molto bene come la maggior parte dei DAC in commercio ma in più si ha la possibilità di poterlo settare come lo si desidera. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

Senza dimenticare che è anche uno straordinario pre, se si dispone solo di una sorgente digitale.

La sua capacità di pilotaggio dei finali è inusuale per un prodotto simile.

Infatti, dopo alcuni giorni di prove e confronti, ha preso il posto del mio pre Spectral.

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino

@il Carletto Cavolo, allora è evidente la differenza con il Project pre box s2, mi tocca prenderlo senza provarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@giacomino 

Pensa che i più arditi lo hanno usato  anche al posto di finali e diffusori!

Il silenzio intertransiente ne guadagna!

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

@giacomino Il Project resta comunque un prodotto con un eccellente rapporto qualità prezzo.

L’Rme è un dac di categoria diversa, anche per la presenza di una discreta sezione dsp, che in alcuni casi può essere un toccasana per risolvere limitati problemi ambientali, e per le sue capacità di pilotaggio dei finali, oltre che per la sua timbrica corretta e neutra. Come ci si aspetta da un prodotto pro.

Se si preferisce un suono più “caratterizzato” è meglio rivolgersi altrove.

Share this post


Link to post
Share on other sites
yukatan
2 ore fa, mikefr ha scritto:

Puoi prenderlo on line e rivalerti del possibile recesso se per caso non dovesse piacerti,ma dubito,va molto bene come la maggior parte dei DAC in commercio ma in più si ha la possibilità di poterlo settare come lo si desidera

La mia era un'affermazione in generale, non specifica per l'RME, l'ascolto preventivo è meglio che l'acquisto al buio.

Ritornando in OT devo dire che ogni giorno che passa leggo sempre magnificenze di questo DAC, anche come vendite credo vada alla grande ad esempio il negozio di Torino non ne ha più in magazzino. Credo che attualmente come rapporto q/p non credo abbia rivali, io ancora non sono riuscito a sentirlo mi baso solamente su quello che leggo qui e negli altri gruppi di discussione in giro per la rete.

Credo che con il mio Norma (apparecchio notoriamente neutro) si interfaccia molto bene, ci sto facendo un pensierino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

@il Carletto che poi se voglio caratterizzare uso lo stesso lo RME e l'equalizzatore a bordo dello stesso

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikefr
1 ora fa, stanzani ha scritto:

e poi se voglio caratterizzare uso lo stesso lo RME e l'equalizzatore a bordo dello stesso

Oggi ho fatto dei rilevamenti della RF con focusrite Scarle e microfono e con l’equalizzatore parsmetrico dell’RME ho aggiustato un rinforzo intorno ai 47 Hertz ed un buco tra i 200-300. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

@stanzani Quello è vero, anche se lo userei come extrema ratio. Preferisco usare un computer per correggere attivamente, nel caso ci fosse bisogno. La via maestra resta sempre il trattamento passivo, ma a volte non è possibile, per cui ben venga avere anche questa possibilitá.

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

@yukatan Hai perfettamente ragione. A qualcuno potrebbe anche non piacere il suo suono senza nessuna enfasi, soprattutto se si è abituati ad altro. D’altra parte lo scopo dei prodotti pro, in generale, è quello di riprodurre quanto più fedelmente ciò che è registrato, non di titillare le orecchie degli appassionati audiofili. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

Un approccio bilanciato è ciò che da i migliori risultati

Il computer non è una bacchetta magica.

Alcune problematiche le risolve molto bene, altre meno bene

Una acustica quantomeno decente con tempi di riverbero accettabili è fondamentale. Il trattamento passivo e attivo devono aiutarsi a vicenda.

L'rme non può competere con software specifici

Però se pensiamo che molti audiofili che hanno investito zilioni in dac e cavi sentono i loro preziosi capolavori di Jacintha col +15 a 80 hz e il -12 a 55 hz, be', un po' il sorrisino ci scappa.

Affettuoso per carità, ma ci scappa

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
16 ore fa, il Carletto ha scritto:

Infatti, dopo alcuni giorni di prove e confronti, ha preso il posto del mio pre Spectral. 

Azz,  mica pizza e fichi 👌

E qui si aprirebbe un mondo sul discorso dell'utilità dei pre di linea ... 😜

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
1 ora fa, maxnalesso ha scritto:

dell'utilità dei pre di linea ... 

Funzionalmente nulla,

se hai un pre allo stato dell'arte, come l'rme e se hai tutti gli ingressi e uscite che vuoi

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

Dipende anche in questo caso dal gusto.

Se piace la caratterizzazione che dà un determinato preamp, perché non usarlo?

Io prediligo avere maggiore trasparenza e, nonostante gli Spectral siano celebri per questa caratteristica, ho comunque preferito eliminarlo dalla catena, dopo approfondite prove d'ascolto.

Con l'altro mio dac, un PS Audio Directstream (che di listino costa quasi 10 volte di più) la questione è diversa.

Quello che guadagno collegandolo direttamente ai finali, lo perdo un po' in pilotaggio degli stessi. L'Rme è superiore da questo punto di vista, e si sente soprattutto in gamma bassa.

Per quanto riguarda il resto dello spettro, è questione di gusti.

Ora il mio dac titolare è l'Rme, nonostante sia molto, molto meno costoso dell'altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
7 minuti fa, il Carletto ha scritto:

Dipende anche in questo caso dal gusto.

Certo

Infatti ho specificato funzionalmente

Poi, se piace, piace.

Io il mio piccolo pre non lo toglierei mai. Mi piace. Ma non è che suoni "meglio" dell'rme. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0058

Aggiungo..che laddove si volesse sfruttare anche la riproduzione dsd diretta dell'adi2 (per la quale il volume ovviamente non funziona), basterebbe dotarsi di un pre passivo o di un monitor controller (esempio lo scatolotto della SPL che ho avuto). 

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

Giusta precisazione.

Per utilizzare l’Rme come preamp, sacrifico la conversione diretta dei DSD (per i quali il controllo di volume non funziona, e non potrebbe essere diversamente) e li converto in Pcm 32/532 con Roon. Non volendoli convertire l’uso di un preamp, attivo o passivo che sia, è obbligatorio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino

@il Carletto Qualcuno di voi utilizza l'ADI2 dac in ambiente osx mac con audirvana sia in pcm che DSD e come si trova? grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Carletto

Io uso Roon su Mac Mini ed endpoint Allo Usbridge.

Audirvana ce l’ho ma non lo uso più. Non ho comunque motivo di pensare che non vada bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BasBass
7 ore fa, giacomino ha scritto:

Qualcuno di voi utilizza l'ADI2 dac in ambiente osx mac con audirvana sia in pcm che DSD e come si trova? grazie!

L'ho provato in questa configurazione e funziona perfettamente, anche se io normalmente utilizzo HQPlayer

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino

senza veli... il dac

image5.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

Tsk, tsk...più bello il mio...

Screenshot_20190117-214033_1.thumb.jpg.bf962f7c90911d898af26d6f43f7ad42.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabbe

Bello cosi 😊😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
yukatan

@giacomino quali sono le tue impressioni dell'RME dopo i primi ascolti, sono curioso di sapere 😊, cosa ti ha maggiormente colpito e cosa ti ha deluso, se c'è stato qualcosa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino

@yukatan Ciao, ho fatto AB con il Burson V2+ le cuffie HD800S che è un'ottimo dac-ampli potente con il sabre 9018, come sorgente iMac con Audirvana album in DSD e PCM ,non mi aspettavo una potenza del genere dal piccolo RME in Hi-power, mi ha colpito il silenzio dell'Adi2, difficile spiegare a parole, si il silenzio netto tra i vari strumenti e voce per esempio di De Andrè, poi ha una risoluzione pazzesca e neutralità mai sentita per ora, ho ascoltato 2 mesi fa il Chord Hugo2 ed era pari come dac al mio Burson ma non riusciva a far esprimere tutto il potenziale delle 800S come potenza, non riesco a capire come possano essere riusciti a costruire e al prezzo di questo piccolo ADI-2.

La mia classifica:

1 RME ADI-2 dac

2 Burson conductor V2+

3 Chord Hugo 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
yukatan

@giacomino Grazie per il tuo contributo e complimenti per l'acquisto, lo hai provato solamente con le hd800s?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391031
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy