Jump to content
Melius Club

Felis

Kef LS50 wireless

Recommended Posts

Felis

@PPN Esatto. La sezione speaker amplifica, va ovviamente usata se hai diffusori attivi e/o per il collegamento di amplificatori. 

Poi personalmente userei la correzione Audissey per il materiale video ma non per l'audio a 2 canali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@Felis intendevi dire che la sezione speaker amplifica e quindi va usata se ho diffusori “non attivi” ma passivi?

Oggi mi è arrivato il DSPeaker Antimode 8033 II. lo testerò con il subwoofer REL.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5mare
Il 12/3/2019 Alle 18:18, RiseFall123 ha scritto:

Per capirne l'eventuale compatibilità col prodotto. La tua stanza è più piccola della mia e anche meglio sistemata in termini di damping.

Penso che sei un candidato ideale per questo tipo di diffusore.

Sono curioso di sapere come ti sembreranno ad un secondo ascolto.

Il secondo ascolto in una ambiente curato e ben posizionate  mi ha trasmesso la sensazione di una soluzione accettabile. 

Confrontate a distanza di minuti con una sistema  (streamer/ampli/diffusori da scaffale) da 6/7 mila euro, non hanno sfigurato. Certo la differenza era evidente, ma insomma con 2 mila euro non si può pretendere di più.

Se avessi la necessità di un secondo impianto le prenderei di certo. Come principale non lo farei e non lo farò.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Felis

@PPN Precisamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
RiseFall123
Il 19/3/2019 Alle 18:28, 5mare ha scritto:

Certo la differenza era evidente

In cosa le Kef erano... "sotto"?

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@Felis Grazie Felis, molto gentile. Ho collegato il DSPeaker Antimode al subwoofer Rel T5i, a sua volta collegato alle kef LS50 wireless. Fantastico. Adesso sto confrontando le kef wireless con le kef LS50 passive collegate ad un Rega Brio R 2017, come fonte ho il lettore cd Rega Apollo 2017. Confrontati con John Coltrane, Miles Davis, Pink Floyd, Joao Gilberto, Battisti, Beatles. Mi terrò le wireless e venderò le passive. Nelle wireless c’e tutto quello che c’era nelle passive, con aggiunta di tridimensionalità e alti migliori. Come dire... nel cantato adesso sento più il respiro di chi canta e la voce è più emozionante. Sento tutto più aperto, senza perdere le altre caratteristiche delle passive.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5mare
4 ore fa, RiseFall123 ha scritto:

In cosa le Kef erano... "sotto"?

Tutto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@Felis Ciao Felis, non appena avrai un po di tempo, ti dispiacerebbe girarmi la foto del tuo settaggio delle Kef wireless. il file png che hai pubblicato non riesco a vederlo. Grazie mille.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Felis

@PPN Ciao PPN, io le ascolto in default ma corrette con software di terze parti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@Felis ok. Io sto provando con Kef in default e subwoofer gestito da DSPeake Antimode.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carter Oblio

Buongiorno a tutti. Buona domenica. E buona primavera!

Sono un semi fresco possessore delle kef ls50w. Le ho e le ascolto da un mese e mezzo. 

Non ho mai avuto un sistema hifi di riguardo prima d'ora. Si può dire che questo sia il mio primo acquisto audiofilo (per quanto molti audiofili le considerino un ibrido non sempre e del tutto ben accetto nella comunità), ma prima di acquistarle mi sono fatto un buon orecchio, ascoltando tutte  le soluzioni possibili intorno ai 2500 euro proposte nei negozi di Roma che mi abbiano concesso un ascolto. E vi assicuro che un'idea me la sono fatta.

Parto dalla fine allora: il ricordo che ho del suono pieno spavaldo e pure molto, molto elegante di un paio di (a me al tempo sconosciute) Neat Motive sx3 (abbinate ad un ampli rega) non mi esce dalle orecchie e potessi tornare indietro le preferirei.

Non ho nulla però contro le mie kef, che dopo infinite valutazioni ho scelto per il fattore ingombro-comodità-duttilità. Nulla contro, certo.. A parte un odio viscerale per alcune piccole scelte incomprensibili che hanno fatto sì che un prodotto che poteva essere davvero comodo, comodissimo non sia. Ad esempio quel telecomandino cinesino super minimal che poco si confà ad un sistema all in one da 2300 euro, non permettendoti nemmeno di cambiare sorgente dal divano senza brancolare nel buio cercando di azzeccare la giusta delle 5, dato che il display (francamente cinesuccio anche quello) posto suo lato superiore non è di conforto alcuno. Dell'app, quella per lo streaming (che poi, dai.. che ci voleva a integrare tutto in un'app sola?) non ne parliamo.. Supporto ai soli spotify (rimandandoti banalmente ad aprirti tu l'app spotify) e a un tidal non poco castrato nell'interfaccia.. E perché qobuz, deezer, airplay, etc.. no? Ce li hanno tutti... 

Altra cosa che avrei gradito sarebbe stato almeno, ma almeno, un secondo ingresso analogico. L'ingresso phono magari era troppo.. Ma come possono queste casse sostituire un impianto classico se non mi danno la possibilità di collegare, oer fare l'esempio più ovvio, cd e vinile (o una chromecast audio o qualcosa di simile per chi voglia fare streaming da qualcosa che non sia tidal ..) Non sei mica Sonos.. 

Perdonate lo sfogo. Parliamo del suono. Ma dato che mi sono dilungato già troppo, stringo. E se vi va di darmi un feedback, vi chiedo se avete anche voi queste due impressioni :

- alti un tantino troppo metallici e taglienti. Ne pagano il prezzo, con registrazioni che lo accentuano, soprattutto alcune voci maschili piuttosto vibranti (venditti quando esagera, per farvi capire) , che tendono un po' all'effetto robot: un esempio è la canzone On a whim di A different thread, in cui la voce di lui rasenta un po' il fastidioso. Ma pure certi pizzicare di chitarra, che pure spesso sono godibilissimi, altre volte appaiano un po' esasperati nella loro.. "taglienza". 

- mediobassi spesso un po' presenti a sproposito. Come se ci fosse sempre un pochino di.. pressione inopportuna anche quando potrebbe non esserci, e non ti fa mai rilassare del tutto, anche quando la cassa potrebbe solo respirare un po' . È come se lo potessi sentire che questo piccolo altoparlante dentro è.. gonfio, pieno di roba e punta più a mostrare i muscoli (anche quelli che nei bassi non ha, pregiudicando per quello un po' i medi), o allo stupire con le scintille di alti screpitanti, rinunciando proprio per scelta alla possibilità di essere più elegante e.. rassicurante

Ok mi taccio. Avrei tanto altro da condividere (a cominciare da tutto il buono, che forse ho dato per scontato), ma come primo intervento mi pare davvero troppo prolisso. 

Grazie per la fiducia a chi mai avesse letto fin qui!

Chiedetemi pure impressioni d'ogni genere e datemi le vostre se ne avete voglia. Sarei ben felice di condividerle

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alerosso10

Troppe lamentele. Sei sicuro che siano i diffusori adatti a te? 

Io li ho trovati sorprendenti,  con qualche riserva, probabilmente li acquisteró per un secondo impianto consapevole che non saranno la perfezione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
lcolella

Ciao @Carter Oblio, per quanto riguarda l’ascolto visto che non mi ritrovo negli alti taglienti e nei medio bassi gonfi potrebbero esserci problemi legati all’ambiente.

Sinceramente l’unica critica nella quale mi ritrovo è relativa al telecomando... 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carter Oblio

@Alerosso10 @Alerosso10 le lamentele in verità non sono che due o tre.. Ho solo cercato di chiarirle quanto più approfonditamente possibile. Certo, forse sarei stato meno ingeneroso nei loro confronti se avessi esordito con un previo educato elogio dei tanti aspetti più che positivi. Li ho dati per scontati banalmente perché se le ho preferite ad ogni altra opzione ascoltata (tranne una), credevo fosse palese che mi siano piaciute tanto.

Ma non è dopo tutto questo il senso stesso dell'audiofilia? Una sana(?) inguaribile incontentabilità? 

Detto ciò.. è probabile che tu abbia ragione. Forse non sono gli speaker che fanno per me. Ed è proprio questo dubbio che vorrei provare a togliermi. Per questo mi piacerebbe coprendere fino a che punto i difetti che ravviso sono dettati squisitamente dal mio gusto personale o se siano concretamente congeniti nelle casse e disturbanti anche per qualcun altro. 

Tu, ad esempio, perché le trovi sorprendenti? Sorprendenti in fatto di suono o anche di funzionalità? Sorprendenti rispetto al prezzo, al volume d'ingombro, alla scheda tecnica? 

Te lo chiedo per una ragione fondamentale: avendo disposto diversamente i mobili, non ho più il vincolo di minimo ingombro che avevo quando le ho comprate, e, francamente, mi sono anche reso conto che non è che offrano questo reale risparmio di cavi, anzi.. per la mia situazione i cavi che partono dall'ampli centrale verso le casse sarebbero di minor disturbo del cavo di rete incamuffabilmente orizzontale tra le casse.

Dunque, dovendo essere questo il mio primo e unico impianto, la mia domanda è: badando solo al suono (escludendo tutto il "sì, ma queste hanno anche dac, bth, wifi, questo e quell'altro") per 2200 euro, per sonorizzare un ambiente di 20/25 mq, a tuo/vostro avviso, c'è di meglio? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carter Oblio

Ciao @lcolella@lcolella, è sicuramente vero che l'ambiente fa la differenza. Per quanto il dsp provi ad essere d'aiuto, credo di aver capito che a meno di 40 cm dal muro alle spalle proprio non è il caso che stiano. 

Quanto al telecomando.. So bene che in ambito hifi spesso 2000 euro è il prezzo di un componente entry level magari senza telecomando. 

Ma se qui l'intenzione doveva essere proprio quella dinuna soluzione all in one, comoda e user friendly, si poteva fare uno sforzo decisamente maggiore. Una fire tv, che costa 24 euro ti dà un telecomando bluetooth!! 😃 

Share this post


Link to post
Share on other sites
lcolella

Per la verità nella prima installazione le avevo posizionate su un mobile basso addossate alla parete e riuscivo a regolarle abbastanza bene senza eccessivi rigonfiamenti in gamma bassa, ora sono su stand e ovviamente è migliorata di molto la scena.

Per il telecomando il problema è che non visualizza l’ingresso attivo, ma avendole collegate al solo Mac il problema non me lo pongo... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Felis

@Carter Oblio O il telecomando è una schifezza, infatti non lo uso. Sono integralista e comando persino il volume dall'applicazione. :D  Sul suono proprio non mi ci ritrovo con te e ho paura che il tuo orecchio sia corrotto dal vinile e dalle valvole (se le usi) e forse non sei abituato alla gestione fulminea dei transienti che queste LS50W hanno che è formidabile. Son velocissime nelle variazioni dinamiche ed è giusto che sia così. È proprio una prerogativa dei sistemi attivi. Però da come ne descrivi il suono sembra che tu no sia intervenuto particolarmente sui parametri configurabili del DSP.

La morte loro per come la vedo io è l'uso obbligato degli stand in campo libero e anche di un bel sub.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alerosso10

@Carter Oblio  ciao. Ho scritto che le ho trovate sorprendenti perchë in effetti lo sono. Mi sono trovato davanti a due piccoli monitor, senza ampli, dac né sorgente esterni come siamo abituati , il suono era piacevole e a volumi un po' più elevati offrivano una completezza invidiabile ed inaspettata. Poco prima avevo ascoltato nella stessa saletta un impianto molto molto costoso con marchi prestigiosi, ma purtroppo male assemblati che mi hanno deluso non poco. Ho preferito di gran lunga il breve ascolto fatto con le piccole Kef. 

Dovessi acquistarle userei Qobuz come unica sorgente quindi il problema delle connessioni nel mio caso non si presenterebbe. 

@Felis ti ha indicato la strada del dsp, magari un buon utilizzo può aiutarti a limare le piccole imperfezioni che hai riscontrato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carter Oblio

Grazie a tutti per i preziosi contributi. 

 @FelisCol dsp ci ho smanettato abbastanza e creato anche profili leggermente diversi per provarle con differenti generi.

Alle volte le collego anche ad un sub magnat 302a, molto economico e francamente un po' deludente, che imposto a frequenza massima molto bassa e volume ridotto per non fargli fare più danni del contributo che apporta. 

A proposito...chi di voi ha un sub collegato, come imposta la ripartizione dei bassi che l'app consente tra le kef e il sub? Tutto sub? Ha senso fare metà e metà? E la frewuenza di taglio, la regolate dall'app o dal crossover del sub? 

Se poi qualcuno ha pure tanta bontà d'animo da volermi soiegare in parole molto povere a cosa serve invece l'high frequency pass gliene sarò sinceramente grato!! 

@Alerosso10 eh.. Non per lamentarmi a tutti i costi... Vorrei anch'io usate principalmente qobuz.. Ma perché non dall'app!!? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

Ciao, qualcuno può essermi d’aiuto? Ho collegato un HD al router tramite usb. Ho poi collegato le Kef tramite ethernet al router. Ho aperto l’applicazione KEF Stream e selezionato media server ma non compare nulla. L’HD è formattato in Fat32 e su ci sono solo brani Flac. Cosa sto sbagliando? Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@Felis 

Ciao Felis, vista la tua esperienza con le kef wireless, saresti così gentile da spiegarmi come utilizzare la sezione “Media server” nell’app kef Stream? 

Io ho collegato un HD al router tramite usb e l’ho regolarmente abilitato entrando nella schermata del router. Ho poi collegato le Kef tramite ethernet al router. Ho aperto l’applicazione KEF Stream e selezionato media server ma non compare nulla. L’HD è formattato in Fat32 e su ci sono solo brani Flac. Dal PC e dagli altri dispositivi riesco a vedere l’HD in rete, ma  su “media server” di KEF Stream, no. Cosa sto sbagliando? Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

io ho un nas, e quando collego un nuovo apparecchio in rete devo andare sul menù proprietà del nas per abilitarlo affinchè possa essere visto in rete; può darsi che sia la stessa cosa per il router, prova a vedere se sul manuale c'è qualcosa a riguardo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@piergiorgio Ciao Piergiorgio, grazie per la risposta. Ho già abilitato l’HD entrando nella pagina del router. L’HD viene visto in rete dagli altri dispositivi che ho in casa ma non compare in “media server” dell’app KEF Stream. Non vorrei che serva per forza un NAS. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

in teoria ti direi di si, altrimenti qualsiasi hd esterno collegato ad un router diventa un disco di rete pur senza avere l'hardware necessario per esserlo: ma prendi tutto con le pinze perché non ne sono sicuro, attendi qualcuno più esperto in questo campo oppure poni il quesito nella sezione computer audio, magari qui non tutti leggono. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Felis

@PPN Ciao. Mi dispiace ma non uso NAS in rete.

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

Ok, quindi nessuno utilizza la funzione “Media Servers” nell’app KEF Stream?

@piergiorgio va bene, grazie ☺️ 

Share this post


Link to post
Share on other sites
sebino75

Io. Ma ho un NAS. Quando hai abilitato nel router il tuo hard disk, hai scelto il dispositivo con servizio DLNA (e condivisione file) e non come semplice dispositivo storage? Hai provato anche da un tv o riproduttore multimediale che accede alla rete di casa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
antony64

Io le uso in libreria collegate alla smart TV per ascoltare la Digital Hall e ad un mac mini con Audirvana per ascoltare Qobuz.
Sono un sistema completo ad un prezzo competitivo secondo me.
Ogni tanto le tiro fuori e mi diverto ad ascoltarle su stand, in questa situazione migliorano notevolmente e con qualche piccolo accorgimento sfoderano un suono veramente sorprendente considerando una serie di cose. Non posseggono la magia di altri sistemi che ho ma fanno ascoltare la musica dimenticando le problematiche dell'impianto.

Mi pare qualcuno chiedeva della sua app per collegarsi a tidal o qobuz.
Ovviamente con una sorgente esterna tipo un node2, un mac mini e qualche accorgimento come dicevo prima, migliorano e non di poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
PPN

@sebino75 L’HD riesco a vederlo dal mac e dal Pc, ma non dall’app KEF Stream. Forse è indispensabile un NAS. Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carter Oblio

@antony64@antony64  diciamo che sei piuttosto clemente. Per me (poi sarà pure questione di budget, e di quanto sia alto per ognuno di noi un budget di 2500) se nasci proprio con la prerogativa, fin nel nome, di essere wireless, non puoi costringermi a comprare uno streamer esterno solo perché la tua app è realizzata coi piedi e perché mentre pure una chromecast da 30 euro supporta ogni servizio di streaming tu ne supporti solo 2 su 10. Se devo aggiungerci io uno streamer esterni, mi spiace, ma viene meno ogni senso pratico di questo oggetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    292441
    Total Topics
    6324173
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy