Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
xin

Trattamento Sala Dedicata

Messaggi raccomandati

xin

Buongiorno a tutti,sto affrontando lo spinoso argomento del trattamento ambientale della nuova stanza dedicata all'ascolto.

Le dimensioni sono 3,3x5,8x2,7m , chiaramente ho disposto l'impianto sul lato corto e tra i diffusori c'è il tavolo porta elettroniche a 3 ripiani. Ho provato a spostare i diffusori più volte ed ho messo un tappeto 2x3m in lana di fronte ai diffusori, ma temo assorba un po' troppo la gamma bassa.

Che soluzioni adottereste per trattar l'ambiente? Daad + Vulcano, Vicoustic, Art novion, RPG, o altro? a chi vi siete affidati per la progettazione del vs trattamento ambientale?  Vi ringrazio per l'attenzione. Alberto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vittorio58

Alberto, bella richiesta.

Anche io ho cercato consigli sui vari tipi di trattamento acustico soprattutto perchè vi sono due tipologie un pò differenti. Da una parte Acustica applicata con i Tube Traps (prima) e i DAAD e poi vi sono slcune ditte (Oudimmo, Masa acustic, Rpg, Gikacustic ecc. queste le prime che mi vengono in mente). Quindi abbiamo AA con oggetti cilindrici e le altre con pannelli di vario spessore e dimensione.

Anche io mi sono sempre chiesto le differenze all'atto pratico e quali vanno meglio tra queste due tipologie. Gli oggetti di AA li conosco e vanno benissimo però costano abbastanza. I pannelli della concorrenza andranno come i Daad o no? Ho calcolato che un trattamento fatto con Daad e Volcano costa il doppio ed anche di più di un trattamento delle altre ditte che ho citato.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin

Ciao Vittorio, è vero come lo è anche che i Daad si possono spostare e ruotare a seconda dell'esigenza. Acustica Applicata mi pare faccia anche il progetto/preventivo gratuitamente. Tuttavia non vorrei rendere troppo "sordo" o privo di vita il suono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.

In bassa frequenza, i pannelli assorbenti "comuni", realizzati con lastre di pochi centimetri di spessore di materiale assorbente a celle aperte, possono davvero poco. Anzi, per meglio dire, sono del tutto ininfluenti! Cominciano a funzionare in modo efficiente (in relazione al loro spessore) dai 500 Hz a salire.

Per assorbire le basse frequenze servono (come soluzione commerciale pronta all'uso da usare in un normale appartamento) delle trappole acustiche come i tube traps.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

Acustica Applicata mi pare faccia anche il mprogetto/preventivo gratuitamente. Tuttavia non vorrei rendere troppo "sordo" o privo di vita il suono.

I DAAD anche se simili rispetto ai T.T. non asciugano troppo il suono.Io ne ho fatti 2 preventivi gratuiti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao xin. Ottima, intanto, l'intenzione di sistemare acusticamente il tuo ambiente. Difficile dire da qui cosa occorrerebbe. Di certo una misura, prima di tutto. Dici che già un tappeto di lana rende troppo asciutti i bassi: non è che forse il tuo ambiente è troppo riflettente? Comunque, un buon trattamento acustico, studiato e realizzato bene, rende il suono tutt'altro che "sordo o privo di vita". Non immaginare l'intervento come un'attenuazione a tutto campo, pensa piuttosto che, grazie proprio alle misure, alla disposizione dell'impianto ed ai suoi componenti, la ditta che sceglierai sarà in grado di fornirti il materiale necessario a sistemare i tuoi problemi. Il suono non potrà fare altro che migliorare in tutti i suoi aspetti.

Giusto una mia opinione, preferisco un trattamento modulabile, ossia modificabile e/o regolabile finemente nel tempo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo

Alcune cose...

 

  • dei DAAD non pagate solo il prodotto per efficacia ma anche l'estetica, nettamente migliore a differenza di un tube trap.
  • e' vero che un trattamento costa ma la resa è moooooolto più alta rispetto al cambio di qualsiasi pezzo nell'impianto.
  • se si è già speso molto e si vuole risparmiare, basta mettere le mani a sega...colla...e tastiera per studiare, copiare, adattare molti progetti, raggiungendo degni risultati...forse anche migliori con una spesa molto ma molto minore.

io ne so qualcosina...posso testimoniarlo...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison

Acustica Applicata mi pare faccia anche il mprogetto/preventivo gratuitamente. Tuttavia non vorrei rendere troppo "sordo" o privo di vita il suono.

I DAAD anche se simili rispetto ai T.T. non asciugano troppo il suono.Io ne ho fatti 2 preventivi gratuiti...Anzi, lo rendono vivo! Aumentando l'ARTICOLAZIONE, questa sconosciuta...rendono la riproduzione più vivida e piena di dettaglio. Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

 

Anzi, lo rendono vivo! Aumentando l'ARTICOLAZIONE, questa sconosciuta...rendono la riproduzione più vivida e piena di dettaglio.

Salute

Quoto...adesso si trovano anche usati, al contrario di quando li ho comprati io molti anni fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ernesto62

Ho due DAAD 4 , due DAAD 2 e infine 2 Tube Traps quelli originali. I DAAD sono posti agli angoli dietro i diffusori e i T.T. agli angoli dove c'è il divano per le sedute di ascolto. Provati a togliere i DAAD. ... Neanche pochi secondi si devono rimettere subito. Mi trovo in linea con quanto affermato sopra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin
Ciao xin. Ottima, intanto, l'intenzione di sistemare acusticamente il tuo ambiente. Difficile dire da qui cosa occorrerebbe. Di certo una misura, prima di tutto. Dici che già un tappeto di lana rende troppo asciutti i bassi: non è che forse il tuo ambiente è troppo riflettente? Comunque, un buon trattamento acustico, studiato e realizzato bene, rende il suono tutt'altro che "sordo o privo di vita". Non immaginare l'intervento come un'attenuazione a tutto campo, pensa piuttosto che, grazie proprio alle misure, alla disposizione dell'impianto ed ai suoi componenti, la ditta che sceglierai sarà in grado di fornirti il materiale necessario a sistemare i tuoi problemi. Il suono non potrà fare altro che migliorare in tutti i suoi aspetti. Giusto una mia opinione, preferisco un trattamento modulabile, ossia modificabile e/o regolabile finemente nel tempo.


Ciao Paolo ti ringrazio per la risposta articolata ed esaustiva e cercherò di risponder ai tuoi dubbi. Si l'ambiente essendo vuoto è molto riflettente e dalle misure fatte col fonometro e software Acustica Applicata ho rilevato un buco sui 40hz, per poi risalire a 35 e scendere fino a 20hz con attenuazione.

Tutto il resto dello spettro non ha buchi, ma leggeri picchi sinonimo di ambiente riflettente; anch'io sono per qualcosa di modulare poichè se un domani cambio diffusori e/o ho bisogno di correggere qualcosa coi moduli tipo Daad o Tube traps posso intervenire all'istante essendo essi modulari. Ho interpellato Acustica applicata e sono in attesa di un loro preventivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin
Alcune cose...

  • dei DAAD non pagate solo il prodotto per efficacia ma anche l'estetica, nettamente migliore a differenza di un tube trap.
  • e' vero che un trattamento costa ma la resa è moooooolto più alta rispetto al cambio di qualsiasi pezzo nell'impianto.
  • se si è già speso molto e si vuole risparmiare, basta mettere le mani a sega...colla...e tastiera per studiare, copiare, adattare molti progetti, raggiungendo degni risultati...forse anche migliori con una spesa molto ma molto minore.

io ne so qualcosina...posso testimoniarlo...


Ciao @Arnaldo purtroppo non ho tempo e pazienza per costruirmi il tutto. Ho dato un'occhiata al tuo blog... complimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin

Ho avuto anche persone che apprezzano i vulcano e non i Daad, anyway credo che il mio ambiente abbia bisogno di trattamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye
Ho avuto anche persone che apprezzano i vulcano e non i Daad, anyway credo che il mio ambiente abbia bisogno di trattamento.
I volcano come i polifemo sono più versatili, in quanto offrono varie regolazioni, ma credo che tu già ne sei al corrente.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin

Si ma credo agiscano diversamente dai Daad ed acustica applicata tratta ambienti combinando i vari elementi, correggetemi se dico fesserie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye
Si ma credo agiscano diversamente dai Daad ed acustica applicata tratta ambienti combinando i vari elementi, correggetemi se dico fesserie
Dici bene ...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea

Buongiorno a tutti,sto affrontando lo spinoso argomento del trattamento ambientale della nuova stanza dedicata all'ascolto.

Le dimensioni sono 3,3x5,8x2,7m , chiaramente ho disposto l'impianto sul lato corto e tra i diffusori c'è il tavolo porta elettroniche a 3 ripiani. Ho provato a spostare i diffusori più volte ed ho messo un tappeto 2x3m in lana di fronte ai diffusori, ma temo assorba un po' troppo la gamma bassa.

Che soluzioni adottereste per trattar l'ambiente? Daad + Vulcano, Vicoustic, Art novion, RPG, o altro? a chi vi siete affidati per la progettazione del vs trattamento ambientale?  Vi ringrazio per l'attenzione. Alberto.

L'ambiente ha rapporti  sfortunati. In particolare presenta il primo modo assiale a 29 hz edil secondo a 58 relativi alla lunghezza che probabilmente provocanodue picchi nella risposta. Ritengo possibile che tu abbia il punto diascolto a circa 2/3 della sala ed i diffusori nell'intorno del primoterzo, diciamo circa un metro dalla parete retrostante. Permettimi labattuta.... se così fosse ti trovi esattamente seduto sul “buco”.La prima cosa da fare è spostare il punto di ascolto per verificarecome si modifica la risposta. La soluzione migliore dovrebbe esseremettere i diffusori attaccati o quasi alla parete e posizionarsi acirca due metri da loro. Oppure lasciarli dove sono e portare ilpunto di ascolto molto arretrato a circa 1 metro dalla pareteposteriore. Nessun tappeto o tubo credo possa risolvere. Ci vorrebbeuna misura. Usando le misure della sala e presupponendo quello che hoscritto questa è la tua situazione. Attendibile da 60 hz in giù.

 

IMG_20170616_231647.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
Ho avuto anche persone che apprezzano i vulcano e non i Daad, anyway credo che il mio ambiente abbia bisogno di trattamento.
I volcano come i polifemo sono più versatili, in quanto offrono varie regolazioni, ma credo che tu già ne sei al corrente.

 

 

I daad sono degli assorbitori a larga banda e gli altri due sono dei risuonatori.

Sia i daad sia i risuonatori hanno una funzione, quella di ridistribuire energia, togliere questa energia dai "picchi" e rimmetterla nei "buchi".

I primi lo fanno su una parte di spettro più ampio i secondi sono più selettivi.

Salute

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo
Alcune cose...

 

  • dei DAAD non pagate solo il prodotto per efficacia ma anche l'estetica, nettamente migliore a differenza di un tube trap.
  • e' vero che un trattamento costa ma la resa è moooooolto più alta rispetto al cambio di qualsiasi pezzo nell'impianto.
  • se si è già speso molto e si vuole risparmiare, basta mettere le mani a sega...colla...e tastiera per studiare, copiare, adattare molti progetti, raggiungendo degni risultati...forse anche migliori con una spesa molto ma molto minore.

io ne so qualcosina...posso testimoniarlo...

 

Ciao @Arnaldo purtroppo non ho tempo e pazienza per costruirmi il tutto. Ho dato un'occhiata al tuo blog... complimenti!

Anche io vorrei la botte piena e la moglie ubriaca...

se non hai tempo per fatre da solo devi farlo fare ad altri e allora.... fatti i preventivi con AA o altri... l'unica cosa che ti rimane da fare è COMPRARE!

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
marcellomarcello

Ho provato a spostare i diffusori più volte ed ho messo un tappeto 2x3m in lana di fronte ai diffusori, ma temo assorba un po' troppo la gamma bassa.

 

 

Non preoccuparti: il tappeto in gamma bassa assorbe poco quasi nulla. Al contrario in gamma media e soprattutto alta ha un buon potere assorbente.
Se il problema sono i bassi non lo risolvi con un tappeto ...
La mia opinione è che se vuoi mettere mano al portafogli per la correzione acustica passiva di utilizzare dispositivi seri come DaaD o Tube Traps, quelli veri ... (probabilmente i migliori ).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

[quote name="xin


[...] Ho interpellato Acustica applicata e sono in attesa di un loro preventivo.

"]Benissimo Alberto. Visto che hai già deciso di rivolgerti a loro, posso solo consigliarti di essere il più preciso ed esaustivo possibile nella descrizione dell'ambiente e del triangolo d'ascolto. AA saprà sicuramente consigliarti al meglio, partendo proprio da eventuali aggiustamenti nel triangolo o nell'arredamento/oggettistica della sala, per poi redistribuire eventuali accumuli di energia (direi inevitabili agli angoli) con opportuni strumenti. Come sottolineava sopra Silvano, il trattamento renderà il tuo ambiente più vivo, articolando il suono in basso pulendo il resto della gamma. Le misure ed i grafici dell'AQT tendono proprio ad evidenziare questi aspetti, più che la ricerca esasperata della linearità della RIF (risposta in frequenza).Da me - ambiente difficilissimo - più che livellare valli e picchi è stata redistribuita energia, sistemati i tempi di decadimento ed aumentata l'articolazione, con un risultato del tutto inaspettato.Buon lavoro!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin

Inanzi tutto GRAZIE A TUTTI per il prezioso contributo e scambio di informazioni e scusate l'assenza.
Ho avuto un progetto Acustica Applicata e Gikacoustics che sto valutando!

Acustica applicata mi ha proposto principalmente DaaD3 negli angoli frontali ed a meta stanza mentre, negli angoli posteriori dei DaaD2 ed un Volcano tra i diffusori, dietro il RACK elettroniche. Un caro amico ieri mi ha portato dei suoi DaaD4 (4pz) che ho messo nei 4 angoli e DaaD3 che ho messo sopra i DaaD4 negli angoli dietro i diffusori.

Ovviamente proverò a spostarli inserirli gradualmente e toglierli ascoltando dato che all'amico non servono per un po' di tempo. So che usare i 4 quando mi hanno detto di usare i 3 non sia la cosa migliore, ma credo che per farmi un'idea di quanto impattano sul suono... che dite? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin
L'ambiente ha rapporti  sfortunati. In particolare presenta il primo modo assiale a 29 hz ed il secondo a 58 relativi alla lunghezza che probabilmente provocano due picchi nella risposta. Ritengo possibile che tu abbia il punto di ascolto a circa 2/3 della sala ed i diffusori nell'intorno del primo terzo, diciamo circa un metro dalla parete retrostante. Permettimi la battuta.... se così fosse ti trovi esattamente seduto sul “buco”. La prima cosa da fare è spostare il punto di ascolto per verificare come si modifica la risposta. La soluzione migliore dovrebbe essere mettere i diffusori attaccati o quasi alla parete e posizionarsi a circa due metri da loro. Oppure lasciarli dove sono e portare il punto di ascolto molto arretrato a circa 1 metro dalla parete posteriore. Nessun tappeto o tubo credo possa risolvere. Ci vorrebbe una misura. Usando le misure della sala e presupponendo quello che ho scritto questa è la tua situazione. Attendibile da 60 hz in giù.


IMG_20170616_231647.jpg

 

Volutamente non ho detto che dove avevo disposti punto d'ascolto e diffusori avevo fatto anche un rilievo fonometrico col software AA di un amico che ha i DaaD.... ed è proprio come dici tu, sono seduto dove ho un buco sui 40Hz e si sentiva! mentre per il resto delle frequenze non ho riscontrato buchi, ma mancanza di articolazione, precisione e riververi eccessivi dovuti al fatto che la stanza era vuota!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo

Volutamente non ho detto che dove avevo disposti punto d'ascolto e diffusori avevo fatto anche un rilievo fonometrico col software AA di un amico che ha i DaaD.... ed è proprio come dici tu, sono seduto dove ho un buco sui 40Hz e si sentiva! mentre per il resto delle frequenze non ho riscontrato buchi, ma mancanza di articolazione, precisione e riververi eccessivi dovuti al fatto che la stanza era vuota!

 

Quindi fammi capire, tu hai un amico con software di misure e mic, che ha trattato su specifiche AA...con i DAAD e sei venuto a chiedere cosa faremmo noi?

Ma avevi tutte le risposte e le risorse sotto il naso.....

 

Davvero non capirò mai gli audiofili, i forum....e tanto altro. :-(

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ric236

puoi postare il grafico del rilevamento con l'audio analizer di AA?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

Provare è sempre positivo....io alla fine però dopo varie configurazioni dei vari elementi,sono tornato a quella di A.A.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin

Volutamente non ho detto che dove avevo disposti punto d'ascolto e diffusori avevo fatto anche un rilievo fonometrico col software AA di un amico che ha i DaaD.... ed è proprio come dici tu, sono seduto dove ho un buco sui 40Hz e si sentiva! mentre per il resto delle frequenze non ho riscontrato buchi, ma mancanza di articolazione, precisione e riververi eccessivi dovuti al fatto che la stanza era vuota!

Quindi fammi capire, tu hai un amico con software di misure e mic, che ha trattato su specifiche AA...con i DAAD e sei venuto a chiedere cosa faremmo noi?
Ma avevi tutte le risposte e le risorse sotto il naso.....

Davvero non capirò mai gli audiofili, i forum....e tanto altro. :-(


Non travisare Arnaldo, l'amico che mi ha fatto una sera le misure ha rilevato un buco a 40hz senza aver messo in sala nessun modulo DaaD. Avere avuto una serata di misure non vuol dire  "aver tutte le risposte e le risorse sotto il naso".... Tant'è che sto meditando acquisto del fonometro e software per esser indipendente e farmi tutte le misure da solo

(OT) Mi spiace tu te la sia presa,anche se non capisco il perchè. (chiuso OT)

Da li ho iniziato a lavorar sul posizionamento e ne ho ancora da fare! Sto documentandomi sui vari trattamenti disponibili e vorrei capire quelli più efficaci e consoni al mio ambiente; Ecco perchè ho aperto il 3D e chiedo lumi a chi c'è già passato.

Lunedì ho avuto la possibilità di inserire in ambiente 4pz di DaaD4 e 3pz di DaaD3 prestati per un po' di tempo da un altro amico.  Tuttavia Acustica applicata prevede 8pz DaaD3, 4pz DaaD2 , 7 Ecodaad (5 a soffitto) ed un Volcano.

Ho la sensazione che il DaaD4, come giustamente previsto da AA non sia idoneo al mio ambiente d'ascolto, mi spiego meglio. Acusti Applicata dice che a bassa frequenza i DAAD sono scarsamente efficaci sotto la frequenza di taglio tipica per ogni modello (50hz per i DaaD4)

Rifarò le misure e posizionamento dei diffusori nei prossimi giorni, ma ho la sensazione che i 4pz di DaaD4 messi negli angoli abbiano asciugato il basso profondo ulteriormente, mi piacerebbe provare con le misure suggerite da Acustica Applicata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
xin
puoi postare il grafico del rilevamento con l'audio analizer di AA?

Me lo faccio mandare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
marcellomarcello

Volutamente non ho detto che dove avevo disposti punto d'ascolto e diffusori avevo fatto anche un rilievo fonometrico col software AA di un amico che ha i DaaD.... ed è proprio come dici tu, sono seduto dove ho un buco sui 40Hz e si sentiva! mentre per il resto delle frequenze non ho riscontrato buchi, ma mancanza di articolazione, precisione e riververi eccessivi dovuti al fatto che la stanza era vuota!

 

Quindi fammi capire, tu hai un amico con software di misure e mic, che ha trattato su specifiche AA...con i DAAD e sei venuto a chiedere cosa faremmo noi?

Ma avevi tutte le risposte e le risorse sotto il naso.....

 

Davvero non capirò mai gli audiofili, i forum....e tanto altro. :-(

 

Non travisare Arnaldo, l'amico che mi ha fatto una sera le misure ha rilevato un buco a 40hz senza aver messo in sala nessun modulo DaaD. Avere avuto una serata di misure non vuol dire  "aver tutte le risposte e le risorse sotto il naso".... Tant'è che sto meditando acquisto del fonometro e software per esser indipendente e farmi tutte le misure da solo

(OT) Mi spiace tu te la sia presa,anche se non capisco il perchè. (chiuso OT)

Da li ho iniziato a lavorar sul posizionamento e ne ho ancora da fare! Sto documentandomi sui vari trattamenti disponibili e vorrei capire quelli più efficaci e consoni al mio ambiente; Ecco perchè ho aperto il 3D e chiedo lumi a chi c'è già passato.

Lunedì ho avuto la possibilità di inserire in ambiente 4pz di DaaD4 e 3pz di DaaD3 prestati per un po' di tempo da un altro amico.  Tuttavia Acustica applicata prevede 8pz DaaD3, 4pz DaaD2 , 7 Ecodaad (5 a soffitto) ed un Volcano.

Ho la sensazione che il DaaD4, come giustamente previsto da AA non sia idoneo al mio ambiente d'ascolto, mi spiego meglio. Acusti Applicata dice che a bassa frequenza i DAAD sono scarsamente efficaci sotto la frequenza di taglio tipica per ogni modello (50hz per i DaaD4)

Rifarò le misure e posizionamento dei diffusori nei prossimi giorni, ma ho la sensazione che i 4pz di DaaD4 messi negli angoli abbiano asciugato il basso profondo ulteriormente, mi piacerebbe provare con le misure suggerite da Acustica Applicata

Se i Daad 4 sono scarsamente efficaci sotto i 50 Hz , lo sono ancor meno i Daad 3.
Personalmente mi terrei i Daad 4 che lavorano come i Daad 3 ma più efficaci in gamma bassa.
Il Volcano e il Polifemo sono altra cosa risonatori ( selettivi ) li puoi anche aggiungere in un secondo tempo dopo attenti ascolti e misurazioni.

Purtroppo per una buona correzione  bisogna impiegare molti Tube Traps o DaaD , il tutto risulta invasivo e costoso.
Se si vuole ottimizzare l'ambiente con trattamento passivo questa è la strada quasi inevitabile ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo
Non capirò mai gli audiofili, i forum....e tanto altro. :-(

 

Non travisare Arnaldo, l'amico che mi ha fatto una sera le misure ha rilevato un buco a 40hz senza aver messo in sala nessun modulo DaaD. Avere avuto una serata di misure non vuol dire  "aver tutte le risposte e le risorse sotto il naso".... Tant'è che sto meditando acquisto del fonometro e software per esser indipendente e farmi tutte le misure da solo

Hai le misure, hai l'amico che ti ha prestato i DAAD.

Risorse.... le risposte te le sei date all'ascolto.

Vedi che avevi tutto! Io non traviso...leggo ciò che hai scritto.

Vuoi una ditta a cui chiedere ulteriormente?

http://www.gikacoustics.com/

Non usano i DAAD e se gli dici che hai un buco....magari sanno come coprirlo.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.565
    Discussioni Totali
    5.871.390
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×