Vai al contenuto

Ospite RiseFall123

Ottenere un suono più caldo da foobar2000 (oppure Jriver?)

Messaggi raccomandati

Ospite
Hi,

il mio impianto (in firma) è a volte e con alcuni album davvero troppo dettagliato e dinamico sugli alti. A me piace per carità la dinamica però quando è così "potente" con i suoni alti della batteria diventa troppa per le mie orecchie.

Vorrei ottenere un suono un po' più caldo da foobar2000, esistono svariati sistemi per farlo, però sono qui per sapere se qualcuno tra voi ha già sperimentato, oppure meglio usa qualcosa per ammorbidire un po' il suono generale senza snaturare ne la musica ne l'impianto.

Poi c'è la questione Jriver, in giro leggo che è più "caldo" di foobar2000 mentre altre persone lo ritengono uguale a foobar.

In ogni caso per una questione di pulizia del sistema lo vorrei scartare a priori.

Se c'è qualche consiglio, sono qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Jriver suona come foobar, cioè senza alterare il segnale in modo udibile.

 

Suono più caldo? Facilissimo

 

Esistono una miriade di plug-in vst che puoi installare e utilizzare a piacere.

 

Due tra i miei preferiti: TDR Nova Tokyo Dawn (eq parametrico, http://www.tokyodawn.net/tdr-nova-ge/)

e il TBZ EQ, fantastico, anche se meno "scientifico" e che potrebbe fare al caso tuo

(http://myvst.com/vst-effects/tb-ezq-freeware). Il campo sonoro viene rappresentato in un quadrato diviso in 4 settori chiamati dark, tinny, bright e warm (per l'appunto!) e puoi muoverti in modo continuò in questo spazio. Notevole.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

So che ne esistono migliaia ecco perchè cercavo un po' di esperienze quindi grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Di niente figurati, anche questo, a dispetto del look spartano è ottimo:

 

http://www.vst4free.com/free_vst.php?id=949

 

Se vuoi strafare c'è:

 

https://www.fabfilter.com/products/pro-q-2-equalizer-plug-in

 

Questo però si paga e parecchio....Costa quasi quanto un piedino audiophile-approved ma se ben usato può essere la soluzione (quasi) finale per estrarre il massimo da qualunque impianto. Rapporto qualità/prezzo sconosciuto al mondo audiofilo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Hi,

il mio impianto (in firma) è a volte e con alcuni album davvero troppo dettagliato e dinamico sugli alti. A me piace per carità la dinamica però quando è così "potente" con i suoni alti della batteria diventa troppa per le mie orecchie.

Vorrei ottenere un suono un po' più caldo da foobar2000, esistono svariati sistemi per farlo, però sono qui per sapere se qualcuno tra voi ha già sperimentato, oppure meglio usa qualcosa per ammorbidire un po' il suono generale senza snaturare ne la musica ne l'impianto.

Poi c'è la questione Jriver, in giro leggo che è più "caldo" di foobar2000 mentre altre persone lo ritengono uguale a foobar.

In ogni caso per una questione di pulizia del sistema lo vorrei scartare a priori.

Se c'è qualche consiglio, sono qui.
Non è il tuo impianto. E' la registrazione. Di quegli album. Significa anche, che hai un buon impianto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
leon77

Passa a Daphile, troverai quello che cerchi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ciao a tutti,

@FabioSabbatini

E' dal 2006 che non uso un VST wrapper per foobar2000. Sono stupefatto in quanto nella loro homepage non c'è un component "ufficiale" e aggiornato che faccia ciò. Ne trovo alcuni (tra cui uno che usavo io tanti anni fa!) che non sono aggiornati, tra cui un certo FOO_VST 2.4 fermo se non erro al 2014.
Tu quale usi (wrapper)?
TDR Nova Tokyo Dawn pare non essere più freeware, puoi confermare?

@scroodge

In teoria si, però non capisco perché alcune incisioni punto di riferimento audiophile, usati come demo da me si sentono in maniera troppo "pulita" sugli alti, tanto da renderli fastidiosi.
Per fare un esempio Brothers in arms o l'omonimo dei Toto, nel primo caso la batteria è talmente realistica ma anche dinamica sugli alti da rendere l'ascolto impossibile dopo pochi secondi, nel secondo caso il disco complessivamente è sbilanciato sugli alti piuttosto che sui bassi rendendo l'ascolto faticoso (anche se meno faticoso rispetto a quello degli Straits).
Ma se fosse così con tutte le incisioni avrei già cambiato tutto, in realtà, con altri dischi sempre considerati demo audiophile, prendiamo un Dark Side oppure il primo dei Rage against machine, lì c'è sempre quel dettaglio piuttosto in evidenza ma sono dischi caldi che si sentono benissimo e quella brillantezza negli alti non fa altro che bene all'intero setup.
Poi ci sono registrazioni come Tony Dagradi Trio - Live At The Columns oppure un qualunque Miles o Coltraine che beneficiano della resa dettagliata in alto senza essere per niente faticosi, a mio avviso una resa eccezionale, ed è grazie a questo mix di dettaglio ma anche calore che non vorrei perdere cambiando qualcosa...
Ma purtroppo con molte altre registrazioni succede quanto sopra. :-(
Ecco la mia perplessità, sperando di essermi spiegato cosa non facile :-)

@leon77

Un intero S.O. solo per ascoltare musica... non per ora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
Ciao a tutti,

@FabioSabbatini

E' dal 2006 che non uso un VST wrapper per foobar2000. Sono stupefatto in quanto nella loro homepage non c'è un component "ufficiale" e aggiornato che faccia ciò. Ne trovo alcuni (tra cui uno che usavo io tanti anni fa!) che non sono aggiornati, tra cui un certo FOO_VST 2.4 fermo se non erro al 2014.
Tu quale usi (wrapper)?
TDR Nova Tokyo Dawn pare non essere più freeware, puoi confermare?

@scroodge

In teoria si, però non capisco perché alcune incisioni punto di riferimento audiophile, usati come demo da me si sentono in maniera troppo "pulita" sugli alti, tanto da renderli fastidiosi.
Per fare un esempio Brothers in arms o l'omonimo dei Toto, nel primo caso la batteria è talmente realistica ma anche dinamica sugli alti da rendere l'ascolto impossibile dopo pochi secondi, nel secondo caso il disco complessivamente è sbilanciato sugli alti piuttosto che sui bassi rendendo l'ascolto faticoso (anche se meno faticoso rispetto a quello degli Straits).
Ma se fosse così con tutte le incisioni avrei già cambiato tutto, in realtà, con altri dischi sempre considerati demo audiophile, prendiamo un Dark Side oppure il primo dei Rage against machine, lì c'è sempre quel dettaglio piuttosto in evidenza ma sono dischi caldi che si sentono benissimo e quella brillantezza negli alti non fa altro che bene all'intero setup.
Poi ci sono registrazioni come Tony Dagradi Trio - Live At The Columns oppure un qualunque Miles o Coltraine che beneficiano della resa dettagliata in alto senza essere per niente faticosi, a mio avviso una resa eccezionale, ed è grazie a questo mix di dettaglio ma anche calore che non vorrei perdere cambiando qualcosa...
Ma purtroppo con molte altre registrazioni succede quanto sopra. :-(
Ecco la mia perplessità, sperando di essermi spiegato cosa non facile :-)

@leon77

Un intero S.O. solo per ascoltare musica... non per ora.

ciao, foobar non lo uso da anni....attualmente uso jriver, tfr nova Tokyo Caen esiste Free e a pagamento una versione più ricca di opzioni. La Free va benissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Plug-in vst

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge

Ehmm a me daphile non sembra più caldo di altri pla

....

@scroodge

In teoria si, però non capisco perché alcune incisioni punto di riferimento audiophile, usati come demo da me si sentono in maniera troppo "pulita" sugli alti, tanto da renderli fastidiosi.

....

Solo chi ha fatto quegli album può dire con CERTEZZA quale sia la giusta resa sugli alti (o suo bassi o sui medi). Tutti gli altri possono solo esprimere opinioni personali. Certo, possono coincidere con chi ha realizzato quell'album. Ma non lo si sa, appunto con certezza,  a meno di aver parlato con il tonmaister.

Ma... sei proprio sicuro sicuro che la fonte di quanto da te rilevato sia il player? 
;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ma... sei proprio sicuro sicuro che la fonte di quanto da te rilevato sia il player? 
;)
Ciao,

certo che no, è l'impianto, ho anche ascoltato con altre sorgenti e il problema con quelle songs sussiste.

Infatti, per tornare al mio post iniziale, vorrei adattare il player che uso maggiormente (foobar) ad un ascolto più "morbido" quando eseguo ascolti di registrazioni troppo dinamiche e dettagliate sugli alti.

Ora sto provando i vari plug-in, fermo restando che in genere, quando eviterò quei determinati album, terrò l'impianto più semplice possibile cioè foobar senza dsp>asio>dac>ampli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GasVanTar

Per ottenere un suono più morbido in gamma medio alta, abbonderei un po con dei pannelli fonoassorbenti dietro e ai lati dei diffusori e lascerei software e hardware in purezza, senza filtri ne tagli... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ne ho solo due ai lati, dietro no.

 

Fossero removibili li metterei anche subito ma non so se terrò questa disposizione di arredo.

 

Si, il trattamento non può che fare bene, sempre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Il trattamento acustico, se fatto con cognizione di causa fa sempre bene ed è anzi un aspetto imprescindibile e fondamentale. Quanto a filtri eq, idem se ben implementati, aumentano la purezza del segnale, e di molto anche....quella montagna a 110 hz non c'era, quel buco a 80 nemmeno, quel picco a 180 e per di più solo sul canale sinistro ancora meno e così via....

Ulteriore vantaggio dei plug-in: grazie alla loro flessibilità concedono qualcosa al gusto personale, nulla di male

Limiti: mal usati possono fare disastri ma soprattutto costano troppo poco per essere presi sul serio in questo hobby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alberto75
Il trattamento acustico, se fatto con cognizione di causa fa sempre bene ed è anzi un aspetto imprescindibile e fondamentale. Quanto a filtri eq, idem se ben implementati, aumentano la purezza del segnale, e di molto anche....quella montagna a 110 hz non c'era, quel buco a 80 nemmeno, quel picco a 180 e per di più solo sul canale sinistro ancora meno e così via....Ulteriore vantaggio dei plug-in: grazie alla loro flessibilità concedono qualcosa al gusto personale, nulla di maleLimiti: mal usati possono fare disastri ma soprattutto costano troppo poco per essere presi sul serio in questo hobby

^:)^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GasVanTar
...Quanto a filtri eq, idem se ben implementati, aumentano la purezza del segnale, e di molto anche....quella montagna a 110 hz non c'era, quel buco a 80 nemmeno, quel picco a 180 e per di più solo sul canale sinistro ancora meno e così via....

Linearizzano la riposta in ambiente semmai, perché non c'è segnale più puro di quello ben letto, ben convertito e ben amplificato. L'equalizzazione, quando necessaria, è pur sempre un intervento correttivo sul segnale, non ne conserva la "purezza"... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
...Quanto a filtri eq, idem se ben implementati, aumentano la purezza del segnale, e di molto anche....quella montagna a 110 hz non c'era, quel buco a 80 nemmeno, quel picco a 180 e per di più solo sul canale sinistro ancora meno e così via....

Linearizzano la riposta in ambiente semmai, perché non c'è segnale più puro di quello ben letto, ben convertito e ben amplificato. L'equalizzazione, quando necessaria, è pur sempre un intervento correttivo sul segnale, non ne conserva la "purezza"... ;)

 


non sono d'accordo ma capisco cosa intendi. È il punto di vista condiviso, credo, da circa il 97.4% dei frequentatori di questo forum.

 

Io la vedo da un altro punto di vista. Si tratta di ripulire il segnale da ENORMI deviazioni dalla linearità, rispetto a quanto inciso (salvo rari e beati casi di acustica ideale). Un po' come lavare i panni sporchi in lavatrice...il sapone non c'era originariamente ma pulisce lo sporco che si è formato.

 

C'è poi il fatto che molte registrazioni sono di per sé sbilanciate timbricamente

 

Ma vabbe', l'importante è che il risultato sia migliorativo per le orecchie dell'interessato. Magari evitando di sprecare migliaia di euro inutilmente per cose che si basano solo sull'effetto placebo

 

:)>-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paky33

Dico la mia e, come spesso faccio, la distinguo per punti

 

1. In primis.... la stanza d'ascolto. Se non trattate quella.... tutte le considerazioni su come suona un impianto o un brano musicale, francamente sono inutili.

 

2. Se si parla di equalizzare (che piaccia o no, questo fanno i plug-in citati) un impianto, allora sarebbe cosa buona e giusta partire da una situazione di estrema linearità della risposta iniziale. Può anche non piacere, data l'abitudine che imperversa alla My-Fi , ma se omettiamo una base di partenza lineare.... francamente (anche qui!) non saprei di COSA PARLARE!

 

3. Una volta linarizzato il sistema impianto-ambiente, per esempio col DRC che, a mio modesto avviso, resta il miglior sistema di ottenimento di un risultato decente, solo allora si può giocare con i VST per ottenere QUEL particolare risultato che, ovviamente (ma non per tutti!) non è più una riproduzione corretta di quanto inciso in quel particolare brano.

 

Se si opera in modo diverso, sempre a mio modesto avviso, si ottengono SOLO risultati abberranti......

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paky33

Aggiungo: se si usa il DRC allora si possono creare dei filtri "ad hoc" che rendono inutili i vari VST

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
Dico la mia e, come spesso faccio, la distinguo per punti

 

1. In primis.... la stanza d'ascolto. Se non trattate quella.... tutte le considerazioni su come suona un impianto o un brano musicale, francamente sono inutili.

 

2. Se si parla di equalizzare (che piaccia o no, questo fanno i plug-in citati) un impianto, allora sarebbe cosa buona e giusta partire da una situazione di estrema linearità della risposta iniziale. Può anche non piacere, data l'abitudine che imperversa alla My-Fi , ma se omettiamo una base di partenza lineare.... francamente (anche qui!) non saprei di COSA PARLARE!

 

3. Una volta linarizzato il sistema impianto-ambiente, per esempio col DRC che, a mio modesto avviso, resta il miglior sistema di ottenimento di un risultato decente, solo allora si può giocare con i VST per ottenere QUEL particolare risultato che, ovviamente (ma non per tutti!) non è più una riproduzione corretta di quanto inciso in quel particolare brano.

 

Se si opera in modo diverso, sempre a mio modesto avviso, si ottengono SOLO risultati abberranti......


ok su tutto.... tranne in parte al punto 3,nel senso che non sarei così drastico. Ho anni di esperienza con drc (tact prima e poi rew, audiolense e infine acourate), e Plug-In in jriver e per me le cose possono convivere o anche se ne può usare solo una o l'altra. Infine ribadisco... al di la' della linearità pura esistono i gusti personali, per non parlare del fatto che la linearità varia da registrazione a registrazione. Plug-In, drc sono strumenti che, se opportunamente usati (e con alcuni limiti.... un cubo di vetro e cemento suonerà sempre male) migliorano la qualità del suono nella stragrande maggioranza dei casi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paky33

ok su tutto.... tranne in parte al punto 3,nel senso che non sarei così drastico. Ho anni di esperienza con drc (tact prima e poi rew, audiolense e infine acourate), e Plug-In in jriver e per me le cose possono convivere o anche se ne può usare solo una o l'altra. Infine ribadisco... al di la' della linearità pura esistono i gusti personali, per non parlare del fatto che la linearità varia da registrazione a registrazione. Plug-In, drc sono strumenti che, se opportunamente usati (e con alcuni limiti.... un cubo di vetro e cemento suonerà sempre male) migliorano la qualità del suono nella stragrande maggioranza dei casi.

Non sono drastico. Infatti ho detto che "solo dopo si possono usare....."

Intendo dire che la logica dell'HiFi DOVREBBE essere la riproduzione fedele del brano ma che bisogna, comunque, tener presente quello che i tecnici del suono hanno fatto in quella particolare registrazione.

Da qui il mio intervento. Una volta linearizzato ed ottenuto il risultato più fedele possibile, si può giocare con i gusti personali adattando l'impianto alle proprie esigenze. Per questo ho messo al primo punto l'ottimizzazione passiva, fin dove possibile con una normale convivenza di una casa.

Ho visto molti, troppi, audiofili cambiare e scambiare apparecchi non considerando quello che io ritengo il parametro principale ovvero l'acustica ambientale.

Ottimizzata quella, si passa (secondo me!) al fine tuning che, sempre secondo me e per le mie esperienze, passa da un'equalizzazione attiva (ad esempio col DRC).

A questo punto, una volta che si è capito il limite del binomio stanza/impianto, si può intervenire col MyFi. Se non hai ben presente i limiti a cui puoi arrivare con una giusta ottimizzazione e, soprattutto, se non usi un minimo di strumentazione per ottenerli, SEMPRE SECONDO ME; rischi solo di far casini ancora più gravi. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Concordo

 

Gli audiofili cambiano continuamente apparecchi perché è quello ciò che li diverte

 

L' acustica della stanza: e che palle!

 

Vuoi mettere? Meglio 3500 euro su un bel cavo o 15000 su un pre (magari superfluo come succede la maggior parte delle volte) e annunciare al mondo la scoperta di nuovi orizzonti nella storia della riproduzione audio!

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paky33
ConcordoGli audiofili cambiano continuamente apparecchi perché è quello ciò che li diverteL' acustica della stanza: e che palle! Vuoi mettere? Meglio 3500 euro su un bel cavo o 15000 su un pre (magari superfluo come succede la maggior parte delle volte) e annunciare al mondo la scoperta di nuovi orizzonti nella storia della riproduzione audio!

=D>

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Marwitz

Io non sottovaluterei la trasparenza e la potenza dell'EQ parametrico di jRiver, uno dei migliori in assoluto.

Ma, come è stato detto, si dovrebbe prima misurare in qualche modo la risposta dell'impianto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
Io non sottovaluterei la trasparenza e la potenza dell'EQ parametrico di jRiver, uno dei migliori in assoluto.
Ma, come è stato detto, si dovrebbe prima misurare in qualche modo la risposta dell'impianto.

Mi associo. Veramente efficace, versatilissimo e all'ascolto, non toglie nulla in risoluzione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Mi associo anche io, ottimo....però ne esistono tanti ottimi, meglio così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Marwitz

C'è da considerare che i buoni parametrici non sono gratuiti

 e jRiver completo costa solo 45€.. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Mah...tdr nova è ottimo e gratuito..e easyq è eccellente e gratuito...io ho anche fabfilter, 150 euro...come pochi cm di cavo hiend doc che il più delle volte non fa assolutamente una mazza per migliorare la qualità del suono. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Marwitz

Per ottenere un suono più caldo si potrebbe provare ad "ispessire" il suono con un blando compressore della dinamica. Un plugin molto buono è izotope ozone, se non ricordo male nel preset "suono valvolare" si può scegliere il tipo di valvola..

Ovviamente il problema andrebbe affrontato in  altro modo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.636
    Discussioni Totali
    5.886.217
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×