Vai al contenuto

siebrand

Vienna Acoustics Mozart S.E.

Messaggi raccomandati

siebrand

Ieri un approfondito ascolto delle Vienna Acoustics Mozart S.E.

È' da molto che si legge della Vienna Acoustics, e spesso (sempre?) bene.

L'ultimo numero di FDS contiene una prova a dir poco "molto positiva" che riguarda proprio le Mozart S.E.

Guarda caso... sembrerebbe ciò che fa per me.

Rientra, piumeno, nel budget. È bello (waf OK) misure giuste. "Moderna" e suona bene.

Cosa voler ancora di più?

Si cerca l'importatore, si scrive una mail "dove ascoltare?" E, dopo poche ore si viene contattati dal rivenditore nelle vicinanze.

Si prende appuntamento... si va ad ascoltare...

Il gentilissimo gerente offre un buon caffè, due chiacchiere.... si va in sala d'ascolto...

Ahimè... si può scegliere fra LP o streamer... e io ho con me una decina di CD.

Beh, nessun problema... in 10/15 minuti si collega all'ampli "Lavardin" (piccolino..) una meccanica CD (Mark Levinson), si usa un buon DAC, cavi seri e si parte.

Inseriamo un bel disco blues dei Bintangs.

Gruppo R&B "Orange..." chitarra elettriche, chitarra acustiche, basso, armonica, batteria, voce...

Huh? Voce? Armonica? Chitarre acustiche? Io sento solo bumbumBUM...

Sento solo bassi...grancassa e basso elettrico... voce ... poca.. bumbumBUM...

Mi guardò intorno... non capisco... dove cavoli tirano fuori quel basso così potente (i diffusori non sono poi così grandi...?)

Va beh... ascolto qualche brano, ma no... non è credibile, ci deve essere qualcosa che non va.

Controllo i collegamenti, magari c'è un subwoofer collegato???) no.. tutto a posto.

Ok. Avrò sbagliato disco. Inseriamo "ja Vi Elsker". Forse il CD meglio registrato che ho.

Musica per coro e banda. Brani di grande impatto. Dinamica mostruosa.

Con quel CD puoi mettere in crisi qualsiasi impianti HiFi... infatti, sul mio suona bene. Molto bene.

Ma qui? Dove sono gli ottoni? Perchè non squillano? Anche qui viene esaltato il basso. Ma Nel disco manca il sousaphone, ci sono sì, due bassi tuba ma non sono poi così grandi... il suono di una banda NON è così.

Sopratutto non è così con questo disco.

Il coro però ne esce bene. Anche se.... i medi sono dolci e naturali, ma poco presenti. La gamma alta? Boh... sembravano dei diffusori coi tweeter guasti.

Altri dischi seguono, ma purtroppo non ho avuto smentite, bensì conferme...

E il test su FdS? Beh, in effetti, più volte c'era scritto che il basso è ben presente. Che bisogna posizionarle bene, che qua che là eccetera....

Colpa del Lavardin (45 Watt... il mio NuVista ne erroga oltre 200...) o colpa dell'ambiente?

Proviamo a chiudere entrambi i tubi dietro...

in effetti... le cose cambiano, e cambiano in meglio.

Nel senso che i bassi diminuiscono, e il fastidio all'ascolto diventa meno.

Però... è proprio così... meno bassi, ma la gamma media resta qualla che è (dolce ma sempre con quella sensazione di "poca presenza", mentre i tweeter restano a riposo... boh).

Proviamo Freddy Freeloader. Miles è sempre Miles... o no?

No.

Decisamente no. Non è lui.

Con un po' di paura (si fa per dire) do in pasto "Yatra", versione Gold Limited/Fonè. Paura perchè il Pietropaoli Quartet è guidato dal leader che suona il contrabbasso. Il CD contiene musiche bellissime, piacevolissimo pianoforte, bella batteria, la Tromba di Sigurtà è davvero bella, dolce ma col suono di TROMBA. Almeno... se ascoltato a casa mia, o come due settimane fa, con le Totem Forest. Ma NON qui, Non con questo impianto. Il contrabbasso di Enzo è vero che è fenomenale, ma sovrasta tutto il resto.

Seguano altri dischi ancora. Vi risparmio ulteriore tedio.

Peccato perché mi si dice che, trattandosi di diffusori ex-demo potrei avere uno sconto importante.

Ma... purtroppo.... e ribadisco... purtroppo... io voglio dei diffusori con un suono diverso, e, sopratutto... NON voglio dei... subwoofer.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Boh forse gli serve solo un ampli che controlli meglio i woofers

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Può essere.

Non lo so.

Ma se le casse sono così particolari, ammettendo che magari col mio ampli vadano benissimo... non è che terrò il NuVista tutta la vita....

Non credo, almeno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
machenry

Se fosse possibile, dovresti farteli prestare e sentirli nel tuo ambiente e con il tuo impianto: ma mi rendo conto che non è una cosa semplice :(

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cuizzo1

Io piloto le Vienna Mozart grand 1 serie....le utilizzo con un Norma Revo 70 B in un ambiente da 23 mq...ho messo le soundcare per spostarle agevolmente indietro nel momento di non utilizzo. Si dice che la prima serie sia più presente come bassi della serie se....ma io forse stò invecchiando ma non sento questo problema.... e non lo ha sentito neanche alcuni audiofili passati per casa mia.....  Suono armonico mai stancante i migliori diffusori che ho avuto...  Cavi di segnale Wireworld eclipse 6 e di potenza autocostruiti quest'ultimi hanno sostituito i kimber 8tc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Può essere. Non lo so.Ma se le casse sono così particolari, ammettendo che magari col mio ampli vadano benissimo... non è che terrò il NuVista tutta la vita....Non credo, almeno...
Può essere tranquillamente che quello non sia il tuo suono. I diffusori sono un scelta impegnativa: devono soddisfare al 100%  prima di acquistarli.

Prova a sentire altro

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Recensione interessante e secondo me più utile delle riviste......

Rimani sulle Forest. Se ti interessa il mio negoziante di fiducia ne ha una coppia usata a 2.700 euro.

Chiedimi in pvt.

Alternativa interessante sono le Audiosonica stonefly, puoi contattare il progettista titolare che offre il servizio di ascolto gratuito presso casa del cliente.

Unico modo per valutare correttamente il diffusore.

Io ho il modello inferiore le Mayfly e se la giocano con Forest Proac spendor.

Niente bum bum.....solo musica

Nel tuo caso cambiando diffusori dopo 20 anni ti consiglierei direttamente il modello superiore alle mie, le stonefly.

Ciao Stefano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Il lavardin è un ampli delizioso, come pochi, ma ha bisogno di molta cura negli abbinamenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alerosso10

Non so cosa o come le hai ascoltate ma quello che descrivi no ci azzecca niente con le Vienna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@siebrand

Solo per curiorità,ma attualmente che diffusori hai?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand
Non so cosa o come le hai ascoltate ma quello che descrivi no ci azzecca niente con le Vienna.

Le ho ascoltate come descritte...

 

Attualmente ho le Ruark Talisman MK2...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alerosso10

Quando molti di noi vanno alle fiere ci sono alcuni marchi di cui puntualmente si sente dire che suonano male, ma non voglio fare nomi. I radicalizzati di tali marchi sostengono invece che la colpa era dei cavi, della stanza ecc.. ecc..

io sospetto che gli abbinamenti che hai ascoltato non fossero particolarmente azzeccati, ma, al di lá di questo e, visto che non ci hai trovato quasi niente di buono per i tuoi gusti, a questo punto il suono Vienna non é di tuo gradimento. Probabilmente messe in condizioni di esprimersi al meglio ti potrebbero anche piacere ma viste le premesse del tuo ascolto fossi in te cambierei strada, magari andrei su un diffusore un pò più neutro.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Au beh, é ben vero che ho capito.. probabilmente il suono Vienna non fa per me.

Peccato.

Presumo anch'io sia così.... anche con ampli/sorgente diversi si potrebbe migliorare....

Un po'?

Tanto?

Temo... per me... non abbastanza...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Non so cosa o come le hai ascoltate ma quello che descrivi no ci azzecca niente con le Vienna.
Le ho ascoltate come descritte...Attualmente ho le Ruark Talisman MK2...non ricordavo più,scusami,delle Ruark.

Sinceramente non posso professare opinione,i tuoi diffusori non li conosco.

Ma le Vienna un minimo si,e tutto questo squilibrio tonale in gamma bassa,mi per strano,probabile abbinamento con elettroniche non consono,anche se da come l'hai descritto i limiti/problemi dovrebbero essere anche altri.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
homesick

Non conosco le Mozart ma le.più grandi Beethoven.

Il mio amico che le aveva dovette vendere.un Mc 6300 perchè non gliela faceva passando altri ab ben più muscolosi.

Nella stessa stanza , stessa catena un ragazzo che era venuto per prendere delle heresy III si era portato dietro un Lector ibrido da 40 watt e ad un certo punto chiese di poter sentire anche le Vienna.

Il basso era completamente fuori controllo e bum bum come racconta Sie.

Poi ci sta che anche bene accompagnate non siano il suono che si cerca , ma non sono diffusori

squilibrati , semmai troppo perfettini per i miei gusti , ma a me piacciono i cassoni d'antan.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giuseppeb1986

Confermo anche io la stessa cosa sulle Beethoven, un basso molto presente e, se non ben controllato, l'effetto sub è dietro l'angolo. E' un diffusore che deve essere interfacciato in maniera giusta o sono guai. Meglio puntare ad amplificatori correntosi e timbricamente neutri.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
criMan

Hai fatto una bella rece individuando difetti di non immediato riconoscimento ; tuttavia hai fatto errore di partenza che riguarda abbinata e ambiente. Poi bisogna capire cosa è come sei abituato ad ascoltare a casa.

Di Vienna ,anni addietro ,ne hanno vendute tante complice qualche recensione di qualche privato (non parlo di operatori ) che ometteva un problema importante del diffusore , meno presente sulle Mozart. Salvo poi rimettere sul mercatino ( outing. ..).

La cassa per quel che ho ascoltato io è ottima se correttamente abbinata. Io l'ho ascoltata con Sudgen e Audio Analogue Class A. E signori era veramente un bel ascolto. Sia la Baby che la Mozart . Purtroppo tutti i modelli , meno la Mozart, richiedono consistenti distanze dalle pareti laterali e posteriori un po' come ProAc. Se rispettate tutto esce un bel risultato. La differenza che hai ascoltato sulla enfasi o meno di determinati strumenti è probabilmente dovuta alla risposta sulla medio alta della Vienna che è caratterizzata da una de enfasi di 2-3 Db. Diversa dalla tua Totem con cui sei abituato ad ascoltare. Ma dovremmo aprire un altro capitolo poi.

Comunque se ci riesci provala ad ascoltare con gli ampli da me proposti. Se non ti piacciono ciccia. Avanti un altro.

L'effetto sub è un chiaro indicatore che il diffusore è stato gestito male, ma come è successo a molti che lo hanno comprato.

Non è facile da mettere a punto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Non le conosco, pero' prima di emettere un giudizio sarebbe opportuno sentirle con almeno un paio di amplificazioni diverse. Spesso l'amplificazione condiziona molto il risultato.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Non le conosco, pero' prima di emettere un giudizio sarebbe opportuno sentirle con almeno un paio di amplificazioni diverse. Spesso l'amplificazione condiziona molto il risultato.


Ok ma se le ha sentite in negozio.....il negoziante è talmente coglione da fargliele sentire con l'amplificatore peggiore?Non credo proprio.Secondo me non sono casse che vanno bene con tutti i generi , men che meno con rock o bluesLe hanno chiamate Mozart e Beethoven non credo a caso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
HR

Ho ascoltato diverse volte questo diffusore da un amico, pilotate prima da un integrato Plinius (uno special edition, ma non ricordo il modello) e successivamente da un Burmester 032...In entrambe le situazioni il risultato, a mio modesto avviso, e' stato veramente di ottimo livello. Un suono equilibrato, raffinato e completo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Non le conosco, pero' prima di emettere un giudizio sarebbe opportuno sentirle con almeno un paio di amplificazioni diverse. Spesso l'amplificazione condiziona molto il risultato.

Ok ma se le ha sentite in negozio.....il negoziante è talmente coglione da fargliele sentire con l'amplificatore peggiore?Non credo proprio.Secondo me non sono casse che vanno bene con tutti i generi , men che meno con rock o bluesLe hanno chiamate Mozart e Beethoven non credo a caso

Perchè? Mai sentiti suonare male gli impianti in un negozio? Buon per te :D

 

Magari era quello più comodo lì per lì, non è detto fosse il più adatto, specialmente un integrato da 40W se si è abituati a sentire con altre elettroniche e potenze può risultare corto su casse da pavimento. Inoltre il gioco degli abbinamenti a volte riserva più di una sorpresa. Se una cosa non convince meglio cambiarla subito, penso che in un negozio debbano arrivarci.

 

Non credo comunque alla teoria che sia tagliato per certi generi, un diffusore deve suonare bene su tutti i generi e anche la classica ha esigenza degli stessi parametri (se non peggio) di altri generi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
homesick
Non le conosco, pero' prima di emettere un giudizio sarebbe opportuno sentirle con almeno un paio di amplificazioni diverse. Spesso l'amplificazione condiziona molto il risultato.


Ok ma se le ha sentite in negozio.....il negoziante è talmente coglione da fargliele sentire con l'amplificatore peggiore?Non credo proprio.Secondo me non sono casse che vanno bene con tutti i generi , men che meno con rock o bluesLe hanno chiamate Mozart e Beethoven non credo a casoNon conosco il negoziante , ma spesso nei negozi ti fanno sentire quello che vogliono/devono vendere non l'abbinamento migliore.Il top lo si raggiunge alle fiere di settore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alerosso10

40 watt di amplificazione con le Vienna sono un pò pochi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Le vienna vogliono watt e un bell'ampli bello controreazionato per fermare il loro basso esuberante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Non conosco le Mozart ma le.più grandi Beethoven.Il mio amico che le aveva dovette vendere.un Mc 6300 perchè non gliela faceva passando altri ab ben più muscolosi.Nella stessa stanza , stessa catena un ragazzo che era venuto per prendere delle heresy III si era portato dietro un Lector ibrido da 40 watt e ad un certo punto chiese di poter sentire anche le Vienna.Il basso era completamente fuori controllo e bum bum come racconta Sie.Poi ci sta che anche bene accompagnate non siano il suono che si cerca , ma non sono diffusori squilibrati , semmai troppo perfettini per i miei gusti , ma a me piacciono i cassoni d'antan.
+1 anche per me è così, non sono siarmonici,probabile amplificazione non adeguata.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il lavardin con 45w è assolutamente inadeguato per le mozart, porta in negozio il tuo NuVista da 200w e poi ne riparliamo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Quel lavardin.

É a valvole ?

Scusate, non conosco!?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

E' uno stato solido, niente valvole, molto raffinato ma con 45w assolutamente inadeguato per le Vienna. Se vuoi farti un idea di quelle casse devi usare almeno 100w tosti, ripeto il consiglio di portare in negozio il tuo ampli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
titano62

Io ho Beethoven baby, ampli Sugden A21 SE in un ambiente piccolo di cica 16 metri quadrati, quindi poco più di 50 cm dietro ai diffusori. Quando le presi cambiai i cavi di potenza con dei Nordost. Il basso é sicuramente importante e ben presente, però gli tutti gli amici che sono venuti a sentire sono sempre stati colpiti più dalle voci, dalla limpidezza e dall'estensione in alto. Con l'analogico, per me, danno il meglio. Ah sì, ascolto pochissima classica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

ok, opuò benissimo essere, io mica volevo declinare TUTTE le "Vienna Acoustics".....

io parlavo di quel modello lì, in quella configurazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.462
    Discussioni Totali
    5.881.475
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×