Vai al contenuto

Ospite ToninoDM

Consiglio integrato stereo

Messaggi raccomandati

Ospite

Salve a tutti,

mi chiamo Tonino e seguo spesso questo forum alla ricerca di nozioni e pareri per tutto quel che concerne il mondo dell'hifi.

Vengo da una coppia di triangle color da pavimento pilotate da un integrato rotel ra05se che oramai da circa un anno non possiedo più. Tutto sommato il risultato dell'accoppiata non mi dispiaceva affatto, anche se a volumi un po' più sostenuti era riscontrabile una fastidiosa asprezza delle alte frequenze e un impastamento generale. La sorgente, un musical fidelity vdac II collegata in digitale ad una logitech squeezebox che pesca musica liquida da un server.

Qualche giorno fa mi hanno regalato una coppia di cerwin vega sl-12 (che sono in attesa di ricevere) e vorrei riuscire a farle suonare decentemente abbinando un integrato stereo sulla fascia dei 1200-1300€ (sovradimensionato?).

A parte qualche parere del tutto soggettivo raccolto in giro ed incentrato per lo più sulle serie precedenti, non ho la minima idea di come le sl-12 suonino realmente. Non ho riferimenti per dire che un integrato rotel, ad esempio, riesca nell'intento di tirare fuori il meglio da questi diffusori, o se invece sarebbe meglio orientarsi verso produttori con integrati dalle caratteristiche timbriche diverse rispetto a quest'ultimo.

E' che mi stuzzicano. E quindi prima di un'eventuale vendita, perché non provare ad ascoltarli, nei limiti dei diffusori stessi e delle elettroniche, ma al meglio delle loro possibilità? La curiosità è tanta!

Dunque mi rivolgo a chi gentilmente sapesse indirizzarmi verso la ricerca/ascolto di un integrato che ben si sposa con i diffusori cerwin vega.

 

Grazie mille

 

Tonino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Ciao

Ti serve una buona scorta di watt, almeno un centinaio

Vanno bene gli integrati rotel grossi o magari nell'usare un harman kardon 990

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
chicco98

O Exposure

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao Cano, grazie dell'intervento. 

Prendo e faccio tesoro sul centinaio di watt suggeriti.

Conosci i suddetti diffusori? Sai più o meno che su che timbrica si orientano? 

Perché se fossero già "squillanti" di loro, rotel, probabilmente, non sarebbe la scelta più orientata (per lo meno, per quel che conosco).

Gli harman kardon non ho assolutamente idea di come suonino...

Chiedo scusa ma davvero non so che strada intraprendere, dunque affermazioni o domande potrebbero risultarvi anche stupide. 
Conosco (alla leggera) il suono più analitico e dettagliato di un rotel rispetto a quello più eufonico e meno dinamico di un marantz (ascoltai tempo fa' un pm6005), o più ambrato (ma molto bello) di un integrato onix.

 

Grazie infinite

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao chicco98, 

interessanti gli exposure, non c'è che dire. Non ho mai avuto il piacere di ascoltarli, da una veloce occhiata tra i modelli noto che il 2010s2 potrebbe fare al caso mio. La vedo dura però trovarlo per un ascolto...

Tu lo conosci? 

 

Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
AlfonsoD

Ma le hai già a casa le cervin vega? non puoi provarle e cercare di capire in che direzione vanno (timbricamente)?

P.S. ma sei il ToninoDM che conosco io?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao AlfonsoD, dovrebbero arrivarmi a breve. Ma ad ogni modo, al momento, non ho manco un apparato per poterle testare. Volevo riuscire per lo meno ad orientarmi su eventuali marchi ascoltabili da qualche rivenditore...

Da qualche parte ho letto che sembrerebbero più aperte rispetto alla precedente serie VE. "Diversa" dalla serie XLS (e com'è la serie XLS?)... un bel casino..

 

P.S: Non lo so, non so neanche dell'esistenza di "altri" ToninoDM! :D

Sono un nuovo utente, ma un vecchio lettore di questo bel forum! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
samana

Ciao Tonino,

poco piu' di un paio d'anni fa ascoltai presso un privato una coppia di grosse Cerwin Vega, non ricordo il modello pero', quello che mi impressiono' furono i due Woofer di dimensioni ragguardevoli!

A pilotarli era un Nad S300.

Ricordo un suono molto molto bello, dinamico e raffinato con bei bassi controllatissimi e senza fatica d'ascolto.

Questa la mia esperienza.

P.S. Poi presi il Nad, ma questa e' un'altra storia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
Ciao Cano, grazie dell'intervento. 
Prendo e faccio tesoro sul centinaio di watt suggeriti.

Conosci i suddetti diffusori? Sai più o meno che su che timbrica si orientano? 

Perché se fossero già "squillanti" di loro, rotel, probabilmente, non sarebbe la scelta più orientata (per lo meno, per quel che conosco).

Gli harman kardon non ho assolutamente idea di come suonino...

Chiedo scusa ma davvero non so che strada intraprendere, dunque affermazioni o domande potrebbero risultarvi anche stupide. 
Conosco (alla leggera) il suono più analitico e dettagliato di un rotel rispetto a quello più eufonico e meno dinamico di un marantz (ascoltai tempo fa' un pm6005), o più ambrato (ma molto bello) di un integrato onix.

 

Grazie infinite

 

Non ho mai sentito quel modello in particolare Le xls direi che virano sul "caldo" Visto che comunque sono casse di impatto e non di raffinatezza io metterei un ampli muscoloso e con i controlli di tono in modo da aggiustare un po' la risposta del diffusore in base ai propri gusti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magoturi

Valuterei il Yamaha as 801

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
homesick
Valuterei il Yamaha as 801

Da Audioquality ha un usato/ex demo dell'As2000 a 950 Euro , rispetta il budget e prende una macchina di livello.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magoturi

-Concordo: l'AS2000 e' un bell'ampli, non ha le connessioni "ultramoderne" dell'801 ma senz'altro piu' "sostanza".

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
AlfonsoD
Ciao AlfonsoD, dovrebbero arrivarmi a breve. Ma ad ogni modo, al momento, non ho manco un apparato per poterle testare. Volevo riuscire per lo meno ad orientarmi su eventuali marchi ascoltabili da qualche rivenditore...
Da qualche parte ho letto che sembrerebbero più aperte rispetto alla precedente serie VE. "Diversa" dalla serie XLS (e com'è la serie XLS?)... un bel casino..

 

P.S: Non lo so, non so neanche dell'esistenza di "altri" ToninoDM! :D

Sono un nuovo utente, ma un vecchio lettore di questo bel forum! 

Credo non sia il Tonino che conosco io, altrimenti mi avresti riconosciuto al volo.

In ogni caso, se magari ci dici di dove sei, appena ti arrivano i diffusori qualcuno vicino a te potrebbe venire a trovarti con qualche amplificatore sottobraccio per capire come suonano i tuoi diffusori.

Anche se l'ampli yamaha As2000 mi sembra un affare a 900 euro, io lo prenderei, non ho mai sentito nulla di qual marchio che non mi piacesse (comprese moto e strumenti musicali).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane
Ciao Tonino,

poco piu' di un paio d'anni fa ascoltai presso un privato una coppia di grosse Cerwin Vega, non ricordo il modello pero', quello che mi impressiono' furono i due Woofer di dimensioni ragguardevoli!

A pilotarli era un Nad S300.

Ricordo un suono molto molto bello, dinamico e raffinato con bei bassi controllatissimi e senza fatica d'ascolto.

Questa la mia esperienza.

P.S. Poi presi il Nad, ma questa e' un'altra storia.

 

Oddio le cerwin Vega raffinate ....!

Io ci ballavo in discoteca.

Direi forse diffusori di impatto ma raffinate proprio no.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
samana

Tieni conto che fu un ascolto di poco piu' di un'ora.

Il lettore era un Sugden.

Comunque ne ebbi una bella impressione.

Magari era un modello diverso da quelli ascoltati da te.

Quel Nad merita parecchio, comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Buongiorno signori e grazie mille a tutti delle risposte e dei consigli. 
Procedo con ordine. 

Samana, interessantissimo oggetto il nad s300, sarebbe fantastico se riuscissi ad ascoltarlo, ma la vedo difficile considerato anche che, da un'occhiata veloce, lo si trova soltanto usato. Da non scartare assolutamente, un oggetto molto intrigante.

Cano, concordo con l'a tua analisi, servono watt, ma ad ogni modo non mi dispiacerebbe se il tutto raggiungesse anche un discreto dettaglio. D'altronde non sono devoto all'hi-end, la musica deve "divertirmi" (ascolto principalmente rock, pop, elettronica...). Dunque, a fronte delle tue conclusioni, avevo pensato ad un rotel 1570. 

 

Homesick e Magoturi, da qualche recensione e parere appreso anche da questo stesso forum, mi pare di ricordare che molti abbiano abbinato le loro cerwin vega xls ad amplificatori pro yamaha serie ps. Potrebbe essere interessante valutare un as2000 visto la presunta (non per malafede) sinergia tra i prodotti yamaha e cw.

Restando in casa, qualcuno di voi saprebbe dirmi qualcosa sul nuovo as1100? Fuori budget di qualche centinaio di euro, ma diciamo che se ne valesse la pena, farei uno sforzo in più (mi piacciono i vu-meter! :D).

 

AlfonsoD, credo di si, ci troviamo difronte ad un comune caso di omonimia :)

Anche tu mi consigli lo yamaha as2000...ad ogni modo io vivo a Roma ma originario della Puglia.

 

Dunque, ricapitolando, i vostri preziosi consigli mi porteranno all'ascolto (ove si può) dei seguenti integrati:

- yamaha as2000 (- as1100, ne varrebbe la pena?)

- rotel 1570 (?)
- nad s300

 

Per as1100 e 1570 non dovrebbe essere così difficile, mentre per gli altri ho qualche dubbio...ciò non toglie che, a meno di differenze abissali con l'as2000, l'ascolto di un as1100 od addirittura s2100, potrebbero per lo meno orientarmi sulla timbrica del suddetto apparecchio.

 

Ancora un grazie infinite a tutti.

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magoturi

.L'AS 2000 e' molto simile al 2100.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

Negli anni passati, ho ascoltato diversi modelli di Cervin Vega, sono casse da impatto con impronta live, casse che se abbinate correttamente possono dare belle emozioni. Ascoltale dopo che ti sono arrivate, se il suono è da impatto come presumo, ti consiglio un pre linea a valvole della Estro Armonico di Senigallia, il pre viene 1200,00 euro, a questo ci abbini un finale NAD usato, della serie 3140 / 3150. Difficile ottenere di meglio , i finali NAD per la modica cifra di 250-300 euro sono ottimi apparecchi, ma è il pre che ti fa' fare il salto di qualità'. Parla con Lorenzo Betti, persona competente e disponibile. Ovviamente dipende anche dal volume della stanza, se grande, scegli un finale NAD più potente.

Buon divertimento

Guerino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bizio

NAD ottimi ampli con spinta e capacità di pilotaggio ma, secondo me, con le Cerwin l'accoppiata potrebbe risultare un po' grezza.

Yamaha è agli antipodi, non scalciano come muli ma suonano tipicamente con grande trasparenza e raffinatezza. In tal caso l'accoppiata è intrigante, potrebbe funzionare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao e grazie per gli ulteriori consigli.

 

Ferroattivo, molto interessante la soluzione da te proposta, soprattutto sull'utilizzo di un pre a valvole che, in accoppiata con le giuste elettroniche, potrebbe regalare emozioni più "live-musicali". Interessante davvero.

 

Vi terrò aggiornati non appena inizierò qualche ascolto tra gli integrati suggeriti ed eventuali combinazioni pre/finale (anche per farmi "un'idea timbrica"), riportando le mie impressioni di ascolto.

Anche chi ha consigliato yamaha, mi ha infilato una grosse pulce nell'orecchio...sono molto curioso, staremo a vedere!

Un saluto a tutti.

 

Tonino

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Ciao a tutti!

Finalmente sono riuscito a fare qualche ascolto.
Il primo ha visto protagonista lo yamaha as2100 abbinato ad una paio di diffusori da pavimento di cui non ricordo la marca(molto simili alle proac response d18 od alle pmc twenty 24, ma col woofer simile alle dynaudio, da 4-5k euro la coppia a detta del tizio). 
Bel suono, niente da ridire, ma non mi ha sconvolto. Molto neutra la riproduzione, non particolarmente dinamica e dettagliata. Piuttosto arretrato sulle basse frequenze. In compenso le voci mi sembravano abbastanza cristalline.  
C'è stato anche un "fulmineo" confronto con un as500 accoppiato a delle rega rx1. Devo dire che "d'impatto" non ho sentito tutta sta differenza tra i due integrati. Ma credo che la cosa sia imputabile anche al poco tempo dedicato al suo ascolto.
 
Tuttavia, le stesse impressioni sono state poi confermate a seguito dell'ascolto di un as2000. Questa volta il'integrato yamaha pilotava una coppia di diffusori opera quinta, ed è stato messo a confronto (su mia richiesta) con un integrato che avesse delle caratteristiche timbriche "diverse" all'integrato yamaha. A tal proposito è stato inserito un unison research unico secondo. Ed ecco che spuntano una medio alta più dettagliata, voci più calde e bassi leggermente più presenti. Con questo non voglio dire che lo yamaha sfigurasse, anzi, ma l'impressione è stata che la riproduzione acquisisse più corpo, dettaglio e naturalezza, a favore dell'unico. Musicale.

Fatta qualche meditazione ed un paio di calcoli, ho deciso di alzare il tiro a 2000 euro circa per il solo integrato, con l'intenzione futura di sostituire le vega che poi verranno destinate ad altro uso o rivendute, con dei diffusori di fascia pari o simile all'integrato stesso. 
Dunque al netto degli ultimi ascolti, direi che orientativamente, il suono dell'unico mi è piaciuto di più. Il problema è che ai miei occhi, un fermacarte è più accattivante. Non mi piace, per niente, ed inoltre lo trovo poco versatile. E non c'ha manco la presa per le cuffie. Forse andrò contro la filosofia di molti, mi piace il suo suono ma vorrei evitarlo per problematiche legate all'estetica ed alla versatilità. Ad ognuno il suo punto di vista. 

Così ho intravisto nella mischia due altri possibili candidati, quali denon pma 2500ne e marantz pm14s1.
Qualcuno di voi li conosce?
Chi dei due si avvicina a quelle caratteristiche timbriche, forse marantz? 
Il bestione della denon non è niente male, che ne dite?

Un saluto!

Tonino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Che se ti è piaciuto l'unico...Non vedo perché pensare ad un marantz o un denon

Devi scegliere tra suono e versatilità

Tutti i gadget che si mettono in un amplificatore hanno un costo...a parità di prezzo ne risente il risultato finale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

ciao tonino e bene arrivato. Per prima cosa potresti integrare la descrzione con le dimensioni dle tuo ambiente di ascolto e magari dire dove intendi collocare i diffusori?i

l triangle color sono un due vie compatto con un woofer da 16, che pesa 5 g, dimensioni 25x16x30, le cervin vega un 3 vie da pavimento con un woofer da 30, pesano 23 kg, dimensioni 84x35x38. Il tuo vecchio rotel sicuramente andava n affanno se gli chiedevi troppa potenza, da qui il suono confuso e sopratutto l'asprezza in alto,  asprezza che è semplicemente la distorsione prodotta da un ampli sollecitato oltre i limiti
Devi fare anche una scelta a monte, se andare u nuovo o sul'usato, il nad s300 per esempio è fuori produzione e anche sull'usato 
non avere fretta e soprattutto cerca di ascoltare gli ampli con uno stesso diffusore, altrimenti capirci qualcosa è difficile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maui_76

Ciao Tonino.

Il fatto che l'Unico Secondo sia risultato di fatto il migliore con le Opera, beh... c'era da aspettarselo, se non altro perché i due componenti sono progettati e sviluppati in sinergia praticamente dalla stessa Casa costruttrice.

Se vuoi sentire uno Yamaha esprimersi al massimo (cito proprio questo nello specifico in quanto è stato oggetto dei tuoi confronti), cerca di tenerlo lontano dal tandem Unison/Opera... :D

Cerca di ascoltare più Brand possibili tra ampli e diffusori in più combinazioni possibili.... e poi scegli quello che più ti convincerà a 360 gradi... nel suono, nell'estetica e nella versatilità.

Un PS che potrebbe apparire grande come una casa: l'Unico Secondo, a casa mia, ha fatto esprimere al meglio B&W CM1, B&W 684, Chario Delphinus e, per ultime, le Chario Cygnus; insomma, credo sia uno di quegli integrati che qualsiasi cassa gli si metta sotto, lui la frusti a dovere.... bisogna solo scegliere quella che si preferisce ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Buongiorno a tutti e grazie per le risposte :)

@Cano: l'unico secondo in coppia con le opera, si, è quello che timbricamente mi è piaciuto di più. Ma per un discorso che viaggia tra versatilità ed estetica, preferirei ascoltare altro. Qualcosa che, su quei prezzi, magari si avvicini a quella resa sonora, ma che mi permetta (tra le altre cose) anche di effettuare ascolti in cuffia senza dover inserire eventuali altri apparecchi. Vorrei un quadro più "chiaro" prima di buttarmi in un acquisto del genere, basandomi sul "primo che mi è piaciuto", ecco tutto. 

@cactus_atomo: ciao e grazie del benvenuto :) 
Cerco di spiegare meglio: l'accoppiata rotel + triangle color (erano quelle da pavimento, non da stand) non è più in mio possesso. A scanso di equivoci, questa nota di asprezza sulle alte a volumi più sostenuti, era constatata nella sopracitata coppia. D'altro canto, chi conosce la macchina in oggetto (rotel ra 05 se), sa bene che "soffre" di una sorta di "equalizzazione" (passatemi il termine) verso gli estremi del range di frequenza udibile. Detto più semplicemente, pompato in basso e in alto.
Preferirei orientarmi sul nuovo, conscio del fatto che sull'usato potrei trovare occasioni che a parità di prezzo, potrebbero garantirmi prestazioni sonore più elevate. Ma, ripeto, preferisco comunque andare sul nuovo, per questioni facilmente intuibili e che non sto qui a spiegare dilungandomi oltre.
Premesso che con molta probabilità, in futuro non troppo lontano, le vega saranno sostituite, l'ambiente in cui sarà collocato l'impianto principale è una stanza di circa 25 mq. 
Esatto, come tu stesso dici non vorrei avere troppa fretta e cercare di farmi un idea complessiva su quelle che possono essere le capacità e la timbrica di altri apparecchi.

@maui_76: ah vedi, non ero a conoscenza del fatto che unison e opera producessero in maniera sinergica. Questo potrebbe spiegare in parte quelle che sono state le mie impressioni di ascolto della coppia in oggetto, tenendo presente anche il tuo PS secondo cui l'integrato riuscirebbe a masticare svariati diffusori.
Ad ogni modo la linea che vorrei seguire è proprio quella da te suggerita, ascoltare il più possibile e poi decidere.

Nel post precedente ho fatto riferimento a denon e marantz anche perché, un po' di tempo fa, ascoltai un  pma 1520 in coppia a delle elac da stand (perdonatemi ma non ricordo il modello).
E devo dire che all'epoca mi piacquero parecchio, ma purtroppo erano oltre le mie possibilità. Forse il suono lo ricordo leggermente più brillante rispetto ad unison + opera, ma timbricamente gli si avvicinava parecchio.
Stesso discorso per un acolto di "sfuggita" con un marantz pm8005 accoppiato a delle monitor audio, del quale restai piacevolmete sorpreso.

Da qui, l'interesse ai due marchi sopra citati. Per chi li conoscesse, può confermare le mie sensazioni?
Ma denon e marantz si assomigliano sotto l'aspetto dell'impostazione sonora? Anche se devo dire, a favore del denon, di ricordare una maggior dinamica rispetto al marantz che, dal canto suo, forse era leggermente più musicale...

Grazie mille a tutti

Tonino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maui_76

Ciao Tonino,

Ora che hai le idee più chiare, direi che sei già a buon punto.

Se il "metro di paragone" per te dovesse essere la prestazione dell'Unico Secondo, ti consiglio di farti un ascolto di qualche modello di casa Hegel, preferibilmente il 160.... alle mie orecchie, gli si avvicina parecchio.

Un altro PS: mi stupisce che tu abbia trovato l"integrato Rotel RA05SE enfatizzato agli estremi... io l'ho avuto in passato, poi upgradato con modelli maggiori, ossia il 1520 e il 1570 e non li ho mai trovati enfatizzati, tutt'altro: molto lineari e con una proposizione del messaggio musicale, se vogliamo, molto "delicata". Non è che forse era colpa dei diffusori.....? Io con Rotel avevo dapprima Indiana Line, poi le CM1.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

A mio avviso, Tonino, per arrivare alla qualità dell'unico ed avere anche tutta la versatilità che cerchi devi alzare il budget....cercando magari qualcosa ex demo o usato tra marchi come luxman o accuphase

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

io non impegneri una cifra importante in un ampli se pensassi di cambiare diffusori in futuro. O almeno prima mi farei una idea di coda presumibilmente prenderà il posot delle cv sl12 (che non d9imentichiamolo sono diffuosori da 800 euro), un minimo di equilibrio nella catena ci vuole

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Maui_76, da quanto ricordo (almeno per il 1520, ancor più per il 1570 immagino) stiamo parlando di tutt'altra macchina rispetto al ra05se. Posso ricordare male, certo, ma confermo quella sensazione di linearità da te espressa per il modello 1520. Hegel dici eh...cacchio, ma quelli che suonano bene tutti brutti sono? ahahah! Vabbè dai si scherza, parliamo di considerazioni molto soggettive ovviamente...

Cano, ho paura tu abbia ragione, ma vorrei rendermene conto anche con le mie orecchie: ecco perché vorrei cercare di ascoltare altri integrati e valutare. D'altronde la vedo dura arrivare anche a 3k euro... 
A tal proposito, per pura curiosità, un accuphase e-260, che rappresenta l'integrato entry level del marchio mi pare, sarebbe da preferire ad un top di gamma (tipo, appunto, il denon 2500ne) anche se di prezzo inferiore?

Catus_atomo, di preciso non lo so ancora. Vorrei in futuro valutare delle klipsh rf7, le stesse opera, oppure delle proac studio, delle chairo, non lo so, qualcosa che mi permetta anche una bella estensione, discesa e articolazione in gamma bassa (cosa che, permettetemi, a "ste colonnine" con i "wooferini" un po' manca eh!). 
L'integrato che andrò ad acquistare sicuramente sarà di fascia superiore rispetto ai diffusori vega. Questa differenza di prezzo mi preoccupa poco sinceramente, ove non vi fosse troppa sinergia tra le elettroniche "più pregiate" rispetto alle vega, c'è già in ballo la previsione di sostituirle. Al netto di queste considerazioni, sarei anche disposto ad essere meno puntiglioso. 

Grazie

Tonino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Cano, ho paura tu abbia ragione, ma vorrei rendermene conto anche con le mie orecchie: ecco perché vorrei cercare di ascoltare altri integrati e valutare. D'altronde la vedo dura arrivare anche a 3k euro...

A tal proposito, per pura curiosità, un accuphase e-260, che rappresenta l'integrato entry level del marchio mi pare, sarebbe da preferire ad un top di gamma (tipo, appunto, il denon 2500ne) anche se di prezzo inferiore?

 

A mio avviso in genere si...quell'integrato di accuphase è uno dei meno riusciti

Ma devi provare tu...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.520
    Discussioni Totali
    5.883.013
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×