Vai al contenuto

dral71

Domanda marzulliana su lunghezza cavi.

Messaggi raccomandati

dral71

Quanto incide la lunghezza del cavo di potenza sulla resa finale? 

Mi spiego meglio: le differenze tra un cavo di 4 mt e uno di 1 mt sono significative in termini di ascolto?  Sono tentato di fare la prova perché ho sempre avuto dei cavi di potenza di lunghezza considerevole ed ora invece, avendo optato per due finali mono, ho la possibilità di usare un cavo di 1 mt per ogni diffusore. 

Che faccio, taglio i cavi che ho? O la differenza sarà così insignificante da farmi pentire di aver rovinato i cavi?  Mah!
:-?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado

Che cavi utilizzi?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax
Quanto incide la lunghezza del cavo di potenza sulla resa finale? 

Mi spiego meglio: le differenze tra un cavo di 4 mt e uno di 1 mt sono significative in termini di ascolto?  Sono tentato di fare la prova perché ho sempre avuto dei cavi di potenza di lunghezza considerevole ed ora invece, avendo optato per due finali mono, ho la possibilità di usare un cavo di 1 mt per ogni diffusore. 

Che faccio, taglio i cavi che ho? O la differenza sarà così insignificante da farmi pentire di aver rovinato i cavi?  Mah!
:-?
a parità di sezione più il cavo è corto e meno influisce sul suono, in termini di dinamica, smorzamento ecc.
per cui più corto è meglio è (compatibilmente con le situazioni ambientali)
senza contare che i cavi possono captare i disturbi propagati nell'etere, e se sono lunghi li captano meglio... non a caso aumenta la capacità e l'induttanza

poi esistono casi in cui dei diffusori dal suono secco (nei bassi, come alcuni minidiffusori) trovano beneficio con i cavi lunghi perché lo smorzamento diminuisce... ma non è normale guarire una malattia con un espediente del genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

dipende, c'è un 3ad di un utente che ha risolto i suoi prblemi con cavi lunghi (esageratament elunghi) ew seziioni picole. Non essite una regola generale,il cavo contibuisce ad adattare impedenza del diffusore e del finale tra di lor impinati divers9i avranno esigenze diverse

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imaginator

In naim per i loro prodotti classic consigliano lunghezze da 3,5 metri, ma preferibilmente da 5 a 7 metri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.
In naim per i loro prodotti classic consigliano lunghezze da 3,5 metri, ma preferibilmente da 5 a 7 metri.

 

Lì c'è una "magagna" tecnica insita nella progettazione dei loro (passati) amplificatori... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

Il "giusto" 2,5 mt secondo me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giocec
Il "giusto" 2,5 mt secondo me.
 Come i miei, per forza .... c'è una libreria in mezzo!

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
In naim per i loro prodotti classic consigliano lunghezze da 3,5 metri, ma preferibilmente da 5 a 7 metri.

 

Lì c'è una "magagna" tecnica insita nella progettazione dei loro (passati) amplificatori... ;)

 

Non c'è nessuna magagna...è che non c'è la rete di zobel, come negli attuali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.

Cano, la rete di zobel non si toglie se l'amplificatore non è più che stabile. E non si mette per gli stessi motivi!

La vecchia e la nuova produzione di prodotti Naim hanno progetti differenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Nei manuali degli amplificatori in genere consigliano semplicemente di utilizzare cavi di generoso spessore con il crescere della distanza ampli/diffusori. Io viaggio sui 5 metri per cassa. Ho anche provato a fare il fighetto, posizionando le elettroniche fra i diffusori. L'utilizzo di un paio di "mozziconi" di cavo al posto di un generoso metraggio non mi cambia assolutamente nulla, in compenso peggiora la scena e la pulizia timbrica. Lo stereo piazzato fra le casse fará tanto Top Audio, ma tutto quel metallo parcheggiato in mezzo ai diffusori non giova certo all'acustica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
Cano, la rete di zobel non si toglie se l'amplificatore non è più che stabile. E non si mette per gli stessi motivi!

La vecchia e la nuova produzione di prodotti Naim hanno progetti differenti.

 

clacla rete di zobel viene in pratica sostituita dal cavo di potenza...naim non è l'unico caso

Nella maggior parte degli ampli la zobel c'è...solo che se poi servono cavi lunghi si hanno in pratica 2 reti di zobel...e di buono non portano nulla

 

Cosa ci sarebbe di diverso negli ampli naim di oggi? Visto che neanche loro hanno la rete di zobel...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

@dadox Se avessi lo spazio, l' ideale sarebbe avere solo il finale fra i diffusori collegato però in xlr col pre....ma ho limitato i danni avendo conprato l' anno acorso dei mobiletti ultrabassi.Gli altoparlanti sono a quote molto, ma molto più alte.... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Eh, prima di tutto bisognerebbe avere anche le prese xlr sulle elettroniche. Comunque ho provato con cavi corti e/o lunghi, nessuna differenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye
Eh, prima di tutto bisognerebbe avere anche le prese xlr sulle elettroniche. Comunque ho provato con cavi corti e/o lunghi, nessuna differenza.
i miei ARC le hanno...oltre 1,5 mt non compretei mai un rca

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Resta il fatto comunque che l'impianto non dovrebbe stare fra i diffusori. Perlomeno, da me appurato che fra le casse non dovrebbe esserci metallo di mezzo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye
Resta il fatto comunque che l'impianto non dovrebbe stare fra i diffusori. Perlomeno, da me appurato che fra le casse non dovrebbe esserci metallo di mezzo...
lo so...qualche compromesso abitativo purtroppo l'abbiamo quasi tutti

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

Il mio è un cesso. ~X(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dral71

Dopo alcune prove con due mozziconi di cavo per fare il fighetto con i finali a terra vicino alle casse, che casse non sono, ho solo appurato che contrariamente alla convinzione di molti, ed anche la mia, cavo corto non è sempre sinonimo di miglior soluzione. Nonostante i due cavi corti fossero economicamente superiori ai lunghi (e non di poco) il parametro che più mi interessa ovvero la materialità delle basse frequenze anche a basso volume si riduce drasticamente. Da quello che "ho capito "(?) la lunghezza elevata, in questo caso oltre 5 mt "peggiora" lo smorzamento complessivo del sistema ampli cavi casse e quindi, nel mio caso con le Maggies, migliora il corpo sui bassi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

è come con i cavalli, briglia lunga o briglia corta dipendono dal cavallo. I cavi sono una componente del sistema, ogni sistema ha esigenze differenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PietroPDP

Infatti io quando sento che il cavo più corto è e meglio è mi metto a ridere, lo è solo per il portafoglio.

Dipende dal sistema.

Su uno può andare da 2 m, su uno da 3, su uno da 4, non ci sono leggi.

Capisco pure che le prove si possono fare con cavi a metraggio da pochi Euro che lasciano il tempo che trovano, di davi costosi dove trovi le diverse lunghezze ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo
prendi un cavo costoso lungo, fai una prova, poi lo tagli in due fai una seconda prova, poi lo dimezzi ancora e fai una terza prova, il guaio è se poi ti piace quello più lungo
sembra una battura m non lo è. anni fa presi unica coppia di cardas helink five c di potenza da quasi 5 metri, ad un prezzo molto conveniente (era un periodo in cui i cardas erano fuori moda e si trovavano senza svenarsi)li feci provare ad un amico a cui piacquero molt (dopo averli provati con ottimi risultati anche da me), trattandosi di un cavo troppo lungo per entrambi, decidemmo di tagliarlo ricavandone de copie da poco meno di 2,5 metri, cosa che facemmo mentre la gentile signora dei mio amico preparava la cena, approfittando della presenza del mitico oscar. Fortunatamente il cavo corto piaccque asai di più di quello lungo e anxche a casa mia ebbi la stessa impressione, anto è veroche quel cardas sta ancora da me

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

Di norma si usano infatti lunghi 2,5  max 3 metri...oltre che senso ha?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

ho avuto cavi da 12 metri, stuazione logistica obbligata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.
Infatti io quando sento che il cavo più corto è e meglio è mi metto a ridere, lo è solo per il portafoglio.

Dipende dal sistema.

Su uno può andare da 2 m, su uno da 3, su uno da 4, non ci sono leggi.

Capisco pure che le prove si possono fare con cavi a metraggio da pochi Euro che lasciano il tempo che trovano, di davi costosi dove trovi le diverse lunghezze ?

 

Da un punto di vista pratico, si può preferire utilizzare per mille motivi dei cavi lunghi per il miglior interfacciamento con l'impianto. Però, bisogna ricordare che a paritá di cavo quello di lunghezza minore è tecnicamente migliore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il Marietto

Vandersteen consiglia cavi di Potenza i più corti possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dral71
prendi un cavo costoso lungo, fai una prova, poi lo tagli in due fai una seconda prova, poi lo dimezzi ancora e fai una terza prova, il guaio è se poi ti piace quello più lungo
sembra una battura m non lo è. anni fa presi unica coppia di cardas helink five c di potenza da quasi 5 metri, ad un prezzo molto conveniente (era un periodo in cui i cardas erano fuori moda e si trovavano senza svenarsi)li feci provare ad un amico a cui piacquero molt (dopo averli provati con ottimi risultati anche da me), trattandosi di un cavo troppo lungo per entrambi, decidemmo di tagliarlo ricavandone de copie da poco meno di 2,5 metri, cosa che facemmo mentre la gentile signora dei mio amico preparava la cena, approfittando della presenza del mitico oscar. Fortunatamente il cavo corto piaccque asai di più di quello lungo e anxche a casa mia ebbi la stessa impressione, anto è veroche quel cardas sta ancora da me
Probabilmente tra 5 mt e 2,5 mt la differenza di resistenza non modificava eccessivamente la risposta dell'intero sistema ed a questo punto è preferibile il cavo più corto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
Vandersteen consiglia cavi di Potenza i più corti possibile.
....Yba invece cavi di segnale esattamente di 125 cm.  http://www.orologiepassioni.com/listing/skin2/immagini/ass.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dral71

Ho notato ance che con il cavo corto (bassa impedenza) i finali scaldano di più (stiamo parlando di due JR già configurati in mono che pilotano le 3.6).   Probabilmente l'impedenza totale scende troppo....correggetemi se dico stronzate dal punto di vista elettrico....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado
Vandersteen consiglia cavi di Potenza i più corti possibile.
....Yba invece cavi di segnale esattamente di 125 cm.  http://www.orologiepassioni.com/listing/skin2/immagini/ass.gif

Connettori inclusi?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.644
    Discussioni Totali
    5.886.503
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×