Jump to content
Melius Club

magocinzio

Base antirinculo per diffusori "Extrema Voice" by Di Prinzio

Recommended Posts

fabiodeluca

Qualcuno sa dove è possibile trovare il prezzo delle basi 40x60 e l'altezza complessiva delle basi montate (non ho capito se hanno piedini)?...

 

Grazie

Fabio

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
magocinzio
Qualcuno sa dove è possibile trovare il prezzo delle basi 40x60 e l'altezza complessiva delle basi montate (non ho capito se hanno piedini)?...GrazieFabio
Le basi sono alte circa 5 cm. e sono comprese di 4 punte, non troppo accuminate. Io sul parquet non ho neanche messo le sottopunte ( non fornite)... per il resto chiama Di Prinzio

Pasq

Share this post


Link to post
Share on other sites
procino@plurima.it

Di che materiale son fatte. Quanto pesano?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sfabr64

Ho provato più volte, funzionano...

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye
Ho provato più volte, funzionano...
con le tue D38? Avevi le Soundcare prima?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sfabr64

Non con le mie, ma da Di Prinzio, in più riprese, con Fostex, Tannoy Canterbury e Turnberry :)

Le prenderò, appena terminata una serie di upgrade, cavi alim, cavi potenza e valvole del pre...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Quindi le quattro piastre sono uguali, messe sovrapposte speculari a due a due con interposte quattro sfere in acciaio alloggiate a scelta nelle fresature longitudinali o trasversali in modo da dare la possibilità di scorrere per qualche centimetro in un senso o nell'altro. Sulle piastre inferiori si avvitano quattro punte da appoggiare al pavimento.

Se uno ha delle casse da pavimento, le appoggia direttamente sul "sandwich" così composto, senza utilizzare le punte originali delle casse stesse. 
Ho capito bene?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

..... Piedini? Non erano punte quelle da rivolgere verso il pavimento?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
Dopo averle tolte ho capito tutto!

Secondo me Mino ha escogitato un modo per inserire qualche chip che va ad interagire con il crossover!

Perchè se le togli le casse non funzionano più.

Sembra che siano rotte.

Io sapete quanto sia disilluso su certe cose, frequento questa sezione solo di passaggio, ho ottimi cavi ma non sono un cavofilo, io anzi sono pure scettico se vogliamo.

Eppure queste basi accidenti se fanno la differenza!

Confermo quanto detto da altri, ma è riduttivo dire in che cosa vanno meglio.

Insomma è come aver semplicemnte tolto un velo, ma di quelli pesanti!

I diffusori spariscono e l'mmagine si stagli con una precisione pazzesca.

Un avvertenza, brani ricchi di bassi risultano perfetti e incredibilmente scansionati. ma brani leggeri, risultano ancor più leggeri, manca tutta quella porcheria che li faceva sembrare più corposi, ma che ra solo distorsione o non so, ma il risultato è che capisci che quello è quello che è inciso e non quello che ascoltavi prima.

Una menzione particolare ai dettagli, pazzesco come si rendano evidenti!

Insomma un plauso a Mino e che viva in eterno se ci dona queste meraviglie

 

Posso confermare!

Sono stato rapito anche io da questa soluzione.

Bravo davvero a MIno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto De Filippo
...40x30 ... come le mie... Roberto, poi vedere il mio diffusore completo di base cliccando sui link del mio primo e secondo post... immagina la base  senza le colonnine e il diffusore sopra. 
Grazie mille, ora capisco il funzionamento delle basi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Approssimativamente che diametro hanno le sfere? Posizionandole nelle fresature della stessa direzione, non c'è il rischio che il minimo tocco fa spostare i diffusori appoggiati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Variable

20mm.

No, se sono in bolla, non si spostano da soli, bisogna spingerli. la resistenza allo spostamento è maggiore con diffusori di peso maggiore. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye
Non con le mie, ma da Di Prinzio, in più riprese, con Fostex, Tannoy Canterbury e Turnberry :)

Le prenderò, appena terminata una serie di upgrade, cavi alim, cavi potenza e valvole del pre...

Ok....aspetterò allora le tue impressioni.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Siccome l'argomento mi interessa molto, ho guardato sul sito di Di Prinzio ma non ho trovato nulla....

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
Proprio vero che pulire la parte bassa restituisce una gamma media ed alta di maggior qualità!

 

si prendano cavi vuoti in basso  :))

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

Come qualcuno di voi saprà, non sono un frequentatore di questa sezione......né un amante dei mille mila "necessori" immersi nelle sacre acque del Gange.....

Tuttavia, per onestà intellettuale, voglio rendere testimonianza sulla assoluta bontà di queste basi studiate e realizzate dall'ottimo Mino Di Prinzio.

Mino mi parló tempo fa di queste basi ma, ben conoscendo l'incontenibile passione del Nostro, non ci detti molto peso. Si tratta, pensai, di una delle tante alternative per posizionare i diffusori in ambiente......Un ascolto veloce....non mi permise di fare valutazioni oggettive.

Successivamente, complice una mattinata tranquilla, ho avuto modo di ricredermi. Le basi funzionano, eccome!

I diffusori sottoposti al "trattamento" sono stati una coppia di Tannoy Turnberry, posizionate in uno spazio a loro congruo e pilotate da uno dei consueti sistemi top presenti in negozio.

La prova non é stata fatta "prima senza" e "poi con", ma esattamente al contrario.

Dopo aver ascoltato e riascoltato attentamente una serie di brani (oltretutto ben noti)......le basi sono state tolte...

Ebbene....il "furto" non é stato indolore....La prima evidenza é stata quella di una compressione al centro di tutto il fronte sonoro, di una costrizione sia in senso della sua ampiezza che della sua profondità. Ma non solo. La gamma bassa, prima frenata e ben articolata, appariva poi più "gommosa" e meno intelleggibile nelle sue variazioni di intensità. Il pianoforte, prima materico e arioso, perdeva di "percussività" e le note piú acute perdevano di smalto. Stessa cosa per le voci che, senza la base accoppiante/disaccoppiante si palesavano meno focalizzate e meno naturali.

I diffusori suonano dunque male senza le basi?? No, assolutamente. Ma una cosa é certa. Con le basi suonano meglio, sia dal punto di vista del palcoscenico sia dal punto di vista puramente timbrico. Non é un cambiamento "miracoloso" ma un "qualcosa" che asseconda la qualità del duffusore e lo fa esprimere al meglio. D'altra parte tutti noi sappiamo quanto sia importante installare correttamente un diffusore in ambiente. Nessuno, ad esempio, puó negare i benefici che tanti diffusori di alta scuola traggono dal posizionamento su opportuni supporti.

In fondo si parla di cinetica, non di magia....

Un complimento all'ideatore...

Share this post


Link to post
Share on other sites
procino@plurima.it

Si è parlato di altezza di 5 cm praticamente quanto è spesso ogni strato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
magocinzio
Si è parlato di altezza di 5 cm praticamente quanto è spesso ogni strato?
1 cm.

Pasq

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

Si tratta di antisismica certificata o è tutta una bufala?

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado

E allora il titolo va cambiato.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

non ho avuto modo di leggere tutto anzi direi poco, 4 pagine di discussioni mi hanno fatto pensare fosse vera la cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gsxf65

Perdonatemi...allora due piastre in alluminio: la prima con sotto delle punte, tra le due, quattro sfere in acciaio, giusto? Cosa cambia con chi usa delle sfere sotto i diffusori come faccio io?

Share this post


Link to post
Share on other sites
marino 29

Anche queste, possono andare solo avanti e indietro o da destra a sinistra, per avere il movimento sui 4 punti servono supporti tipo gli omicron!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

La combinazione dei diversi materiali uniti a sandwich, penso abbia una funzione isolante e dissipatrice

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276

Eppure proprio questo avanti /indietro non mi convince. Non sono un fisico ma....azione-reazione...

Non si dovrebbe cercare di far muovere solo l'altoparlante?

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
Io non sono un tecnico e sinceramente non ci acchiappo niente, ma secondo me è proprio il fatto di poter andare avanti e indietro e non a destra e sinistra il loro gran funzionamento.

Io non ho usato mai altre basi per cui non posso fare paragoni, ma se esistesse qualcosa di meglio sarei disposto a qualsiasi sacrificio.Io stento ancora a credere a cosa sono capaci di fare. Mai avurto un simile miglioramento così evidente.


ritengo che esista qualcosa di meglio, ne ho già parlato, penso che sia molto importante disaccoppiare anche dal pavimento, in questo video si spiega il perché, lo trovo abbastanza convincentehttp://www.townshendaudio.com/hi-fi-home-cinema-equipment-vibration-isolation/hi-fi-home-cinema-vibration-isolation-speaker-podiums/È chiaro che ciascuno porta acqua al suo mulino e Max Townshend non fa eccezione, ma due cose sono sicure e cioè che il Townshend seismic (qui si che ci sta bene) podium è di gran lunga il sistema migliore che io abbia mai provato sotto i diffusori e che qualunque apparecchiatura che debba lavorare con una certa precisione è meglio che sia disaccoppiata dal pavimento. Esempio banale: la membrana di un tweeter si può spostare di appena 0.01 micron emettendo suoni. Ebbene, il rumore di fondo sismico della terra va da 1 a 10 micron, cioè dalle 100 alle 1000 volte maggiore. Certo, costa molto e si vive bene anche senza, ma se è vero che sei alla ricerca del massimo, fossi in te una provina la farei.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
Io non sono un tecnico e sinceramente non ci acchiappo niente, ma secondo me è proprio il fatto di poter andare avanti e indietro e non a destra e sinistra il loro gran funzionamento.

Io non ho usato mai altre basi per cui non posso fare paragoni, ma se esistesse qualcosa di meglio sarei disposto a qualsiasi sacrificio.Io stento ancora a credere a cosa sono capaci di fare. Mai avurto un simile miglioramento così evidente.

ritengo che esista qualcosa di meglio, ne ho già parlato, penso che sia molto importante disaccoppiare anche dal pavimento, in questo video si spiega il perché, lo trovo abbastanza convincentehttp://www.townshendaudio.com/hi-fi-home-cinema-equipment-vibration-isolation/hi-fi-home-cinema-vibration-isolation-speaker-podiums/È chiaro che ciascuno porta acqua al suo mulino e Max Townshend non fa eccezione, ma due cose sono sicure e cioè che il Townshend seismic (qui si che ci sta bene) podium è di gran lunga il sistema migliore che io abbia mai provato sotto i diffusori e che qualunque apparecchiatura che debba lavorare con una certa precisione è meglio che sia disaccoppiata dal pavimento. Esempio banale: la membrana di un tweeter si può spostare di appena 0.01 micron emettendo suoni. Ebbene, il rumore di fondo sismico della terra va da 1 a 10 micron, cioè dalle 100 alle 1000 volte maggiore. Certo, costa molto e si vive bene anche senza, ma se è vero che sei alla ricerca del massimo, fossi in te una provina la farei.

Ma tu la base di Mino l'hai provata?
no, pensavo fosse chiaro

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
Allora perché ne parli?

 


 

 

 

Perché pensavo di farti un favore, rispondendo al tuo appello

 

Sei tu che sei disposto a fare qualsiasi sacrificio per avere il meglio e secondo me la Townshend è il meglio.

Posso sbagliarmi.

 

Non penserai che abbia provato tutti i centinaia di sistemi alternativi che esistono, spero. La tua è solo uno o dei tanti sistemi che non ho provato. Tanti altri invece li ho provati. Esprimo un'opinione e credo che sia attendibile.

 

Non è una gara a chi arriva uno. È un forum e ciascuno se vuole mette a disposizione la propria esperienza.

 

 

Detto questo, il razionale tecnico che c'è sotto la Townshend mi convince molto di più. Il razionale tecnico della tua aspetto ancora di leggerlo da qualche parte.

 

Se poi capiterà l'occasione la proverò con piacere, non dubito che migliori il suono e sono contento per te.

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Buonasera a tutti,

sono nuovo del forum però vi seguo da sempre. Io personalmente sono molto soddisfatto delle mie Opera Quinta SE, pilotate dal Norma Revo IPA 140 e lettore CD Norma.

Mesi fa da Mino ebbi modo di ascoltare l'integrato Lebel e una coppia di diffusori Graham LS5/8 con le basi di Mino; fui molto colpito. Qualche settimana fa sono tornato da Mino, che è stato così gentile da farmele provare nel mio ambiente di ascolto. Il risultato è stato evidente, con le mie Opera che si sono trasformate: scena più aperta e definizione a volontà, infatti alla fine le ho acquistate.

Personalmente le consiglio vivamente.

Saluti

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
Eppure proprio questo avanti /indietro non mi convince. Non sono un fisico ma....azione-reazione...

Non si dovrebbe cercare di far muovere solo l'altoparlante?

 

la scena sonora mi da da pensare con tutto quell'avanti e indietro............ubriacante.  X_X

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294020
    Total Topics
    6392602
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy