Vai al contenuto

Ospite domenico80

Sezione di filtraggio induttiva

Messaggi raccomandati

Ospite

C'è un tecnico nel forum in grado di darmi qualche dritta al riguardo ? Oppure che sappia a chi indirizzarmi ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
martinogall

Per fare cosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Per ovviare ad una sezione di filtraggio convenzionale a condensatori elettrolitici

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Stadio finale di potenza a transistor 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

Cioè vuoi passare da un semplice filtro con condensatore ad uno induttivo (primo elemento un induttore poi seguito da cond) oppure aggiungere una cella induttore+condensatore al l'alimentatore già esistente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Si vorrebbe proprio passare dall'attuale stato cioè , condensatori elettrolitici , ad una sezione induttiva tout court . ( é il progetto di un conoscente , non il mio che ne capisco da qui a lì ) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
walge

Che circuito è?

Classe A o A/B?

 

Walter

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ha sia un Pass , quelli di bassa potenza e che scaldano assai , quelli in kit , e gli venderei i miei Electro che sono in classe AB , quindi avrebbe due finali 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
smile

Come inguaiarsi in una sola lezione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Non si inguaia , cerca una consulenza o progettazione esterna , altrimenti sta com'è ora . Però è strano , appena esci dal solito sentierino reiterato e scavato ne scaturisce un bel nulla , almeno solo in hifi 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

deve cambiare trafo di alimentazione e ovviamente aggiungere induttore adeguato. i due amp però quasi sicuramente hanno necessità diverse, cioè gli alimentatori saranno due.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71
Come inguaiarsi in una sola lezione.

:))

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
deve cambiare trafo di alimentazione e ovviamente aggiungere induttore adeguato. i due amp però quasi sicuramente hanno necessità diverse, cioè gli alimentatori saranno due.

 

 Esatto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Come inguaiarsi in una sola lezione.

:-))

 Non capisco la faccina , eppure non mi sembra una richiesta spaziale , tutt'altro , solo una dritta tecnica verso qualcuno che ne possa capire ed espletare il lavoro .
Assemblare una alimentazione classica sono capaci anche gli studenti al terzo anno ITIS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

che amp è il pass? ho avuto F4 ed F5 (e spero aleph a breve) con alimentazione induttiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
che amp è il pass? ho avuto F4 ed F5 (e spero aleph a breve) con alimentazione induttiva.

 

 E' un kit , non ricordo quale , penso un 30 watt ad alta polarizzazione .

F4 e F5 con alimentazione induttiva ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

pass ha disegnato dozzine di amp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

la faccina è per la battuta di smile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Aleph 2 , una bella bestiolina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
la faccina è per la battuta di smile

 

 Smile - industry . E' un rpogettista ? se sì , chissà mai perchè ride , se no , non capisco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais
Aleph 2 , una bella bestiolina
lo aleph2 eroga 100W per canale e dissipa 300W per monoblock alimentato a 45V duali. insomma non è 30W e via.

metti in conto 170e per il trafo e 140e per le induttanze e poi recuperi i condensatori che già ha. non escludo che ti debba servire un telaio esterno.

tutto questo moltiplicato per 2 ... costruzione mono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Aleph 2 , una bella bestiolina
lo aleph2 eroga 100W per canale e dissipa 300W per monoblock alimentato a 45V duali. insomma non è 30W e via.

metti in conto 170e per il trafo e 140e per le induttanze e poi recuperi i condensatori che già ha. non escludo che ti debba servire un telaio esterno.

tutto questo moltiplicato per 2 ... costruzione mono.

Però si dice ne valga la pena , elimini gli elettrolitici e puoi servirti di un plastico invece degli elettrolitici , non proprio malaccio . Considerando che gli elettrolitici di filtro sono sul percorso del segnale , la sezione induttiva sembra una scelta ottimale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

l problema dovrebbero essere le dimensioni della o delle induttanze , ma questo si può subire 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

non elimini gli elettrolitici. rimangono lì e purtroppo non ci sono condensatori a film adatti allo scopo ... dovrai cmq avere decine di miglia di uF a valle degli induttori. rimangono altri vantaggi ovviamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Il fatto che l' induttiva sia poco difussa e' dovuto a

 

ingombri?

costi?

diffficolta' di implementazione?

non conta piu' di tanto?

provoca altri problemi?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

la 1 e la 2. L'alimentazione conta molto, tutti i miei amp hanno filtraggio induttivo, anche sui filamenti delle valvole, e non farei diversamente se possibile, ci sono problemi secondari risolvibili.

consdiera che alla fine l'amp modula l'alimentazione per pilotare i diffusori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@ radiorelais

la induttiva non elimina la presenza del condensatore , dovrebbe però ridurne la capacità , almeno penso , fino a poterci arrivare con un plastico . Tuttavia ciò implica il ricorso ad induttanze importanti e dimensionalmente impegnative . Se devo ricorrere ai soliti elettrolitici anche con la induttiva , allora non ne dovrebbe valere la pena fare tutto tale casino per poi ritrovarsi sul segnale la robaccia dei peggiori elettrolitici . Aloia fece qualcosa di simile , am non ricordo come e dove

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Il fatto che l' induttiva sia poco difussa e' dovuto a

 

ingombri?

costi?

diffficolta' di implementazione?

non conta piu' di tanto?

provoca altri problemi?

Che una tipologia tecnica sia poco diffusa in hifi mi lascia sempre pensare che funzioni benone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais
@ radiorelais
la induttiva non elimina la presenza del condensatore , dovrebbe però ridurne la capacità , almeno penso , fino a poterci arrivare con un plastico . Tuttavia ciò implica il ricorso ad induttanze importanti e dimensionalmente impegnative . Se devo ricorrere ai soliti elettrolitici anche con la induttiva , allora non ne dovrebbe valere la pena fare tutto tale casino per poi ritrovarsi sul segnale la robaccia dei peggiori elettrolitici . Aloia fece qualcosa di simile , am non ricordo come e dove

 

la riduci certamente ma non arrivi con i plastici ai valori richiesti da un amp a mosfet (ordinie di grandezza 10000uF degli eletttrolitici contro i 100uF dei plastici). un alimentatore induttivo si comporta molto diversamente da uno capacitivo e ci sono elettrolitici dignitosissimi per questo scopo. ne vale la pena,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone
Il fatto che l' induttiva sia poco difussa e' dovuto a

 

ingombri?

costi?

diffficolta' di implementazione?

non conta piu' di tanto?

provoca altri problemi?

Che una tipologia tecnica sia poco diffusa in hifi mi lascia sempre pensare che funzioni benone
Non e0 detto, in questo caso ingombri e costi significano molto. Certamente da taluni apparecchi top dal costo elevato ci si aspetterebbe qualcosa di piu' efficace.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.644
    Discussioni Totali
    5.886.511
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×