Vai al contenuto

Ospite orfeo73

Una scelta migliorativa: UN ALTRO GIRADISCHI

Messaggi raccomandati

Ospite
Rieccomi, vi contatto nuovamente perché sto balenando l'idea di un nuovo ascolto e quindi di un altro giradischi. il mio thorens 160 mi piace e mi ha dato sempre buone soddisfazioni, nonostante tutto. Qualche mese fa cercavo un secondo giradischi a modiche cifre e in tal senso mi guardo ancora giro; ma qui il discorso è diverso, se pur non imminente. Vorrei trovare qualcosa che risulti, nel suo complesso, superiore al mio Thorens, la cosa non è affatto facile, visto le quotazioni che girano, ma la vostra competenza potrebbe illuminarmi e delinearmi verso mondi ancora poco esplorati; nel senso che non credo di poter investire, se pur con margini di tempo, cifre spropositate. Ad esempio oggi, stando alle quotazioni, alla testina(audiotechnica at 120) e al cavo vdh, dovrei vendere il mio a non meno di 400 euro. MA IO, per avere performance migliori difficilmente potrei mettere sul piatto certe cifre, considerando che il 160 vorrei tenerlo. Facciamo un giochino, giusto per dare una parvenza diversa a questo post e non ripeterci perennemente: provate a postare immagini di giradischi in vendita sui vari siti che potrebbero fare del caso l'occasione giusta.  GRAZIE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Sull'editoriale di Bebo Moroni viene messo in prima fila il td 166 rispetto al 160. Sinceramente non pensavo all'evidente superiorità del 166 sul 160, ma forse il direttore si riferiva solo alla versione MK V. IL TD 321 si colloca decisamente più in alto, a prescindere dal braccio, almeno credo. Potrei anche orientarmi su un 166 mk v se la differenza risulta cosi evidente..   

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate

Prendi un TD320 che è una macchina eccellente... Sia MK I che MK II. Non mi aspetterei però grandi stravolgimenti nel suono, perché sono sempre stato molto scettico sul "suono" dei giradischi. Conta più la testina di tutto il resto e forse il braccio, ovviamente imho.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pserci

Se ci si orienta su un TD320, meglio scegliere la seconda versione. Il braccio è nettamente migliore del TP16, anche se nell'ultima versione. Ma penso che per il nostro amico, siamo ben fuori il suo budget

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
psicoprog

Non è detto... nel senso che potrei anche vendere il mio thorens. Ma vorrei capire se davvero il 320 è nettamente superiore al 160 e se la macchina risulta essere anche più, come dire, dinamica. Ho dato un'occhiata è si trovano dei 125 con braccio sme a 800 e penso che 320/321 si aggirano sui 500. Il braccio dovrebbe fare la differenza. Ho notato che i 320 si trovano con alcune tipologie di braccio ad esempio ne ho visti uno con braccio mission. Vorrei sapere se quel braccio era in dotazione ed eventualmente con quale braccio sarebbe preferibile il 320. (Orfeo73 )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo
se hai il td 160, non affiancargli un altor thorens, non avrebbe senso, ma punta a qualcosa di decisamente differente per esempio un trazione diretta, ottimi i dual, puoi vedere anche questo sanyo tp 1020, un dd che monta pure in ottimo braccio
se invece ti dai via il 160, allora puoi pensare ad un alto thorens, ma vai direttamente ad un td 125 (però i prezzi sono i ascesa e se il braccio è uno sme o simili, le quotazioni salgono assai)
il 320 era venduto in diverse combinazioni, senza braccio, con braccio thorens, con braccio mission, con braccio sme

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bic196060

credo che un TD125 con braccio SME rappresenti un passo in avanti sicuro rispetto al TD160, e anche il TD320 con il braccio TP90, pero' la tipologia di suono non cambia.

Il passaggio ha senso IMO se si vende il TD160.

Se si vuole affiancare al buon TD160 un'altro gira dalle sonorita' diverse (piu' dinamiche) io suggerisco di cambiare completamente approccio e andare verso un telaio rigido e DD di buona sostanza, o in alternativa un indistruttibile Dual a puleggia, il 1229 e' il top e se ben tenuto e' un signor giradischi (lo preferisco nettamente al TD160).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bic196060

intervento contemporaneo e pressoche' fotocopia a cactus

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
long playing
Sull'editoriale di Bebo Moroni viene messo in prima fila il td 166 rispetto al 160. Sinceramente non pensavo all'evidente superiorità del 166 sul 160, ma forse il direttore si riferiva solo alla versione MK V. IL TD 321 si colloca decisamente più in alto, a prescindere dal braccio, almeno credo. Potrei anche orientarmi su un 166 mk v se la differenza risulta cosi evidente..   

 

A quale editoriale ti riferisci ? Su quale numero? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Sull'editoriale di Bebo Moroni viene messo in prima fila il td 166 rispetto al 160. Sinceramente non pensavo all'evidente superiorità del 166 sul 160, ma forse il direttore si riferiva solo alla versione MK V. IL TD 321 si colloca decisamente più in alto, a prescindere dal braccio, almeno credo. Potrei anche orientarmi su un 166 mk v se la differenza risulta cosi evidente..   
A quale editoriale ti riferisci ? Su quale numero? GrazieTu sei qui:HomeMagazineNumero 23Rubriche         addirittura il 160 super mk v con sme è al primo posto tra i torens..   meglio del 125 e dell'osannato 124 , questi vengono superati dal 166 mk v   il 160 non viene citato

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
se hai il td 160, non affiancargli un altor thorens, non avrebbe senso, ma punta a qualcosa di decisamente differente per esempio un trazione diretta, ottimi i dual, puoi vedere anche questo sanyo tp 1020, un dd che monta pure in ottimo braccio
se invece ti dai via il 160, allora puoi pensare ad un alto thorens, ma vai direttamente ad un td 125 (però i prezzi sono i ascesa e se il braccio è uno sme o simili, le quotazioni salgono assai)
il 320 era venduto in diverse combinazioni, senza braccio, con braccio thorens, con braccio mission, con braccio sme
GRAZIE CACTUS, il concetto è chiaro... Quel sanyo è molto bello ed il suo braccio, oltre il tuo trova altri riscontri. Ma varrebbe la pena sostituirlo col mio thorens?  intanto SEGNO

8->

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
credo che un TD125 con braccio SME rappresenti un passo in avanti sicuro rispetto al TD160, e anche il TD320 con il braccio TP90, pero' la tipologia di suono non cambia.

Il passaggio ha senso IMO se si vende il TD160.

Se si vuole affiancare al buon TD160 un'altro gira dalle sonorita' diverse (piu' dinamiche) io suggerisco di cambiare completamente approccio e andare verso un telaio rigido e DD di buona sostanza, o in alternativa un indistruttibile Dual a puleggia, il 1229 e' il top e se ben tenuto e' un signor giradischi (lo preferisco nettamente al TD160).

Ciao Bic, anni fa, prima del thorens, stavo prendendo il 1219.. pensi ci sia differenza col 1229? GRAZIE

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bic196060
Sull'editoriale di Bebo Moroni viene messo in prima fila il td 166 rispetto al 160. Sinceramente non pensavo all'evidente superiorità del 166 sul 160, ma forse il direttore si riferiva solo alla versione MK V. IL TD 321 si colloca decisamente più in alto, a prescindere dal braccio, almeno credo. Potrei anche orientarmi su un 166 mk v se la differenza risulta cosi evidente..   
A quale editoriale ti riferisci ? Su quale numero? GrazieTu sei qui:HomeMagazineNumero 23Rubriche         addirittura il 160 super mk v con sme è al primo posto tra i torens..   meglio del 125 e dell'osannato 124 , questi vengono superati dal 166 mk v   il 160 non viene citato

il 166 e' posto notevolmente piu' in basso rispetto al 160 super con bracci sme, in quella rubrica.

Poi personalmente non condivido diverse posizioni tra quelle citate in quella classifica, comunque credo sia indiscutibile che il 166 sia meno pregiato del 160.

IL 125 e 124 non sono citati in quella classifica, non significa che siano peggiori (e ovviamente non lo sono IMO, e credo sia opinione ampiamente condivisa) ma solo che non rientrano tra i prodotti considerati per quella classifica.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bic196060
credo che un TD125 con braccio SME rappresenti un passo in avanti sicuro rispetto al TD160, e anche il TD320 con il braccio TP90, pero' la tipologia di suono non cambia.

Il passaggio ha senso IMO se si vende il TD160.

Se si vuole affiancare al buon TD160 un'altro gira dalle sonorita' diverse (piu' dinamiche) io suggerisco di cambiare completamente approccio e andare verso un telaio rigido e DD di buona sostanza, o in alternativa un indistruttibile Dual a puleggia, il 1229 e' il top e se ben tenuto e' un signor giradischi (lo preferisco nettamente al TD160).

Ciao Bic, anni fa, prima del thorens, stavo prendendo il 1219.. pensi ci sia differenza col 1229? GRAZIE

le differenze ci sono, se non ricordo male il 1229 e' successivo, comunque anche il 1219 e' molto ben considerato. Uno o l'altro, se ben messi, rappresentano una reale alternativa ai Thorens proprio in termini di diversita' di suono, ovviamente sei vincolato al loro braccio, che almeno nel 1229 e' comunque eccellente (ottimo con testine di cedevolezza media e alta).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1
se hai il td 160, non affiancargli un altor thorens, non avrebbe senso, ma punta a qualcosa di decisamente differente per esempio un trazione diretta

Quotissimo, stavo per scriverlo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Devo dire che quel sanyo 1020 mi intriga e dalle informazioni ricavate effettivamente pare un ottima macchina; il dual è oggetto che va verificato con cura e vorrei anche ricordare un modello quotatissimo, di cui non ricordo la sigla(500/700). Ma l'idea TECHNICS mi affascina e qui riposto alcuni modelli visionati. Spero di essere supportato con delle informazioni... Le immagini sono del tutto casuali... GRAZIE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Risultato immagine per technics sl 1300SL 1300

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Risultato immagine per technics sl 1900SL 1900

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Risultato immagine per technics sl- q 2SSL- Q 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Risultato immagine per technics sl D 1SL D1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Dei vari Technics d.d. ne ho parlato abbondantemente in passato.

Prova a fare delle ricerche ;)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Dei vari Technics d.d. ne ho parlato abbondantemente in passato.

Prova a fare delle ricerche ;)

Mi ricordo in una discussione, piuttosto recente, che parlavi di un modello, forse IL 1500 o 1600. ricordo bene? tra l'altro avevo visionato, seguendo le tue indicazioni recenti, qualcosa che si avvicinava a queste sigle, ma chiedevano più di 450 euro..  Ovviamente farò delle ricerche, seguendo le tue indicazioni. Pensando a technics mi sei venuto in mente e ricordavo, se pur vagamente, alcune indicazioni. Mi pare che tu sia un esperto, se posso dire così, del marchio e mi farebbe piacere un tuo giudizio sui modelli indicati. Questi sarebbero a portata di mano e facilmente raggiungibili; sai, non possiedo auto e non ho mai usufruito delle spedizioni. Potresti, se ti fa piacere, indicarmi i tuoi riferimenti(modelli)  su questo post, giusto per avere un quadro completo.. Grazie della tua disponibilità, come sempre..

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

I buoni Technics a trazione diretta stanno subendo un'impennata di prezzi non da poco.In parecchi si avvicinano alle quotazioni dll'Sl 1200/10

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Si, infatti... Da qualche tempo sto visionando queste macchine e quelle che dovrebbero comunque essere delle oneste macchine superano le 200 euro..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Allora, l'SL-1300 è la versione full-automatic dell'SL-1500 che ti ha suggerito Edilio.

Buona macchina, trattandosi di un modello completamente automatico devi sincerarti che gli automatismi funzionino, il limite di questo modello (come anche per l'SL-1500 e l'SL-1400) risiede nel controllo della velocità di rotazione del piatto, che grava sulle condizioni dei vari switch e potenziometri (on/off, pitch...): se questi non sono in perfetto stato la velocità inizia ad oscillare, di fatto ogni tanto richiedono di essere puliti.

Altro punto debole sono i piedini, la cui gomma deperisce, ma non ci vuole molto a soppiantarli.

Per il resto, macchina molto valida, pesante e con il solito braccio Technics a ridottissimo attrito.

 

L'SL-1900 è una macchina più economica, con chassis interamente in plastica, sempre interamente automatica.

Ha però il vantaggio di un integrato che sovrintende alla velocità di rotazione del motore (lo stesso poi adottato su SL-1600/1700/1800), che dovrebbe quindi risultare più costante nel tempo.

 

L'SL-Q2 è un semiautomatico un poco più recente, con il controllo della velocità al quarzo, un'assoluta garanzia per quanto riguarda la costanza di rotazione del piatto.

 

L'SL-D1 è un manuale, mi sembra di basso lignaggio (mi sembra simile all'SL-2000), onesto, senza infamia e senza lode.

 

Prima ancora di decidere quale scegliere, devi capire come lo vuoi... manuale, semi-auto o full-auto.

Bisognerebbe anche capire quale è il tetto del budget.

Inoltre preparati ad attendere lungo la riva del fiume, il 90% dei prezzi sono gonfiati, per trovare l'occasione giusta devi pazientare e saper essere veloce al momento giusto... e anche saper trattare, eventualmente.

Poi c'è il discorso spedizione sì, spedizione no, che è soggettivo e dipende in massima parte dalla competenza di chi vende (imballare un giradischi per la spedizione si può fare, ma bisogna sapere come farlo)... come vedi i parametri sono molteplici, mettersi a cercare giradischi così alla rinfusa non porta da nessuna parte ;)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Hai ragione poeta, ma ora viaggio miratamente e con metodo, dato che non si tratta di un acquisto immediato.. poi abbiamo già parlato dei prezzi.. comunque, gradirei un semiautomatico. Credo sia importante che il disco si fermi... non ne posso più di alzarmi continuamente = mentre mangio/mentre dormo/mentre penso/mentre scrivo/ dal divano..... ........  Dai, importante che il braccio si fermi a fine lettura  8-> :). Ok, poeta, ti chiedo, se puoi di postarmi una tua discussione dove citi i modelli, giusto per non dilungarmi nelle ricerche...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PIEP

troppo comodo il semiauto e x me anche + sicuro per lo stilo .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1
Hai ragione poeta, ma ora viaggio miratamente e con metodo, dato che non si tratta di un acquisto immediato.. poi abbiamo già parlato dei prezzi.. comunque, gradirei un semiautomatico. Credo sia importante che il disco si fermi... non ne posso più di alzarmi continuamente = mentre mangio/mentre dormo/mentre penso/mentre scrivo/ dal divano..... ........  Dai, importante che il braccio si fermi a fine lettura  8-> :). Ok, poeta, ti chiedo, se puoi di postarmi una tua discussione dove citi i modelli, giusto per non dilungarmi nelle ricerche...
Riprendo, e rivedo, un mio vecchio intervento :)

 

L'SL-1300 è un buon giradischi, ho avuto in passato l'SL-1500 che è il medesimo giradischi senza auomatismi.

 

Più in dettaglio:

- SL-1300 full automatico

- SL-1400 semi automatico

- SL-1500 manuale

 

Unico neo di questa serie, se switch e potenziometri non sono perfettamente in ordine (puliti e lubrificati), la costanza di rotazione ne risente. Possono necessitare di manutenzione, di tanto in tanto.

Sotto questo aspetto la cosa migliore sono i modelli al quarzo (precisissimi), ma dovrebbero andar bene anche i modelli che fanno uso del fantomatico "321 element one-chip IC", in questo advertising se ne fa cenno:

 

technics77sl1920.jpg

 

Volendo contenere il budget e rimanere su modelli non quarzati, la serie SL-1600/1700/1800 è già migliore, fa appunto uso dell'IC-321, e differisce per la presenza del controtelaio.

In questo caso la suddivisione è la seguente:

- SL-1600 full automatico

- SL-1700 semi automatico

- SL-1800 manuale

 

Nel tuo caso, visto che sei orientato su un semi-automatico, ti suggerirei un SL-1700, forse nei 200€ di budget lo riesci a trovare... personalmente non lo prenderei a cifre superiori, ma questa è una valutazione soggettiva.

 

Portando il budget a quota 250~300€ ti suggerirei l'SL-1700 MkII che è veramente ottimo, rispetto all'Mk1 porta in dote il quarzo e la comoda regolazione in altezza del braccio (VTA), più in generale sappi che condivide piatto, motore, elettronica e braccio con il celebre SL-1200 MkII, inoltre rispetto all'Mk1 possiede un motorino dedicato per la movimentazione del braccio... insomma l'MkII è un prodotto assolutamente maturo.

 

In alternativa, esistono modelli parimenti validi di Pioneer.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.644
    Discussioni Totali
    5.886.507
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×