Vai al contenuto

medio

Lettore integrato o meccanica/dac?

Messaggi raccomandati

medio

Ciao a tutti, secondo voi, a livello di qualità sonora, cosa dovrei aspettarmi se sostituissi il lettore MCD201 con una meccanica MCD751 da collegare al dac D100?

Premetto che il lettore è perfetto e non ha nessun problema di meccanica, sarebbe dunque un puro cambio per upgrade.

Grazie, Alberto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra

In linea di principio dovresti ottenere un miglioramento ma.....

Il 201 ha una musicalità particolare. il D100/150 ha la classica sonorità Sabre, quindi non so se il risultato finale potrebbe piacerti.
Inoltre, per esperienza diretta, il miglior collegamento da utilizzare, tra meccanica e convertitore, è quello AES/EBU. Purtroppo il D100 ne è sprovvisto. quindi, qualora il 751 avesse questa uscita digitale bilanciata, ti suggerirei di trovare un dac con questo ingresso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Monisi

Vincenzo ci dici qualcosa sulla sonorità Sabre, secondo te? Io ce li ho sull'oppo 105 , mentre penso che nel 301 vi siano dei burr brown..

Cari saluti e grazie!

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
medio

Mi intrometto io....... per la mia esperienza, il chip ha una limitata importanza sul risultato finale.

Non fraintendetemi subito: i problemi sono due, come viene implementato nel circuito e -sopratutto- la qualità dello stato finale di uscita.
Ci sono cd/dac di dieci o venti anni fa con una musicalità impressionante anche con chip super-datati, mentre -come ben sappiamo- ci sono dac con sabre di ultimissima generazione che costano 50 euro o poco più..... con risultati proporzionali al costo.
Il chip codifica le informazioni, ed ovviamente più ce ne sono meglio è.... diciamo che il problema del digitale è a valle....... incide molto di più (e costa molto di più) uno stadio analogico di uscita ben fatto e ben suonante.
Ciao, Alberto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra
Vincenzo ci dici qualcosa sulla sonorità Sabre, secondo te? Io ce li ho sull'oppo 105 , mentre penso che nel 301 vi siano dei burr brown..

Cari saluti e grazie!

Roberto

 

Ti faccio un confronto più articolato: il suono dei BB è, mediamente, più rotondo e contrastato dinamicamente rispetto al Sabre. Quest'ultimo, di solito, suona lievemente più asciutto e analitico. Quello che ho scritto va inteso "in media" perchè, anche nella famiglia dei Sabre ci sono evidenti differenze all'ascolto. Ad esempio il 9006 suona ben differente dal 9016. Poi, come diceva alberto, non è solo il chip a fare il suono della macchina. Il confronto tra MCD1100 e D1100, di cui alla mia recensione del dac, ha mostrato inequivocabilmente che a parità di chip la differenza la fa l'alimentazione della macchina. Quindi, avere meccanica e dac separato sarebbe la soluzione migliore in assoluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra

p.s. l'alimentazione di una macchina digitale è l'elemento più importante in assoluto. Non serve a nulla montare il chip più performante del momento se poi il dac è alimentato con un trasformatore a switching, ad esempio o comunque sottodimensionato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Monisi

@medio e @vignotra

 

Grazie per le vostre precisazioni, sono anch'io d'accordo sul fatto che pare che la qualità degli stadi finali di uscita (insieme ad altre caratteristiche costruttive e progettuali del DAC), sia piú determinante rispetto alla presemza di un chip di una o altra marca.

Ciò detto, mi interessava comprendere se sabre , BB , wolfson etc.. (e su questo Vincenzo ci ha risposto) possano avere delle "voci" sonore caratteristiche.

Nel mio piccolo, avevo messo a confronto l'oppo con il mcd 301 ascoltando un cd shm platinum (Bill Evans , pare sia preso da master) e sia io che la persona che ascoltava con me non avevamo dubbi circa la preminenza del McIntosh.

In parte mi ritrovo anche nelle descrizioni che ne ha fatto Vincenzo circa il "carattere" sonoro dei due, ma c'è da dire che sono anche lettori di classe costruttiva differente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra

Gli Oppo sono belle macchine ma...più multiruolo che votate alla musica. Durante un confronto tra diversi lettori audiovideo mi sembrò che l'Oppo (il 105) nonostante montasse gli stessi convertitori del MVP891, mancasse di dinamica, di spinta. Ho sempre pensato che ciò dipendesse dalla alimentazione. Non è solo negli amplificatori che conta la sezione di alimentazione ma, a quanto pare, ancor di più nelle sorgenti digitali, pc compresi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.444
    Discussioni Totali
    5.880.890
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×