Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
giordy60

la qualità dei file

Messaggi raccomandati

giordy60

negli ultimi anni ho ( abbiamo ) assistito a diverse guerre di religione inteso come l'ampli A suona meglio dell'ampli B e poi .....il cd suona meglio del vinile ( o viceversa ) e ancora .....il dac con quel chip suona meglio del dac che ha l'altro chip per non parlare di cavi cavetti legnetti oli miracolosi punte sottopunte.....e chi più ne ha ne metta.
abbiamo dedicato ( chi più chi meno ) tempo a cercare le migliori prestazioni nei nostri sistemi audio tralasciando ( spesso ) una delle cose più importanti ( secondo il mio modesto parere ) ovvero.....la qualità dei file ( o supporti fisici ) che facciamo suonare quotidianamente a casa nostra.
bene dopo un lungo periodo di corteggiamento ( si potrebbe dire anche che ho rotto i maroni per mesi Laughing  ) ho convinto uno studio di produzione a rilasciare un paio di brani con la possibilità  a chiunque di scaricarli ed ascoltarli.
ovviamente sono stato autorizzato dalla produzione che a sua volta ha avuto in benestare dagli artisti a fare questa divulgazione, si tratta di due brani uno di musica classica e uno è un pop italiano.
i brani sono dei master DXD 352,8 khz a 32bit, inutile dirvi che la qualità audio è ad altissimi livelli.

dai vostri player eliminate ogni tipo di filtro e sovracampionamenti.
buoni ascolti 
;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge

Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
piergiorgio

miii non vi va mai bene niente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giordy60

la domanda sorge spontanea :    se è possibile fare delle riprese audio con una qualità eccellente perché la maggior parte delle case produttrici rilascia file ( o cd o vinili ) che spesso hanno una insufficiente qualità ? pensate che registrare bene o registrare male abbia costi differenti ? oppure la qualità delle registrazioni interessa solo ad un pugno di appassionati e il resto si accontenta di quello che passa in convento ?

VDM records ( come credo anche Velut e pochi altri ) credono nella qualità del lavoro che svolgono e i risultati ( a quanto pare ) ci sono. ho scoperto i pochi titoli che VDM Records produce su nativeDSD e li ho acquistati ( non tutti eh! ) in formato DXD 24bit ( flac ) e la qualità confrontata con il master è pressoché identica. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alberto75

la tua domanda se pur lecita ed interessante è stata oramai trattata molte volte...

io non sono ferratissimo in materia ma una dei tanti motivi è sicuramente il target degli utenti finali, secondo te ad artisti del calibro di Madonna et similari non è tanto un problema di "costo della registrazione" ma siccome l'utente finale è al 99% il ragazzino che ascolta in mp3 a 128K sul cellulare la compressione su questo device fa pure la sua porca figura. Ora non penso che a Madonna interessi tranne che come esercizio di stile a se stante fare la super registrazione in DXD^4 con super SACDHDCD da mille bit per venderlo a 4 utenti che hanno l'impianto da migliaia di euro....a loro interessa il buon mp3 o aac su itunes che per 20 milioni di download gli fa guadagnare un botto....
penso che questa non sia "la ragione" ma una delle tante sicuramnte. Nel forum cmq ci sono persone molto molto molto più informate di me come il patron di velut luna ceh sicuramente saprà "se interpellato" darti una risposta molto pi esaustiva della mia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde
Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!
Non penso siano sempre Master... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde
la domanda sorge spontanea :    se è possibile fare delle riprese audio con una qualità eccellente perché la maggior parte delle case produttrici rilascia file ( o cd o vinili ) che spesso hanno una insufficiente qualità ? pensate che registrare bene o registrare male abbia costi differenti ? oppure la qualità delle registrazioni interessa solo ad un pugno di appassionati e il resto si accontenta di quello che passa in convento ?
VDM records ( come credo anche Velut e pochi altri ) credono nella qualità del lavoro che svolgono e i risultati ( a quanto pare ) ci sono. ho scoperto i pochi titoli che VDM Records produce su nativeDSD e li ho acquistati ( non tutti eh! ) in formato DXD 24bit ( flac ) e la qualità confrontata con il master è pressoché identica. 

io penso semplicemente che un CD per il 90% delle persona fa quello che deve fare: SUONARE
bene o male lo diciamo noi e chi, come noi, ha una passione o è addetto ai lavori!
ma quanti amici abbiamo che ascoltano musica, che non sanno cos'è un flac in HD... e che ne ascoltano di musica... hanno i loro cantanti preferiti, vanno ai concerti... 
comunque spero che fare CD male costi meno... perchè ce ne sono tantissimi... e io sono anche sfortunato, perchè amo rap, rock, hip hop... e la qualità spesso è pessima. Posso fare esempi e esempi .... 
Itunes, che odio ma è un punto di riferimento, fa HD ? fa FLAC ? 
siamo in pochi... a cercare un livello così, al punto che a volte si va ad ascoltare quel che si sente bene: è assurdo ma è cosi!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde
la tua domanda se pur lecita ed interessante è stata oramai trattata molte volte...
io non sono ferratissimo in materia ma una dei tanti motivi è sicuramente il target degli utenti finali, secondo te ad artisti del calibro di Madonna et similari non è tanto un problema di "costo della registrazione" ma siccome l'utente finale è al 99% il ragazzino che ascolta in mp3 a 128K sul cellulare la compressione su questo device fa pure la sua porca figura. Ora non penso che a Madonna interessi tranne che come esercizio di stile a se stante fare la super registrazione in DXD^4 con super SACDHDCD da mille bit per venderlo a 4 utenti che hanno l'impianto da migliaia di euro....a loro interessa il buon mp3 o aac su itunes che per 20 milioni di download gli fa guadagnare un botto....
penso che questa non sia "la ragione" ma una delle tante sicuramnte. Nel forum cmq ci sono persone molto molto molto più informate di me come il patron di velut luna ceh sicuramente saprà "se interpellato" darti una risposta molto pi esaustiva della mia
infatti, il punto è questo!
Se Madonna & C, avessero una schiera di fan audiofili, farebbero i migliori SACD, FLAC, HD.... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
negli ultimi anni ho ( abbiamo ) assistito a diverse guerre di religione inteso come l'ampli A suona meglio dell'ampli B e poi .....il cd suona meglio del vinile ( o viceversa ) e ancora .....il dac con quel chip suona meglio del dac che ha l'altro chip per non parlare di cavi cavetti legnetti oli miracolosi punte sottopunte.....e chi più ne ha ne metta.
abbiamo dedicato ( chi più chi meno ) tempo a cercare le migliori prestazioni nei nostri sistemi audio tralasciando ( spesso ) una delle cose più importanti ( secondo il mio modesto parere ) ovvero.....la qualità dei file ( o supporti fisici ) che facciamo suonare quotidianamente a casa nostra.
bene dopo un lungo periodo di corteggiamento ( si potrebbe dire anche che ho rotto i maroni per mesi Laughing  ) ho convinto uno studio di produzione a rilasciare un paio di brani con la possibilità  a chiunque di scaricarli ed ascoltarli.
ovviamente sono stato autorizzato dalla produzione che a sua volta ha avuto in benestare dagli artisti a fare questa divulgazione, si tratta di due brani uno di musica classica e uno è un pop italiano.
i brani sono dei master DXD 352,8 khz a 32bit, inutile dirvi che la qualità audio è ad altissimi livelli.

dai vostri player eliminate ogni tipo di filtro e sovracampionamenti.
buoni ascolti 
;)

Intanto grazie per la bella iniziativa! E devo dire che anch'io ho avuto,a ascoltando la traccia con il sestetto di Tchaikovsky Souvenir de Florence (scritto circa 130 anni fa proprio a poche centinaia di metri da dove vivo..!) ho avuto una buona impressione di ascolto.Su diversi Threads, sia aperti da me che sa altri, ho espresso la chiara opinione che finalmente, con il file al posto del CD, si sia giunti finalmente alla svolta di un ascolto digitale di qualità. Laddove il DAC sia davvero buono, però, per me non c'é alcuna necessità di file HD, cioè basta un 16/44 e quasi sempre l'ascolto é ad altissimo livello.Poi é anche vero che, ascoltando alcuni file in versione 16/44 e i loro corrispondenti in formato MQA, devo dire che il miglioramento sonoro é talvolta davvero notevole....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!
Non penso siano sempre Master... Lo sono eccome. Lo so perché fino al numero di catalogo CVLD230 ero io stesso ad inviarli ad HD Tracks. Da lì in poi mi risulta che i collaboratori di Marco (Lincetto) facciano lo stesso.

 

E' una precisa filosofia aziendale, volta ad offrire sempre la massima qualità possibile.

 

Mi "suona" sempre strano leggere post come questi. Lo abbiamo detto in tutti i modi e sempre che mettiamo online i nostri Master. Perchè dovremmo mentire?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bibo01
Date una guardate a questo interessante video sulla decrescente qualutà delle registrazioni audio:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ago

Bravo Giordy! Un saluto.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci

Grazie Giordy ...

 

Quando riaccenderò l'impianto a settembre/ottobre me li ascolto, ora è molto meglio starsene in giro a zonzo.

 

Un cordiale saluto, Massimiliano

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde
Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!
Non penso siano sempre Master... Lo sono eccome. Lo so perché fino al numero di catalogo CVLD230 ero io stesso ad inviarli ad HD Tracks. Da lì in poi mi risulta che i collaboratori di Marco (Lincetto) facciano lo stesso.

 

E' una precisa filosofia aziendale, volta ad offrire sempre la massima qualità possibile.

 

Mi "suona" sempre strano leggere post come questi. Lo abbiamo detto in tutti i modi e sempre che mettiamo online i nostri Master. Perchè dovremmo mentire?

Scusa, io non metto in dubbio, ma se sono tutti alla massima qualità c'è differenza tra un 44 e un 96 ? 

sono entrambi master ? 
Scusa, guarda che non metto in dubbio e se sparo qualche cavolata ci può stare, e me ne scuso qualora lo capisca, nel senso che sono in questo spazio tra appassionati, per parlare, capire e anche sbagliare.
Poi, non avevo inteso che fossi tu ecc... e che si era già scritto nel forum, non l'ho letto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde
Grazie Giordy ...

 

Quando riaccenderò l'impianto a settembre/ottobre me li ascolto, ora è molto meglio starsene in giro a zonzo.

 

Un cordiale saluto, Massimiliano

 

Beh, de gustibus... e te lo dice uno che ogni giorno esce in bici alle 1330 per un serio allenamento.

io l'impianto lo ascolto tutto l'anno, in quanto non riuscirei a stare senza musica per mesi, come senza sport....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Sarebbe sufficiente facessero buoni cd

Perché la grande differenza che spesso si sente tra un cd è un buon file HD non è per il miracolo dell'hd...Ma semplicemente perché il cd è troppo spesso pessimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!
Non penso siano sempre Master... Lo sono eccome. Lo so perché fino al numero di catalogo CVLD230 ero io stesso ad inviarli ad HD Tracks. Da lì in poi mi risulta che i collaboratori di Marco (Lincetto) facciano lo stesso.

 

E' una precisa filosofia aziendale, volta ad offrire sempre la massima qualità possibile.

 

Mi "suona" sempre strano leggere post come questi. Lo abbiamo detto in tutti i modi e sempre che mettiamo online i nostri Master. Perchè dovremmo mentire?

Scusa, io non metto in dubbio, ma se sono tutti alla massima qualità c'è differenza tra un 44 e un 96 ? 

sono entrambi master ? 
Scusa, guarda che non metto in dubbio e se sparo qualche cavolata ci può stare, e me ne scuso qualora lo capisca, nel senso che sono in questo spazio tra appassionati, per parlare, capire e anche sbagliare.
Poi, non avevo inteso che fossi tu ecc... e che si era già scritto nel forum, non l'ho letto.

Nrssun problema, ci mancherebbe, faccio una sintetica spiegazione, mi perdoni chi conosce già questi passaggi

 

Il master è (in genere) il risultato del lavoro di registrazione, editing, mastering ed è (in genere) in alta risoluzione (diciamo per semplicità da 24/88.2 in su, anche se per alcuni lo è già 24/48). Bene una volta ottenuto il master HR si "scala" al formato 16/44.1 per la realizzazione del CD. C'è chi questo lavoro di "scalaggio" lo fa in casa, e realizza così un secondo master nel formato CD. C'è chi lo fa fare alla ditta che stampa il CD inviando loro il master HR.

 

Velut Luna procede come nella prima ipotesi, dunque in rete potete trovare sia il master HR (24/88.2 o 24/96) sia il master "CD" (16/44.1).

 

Va da sè che nel passaggio da 24/96 a 16/44 si perdono informazioni.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alberto75
la tua domanda se pur lecita ed interessante è stata oramai trattata molte volte...
io non sono ferratissimo in materia ma una dei tanti motivi è sicuramente il target degli utenti finali, secondo te ad artisti del calibro di Madonna et similari non è tanto un problema di "costo della registrazione" ma siccome l'utente finale è al 99% il ragazzino che ascolta in mp3 a 128K sul cellulare la compressione su questo device fa pure la sua porca figura. Ora non penso che a Madonna interessi tranne che come esercizio di stile a se stante fare la super registrazione in DXD^4 con super SACDHDCD da mille bit per venderlo a 4 utenti che hanno l'impianto da migliaia di euro....a loro interessa il buon mp3 o aac su itunes che per 20 milioni di download gli fa guadagnare un botto....
penso che questa non sia "la ragione" ma una delle tante sicuramnte. Nel forum cmq ci sono persone molto molto molto più informate di me come il patron di velut luna ceh sicuramente saprà "se interpellato" darti una risposta molto pi esaustiva della mia
infatti, il punto è questo!
Se Madonna & C, avessero una schiera di fan audiofili, farebbero i migliori SACD, FLAC, HD.... 

ricordati una cosa...tempo fa ho sentito una riflessione a cui penso da tempo, si parlava in un thread recente di HDCD o XRCD e della loro qualità anche in lettorinon provvisti di decodifica (nel caso di HDCD) e si era chiarito un punto che secondo me è fondamentale
quelle registrazioni sono superiori anceh senza decodifica come nel caso dell'HDCD perchè sono pensate già a monte per avere una qualità senza compromessi! E' il progetto che viene pensato per avere una maggiore qualità già in fase di registrazione...
la superiore qualità parte in primi come progetto a monte al di la del supporto nel quale lo si vuole mettere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Date una guardate a questo interessante video sulla decrescente qualutà delle registrazioni audio:

 

meraviglioso documento

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci

Io quello che non ho ancora capito è il perchè i detentori dei nastri di 50-60 anni fa che non generano business, non mettono a disposizione i nastri a piccole case per produrre versioni estremamente curate in DXD/DSD256 di cose che hanno probabilmente il destino segnato ...

 

Ovviamente non sto parlando del solito Kind of Blue o Love Supreme che immagino siano ancora oggi una miniera d'oro ... Ci saranno decine e decine di nastri in deterioramento che comunque non generano soldi o che generano una quantità di soldi insufficiente a coprire un qualsiasi progetto HD prodotto internamente ad una grossa casa discografica. Se questo è il caso, perchè non passare i nastri a costo praticamente zero a chi può produrre con minore investimento ... boh. Casomai che si ridesti un po' l'interesse verso la musica?

 

Certo che poi quando leggo che il futuro della produzione è il vinile, mi spiego molte cose.

 

Un cordiale saluto, Massimiliano

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge

Eh! Ci abbiamo provato a chiedere vetusti nastri alle major... ci abbiamo provato...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde
Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!
Non penso siano sempre Master... Lo sono eccome. Lo so perché fino al numero di catalogo CVLD230 ero io stesso ad inviarli ad HD Tracks. Da lì in poi mi risulta che i collaboratori di Marco (Lincetto) facciano lo stesso.

 

E' una precisa filosofia aziendale, volta ad offrire sempre la massima qualità possibile.

 

Mi "suona" sempre strano leggere post come questi. Lo abbiamo detto in tutti i modi e sempre che mettiamo online i nostri Master. Perchè dovremmo mentire?

Scusa, io non metto in dubbio, ma se sono tutti alla massima qualità c'è differenza tra un 44 e un 96 ? 

sono entrambi master ? 
Scusa, guarda che non metto in dubbio e se sparo qualche cavolata ci può stare, e me ne scuso qualora lo capisca, nel senso che sono in questo spazio tra appassionati, per parlare, capire e anche sbagliare.
Poi, non avevo inteso che fossi tu ecc... e che si era già scritto nel forum, non l'ho letto.

Nrssun problema, ci mancherebbe, faccio una sintetica spiegazione, mi perdoni chi conosce già questi passaggi

Il master è (in genere) il risultato del lavoro di registrazione, editing, mastering ed è (in genere) in alta risoluzione (diciamo per semplicità da 24/88.2 in su, anche se per alcuni lo è già 24/48). Bene una volta ottenuto il master HR si "scala" al formato 16/44.1 per la realizzazione del CD. C'è chi questo lavoro di "scalaggio" lo fa in casa, e realizza così un secondo master nel formato CD. C'è chi lo fa fare alla ditta che stampa il CD inviando loro il master HR.

Velut Luna procede come nella prima ipotesi, dunque in rete potete trovare sia il master HR (24/88.2 o 24/96) sia il master "CD" (16/44.1).

Va da sè che nel passaggio da 24/96 a 16/44 si perdono informazioni.

 

Grazie per la spiegazione, 

ed è molto bella questa discussione, ricca di spunti... :)

Se prendo un master 24/96, lo converto in WAV per masterizzarlo in un CD e supponiamo che il CD in vendita dello stesso album sia scadente (come faccio a dire scadente ? a orecchio, poi magari guardo in internet e a volte faccio il DR con foobar), può essere che ho fatto un CD masterizzato meglio dell'originale ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Mah... capisco che questo é gratis... ma se scaricate da HD Tracks un paio di tracce di un qualunque titolo Velut Luna, con pochi euro avete comunque la certezza di ascoltare tracce master.. 

 Cmq.. lodevole iniziativa!!!
Non penso siano sempre Master... Lo sono eccome. Lo so perché fino al numero di catalogo CVLD230 ero io stesso ad inviarli ad HD Tracks. Da lì in poi mi risulta che i collaboratori di Marco (Lincetto) facciano lo stesso.

 

E' una precisa filosofia aziendale, volta ad offrire sempre la massima qualità possibile.

 

Mi "suona" sempre strano leggere post come questi. Lo abbiamo detto in tutti i modi e sempre che mettiamo online i nostri Master. Perchè dovremmo mentire?

Scusa, io non metto in dubbio, ma se sono tutti alla massima qualità c'è differenza tra un 44 e un 96 ? 

sono entrambi master ? 
Scusa, guarda che non metto in dubbio e se sparo qualche cavolata ci può stare, e me ne scuso qualora lo capisca, nel senso che sono in questo spazio tra appassionati, per parlare, capire e anche sbagliare.
Poi, non avevo inteso che fossi tu ecc... e che si era già scritto nel forum, non l'ho letto.

Nrssun problema, ci mancherebbe, faccio una sintetica spiegazione, mi perdoni chi conosce già questi passaggi

Il master è (in genere) il risultato del lavoro di registrazione, editing, mastering ed è (in genere) in alta risoluzione (diciamo per semplicità da 24/88.2 in su, anche se per alcuni lo è già 24/48). Bene una volta ottenuto il master HR si "scala" al formato 16/44.1 per la realizzazione del CD. C'è chi questo lavoro di "scalaggio" lo fa in casa, e realizza così un secondo master nel formato CD. C'è chi lo fa fare alla ditta che stampa il CD inviando loro il master HR.

Velut Luna procede come nella prima ipotesi, dunque in rete potete trovare sia il master HR (24/88.2 o 24/96) sia il master "CD" (16/44.1).

Va da sè che nel passaggio da 24/96 a 16/44 si perdono informazioni.

 

Grazie per la spiegazione, 

ed è molto bella questa discussione, ricca di spunti... :)

Se prendo un master 24/96, lo converto in WAV per masterizzarlo in un CD e supponiamo che il CD in vendita dello stesso album sia scadente (come faccio a dire scadente ? a orecchio, poi magari guardo in internet e a volte faccio il DR con foobar), può essere che ho fatto un CD masterizzato meglio dell'originale ?

Diciamo che ne può usicre un CD fatto in casa diverso dall'originale comprato in negozio e  che a te piace di più. L'unico modo per sapere se è meglio o peggio dell'originale (CD)  è chiederlo a chi l'ha prodotto, il quale con sicurezza, sa cosa ha messo e cosa no in quel CD.

Ma, ancora più importante è fare i confronti applicando un metodo rigoroso, che non può certo essere un attacca-stacca al volo. E qui mi fermo che siamo già parecchio OT..

 

Posso solo dirti che Marco Lincetto è senz'altro disponibile a darti tutte le info in materia, lo puoi contattare attraverso la sua pagina Facebook...

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci
Eh! Ci abbiamo provato a chiedere vetusti nastri alle major... ci abbiamo provato...

 

Immaginavo la risposta ... :-(

 

Peccato perché sarebbe anche un modo di salvare parecchie cose dall'oblio ma ci vogliono menti illuminate per capirlo.

 

Un cordiale saluto, Massimiliano

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effeverde

Grazie Gentilissimo, 

mi sa che chiederò qualche info....
sempre cercando di non andare OT, per fare una cosa fatta bene, sarebbe meglio preferire sempre il WAV in quanto, almeno il mio lettore, so che non lo converte ma lo riproduce cosi, mentre un flac, al volo, lo riconverte in wav per riprodurlo.
Anche se preferirei FLAC, per i TAG.
Ma un eventuale FLAC ricavato da un WAV  acquistato, sarebbe diverso dal FLAC acquistato direttamente?
ovvio, a parità di campionamento... 
LA mia risposta che ho in testa è : NO il flac dal wav è identico!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aldina
Eh! Ci abbiamo provato a chiedere vetusti nastri alle major... ci abbiamo provato...

 

Immaginavo la risposta ... :-(

 

Peccato perché sarebbe anche un modo di salvare parecchie cose dall'oblio ma ci vogliono menti illuminate per capirlo.

 

Un cordiale saluto, Massimiliano

 

Considerazione triste... Le major ignorano questo'opportunità; è evidente che preferiscono non cedere quel tipo di opportunità a ditte più piccole (magari anche concorrenti in certi ambiti) o a specialisti.

è una questione di ego se volete, i fruitori/clienti potrebbero pensare che la major non è in grado di valorizzare il proprio catalogo.

Piuttosto che ciò accada si tengono i titoli nel congelatore...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Eh! Ci abbiamo provato a chiedere vetusti nastri alle major... ci abbiamo provato...

 

Immaginavo la risposta ... :-(

 

Peccato perché sarebbe anche un modo di salvare parecchie cose dall'oblio ma ci vogliono menti illuminate per capirlo.

 

Un cordiale saluto, Massimiliano

 

Considerazione triste... Le major ignorano questo'opportunità; è evidente che preferiscono non cedere quel tipo di opportunità a ditte più piccole (magari anche concorrenti in certi ambiti) o a specialisti.

è una questione di ego se volete, i fruitori/clienti potrebbero pensare che la major non è in grado di valorizzare il proprio catalogo.

Piuttosto che ciò accada si tengono i titoli nel congelatore...

 

Ca....o! Scusate il francesismo.... ma.... è ESATTAMENTE così! Io non avrei potuto dirlo meglio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Grazie Gentilissimo, 
mi sa che chiederò qualche info....
sempre cercando di non andare OT, per fare una cosa fatta bene, sarebbe meglio preferire sempre il WAV in quanto, almeno il mio lettore, so che non lo converte ma lo riproduce cosi, mentre un flac, al volo, lo riconverte in wav per riprodurlo.
Anche se preferirei FLAC, per i TAG.
Ma un eventuale FLAC ricavato da un WAV  acquistato, sarebbe diverso dal FLAC acquistato direttamente?
ovvio, a parità di campionamento... 
LA mia risposta che ho in testa è : NO il flac dal wav è identico!
Ovviamente un file flac è del tutto diverso dal corrispondente wav a livello di scrittura e di spazio occupato. Ma la decodifica è (deve essere, è puro calcolo) del tutto trasparente. 

Chi asserisce di sentire differenze tra flac e wav incorre in due situazioni:
- sbaglia
- sbaglia (funziona male) il suo pc.

D'altra parte in questo forum c'è gente che è sicura di sentire differenze tra due file copia-incolla...
e vabbè...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge

@bibo01: teribie Gianluca! non pensavo fosse così...sistemico il fenomeno! MA quel che è peggio, non so come la pensi tu, è che... lo fanno scientemente. Cioè in gran parte non sono lavori fatti male, sono proprio pensati e voluti così...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bibo01
@bibo01: teribie Gianluca! non pensavo fosse così...sistemico il fenomeno! MA quel che è peggio, non so come la pensi tu, è che... lo fanno scientemente. Cioè in gran parte non sono lavori fatti male, sono proprio pensati e voluti così...

Eh giè... molto triste, perché non riguarda soltanto la musica :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.564
    Discussioni Totali
    5.871.394
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×