Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
momayork

Il cartongesso si nutre di basse frequenze?

Messaggi raccomandati

momayork

Salve a tutti, ho una mansarda di circa 45 mq con altezza media pari a circa 2,20 m. Il soffitto è stato realizzato con un foglio di cartongesso fissato ad una struttura metallica. Ho provato diversi amplificatori e diversi diffusori ma i bassi sono sempre stati latitanti. Dirac Live ha evidenziato una profonda carenza tra i 50 e i 80/90 hertz.

Domanda: il cartongesso assorbe le basse frequenze?

Chi ha esperienza acustica con questo polveroso materiale?

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PietroPDP

Forse il problema è più l'altezza o forse meglio dire la "bassezza" del soffitto.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Troppo basso, Pietro? Io ho appena fatto raddrizzare il muro di fondo per agevolare il mio sistema 901. Soffitto circa 2,70. Ma per mettere in quadro la parete ho invece optato per blocchi di Ytong. Me lo hanno consigliato anche per agevolare l'isolamento dall'umidità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PietroPDP
Troppo basso, Pietro? Io ho appena fatto raddrizzare il muro di fondo per agevolare il mio sistema 901. Soffitto circa 2,70. Ma per mettere in quadro la parete ho invece optato per blocchi di Ytong. Me lo hanno consigliato anche per agevolare l'isolamento dall'umidità.

 

Ho scritto forse, non sono esperto di acustica ambientale, ma 2.20 m mi sembra un tantinello basso, non so.

Già 2.70 m è diverso, tra l'altro se non dico castronerie mi sembra che sotto i 2.70 m non c'è nemmeno l'abitabilità, solo in casi rari si può scendere a 2.55, ma questo non c'entra è tanto per dire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
momayork

Scusate, forse mi sono espresso male. L'altezza di 2,20 è altezza media quindi parte da 170 e arriva a 2,70. Il tema reale é: come si comporta il cartongesso staccato dalla muratura e posto su telaio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PietroPDP

Ah ok, allora li non so rispondere, mi spiace non avevo capito fosse una mansarda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit

Il cartongesso serve per isolare tra gli ambienti limitrofi (oltre che per scelte estetiche) non ha funzioni correttive a meno che tra i vari pannelli vi siano trappole ad hoc ma prima di tutto io misurerei ad un metro dal diffusore ed in asse per verificare il sistema, se tutto regolare sposterei i diffusori per evitare cancellazioni dovute alla parete frontale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
marcellomarcello

 Parete risonante: cartongesso o altro materiale cedevole.

Se montata non aderente alle pareti si comporta come una "parete equalizzante" assorbendo parte dell'energia ... in pratica se hai molti bassi,"troppi" aiuterà a controllarli.

Cartongesso, compensato, o altro materiale, non importa la composizione, una parete "vibrante" abbastanza cedevole simile ad una molla ...
Una parete colpita da onde sonore entra in vibrazione. Se si tratta di una struttura abbastanza  leggera assorbe parte dell'energia incidente.
Questa caratteristica può essere sfruttata a favore ... "specialmente nel controllo delle basse frequenze".

Quando una lastra pannello vincolata ai bordi entra in vibrazione dissipa in calore parte dell'energia ricevuta, mentre l'altra parte viene rinviata nell'ambiente . In pratica la parete si comporterebbe come un altro altoparlante ...

Per ovviare a ciò dietro al cartongesso/compensato o altro materiale cedevole (nell'intercapedine) si pone del prodotto tipo lana di roccia (qualche cm).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imaginator

Ciao, la mia è una casa in classe A,quindi tutte le pareti interne e soffitti sono rivestiti in cartongesso doppia lastra + lana di roccia rockwall. L'unico accorgimento adottato in fase di costruzione,nella stanza di ascolto (soggiorno) è stato quello di rendere più rigida e leggermente più fitta l'intelaiatura metallica oltre a mettere, su consiglio dato proprio in questo forum, delle guarnizioni in gomma per disaccopiare i profili in lamiera rispetto alle parti strutturali e negli intersechi degli stessi nei punti di fissaggio delle viti, questo per evitare vibrazioni e risonanze della struttura.

Devo dire che sono piuttosto soddisfatto del risultato ottenuto a livello sonoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
marcellomarcello
Ciao, la mia è una casa in classe A,quindi tutte le pareti interne e soffitti sono rivestiti in cartongesso doppia lastra + lana di roccia rockwall. L'unico accorgimento adottato in fase di costruzione,nella stanza di ascolto (soggiorno) è stato quello di rendere più rigida e leggermente più fitta l'intelaiatura metallica oltre a mettere, su consiglio dato proprio in questo forum, delle guarnizioni in gomma per disaccopiare i profili in lamiera rispetto alle parti strutturali e negli intersechi degli stessi nei punti di fissaggio delle viti, questo per evitare vibrazioni e risonanze della struttura.

Devo dire che sono piuttosto soddisfatto del risultato ottenuto a livello sonoro.

 

L'intelaiatura più fitta serve a rendere meno evidente l'effetto pendolo della "membrana-pannello"  posto in vibrazione dalle basse frequenze.

Le guarnizioni in gomma  invece migliorano il potere isolante della struttura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea
Salve a tutti, ho una mansarda di circa 45 mq con altezza media pari a circa 2,20 m. Il soffitto è stato realizzato con un foglio di cartongesso fissato ad una struttura metallica. Ho provato diversi amplificatori e diversi diffusori ma i bassi sono sempre stati latitanti. Dirac Live ha evidenziato una profonda carenza tra i 50 e i 80/90 hertz. Domanda: il cartongesso assorbe le basse frequenze? Chi ha esperienza acustica con questo polveroso materiale? Marco

Dimensioni dell'ambiente? Posizione diffusori? Posizione di ascolto? Dimensione cartongesso in mq.? Volume vuoto dietro il cartongesso? I bassi sono assenti ovunque?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
momayork
Salve a tutti, ho una mansarda di circa 45 mq con altezza media pari a circa 2,20 m. Il soffitto è stato realizzato con un foglio di cartongesso fissato ad una struttura metallica. Ho provato diversi amplificatori e diversi diffusori ma i bassi sono sempre stati latitanti. Dirac Live ha evidenziato una profonda carenza tra i 50 e i 80/90 hertz. Domanda: il cartongesso assorbe le basse frequenze? Chi ha esperienza acustica con questo polveroso materiale? Marco

Dimensioni dell'ambiente? Posizione diffusori? Posizione di ascolto? Dimensione cartongesso in mq.? Volume vuoto dietro il cartongesso? I bassi sono assenti ovunque?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
momayork
Salve a tutti, ho una mansarda di circa 45 mq con altezza media pari a circa 2,20 m. Il soffitto è stato realizzato con un foglio di cartongesso fissato ad una struttura metallica. Ho provato diversi amplificatori e diversi diffusori ma i bassi sono sempre stati latitanti. Dirac Live ha evidenziato una profonda carenza tra i 50 e i 80/90 hertz. Domanda: il cartongesso assorbe le basse frequenze? Chi ha esperienza acustica con questo polveroso materiale? Marco

Dimensioni dell'ambiente? Posizione diffusori? Posizione di ascolto? Dimensione cartongesso in mq.? Volume vuoto dietro il cartongesso? I bassi sono assenti ovunque? La mansarda avrà circa 40 mq e il cartongesso è esteso su tutta la superficie del soffitto. Diffusori e posizione d'ascolto classica 1/3 e 2/3. Dietro il cartongesso cm 5 di Stiferite. Il cartongesso, purtroppo, non è in doppia lastra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
momayork

Grazie per tutti gli interventi.

Non c'è nessuno che abbia la stanza con pareti in cartongesso ad unico strato che possa darmi le sue impressioni d'ascolto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea
Salve a tutti, ho una mansarda di circa 45 mq con altezza media pari a circa 2,20 m. Il soffitto è stato realizzato con un foglio di cartongesso fissato ad una struttura metallica. Ho provato diversi amplificatori e diversi diffusori ma i bassi sono sempre stati latitanti. Dirac Live ha evidenziato una profonda carenza tra i 50 e i 80/90 hertz. Domanda: il cartongesso assorbe le basse frequenze? Chi ha esperienza acustica con questo polveroso materiale? Marco

Dimensioni dell'ambiente? Posizione diffusori? Posizione di ascolto? Dimensione cartongesso in mq.? Volume vuoto dietro il cartongesso? I bassi sono assenti ovunque?
La mansarda avrà circa 40 mq e il cartongesso è esteso su tutta la superficie del soffitto. Diffusori e posizione d'ascolto classica 1/3 e 2/3. Dietro il cartongesso cm 5 di Stiferite. Il cartongesso, purtroppo, non è in doppia lastra.

Devi essere preciso al cm. Inoltre se il cartongesso ricopre tutto il soffitto quanta prte è quella ribassata in mq e volume? Che possibilità di manovra hai? A  quale altezza è il woofer da terra?  (le distanze van prese tutte dal centro del woofer)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ho da poco assistito a una presentazione di Alan Shaw, patron e progettista di Harbeth, che a un certo punto ha abbassato il volume, si è avvicinato a una parete e battendo le nocche sul cartongesso, che vibrava in modo evidente, e ha detto che se non si mette a punto la stanza è inutile cercare di far suonare gli impianti.

Non credo che ce l'avesse col materiale in sé ma col fatto che se dietro è vuoto possa creare delle risonanze incontrollabili, come ogni ampia superficie vibrante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
momayork

Concordo anch'io, probabilmente il vuoto dietro il cartongesso permette alla lastra di vibrare assorbendo energia sonora.

 

Ma mi chiedo nessuno ha un problema come il mio con il cartongesso a lastra singola?

 

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
marcellomarcello
Concordo anch'io, probabilmente il vuoto dietro il cartongesso permette alla lastra di vibrare assorbendo energia sonora. Ma mi chiedo nessuno ha un problema come il mio con il cartongesso a lastra singola?Marco
Lastra singola o doppia non cambia nulla. Il vuoto va riempito con materiale tipo lana di roccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea
Concordo anch'io, probabilmente il vuoto dietro il cartongesso permette alla lastra di vibrare assorbendo energia sonora. Ma mi chiedo nessuno ha un problema come il mio con il cartongesso a lastra singola? Marco
 In nessuna parte della stanza hai bassi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
momayork

Non come li vorrei io...

Certo non posso spiegare in casa che dovremmo togliere il cartongesso per riempire il vuoto di lana di roccia... :)>-

 

L'istanza di divorzio potrebbe arrivare in fretta :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea
Non come li vorrei io... Certo non posso spiegare in casa che dovremmo togliere il cartongesso per riempire il vuoto di lana di roccia... :)>- L'istanza di divorzio potrebbe arrivare in fretta :D

Scusa ma non mi è chiaro. Puoi fare un disegno con le misure esatte, posizione di ascolto e diffusori. Non credo che i pannelli siano così influenti. E' possibile che variando le reciproche posizioni i bassi arrivino. Che diffusori sono?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
essezeta
Ciao, la mia è una casa in classe A,quindi tutte le pareti interne e soffitti sono rivestiti in cartongesso doppia lastra + lana di roccia rockwall. L'unico accorgimento adottato in fase di costruzione,nella stanza di ascolto (soggiorno) è stato quello di rendere più rigida e leggermente più fitta l'intelaiatura metallica oltre a mettere, su consiglio dato proprio in questo forum, delle guarnizioni in gomma per disaccopiare i profili in lamiera rispetto alle parti strutturali e negli intersechi degli stessi nei punti di fissaggio delle viti, questo per evitare vibrazioni e risonanze della struttura.

Devo dire che sono piuttosto soddisfatto del risultato ottenuto a livello sonoro.

 

Ciao Alessandro,

 

Dovò ribassare un soffitto e stavo prendendo in considerazione i tuoi suggerimenti. In particolare, oltre all'irrigidimento della struttura del controsoffitto (nel mio caso), per quanto riguarda l'isolamento, hai usato un particolare tipo di lana di roccia, intendo dire specifica per isolamento acustico?

 

Grazie e saluti,

Stefano

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Che io sappia, le multisale cinematografiche sono separate da vuoti d'aria tra una sala e l'altra (di parecchi centimetri, se non metrii). Senza l'aggiunta di materiali come lana di roccia etc. Sono come delle scatole inserite in un contesto di scatole più grandi, onde generare un'acustica ottimale e un ottimale isolamento con le sale adiacenti. Certo è che la situazione non comporta il coinvolgimento del cartongesso, ma si parla di cemento armato. Io ho fatto raddrizzare una parete della mia sala; originariamemte puntavo al cartongesso, poi ho optato per dei blocchi di Ytong, che oltre ad assomigliare ad un muro reale, migliora anche l'isolamento dai rumori e variazioni di clima. Non so se il ragionamento può essere di aiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imaginator
Ciao, la mia è una casa in classe A,quindi tutte le pareti interne e soffitti sono rivestiti in cartongesso doppia lastra + lana di roccia rockwall. L'unico accorgimento adottato in fase di costruzione,nella stanza di ascolto (soggiorno) è stato quello di rendere più rigida e leggermente più fitta l'intelaiatura metallica oltre a mettere, su consiglio dato proprio in questo forum, delle guarnizioni in gomma per disaccopiare i profili in lamiera rispetto alle parti strutturali e negli intersechi degli stessi nei punti di fissaggio delle viti, questo per evitare vibrazioni e risonanze della struttura.

Devo dire che sono piuttosto soddisfatto del risultato ottenuto a livello sonoro.

 

Ciao Alessandro,

 

Dovò ribassare un soffitto e stavo prendendo in considerazione i tuoi suggerimenti. In particolare, oltre all'irrigidimento della struttura del controsoffitto (nel mio caso), per quanto riguarda l'isolamento, hai usato un particolare tipo di lana di roccia, intendo dire specifica per isolamento acustico?

 

Grazie e saluti,

Stefano

 

 

Ciao Stefano,

no, ho usato la solita rockwool, solo sulle pareti però. per il controsoffitto ho usagto  2 lastre da 13 mm, senza lana.Non esagerare nel infittire troppo l'intelaiatura, in quanto uno dei vantaggi del cartongesso in termini sonori è quello di essere parzialmente elastico, importante che non vibri e che, nel caso di posa in doppia lastra, ci siano parecchie viti a fissare il sandwich per scongiurare appunto le vibrazioni/risonanze parassite tra i due pannelli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Intanto sei troppo generico ,non dici quali diffusori hai provato, dove hai posizionato i diffusori rispetto al soffitto , se hai provato a mettere i diffusori attaccati alla parete retrostante ,e come è arredata la stanza mobili tappeti tende ecc. , la forma della stanza che è anche abbastanza grande , di sicuro la carenza di basse frequenze dipenderà da più fattori concomitanti, il tetto un cartongesso spiovente e basso può influire ,ma non in maniera così lapidaria questo è certo . Lo dico perché avendo io la parete retrostante i diffusori ,in cartongesso con del vuoto dietro ,non ho percepito differenze sostanziali nelle varie prove effetuate spostando i diffusori da quella parete a quella opposta dove c'è un normale muro a foratoni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
essezeta
Intanto sei troppo generico ,non dici quali diffusori hai provato, dove hai posizionato i diffusori rispetto al soffitto , se hai provato a mettere i diffusori attaccati alla parete retrostante ,e come è arredata la stanza mobili tappeti tende ecc. , la forma della stanza che è anche abbastanza grande , di sicuro la carenza di basse frequenze dipenderà da più fattori concomitanti, il tetto un cartongesso spiovente e basso può influire ,ma non in maniera così lapidaria questo è certo . Lo dico perché avendo io la parete retrostante i diffusori ,in cartongesso con del vuoto dietro ,non ho percepito differenze sostanziali nelle varie prove effetuate spostando i diffusori da quella parete a quella opposta dove c'è un normale muro a foratoni
perdonami, Lamberto, dici a me?

saluti,
Stefano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xbit

salve .. io ho l'impianto montato in un salone con soffitto in cartongesso sospeso , ed ho seri problemi di vibrazione a volume medio alto , e serissimi problemi sulle basse basse frequenze , dopo aver misurato con appositi software la risposta ,specie in gamma bassa risulta piena di picchi e valli di diversi db ... ma nell ' insieme credo pure si siano messi di mezzo le riflessioni modali , per ora non ho fatto nessun intervento al cartongesso ( troppo invasivo ) ho inserito qualche bass trap , ma la svolta è stata con l'uso di Dirac Live , correzione ambientale digitale .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imaginator
salve .. io ho l'impianto montato in un salone con soffitto in cartongesso sospeso , ed ho seri problemi di vibrazione a volume medio alto , e serissimi problemi sulle basse basse frequenze , dopo aver misurato con appositi software la risposta ,specie in gamma bassa risulta piena di picchi e valli di diversi db ... ma nell ' insieme credo pure si siano messi di mezzo le riflessioni modali , per ora non ho fatto nessun intervento al cartongesso ( troppo invasivo ) ho inserito qualche bass trap , ma la svolta è stata con l'uso di Dirac Live , correzione ambientale digitale .

 

Se il lavoro del cartongesso è fatto in maniera corretta,  consapevoli che la stanza trattata sarà il luogo dove ascolteremo musica, grossi problemi non ne vedo, anzi. Se la svolta è stata Dirac vuol dire che i problemi erano veramente importanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
marcellomarcello
Ciao, la mia è una casa in classe A,quindi tutte le pareti interne e soffitti sono rivestiti in cartongesso doppia lastra + lana di roccia rockwall. L'unico accorgimento adottato in fase di costruzione,nella stanza di ascolto (soggiorno) è stato quello di rendere più rigida e leggermente più fitta l'intelaiatura metallica oltre a mettere, su consiglio dato proprio in questo forum, delle guarnizioni in gomma per disaccopiare i profili in lamiera rispetto alle parti strutturali e negli intersechi degli stessi nei punti di fissaggio delle viti, questo per evitare vibrazioni e risonanze della struttura.Devo dire che sono piuttosto soddisfatto del risultato ottenuto a livello sonoro.
Ciao Alessandro,Dovò ribassare un soffitto e stavo prendendo in considerazione i tuoi suggerimenti. In particolare, oltre all'irrigidimento della struttura del controsoffitto (nel mio caso), per quanto riguarda l'isolamento, hai usato un particolare tipo di lana di roccia, intendo dire specifica per isolamento acustico?Grazie e saluti,Stefano Stefano, l'isolamento acustico ha caratteristiche diverse dalla "sonorizzazione".
La lana di roccia nell'intercapedine dietro al cartongesso serve ad evitare che la lastra entri in eccessiva vibrazione comportandosi anch'essa da altoparlante. Serve a poco per isolarti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
essezeta
Ciao, la mia è una casa in classe A,quindi tutte le pareti interne e soffitti sono rivestiti in cartongesso doppia lastra + lana di roccia rockwall. L'unico accorgimento adottato in fase di costruzione,nella stanza di ascolto (soggiorno) è stato quello di rendere più rigida e leggermente più fitta l'intelaiatura metallica oltre a mettere, su consiglio dato proprio in questo forum, delle guarnizioni in gomma per disaccopiare i profili in lamiera rispetto alle parti strutturali e negli intersechi degli stessi nei punti di fissaggio delle viti, questo per evitare vibrazioni e risonanze della struttura.Devo dire che sono piuttosto soddisfatto del risultato ottenuto a livello sonoro.
Ciao Alessandro,Dovò ribassare un soffitto e stavo prendendo in considerazione i tuoi suggerimenti. In particolare, oltre all'irrigidimento della struttura del controsoffitto (nel mio caso), per quanto riguarda l'isolamento, hai usato un particolare tipo di lana di roccia, intendo dire specifica per isolamento acustico?Grazie e saluti,Stefano Stefano, l'isolamento acustico ha caratteristiche diverse dalla "sonorizzazione".
La lana di roccia nell'intercapedine dietro al cartongesso serve ad evitare che la lastra entri in eccessiva vibrazione comportandosi anch'essa da altoparlante. Serve a poco per isolarti.

sì, in effetti mi sono espresso male.

comunque mi hanno consigliato lastra di cartongesso con "materassino" gomma/piombo sulla quale appoggiare internamente della lana di roccia di densità 40kgs/m3 dello spessore di ca. 60mm., oltre ovviamente ad una intelaiatura rinforzata per rendere la struttura più rigida.

saluti,
Stefano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.385
    Discussioni Totali
    5.859.296
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×