Vai al contenuto

rock56

[Giradischi Garrard ] set-up braccio "pantografo"

Messaggi raccomandati

rock56

Visto che mio padre erano anni che non lo usava e io mi sono stufato di cambiare testine.....ho pensato di rimetterlo in funzione!

Sto parlando del mio vecchio "Garrard Zero 100SB" che avevo acquistato nei primi anni '70.

Monta il braccio a "pantografo" (vedi foto sotto) e siccome non l'ho mai settato chiedo a chi lo conosce alcune delucidazioni....

1) Per allineare la testina serve la classica dima a due punti? se non sbaglio l'overhang dovrebbe essere a zero in quanto so che funziona come un "tangenziale" ma non posso verificarlo in quanto la corsa non mi permette di verificarlo (il braccio si ferma appena a fianco della label del disco).

2) l'antiskating come si regola? c'è la scala graduata ma non capisco come si regola, e prima di andare a muovere qualcosa chiedo per non fare danni....

3) l'altezza del braccio non è regolabile, giusto? (o ci sono viti nascoste?)

4) il telaio non è fisso, ma semi-rigido come si mette in bolla? si deve regolare di sotto? aprire il tutto? :(

Grazie in anticipo a Tutti!24fidc6.jpg257i1jk.jpg260prmb.jpg2yy9zdy.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Maurizio, credo che sia semplice: dato che il braccio si comporta come un tangenziale, la testina andrà montata in asse alla shell e per l' overhang basterà regolare alla mezzeria del piatto, quindi alla proiezione del centro del perno; non credo che vada regolata come in un braccio tradizionale ma come in un tangenziale

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

La mezzeria non è facile trovarla, il braccio non arriva al centro....

Però guardando meglio mi sono accorto che le viti si avvitano dal di sotto, in pratica mi sa che sia un punto "obbligato".

Quando sviterò la testina montata vedrò se c'è una regolazione fine dell'orientamento.

al limite mi disegno una dima con una retta (tipo raggio del cerchio): la posiziono sotto allo stilo e vedo se andando al centro rimane sulla retta....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Credo non sia possibile che rimanga sulla retta dato che comunque si tratta di un braccio imperniato, a meno che non sia il pantografo a riuscirci... prova!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

provato adesso: non è una retta, è un raggio.... (è come dici: è sempre un braccio imperniato)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

Con la dima a due punti però risulta allineata, quindi suppongo che funzioni così. (la testina è ancora quella montata di serie da allora) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

Ho guardato sotto con uno specchietto: sembra che le viti siano su di una staffa che si regola in lunghezza, il problema sarà svitare/vitare: ci vuole un cacciavite a 90 gradi per passare sotto....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
v15

Maurizio...forse e' l'ora di passare al cd! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo
lo shell del gararar zero 10 ha una slitta propritaria su cui si monta la testina, scarica il manule da vynil engine così avrai chiaroi come si fa (e come si regola tutto il resto) Teoricamente non sarebbe necessario nessun settaggio particolare, in realtà so che all'epoca la garard forniva una dima ma non l'ho mai vista in giro (e dire tra garrard 0100 e gt55p a casa ma ne son passati almeno 4).
ps diseite ne avevo un po, ma le ho regalatr qwado oi dao via i gira, una volta si torvavano su ebay uk intorno ai 10 euro adesso non so

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
liboize
 in realtà so che all'epoca la garard forniva una dima ma non l'ho mai vista in giro

Esatto : era una dima in plastica trasparente da inserire sul portatestina con una croce nella parte anteriore dove far coincidere la puntina in fase di regolazione .

Avevo anch'io uno Zero 100 ma a puleggia e che ho regalato a un amico un paio d'anni fa .

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Esatto: non è un vero tangenziale ma "funge da"... quanto bene poi non so!   :-?

 

Controlla bene i giochi del cinematismo della shell che mi pare sia un po' il tallone d' achille di quel braccio: tendono con l' usura a lascarsi!   ;)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
Maurizio...forse e' l'ora di passare al cd! :P
ci ho provato, ma non sono riuscito a montare la testina....

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pserci

No dissento cari colleghi.

Quel braccio fa si che lo stilo, opportunamente "dimato" si trovi sempre tangenziale al solco. 

garrard_zero_draw400arrow.gif

Basta osservare come funziona. Per i tempi un progetto geniale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
Esatto: non è un vero tangenziale ma "funge da"... quanto bene poi non so!   :-?

 

Controlla bene i giochi del cinematismo della shell che mi pare sia un po' il tallone d' achille di quel braccio: tendono con l' usura a lascarsi!   ;)

a dire il vero è stato usato molto poco: dei giochi ne vedo, ma da quello che mi ricordo ci sono sempre stati.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
lo shell del gararar zero 10 ha una slitta propritaria su cui si monta la testina, scarica il manule da vynil engine così avrai chiaroi come si fa (e come si regola tutto il resto) Teoricamente non sarebbe necessario nessun settaggio particolare, in realtà so che all'epoca la garard forniva una dima ma non l'ho mai vista in giro (e dire tra garrard 0100 e gt55p a casa ma ne son passati almeno 4).
ps diseite ne avevo un po, ma le ho regalatr qwado oi dao via i gira, una volta si torvavano su ebay uk intorno ai 10 euro adesso non so
Grazie del suggerimento, vado a vedere!
La dima non l'ho mai avuta: me lo hanno venduto senza nulla, a quei tempi manco sapevo cos'era una dima..... Adesso che lo so provo a cercarla....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ab1058

Il problema, visto su quelli che son passati da me, non sta tanto nello shell, ma nel braccio, specialmente nelle sue aricolazini.

 

Mai visto nulla di così ballerino, impreciso e con tolleranze assurde.

Gran bella idea ma mal riuscita probabilmente per problemi di costi e tecnologia disponibile all'epoca.

 

Molto affascinante e basta secondo me. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

solo un po' ballerino, solo di un millimetro! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
poeta_m1

Quale massa possiede quel braccio, per curiosità?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

sul manuale non ci sono le caratteristiche....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

...sembra funzioni, ha un leggero rumore di fondo.... adesso lo lascio girare a vuoto per un po' di ore.... Quella Shure che forza d'appoggio devo mettere? 2gr.? 16ber77.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

Per cambiare la cinghia devo smontare prima il perno fissato con le tre viti, giusto? Dallo "sparato" scaricato da vinylengine mi sembra di si. Suppongo sia la cinghia che fa rumore, è costante ad ogni giro: sicuramente è deformata perché troppo tempo ferma in quel punto....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Cinghia "dura" perchè vecchia e deformata, quindi da cambiare; certamente avrai controllato la lubrificazione del perno, ma se non lo hai fatto devi farlo, poi andranno pure controllati i vari ruotismi interni e il grasso che si sarà solidificato con gli anni!

Due grammi per quella testina credo che sia il peso corretto

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pserci

Comunque quel giradischi non è un campione di silenziosità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
Cinghia "dura" perchè vecchia e deformata, quindi da cambiare; certamente avrai controllato la lubrificazione del perno, ma se non lo hai fatto devi farlo, poi andranno pure controllati i vari ruotismi interni e il grasso che si sarà solidificato con gli anni!
Due grammi per quella testina credo che sia il peso corretto

infatti oggi devo aprirlo e fare un po' di manutenzione....

grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
Comunque quel giradischi non è un campione di silenziosità.

mi auguro che sparisca un po', altrimenti..... altro gira! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

Puliti perno, cuscinetto e bronzina del piatto e nuova lubrificazione. Cambiato la cinghia e il miglioramento c'è stato..... Rimane il ronzio di fondo: manca il cavo di massa del braccio (GND). In uscita c'è un attacco DIN a cui ho messo un adattatore per cavo RCA: da dove prendo il cavo da connettere al GND? Cambio l'adattatore con questo? https://www.amazon.it/Vivanco-3-05-N/dp/B001D69QQE 41SkPXer7zL.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Fai una prova con un filo volante tra la massa dell' ampli e il telaio del giradischi: se il ronzio sparisce attacchi stabilmente il filo al telaio e sei a posto

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pserci

Ma quel giradischi, sotto, non esce con due pin jack interni allo chassis? Il mio è così... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
Ma quel giradischi, sotto, non esce con due pin jack interni allo chassis? Il mio è così... 
Il mio è su chassis "Imperial", da sotto esce un cavo DIN ma non ho guardato dentro come è connesso.
Fai una prova con un filo volante tra la massa dell' ampli e il telaio del giradischi: se il ronzio sparisce attacchi stabilmente il filo al telaio e sei a posto


oggi provo.....Piano piano, con calma arriverò a farlo suonare decentemente? :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.429
    Discussioni Totali
    5.880.371
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×