Vai al contenuto

Ospite pino

Klipsch Heritage con Woofer da 15'' con cosa le amplificate,o avete amplificate ?

Messaggi raccomandati

homesick
Scusami intendevo in utilizzo molto vivace,dove fai arrivare le lancette.

Ambiente grande , volume sostenuto e pezzi ad alta escursione dinamica , arrivi tranquillamente a fondo scala.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
iciogoodtimemusic
Il 6300 sono molti ad utilizzarlo. Quando mi morirà il 1010, mi orienteró su un piccolo di casa MC od Accuphase,in Estremis Yamaha. So che ci sono molte altre elettroniche bensuonanti,ma mi attirano gli integrati vecchia maniera con phono,cuffia,separazione pre/finale.......... Le lancette dei vu fin dove arrivano 10 watt? Ciao Pino
A 10 watt con il 6300 l'ago dei vu-meter è a 2/3 della scala, ma rischio di tirar giù la casa... Già a 1 watt l'ago danza a metà scala, ed è un ascolto emozionante!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Chiodo con i Mark Levinson ML2 suonerebbero bene anche 2 scatole da scarpe con altoparlanti della televisione.( ebbene si a 8 anni ho fatto anche questo)

Sono i finali a ss piú invidiati al mondo.

 

Vuoi farci morire di invidia ?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
 Vuoi farci morire di invidia ?
Non ne ho la minima intenzione........

X(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Chiodo con i Mark Levinson ML2 suonerebbero bene anche 2 scatole da scarpe con altoparlanti della televisione.( ebbene si a 8 anni ho fatto anche questo)Sono i finali a ss piú invidiati al mondo.
Non tutti sono daccordo, anche in questo forum. Qualcuno li ha definiti inascoltabili.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Chi non li ha .

Levinson era avanti 10 anni.

 

Phono mc esterno di cui una versione a batterie.

 

Una certezza in mezzo,a molti marchi meteora,che non sai come e dove sono costruiti, molti poco affidabili e senza assistenza,li acquisti a 10 e li vendi a 3 se ti va bene.

 

Per i tuoi diffusori bastano 5 watt,ne hai 25 che raddoppiano al dimezzarsi del modulo.

 

Goditeli senza paturnie.

 

Un saluto

 

Pino

 

p.s.

Hai sempre avuto quelli o prima hai provato altro ?

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

se non ricordo male dal 1985.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

hai iniziato col piede giusto,in estate cosa gli alterni ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il mio impianto è semplice, è quello che indicavo più su, in un locale di una ottantina di mq con un condizionamento naturale che sia in estate che in inverno gode di una temperatura tra i 18 ed i 23/24 gradi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

Alcuni anni fà realizzai un sistema im multiamplificazione per una coppia di Khorn.

Erano installate in un ambiente di oltre 70mq, ovviamente negli angoli e non avevano nulla in mezzo...

Per l' amplificazione facemmo varie prove e alla fine la scelta fù la seguente: woofer con ampli pp di 807 mono, mid con single ended sempre di 807 (a triodo) tweeter con 10Y.

 

Altro impianto con una coppia di La scala, integrato PP di 2A3, e sub attivi (uno per canale) realizzati con i peerles XLS 12 e relativo passaivo. motorizzati con le "piastre" della Ciare.... risultato semplicemente superlativo

(i sub per le "La Scala" sono indispensabili se ci si ascolta la classica....,

 

Ulteriore cliente, con coppia di Klipsch Fortè  con  integrato pp di 2a3....

 

saluti "onore al Colonnnello"

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io purtroppo a metà Maggio devo accantonare il CJ MV 50, e mettere sotto lo Yamaha 1010 facendolo lavorare in classe AB,poi a metà Settembre ritorno alle valvole.

 

Lo Yamaha con le Magnepan faceva a pugni,con le Allison andava benino,con le Cornwall mi ha sorpreso in particolare nelle ore tardo-serali a bassissimo volume,i vu restano immobili,ma il suono è nitido e godibile.

 

Parlando di 2a3,anni fa mi ero in procinto di aquistare un Cary Audio Cad2a3.

 

P.P. 15 watt.

 

Domando ma quanti watt ha,risposta 15 watt,all'epoca 1993/1994 ragionavo diversamente,non ho nemmeno voluto ascoltarlo,per poi pentirmene negli anni a venire.

 

In quel periodo le valvole erano quasi tutte NOS.

 

 

Ho provato a collegargli lo Scherzo,va d'accordo con Mina,tollera Morricone,ma nei concerti per organo..l'organo diventa una fisarmonica.

 

Detto questo a livello sonico,tanto di cappello.

 

Ciao e grazie per i costruttivi commenti.

 

Pino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Alcuni anni fà realizzai un sistema im multiamplificazione per una coppia di Khorn.
Erano installate in un ambiente di oltre 70mq, ovviamente negli angoli e non avevano nulla in mezzo...
Per l' amplificazione facemmo varie prove e alla fine la scelta fù la seguente: woofer con ampli pp di 807 mono, mid con single ended sempre di 807 (a triodo) tweeter con 10Y.

Altro impianto con una coppia di La scala, integrato PP di 2A3, e sub attivi (uno per canale) realizzati con i peerles XLS 12 e relativo passaivo. motorizzati con le "piastre" della Ciare.... risultato semplicemente superlativo
(i sub per le "La Scala" sono indispensabili se ci si ascolta la classica....,

Ulteriore cliente, con coppia di Klipsch Fortè  con  integrato pp di 2a3....

saluti "onore al Colonnnello"

 

 

 

 

Le 2a3 andavano bene per le radio del bisnonno. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Un finale con una coppia di 2a3 in P.P. mi piacerebbe provarla con le Cornwall.

 

 

Maledetti soldi che non bastano mai....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

bisognerebbe buttarsi in politica

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

Le 2a3 andavano bene per le radio del bisnonno. 

 

Magari averle le radio del bisnonno.....

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Qualcuno ha provato ad amplificarle con Lector VFI 70,VM 150...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Le 2a3 andavano bene per le radio del bisnonno. 

 

Magari averle le radio del bisnonno.....

 

Per tentare di copiare l'amplificatore o per prendere le valvole e venderle per nos ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

Le 2a3 andavano bene per le radio del bisnonno. 

 

Magari averle le radio del bisnonno.....

 

 

Per tentare di copiare l'amplificatore o per prendere le valvole e venderle per nos ?

 

Perchè copiare. Oggi si può fare di (molto) meglio.  Esistono, ad esempio dei dispositivi attivi che soltanto 5-8 anni fà non esistevano e permettono ad esempio di far funzionare in maniera a dir poco esemplare tubi a vuoto.

Mi riferisco ad alcuni mos che nati per la tecnologia del solare (inverter &C.) permettono di manipolare tensioni fino a prima impossibili (300-400V) e permettono quindi di creare dei perfetti generatori di corrente costante da usare sugli anodi. Cosi' facendo si ha un funzionamento a dir poco perfetto, semplicemente sconosciuto all' epoca d' oro delle valvole.

vede, avvocato, il mio primo ampli a tubi l' ho costruito per l' esame di terza media, e in prima liceo ho avuto in casa il primo ampli pp di 807. Era un italianissimo Fedi, e da li' sono partito, ormai 30 anni fà a provare e sperimentare soluzioni e risultati. 

Le macchine d' epoca vanno rispettate per quello che rappresentano e per la storia che hanno e si portano dietro, le macchine attuali, se fatte con criterio e conoscenza sono ben diverse.... (il problema e che il mercato è pieno di soprammobili con le lampadine e molto pochi Amplificatori a Valvole....)

Quella coppia di Fedi, li conservo ancora e rappresentano (almeno per me) il punto di partenza ....

Consideri, avvocato, che frequento amici che hanno in collezione qualcosa come oltre 500 pezzi di radio... e il mio "maestro" era istrutture nella scuola militare di telegrafia di Pola.....

 

saluti "vinatge"

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

E come mai con tutta questa tecnologia e con tante menti brillanti gli audiofili negli ultimi 30 anni hanno cambiato piu' pezzi dell'impianto che calzini perché non sono mai contenti ?

In terza media hai portato un amplificatore per sostenere  l'esame? Quando l'ho fatto io bastava portare la biro e qualche foglio di carta, come cambiano i tempi !

Di Fedi con le 807 ne hanno fatti 2 modelli se non ricordo male, quelli con le 12non mi ricordo cosa come driver e una 6x4 come seconda raddrizzatrice non sono granche', quelli con le 6j5 , 6sj7 e le due raddrizzatrici 5x4 invece sono i migliori amplificatori di quel tipo mai costruiti. Ma non credo che 30 anni fa te ne sia capitato in mano uno, anche se avevano gia' 20 anni di lavoro sulle spalle, dato che  chi ce li aveva se li teneva perché non c'era niente di meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

 

 

In terza media hai portato un amplificatore per sostenere  l'esame? Quando l'ho fatto io bastava portare la biro e qualche foglio di carta, come cambiano i tempi !

Di Fedi con le 807 ne hanno fatti 2 modelli se non ricordo male, quelli con le 12non mi ricordo cosa come driver e una 6x4 come seconda raddrizzatrice non sono granche', quelli con le 6j5 , 6sj7 e le due raddrizzatrici 5x4 invece sono i migliori amplificatori di quel tipo mai costruiti. Ma non credo che 30 anni fa te ne sia capitato in mano uno, anche se avevano gia' 20 anni di lavoro sulle spalle, dato che  chi ce li aveva se li teneva perché non c'era niente di meglio.

Si in terza media ho portato un ampli autocostruito, un semplice single ended con le 6V6. Ricordo ancora il terrore che aveva il prof di educazione tecnica.... per la tensione in gioco.... ma conosceva anche lui il "mio maestro" e si fidava di entrambe.

 

Il Fedi è proprio quello indicato primo stadio a pentodo di 6SJ5 secondo stadio sfasatore con 6J5 e finali 807.  Alimentazione con due 5X4, tutte le capacità in carta-olio e il trasformatore d' uscita con le connessioni dirette per gli anodi delle 807. Il tutto su di un robusto chassis in alluminio con un grande pannello per il montaggio a rack.

Ripeto è un OTTIMO ampli per quegli anni. Oggi si può fare (di molto) meglio.

Per mè è stato il punto di partenza per il mio lavoro, in quanto capii molto presto che quella era la strada da seguire... ricordo che (frequentavamo entrambe la terza liceo ) con il mio amico Michele, figlio dell' notaio cittadino portammo la coppia di finali e un mio "rudimentale" pre phono a casa sua. Suo padre aveva in soggiorno un notevole impianto con grossi diffusori a torre e un pre e finale Sansui. Il risultato sonoro fù stupefacente, letteralmente annichilendo la costosa coppia di elettroniche nipponiche. Al punto che i due ingombranti finali rimasero in quel salotto per diversi mesi, visto che il padre di Michele, rimase colpito alquanto anche lui.

Da li, (e non solo...) la mia passion prese il volo facendo in modo di dedicarmi allo studio di materie scientifiche e collaborando quando possibile con aziende del settore.  (sono stato fortunato, la mia città è la città dove ha sede la Ciare....)

Gli ampli li recuperai "fortunosamente" dai lavoro di restauro di un cinema piuttosto importante del centro città.

Erano accantonati insieme a vari supellettili vicino al cumulo delle macerie della ristrutturazione. Dopo una settimana di pioggia erano ancora li. Il giorno seguente, mi fecei coraggio e chiesi se potevo prenderli, mi dissero che erano da buttare in quanto erano vecchi.... li portai a casa, li testai e funzionavano perfettamente.....

E' questa la ragione perchè amo la 807. E' un vecchio amore, che ho sempre coltivato e mi ha sempre contraccambiato....

 

saluti "sonanti"

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

 

 




Ripeto è un OTTIMO ampli per quegli anni. Oggi si può fare (di molto) meglio.


saluti "sonanti"

Lo so, con  un telaio cromato, qualche condensatore per audiofili e dei morsetti dorati suona di sicuro  molto meglio . Sempre che il fortunato compratore disponga dell'impianto e della sala d'ascolto giusta che non ne mortifica le doti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

 

 

 

 

Ripeto è un OTTIMO ampli per quegli anni. Oggi si può fare (di molto) meglio.

 

 

saluti "sonanti"

Lo so, con  un telaio cromato, qualche condensatore per audiofili e dei morsetti dorati suona di sicuro  molto meglio . Sempre che il fortunato compratore disponga dell'impianto e della sala d'ascolto giusta che non ne mortifica le doti

No, non intendo in quel senso.

Intendo tecnicamente . 

A partire dal pilotaggio delle finali, passando per la polarizzazione delle stesse dello sfasatore e dell' alimentatore.

E non stò parlando di minchiate audiofile e specchietti per allodole.

Il trafo di uscita è molto buono, ma prova un Hasimoto e capirai molte cose....

Lo stesso pilotaggio delle finali, mettici degli inseguitori acccoppiati in continua che portino il segnale in griglia fino ad andare in tensione positiva..... sentirai la dinamica.... 

La stessa alimentazione, separando fin dai secondari le alimentazioni per i driver e le finali e i negativi di griglia...

aggiungendoci spianamenti induttivi.... e punti di lavoro stabili con i generatori di correnete costante a mos sugli anodi....

Il tempo, la conoscenza e i materiali esistono.

 

saluti "sonanti2

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mi hai convinto, hai proprio ragione. Gli ingegneri veri che lavoravano per l'ing Fedi erano dei somari come pure erano dei somari  quelli che gli avvolgevano i trasformatori .

Sicuramente i prossimi amplificatori che comprerò avranno tutte le robe che hai elencato e i trasformatori che  avvolge in salotto  e poi  vende su Ebay  un ottantenne ex dipendente della Sansui .

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

Mi hai convinto, hai proprio ragione. Gli ingegneri veri che lavoravano per l'ing Fedi erano dei somari come pure erano dei somari  quelli che gli avvolgevano i trasformatori .

Sicuramente i prossimi amplificatori che comprerò avranno tutte le robe che hai elencato e i trasformatori che  avvolge in salotto  e poi  vende su Ebay  un ottantenne ex dipendente della Sansui .

 

 

Il tempo non è passato invano.

le conoscenze tecniche, i materiali le tolleranze della componentistica oggi disponibili fanno semplicemente impallidire ciò che si faceva all' epoca.

I tecnici Fedi, non erano dei somari. Erano OTTIMI tecnici che producevano un OTTIMO apparecchio con i materiali e le conoscenze del LORO TEMPO. Semplicemente.

E se l' Ex dipendente Sansui è conosciuto, rispettato, amato in tutto il mondo, credo ci sia una ragione.

 

Vede, si faccia una ragione, che c'è gente che ha dedicato una vita di studio e di lavoro a studiare, perfezionare, conoscere cose di cui, mi sembra evidente, non consce che "la buccia" esterna.

Personalmente, sono 30 anni che cerco ogni giorno di studiare e conoscere qualcosa in più del giorno precedente.

E per "studiare" e  "conoscere" non intendo guardare le figure.... intendo far di conto (e oggi abbiamo le simulazione a calcoltarore che ci permettono di indagare ad un livello che avrebbe fatto la felicità dei grandi tecnici del passato...) e mettere mano a circuiti e materiali. (ovvero montaggi sperimentali e prove continue...)

Il mio, è un lavoro de che mi dà i miei 3 pasti quotidiani da molti anni, Aloia dice spesso che molti pontificano, ma poi bisognerebbe vedere quanti davvero si procurano il loro vivere con l' audio....

 

saluti "sonanti

Stia bene, viva sereno che il progresso tecnico e la conoscenza fanno bene a tutti....

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Guardi, io sto benone e sono serenissimo,   per vivere non devo convincere nessuno a farmi lavorare.

Mi tolga due  curiosità, se vuole ovviamente, dopo il brillante esame di applicazioni tecniche in terza media ha proseguito con gli studi  fino a conseguire una laurea in ingegneria elettronica e magari qualche specializzazione o ha ritenuto che  fosse inutile come il suo collega Aloia ?

Oltre alla laurea ritiene che siano inutili anche le certificazioni europee riguardo le norme di sicurezza?

Le ricordo che anche la più economica delle lavatrici ce l'haRisultati immagini per ferro da stiro marchio norme ceRisultati immagini per amplificatori aloia

5Je9i5c.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ilbetti

Guardi, io sto benone e sono serenissimo,   per vivere non devo convincere nessuno a farmi lavorare.

Mi tolga due  curiosità, se vuole ovviamente, dopo il brillante esame di applicazioni tecniche in terza media ha proseguito con gli studi  fino a conseguire una laurea in ingegneria elettronica e magari qualche specializzazione o ha ritenuto che  fosse inutile come il suo collega Aloia ?

Oltre alla laurea ritiene che siano inutili anche le certificazioni europee riguardo le norme di sicurezza?

Le ricordo che anche la più economica delle lavatrici ce l'haRisultati immagini per ferro da stiro marchio norme ceRisultati immagini per amplificatori aloia

5Je9i5c.jpg

Interessante,

 

Le dico soltanto a chi ho venduto lo scorso giugno un mio ampli cuffia (visto che ha messo una foto di quello)

L' ho venduto al Direttore Generale del ESFR di Grenoble.  Ovvero al Big Boss di uno dei più importanti centri di ricerca europei sulla fisica delle alte energie.....  

 

Non creda di parlare con un "dopolavorista"....  l'ho già detto che è il mio lavoro e la mia professione. 

Piuttosto, non è per caso lei il cosidetto "audiofilofino" che è stato più volte pluribannato e che scrive le sue idioziee in un suo blog dove , passibile di denuncia per diffamazione, si ostina a inveir contro il mondo dell' audio?

 

(delle foto che ha messo, solo il secondo è un mio apparecchio.... e la targhetta che cerca, si trova sull' alimentatore... che non è presente nella foto...)

 

saluti "sonanti"

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

aje   ritoeniamo sui woofer klipsch per favore

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Guardi, io sto benone e sono serenissimo,   per vivere non devo convincere nessuno a farmi lavorare.

Mi tolga due  curiosità, se vuole ovviamente, dopo il brillante esame di applicazioni tecniche in terza media ha proseguito con gli studi  fino a conseguire una laurea in ingegneria elettronica e magari qualche specializzazione o ha ritenuto che  fosse inutile come il suo collega Aloia ?

Oltre alla laurea ritiene che siano inutili anche le certificazioni europee riguardo le norme di sicurezza?

Le ricordo che anche la più economica delle lavatrici ce l'haRisultati immagini per ferro da stiro marchio norme ceRisultati immagini per amplificatori aloia

5Je9i5c.jpg

Interessante,

Le dico soltanto a chi ho venduto lo scorso giugno un mio ampli cuffia (visto che ha messo una foto di quello)
L' ho venduto al Direttore Generale del ESFR di Grenoble.  Ovvero al Big Boss di uno dei più importanti centri di ricerca europei sulla fisica delle alte energie.....  

Non creda di parlare con un "dopolavorista"....  l'ho già detto che è il mio lavoro e la mia professione. 
Piuttosto, non è per caso lei il cosidetto "audiofilofino" che è stato più volte pluribannato e che scrive le sue idioziee in un suo blog dove , passibile di denuncia per diffamazione, si ostina a inveir contro il mondo dell' audio?

(delle foto che ha messo, solo il secondo è un mio apparecchio.... e la targhetta che cerca, si trova sull' alimentatore... che non è presente nella foto...)

saluti "sonanti"

Vedo che copia il suo collega, quello dei crossover. Fa insinuazioni ma non risponde alle domande riguardanti i suoi titoli di studio.

Lo so che solo il secondo l'ha fatto lei. L'altro è del suo collega Aloia.

Posti  la foto dell'etichetta CE incollata sul retro dei  suoi prodotti così i futuri probabili clienti saranno più tranquilli.

Essere direttore di un centro di ricerca comporta necessariamente   capirne di hifi o di musica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

l'uente avvocatoscipioni è ammonito, ed invitato a rileggersi il regolamento. Non ci saranno ulteriori avvisi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
raf_04

io con le mie Cornwall 3 alterno un Galactron Mk2060 con uno Unison Research Simply Two, entrambi hanno i loro punti di forza: il Galactron dinamica e coinvolgimento eccezionali, il Simply Two "magia" e raffinatezza (non posso certamente chiedergli di far suonare i Metallica).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    285.673
    Discussioni Totali
    5.995.150
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×