Vai al contenuto

Ospite amus

fukushima.. tutto sotto controllo?!?

Messaggi raccomandati

Ospite

a qualche anno dal disastroso tsunami le notizie non sono confortanti: le rassicurazioni sulla situazione sotto controllo e lo spostamento di interesse mediatico sul lungo processo che ne è seguito sono state a quanto pare un modo per occultare il più grande disastro ambientale di tutta la storia dell'umanità..

la fusione di tre reattori ha portato alla percolazione del materiale radioattivo nel terreno e che rilascia ogni giorno, da allora, circa 400 tonnellate di acqua radioattiva a mare per osmosi.. un imponente intervento di barriere verrà (ci vogliono anni) disposto a frenare tale fuoriuscita ma nel sottosuolo parrebbe presente anche una falda..
in usa le spiagge della westcoast cominciano a mostrare segni di contaminazione e considerato che si parla di nucleare il peggio a mio avviso è tutto ancora da vedere..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Schelefetris

un ing. amico ha risposto "tutto sotto controllo la minkia!!!"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Zapuan

okkio che adesso arrivano i forumer scolarizzati che il nucleare è bello e buono, come si può farne a meno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin
In effetti l'attenzione mediatica (si vede che ascolto rai3?)  è calata rapidamente nonostante le dimensioni del disastro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
criMan

..zzo ma davvero sulle sponde Americane ci sono tracce di radioattività? ?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

legge del contrappasso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

purtroppo notizie cere non ce ne sono, e questo è un pessimo segnale (se la situazione fosse confortante ci sarebbe assai meno segretezza sull'argomento): I giapponesi sono strani, son capaci di moire irradiati dimostrare i non avere paura e per non far fare una figuraccia al loro paese.

Oltre alla parziale fusione del nocciolo (considerato il massimo incidente nucleare possibile), c'è il problema delle scorie stipate nei reattori malamente refrigerate e surriscaldatesi per la perdita di refrigerante.
Non si può interrompere la refrigerazione del reattore per non aggravare la situazione, ma se il circuito ha perdite, l'acqua di raffreddamento in parte tornerà in mare. 
Intervenire dentro è impensabile, ci vorrebbe forse un mega scambiatore di calore in modo che l'acqua che va al reattore operi a circuito chiuso, ma i reattori a rischio sono ameno 3.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

nelle isole hawaii ci sono report di medici che documentano la presenza di cesio (!) nelle urine della popolazione e nel latte delle mucche.. la pesca fa da volano all'esposizione e sono frequenti i casi di pesci con mutazioni.. sulle coste della california, soprattutto in corrispondenza di accumuli di ferrite, negli ultimi anni si verifica un costante aumento della radioattività..

i media hanno cessato l'attenzione e dopo aver accennato a parziale fusione di un reattore hanno taciuto sul livello di gravità (in report "indipendenti" si parla di 20-30 volte chernobyl) e sul fatto che tre reattori si sono completamente fusi sfondando la base della "corazza" e piombando nel sottosuolo effondendo radiazioni direttamente nel suolo a contatto col terreno (e probabilmente, visto che parliamo di temperature dell'ordine di parecchie migliaia di gradi, sono scese parecchio in profondità.. qualcuno è certo anche dell'inquinamento di una faglia).
in sostanza sotto la centrale si è formato un grande tampax radioattivo che resta a mollo nel pacifico e che hanno in mente di contenere con una diga scavata nel terreno e che successivamente dovrebbe essere "congelata" non si capisce con cosa.. e già per la diga ci vorranno anni..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maverick

Ed è capitato non al Burundi, con tutto il rispetto, ma al tecnologico ed efficiente Giappone.

E chi deve intervenire per cercare di mettere una pezza al disastro ( e non sono lavori che si fanno in tre giorni, come hanno già detto altri....) è destinato ad una fine mica tanto piacevole, .. fra qualche anno.

:(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mauriziox60

Il nucleare è sicuro!

Fin quando gli eventi non ti sbattono in faccia quanto siamo a un tempo supponenti e fragili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

l'insabbiamento è globale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
R_W
podcast 
puntata del
RADIO3SCIENZA_del_06_02_2017_-_Febbre_nucleare.mp3

ai comblottisti, 
sapete quello che succede quando del materiale incandescente (tipo nucleo fuso) viene a contatto con l'acqua?

è facile, basta andare sulle prime pagine dei giornali italiani di questi giorni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin
 I giapponesi sono strani, son capaci di moire irradiati dimostrare i non avere paura e per non far fare una figuraccia al loro paese.

Anni fa ci fu un incidente in un laboratorio di trattamento del combustibile nucleare giapponese. 
Tecnicamente, raggiunsero la "massa critica".  Il locale fu invaso da una dosi letali di raggi gamma. 
Era necessario entrare per frazionare la massa in reazione e confinarla. Era chiaro che, anche con le protezioni, chi entrava non aveva garanzie per il futuro. Fecero un appello per volontari, se ne presentarono subito una cinquantina. 
All'epoca facevo ironiche considerazioni su cosa sarebbe accaduto in Italia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gbale
nelle isole hawaii ci sono report di medici che documentano la presenza di cesio (!) nelle urine della popolazione e nel latte delle mucche.. la pesca fa da volano all'esposizione e sono frequenti i casi di pesci con mutazioni.. sulle coste della california, soprattutto in corrispondenza di accumuli di ferrite, negli ultimi anni si verifica un costante aumento della radioattività..
i media hanno cessato l'attenzione e dopo aver accennato a parziale fusione di un reattore hanno taciuto sul livello di gravità (in report "indipendenti" si parla di 20-30 volte chernobyl) e sul fatto che tre reattori si sono completamente fusi sfondando la base della "corazza" e piombando nel sottosuolo effondendo radiazioni direttamente nel suolo a contatto col terreno (e probabilmente, visto che parliamo di temperature dell'ordine di parecchie migliaia di gradi, sono scese parecchio in profondità.. qualcuno è certo anche dell'inquinamento di una faglia).
in sostanza sotto la centrale si è formato un grande tampax radioattivo che resta a mollo nel pacifico e che hanno in mente di contenere con una diga scavata nel terreno e che successivamente dovrebbe essere "congelata" non si capisce con cosa.. e già per la diga ci vorranno anni..

Per forza il cesio ha origini vulcaniche, è pieno laggiù come pure in Campania.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

si ma l'aumento del cesio negli ultimi anni non coincide con un intensificarsi delle attività eruttive..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin

E della passata di iodio-131 recentemente registrata in Europa, che dite ? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

chissà se l'incidente francese ce lo hanno raccontato per com'è avvenuto.. o forse con tutti i disastri in giro per il globo i venti e le piogge ormai spargono iodio (e altro) di chissà quale centrale.

dura vita per i nostri nipoti..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

il podcast mi pare appunto in linea con l'insabbiamento.. certo che sono dei funamboli: prima il nucleo è parzialmente fuso, poi è fuso e di certo ha liquefatto il vessel ma il cemento no.. poi però dichiarano che la sonda inviata di recente per la prima volta ha trovato nel vessel elevati livelli di radioattività ma nessuna traccia delle barre d'uranio (nucleo) sciolte.. solo un pò di residui sulla voragine apertasi sul fondo. 

insomma non sanno dove sia l'uranio e non è possibile neanche mandarci un robot per saperlo.. però sanno che è confinato tanto che citano i dati dell'inquinamento aereo..(ma nell'aria si sono dispersi solo i residui delle barre esauste che erano nei depositi di stoccaggio -in cima ai reattori- e che sono saltate per aria dopo lo tsunami)
alla fine dell'intervista, sollecitati da un ascoltatore, finalmente spostano l'attenzione sul mare e di nuovo tornano all'ipotesi che le barre di uranio parzialmente sciolte hanno liquefatto solo il vessel, il calcestruzzo ha contenuto il materiale.. ma la sonda recentemente inviata non aveva posto l'interrogativo di dove fosse finito l'uranio visto che il vessel era vuoto?
e ammettendo pure che il materiale del nucleo è stato contenuto.. pechè scavare e posizionare una diga sotterranea attorno al sito del costo di oltre 30 milioni di dollari se il materiale è rimasto nel guscio di cemento?

meditate gente.. sui media oltre al disastro in sé..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
R_W

e ammettendo pure che il materiale del nucleo è stato contenuto.. pechè scavare e posizionare una diga sotterranea attorno al sito del costo di oltre 30 milioni di dollari se il materiale è rimasto nel guscio di cemento?

meditate gente.. sui media oltre al disastro in sé..
perchè hanno paura, 
le tre centrali sono in riva al mare, quindi a pochi metri di distanza dalla falda freatica, il giorno che il materiale fuso la raggiungesse, il vapore generato farebbe esplodere la centrale sovrastante come una pentola a pressione con le valvole bloccate.
sarebbe un tantino difficile censurare o minimizzare il tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

dal filmato si evince sia la presenza di vapore che di condensa.. l'uranio dev'essere sceso nel terreno e venuto in contatto con acqua che vaporizza, risale nel guscio del reattore (si vedono bene i supporti a griglia delle barre d'uranio vuoti) e condensa lambendo le pareti.. dopo aver accumulato i circa 500sievert dalla superficie interna del vessel ripiomba in basso, probabilmente nella falda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro

Ma io non ho capito una cosa: chi si sta occupando di tentare di trovare una soluzione al disastro, il solo Giappone o una task force mondiale composta da uomini e mezzi finanziata da tutti i Governi del Pianeta?

Perché non mi sembra che, male che vada, saranno solo cazzi dei giapponesi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mauriziox60

Purtroppo non potranno essere solo ca...voli solo dei nuclearisti, e a rimetterci siamo tutti noi. Anche sul lato economico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

una costola della tepco, proprietaria della centrale.. ovvio!

è un problema che riguarda l'intero oceano pacifico.. e quindi il pesce che mangiamo (che ovviamente continua ad essere regolarmente importato da tutti i paesi, anzi vengono firmati accordi per assicurare le quote).. tonno in primis
ci toccherà andare in pescheria e a mangiare sushi col contatore geiger     :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro

E quindi, se ne stanno occupando solo i giapponesi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
smile
 I giapponesi sono strani, son capaci di moire irradiati dimostrare i non avere paura e per non far fare una figuraccia al loro paese.

Anni fa ci fu un incidente in un laboratorio di trattamento del combustibile nucleare giapponese. 
Tecnicamente, raggiunsero la "massa critica".  Il locale fu invaso da una dosi letali di raggi gamma
Era necessario entrare per frazionare la massa in reazione e confinarla. Era chiaro che, anche con le protezioni, chi entrava non aveva garanzie per il futuro. Fecero un appello per volontari, se ne presentarono subito una cinquantina. 
All'epoca facevo ironiche considerazioni su cosa sarebbe accaduto in Italia...

Devi capirli... per loro, avere un fisico simile è un sogno... :D

Risultati immagini per hulk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

L'importante è che i nostri telegiornali mettano sempre come prima notizia Renzi & c. e la politica,  davvero una cosa di grandissima importanza:  come mantenere dei magna-magna il più a lungo possibile,  questo il reale problema degli italiani!

Poi che le morti per tumore stiano crescendo ovunque in modo esponenziale,  non fa nulla:  guai a toccare gli interessi dei soliti noti.

Posso dire una cosa?  che schifo ....

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Coltr@ne
Ma io non ho capito una cosa: chi si sta occupando di tentare di trovare una soluzione al disastro, il solo Giappone o una task force mondiale composta da uomini e mezzi finanziata da tutti i Governi del Pianeta?

Perché non mi sembra che, male che vada, saranno solo cazzi dei giapponesi...

 

Perchè esiste una "soluzione" al disastro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Zapuan

Soluzioni semplici ci vogliono. Si indice un nuovo referendum sul nucleare e tutti quelli che votano a favore li si manda a lavorare li per sistemare le cose.

Un giusto compenso di 100k alle famiglie a casa per aver perso un nuclearista convinto. Ma un nuclearista li vale 100k? Forse no...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Zapuan

Pensate anche al vantaggio per il resto dell'umanità... di solito sono quelli che votano DX e tipicamente si bevono qualunque balla mediatica...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.520
    Discussioni Totali
    5.883.012
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×