Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
Ospite Saetta_McQueen

Cavi phono: dubbio su come procedere

Messaggi raccomandati

Ospite

Salve ragazzi.

 

Da poco ho preso usato un goldring gr 1.2 con grado gold1 e braccio rega rb 250 per riassaporare il vinile, come pre ho abbinato un project phono box mm.

 

Avevo pensato di sostituire i cavi di segnale che escono dal braccio (mi sembrano di qualità un pò scadente...ma per evitare di cambiare i cavi dentro al braccio, inizialmente avevo pensato di tagliare il cavo che esce dal braccio e saldare qui i connettori rca.

 

Oggi, però, ho pensato: potrebbe essere una scelta migliore tagliare questo cavo in modo da renderlo molto più corto di adesso (che so, 10-15 cm al massimo) e posizionare il pre phono a ridosso del giradischi, per poi usare il cavo più lungo di buona qualità dal pre-phono all'amplificatore?

 

Ho fatto qualche ricerca, ma sinceramente mi sono solo confuso...probabilmente perchè non ho molta dimestichezza sulla questione dei cavi phono.

 

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Suonatore

Io ti consiglio di lasciare tutto come sta, quali miglioramenti pensi di ottenere?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo
ciao e scusasmi se sono un po tranchant, ha preso un pre phono da 120 euro e vuoi cambiare il cavo dle brqaccio, o0perazione che rischia di costarti più del pre phono o di peggiorare la situazione
Il pre phono deve stare posizionato in mod da non trasmettere hum e ronzio al gira e di non ricevere a sua volta disturbi. il vantaggio di una vaco corto può essere colpletamente annullato da un posizionamento poco felice
Dunque, per prima cosa, metti il pre fono dove vorresti metterlo dopo l'operazione e controlla che in quel modo non ci siano disturbi indotti. Io, per non sapere ne leggere scrivere, metto il pre fono (e il suo alimentatore) lontano dai trafi di alimentazione dell'ampli e lontano dal co0mplesso braccio testina
Secondo aspetto, il segnale dle gira è basso ed è quindi assai sensibile a tutto, le saldature vanno fatte a regola d'arte o rischi di impantanarti in disturbi e ronzii da cui venirne fuori è difficole.
In più, la massa nei bracci rega è collocata in modo particolare, se non sai dove mettere le mani, lascia perdere, rischi di disconnetterla e siano al caso precedente
Consoglio spassionato, goditi per qualche mese il tuo sistema analogico così come è,,prendi consapevolezza di come suona, assimilane il carattwre, per gli upgrade aspetta quqlche mese,. altrimebnti non roiuscirai a capire ase ha fatto un passo avanti indietro o di lato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Suonatore

Parole Sante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Grazie ragazzi per le preoccupazioni e i consigli.

 

Con il saldatore ci so fare, ho anche una buona manualità, altre volte ho assemblato cavi di segnale, di alimentazine, ma mai cavi di segnale per giradischi. Semplicemente sono a digiuno di queste problematiche dei cavi phono e vi chiedo umilmente un aiuto.

 

Fose non mi sono spiegato bene (o non ho capito io le risposte), non vorrei cambiare i cavi da dentro il braccio, ma dall'uscita del braccio al pre. Nel mio giradischi il cavo phono non si può cambiare, è connesso direttamente al braccio e non ho intenzione di smontare il braccio. Il cavo sembra veramente economico ed è molto lungo, molto più di quanto a me servi.

 

Alternative, escludendo il ricablaggio del braccio:

 

1) tagliare il cavo che esce dal braccio e saldare due rca femmina da pannello su una basetta a t d'allumino, in modo da cambiare agevolmente il cavo. Domanda: ne vale la pena aggiungere un'altra connessione?

 

oppure;

 

2) rendere più corto il cavo phono per connetterlo direttamente al pre. Non aggiungerei altre connessioni e ridurrei la lunghezza (e quindi anche la capacità complessiva del cavo suppongo o sbaglio?).

 

3) lascio tutto com'è ora :D

 

A queste modifiche aggiungerei la sostituzione dell'alimentatore del pre con uno stabilizzato e migliore.

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Suonatore

RB250 lo conosco, il cavo è di qualità adeguata al braccio. Se non ti immette rumori o interferenze strane (cosa che non fa....) perché complicarsi la vita? Con quella testina e pre fono, dammi retta, va benone così. Un conto è smontare tutto il braccio, ricablarlo e mettere un din all'uscita e prendersi un cavo phono diverso ( con i costi e lavoro che ne consegue....) ma accorciarlo come vuoi fare tu....... Bah...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Erano 3 alternative :D

 

La terza... lascio tutto com'è :D Ho capito, grazie tantissimo :D

 

Mentre, sostituire l'alimentatore del pre come la vedi?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PietroPDP

Ti conviene lasciare il cavo del braccio come è, altrimenti va cambiato tutto il cavo, ad esempio Cardas vende proprio un kit di ricablaggio, il problema è che comunque è un lavoro non semplicissimo.

Non tagliare e non accorciare il cavo che non serve a nulla, anzi peggiori la situazione.

Un alimentatore migliore male non fa, ma se il phono costa 120 € io aspetterei e investirei in un phono migliore, se noti che non ti piace il suono molto probabilmente dipende dal phono non eccelso e dalla testina che magari non incontra i tuoi gusti, anche se le Grado hanno una buona fama.

Io pur credendo nei cavi partirei da altro, in primis il phono e nel possibile provare un'altra testina.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Suonatore

Se proprio vuoi, potresti provare ad alimentare il phono con batterie ricaricabili..... Giusto per vedere l'effetto che fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Buongiorno ragazzi. Grazie ancora per i vostri interventi.

 

Proverò ad alimentare con batterie il pre, vediamo che esce :D

 

Comunque, in generale, il suono mi piace, è pieno, assolutamente non affaticante, direi "rotondo" che invita ad alzare il volume. In alcuni frangenti lo preferisco a quello del lettore cd e al DAC Cambridge (e faccio riferimento alle incisioni più vecchie confrontate con CD o liquida), in altri preferisco il cd (soprattutto sulle incisioni più recenti).

 

Ovviamente, suonano diversamente (ho scoperto l'acqua calda :D ), sebbene non vi siano grossissime differenze nel mio impiantino.

 

In generale, l'unica cosa che lamento è che vorrei un suono leggermente più aperto, a volte ho la sensazione che sia non, so, un pò nasale. Non so se mi sono spiegato, è difficile descrivere il suono.

 

Oltre ad alimentare diversamente il pre, potrei provare a cambiare il cavo di segnale tra pre phono e ampli. Al momento uso un cavo assemblato da me in configurazione semi-bilanciata con del cavo G&BL che mi sembra di buona qualità.

 

Dovrei avere a casa un microfonico proel bilanciato, che dite, assemblo un cavo con questo e lo provo? :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

se vuoi un suono più aperto, agisci sulla testina. grado ed aperto è un ossimoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Suonatore

Tetina??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

No, lo escludo a priori, per due ragioni. Primo, non ho al momento la possibilità di spendere per una testina migliore. Secondo, vorrei un suono solo leggermente più aperto. Insomma, potrei alla fine anche rimanere così, mi sta bene, se riuscissi con poche modifiche ed economiche a raggiungere l'obiettivo ok, altrimenti lascio tutto com'è. Comunque, nell'attesa delle qualifiche di F1, che non sono ancora partite, ho assemblato un cavo con il microfonico che avevo a casa. Lo proverò tra pre phono e ampli. Vediamo che succede. Al limite, ho un cavo si segnale in più a portata di mano :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Buongiorno a tutti. Dato che siete stati con me molto gentili e disponibili vi racconto delle evoluzioni di questo fine settimana. Causa assenza della mia compagna, ho fatto qualche prova con i cavi di segnale dal pre phono all’ampli.
Come vi dicevo, ho assemblato un cavo di segnale con un microfonico proel da 85 cm (Ofc, 2 conduttori più schermo flessibile) e l’ho confrontato con il precedente. Intanto preciso che il precedente è un Ciare con doppia schermatura, entrambi assemblati in configurazione semibilanciata.
Vi dico subito che c’è differenza tra i due cavi, non enorme, ma forse è proprio quello che cercavo di ottenere o ci sono molto vicino.
Con il proel il basso, sempre presente, è leggermente più arretrato e gli alti sono un po' più presenti, non fastidiosi comunque. Direi che il tutto mi sembra più equilibrato. Il Ciare invece tende ad “attuffare” il suono.
Siccome mi piace capire anche le ragioni tecniche delle differenze riscontrate, qualche tecnico potrebbe spiegarmi la ragione?

P.S. : preciso che nel corso delle prove mi sono rigorosamente astenuto dal consumare alcolici :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ah dimenticavo, per cortesia, potete consigliarmi un tappetino antistatico? Quello che ho trovato in dotazione al giradischi ho l'impressione che non vada bene, alcune volte rimane addirittura appiccicato al disco quando lo rimuovo dal piatto!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.350
    Discussioni Totali
    5.858.589
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×