Vai al contenuto

ferroattivo

Suono CD di ultima generazione

Messaggi raccomandati

ferroattivo

Da diversi anni molti nuovi CD sono maggiormente caricati in gamma mediobassa, cosa ne pensate ?

Saluti

Guerino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rossano.Marche

Al dire il vero per me è l'esatto contrario.

Poi magari mi sbaglio boh.. O:-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
silviomecca
Al dire il vero per me è l'esatto contrario.Poi magari mi sbaglio boh.. O:-)
e certo te con le Maggies quali bassi vorresti sentire?

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il digitale ha fatto un po' di passi in avanti e suona meglio di quanto non facesse prima.

Naturalmente c'è digitale di pregio ed economico .

Ma che tutti siano corposi sul medio basso non direi proprio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo
Il digitale ha fatto un po' di passi in avanti e suona meglio di quanto non facesse prima.

Naturalmente c'è digitale di pregio ed economico .

Ma che tutti siano corposi sul medio basso non direi proprio.

 


 

È vero, il digitale è migliorato, ho scritto molti CD hanno una gamma mediobassa più pronunciata, non tutti. Secondo gli esperti del settore, questo per favorire l'ascolto in cuffia che ha raggiunto una buona fetta di mercato. Ascolto anche il vinile, e il mio EMT 948 con TDS 15 non è povero di gamma mediobassa, ma su diversi CD la gamma mediobassa è tale da far sembrare il vinile quello più lineare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
piergiorgio
Da diversi anni molti nuovi CD sono maggiormente caricati in gamma mediobassa, cosa ne pensate ?

Saluti

Guerino

 

non direi, dipende dalla filosofia della casa.

piuttosto guarderei a come sono *equalizzati* i cd intesi come supporto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

Dipende dal genere, dalla Casa produttrice, dallo stesso artista ecc..

In generale trovo le registrazioni pop/rock su cd più compresse, più spinte sui registri alti, ma anche più lineari e dinamiche nel jazz e nella classica.

Per quanto riguarda i lettori o i chip di conversione credo che abbiano fatto un bel passo in avanti rispetto 20 anni fa, oggi anche un bluray da 300 euro suona bene..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Non noto differenze generalizzabili nei cd e non credo che il digitale ( inteso nel senso lettori, convertitori) sia migliorato significativamente negli ultimi anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado

Ma si parla di cd come supporto o come lettori?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

Il 3ad è sui Cd, come supporto, ma la lettura passa dai convertitori per cui non si può fare a meno di citare anche i dac moderni e passati

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eduardo

Relativamente a rock, blues, e collegati, trovo che ci sia una sempre maggiore compressione.

Non e'  questione di bande di frequenze piu'  o meno pronunciate,  e'  che bisogna accettare di scendere a pesanti compromessi con le proprie orecchie.
Ma tant'e' ............ 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.369
    Discussioni Totali
    5.878.898
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×