Jump to content
Melius Club

hitch

salute benessere Scelta materasso: i vostri pareri

Recommended Posts

gianp
E' indicativo, banda di dormiglioni, nei forum tedeschi certi argomenti non esistono.
OT come la pubblica amministrazione... piena di meridionali!

per gli ammistratori: si scherza... per panurge tutti quelli sotto casale monferrato sono terroni. io quasi africano... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

la mia esperienza e' che il lattice (spesssore adeguato) non risente molto di cosa sta sotto

pero' e' la mia esperienza con la mia corporatura ed esigenza di confort 

l'unica rottura di palle e' ruotarlo non per l'operazione in se ma per il peso stratosferico
e questo e' un dato oggettivo, 70 chili sono 70 chili

(se lo compri consigliatissima consegna al piano meglio ancora "sul letto")

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabrilupo

Settanta chili! Dormi sulla pista d'atterraggio della Nimitz! :D.

Scherzi a parte, per evitare questo disagio acquistammo due singoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

e poi...dipende anche da com'è la massaggiatrice...

e i campi elettromagnetici? e l'energia negli angoli? i flussi...i flussi...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tiggy
Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

si capisce che sei cintura nera di feng shui.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Io dormo anche sui sassi mentre nevica, ballerine.

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276
Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

A parte il colore dietro (ho preferito azzurro) nel mio set up c'è tutto ciò che hai elencato più :assenza di parti metalliche nel letto (solo legno massello)e disgiuntore che elimina il passaggio di corrente da tutti i fili della stanza appena spengo la luce per dormire. Una ' macchina da sonno' .Ma mi manca la massaggiatrice. ..

Share this post


Link to post
Share on other sites
hitch

Stamattina mi sono recato in un negozio per provare un materasso in lattice.

Devo dire che mi ha fatto un'ottima impressione.
Ho potuto 'provarne' alcuni (memory,molle impacchettate e lattice) ma quello in lattice mi piaceva di più. Quello che non mi dato una buona sensazione è quello in memory.....
La mia scelta è ricaduta su una marca, la Ideariposo che poco più di 800€ mi fornisce un materasso 120*190 lattice 100%
devo aggiungere la rete e mi ha proposto una soluzione a doghe 60(mi pare)x8cm a 150€
Che ne dite? 

:>

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Io dormo anche sui sassi mentre nevica, ballerine.

 

Nudo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

A parte il colore dietro (ho preferito azzurro) nel mio set up c'è tutto ciò che hai elencato più :assenza di parti metalliche nel letto (solo legno massello)e disgiuntore che elimina il passaggio di corrente da tutti i fili della stanza appena spengo la luce per dormire. Una ' macchina da sonno' .Ma mi manca la massaggiatrice. ..Ahi ahi ahi....(Se non ci sono oggetti accesi in ogni caso non c'è passaggio di corrente...e conseguenti camp(etti) elettromagnetici)

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
Stamattina mi sono recato in un negozio per provare un materasso in lattice.
Devo dire che mi ha fatto un'ottima impressione.
Ho potuto 'provarne' alcuni (memory,molle impacchettate e lattice) ma quello in lattice mi piaceva di più. Quello che non mi dato una buona sensazione è quello in memory.....
La mia scelta è ricaduta su una marca, la Ideariposo che poco più di 800€ mi fornisce un materasso 120*190 lattice 100%
devo aggiungere la rete e mi ha proposto una soluzione a doghe 60(mi pare)x8cm a 150€
Che ne dite? 

:>
non saprei

io farei un giro all' ikea

garanzia 25 anni, finitura materasso eccellente, diversi spessori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

Un terzo della nostra vita lo si passa a letto per cui non si tratta di essere dormiglioni ma di assicurarsi il massimo confort almeno quando si riposa. Per questo motivo il discorso è importante e, a mio avviso, non bisogna badare alla spesa e neppure acquistare il tal materasso consigliato, in buona fede, da amici e parenti. Il materasso, così come la parte sottostante, il guanciale e la relativa biancheria, sono cose molto personali e soggettive come un pennello da barba o gli accessori auto. Il mio consiglio perciò si limita a quello di andare in un negozio di provata e massima serietà dove, solo dopo un'accurata indagine sulla persona, peso, altezza, abitudini, dolori, necessità, eccetera, proporranno una scelta di prodotti adeguati che sarà possibile provare ed aventualmente adattare al proprio gradimento.  Ritengo che la spesa del letto, materasso e biancheria sia di grande importanza e non da sottovalutare per la nostra salute.

Anche la scelta della biancheria è soggettiva e altrettanto importante. Personalmente io amo moltissimo utilizzare un leggerissimo e soffice piumino d'oca che permette di mantenere sempre costante la temperatura del corpo, non lega, non fa sudare e non costringe a indossare terribili pigiamoni e calzini. Al mattino si scuote fuori e in un attimo il letto è fatto! Ma come dicevo, è un fatto soggettivo. Per quanto riguarda le lenzuola e i copripiumini, anche quelli devono essere di qualità, lino soprattutto in estate o ottimo cotone. Ormai sono molto frequenti le lenzuola in poliestere, comode perchè non si stirano ma terribili per chi soffre di allergie e pruriti. Svegliarsi al mattino belli freschi e riposati, dopo un sonno confortevole scelto da noi, non ha prezzo!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabrilupo
Il lattice va benissimo su doghe di legno sottili possibilmente a cedevolezza differenziata.
Non va su tavole, ha bisogno di aerazione sotto perchè poterebbe creare muffe.
Va ruotato testa/piedi una volta la settimana.
che cojoni  martello2.gif

Quoto. Con questo "setup" da diciannove anni, mai un mal di schiena. Dormo solo sul fianco destro. 1,84 di altezza per un'ottantina di chili. Non sapevo della rotazione.

Sarebbe più indicato il sinistro, guarda qui:

Grazie. Sul cuore pensavo esattamente il contrario.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

un quarto, forse un po' meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276
Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

A parte il colore dietro (ho preferito azzurro) nel mio set up c'è tutto ciò che hai elencato più :assenza di parti metalliche nel letto (solo legno massello)e disgiuntore che elimina il passaggio di corrente da tutti i fili della stanza appena spengo la luce per dormire. Una ' macchina da sonno' .Ma mi manca la massaggiatrice. ..
Ahi ahi ahi....(Se non ci sono oggetti accesi in ogni caso non c'è passaggio di corrente...e conseguenti camp(etti) elettromagnetici)

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Comunque il materasso da solo vuol dire poco: Deve essere considerato il setup-camera nella sua interezza: Materasso + rete, altezza della rete dal pavimento, orientamento rispetto al nord magnetico e rispetto alle finestre della stanza, corretto interfacciamento col colore delle pareti, compreso il ben noto problema della parete dietro la testiera del letto di color tortora-scuro, presenza di famigerati faretti alogeni incassati e loro emissione UV, temperatura di colore dei LED. etc. etc.

Si fa presto a dire lattice o molle...

A parte il colore dietro (ho preferito azzurro) nel mio set up c'è tutto ciò che hai elencato più :assenza di parti metalliche nel letto (solo legno massello)e disgiuntore che elimina il passaggio di corrente da tutti i fili della stanza appena spengo la luce per dormire. Una ' macchina da sonno' .Ma mi manca la massaggiatrice. ..Ahi ahi ahi....(Se non ci sono oggetti accesi in ogni caso non c'è passaggio di corrente...e conseguenti camp(etti) elettromagnetici)

scusa, ma mi sembra una presa per i fondelli bella e buona

nel momento in cui si interrompe una linea di alimentazione (spegni la lampada) sui cavi c'è tensione ma non corrente, ergo non vengono generati campi elettromagnetici che sussistono solo in presenza di una corrente

se non hai apparecchi accesi non hai campi. punto

ammesso che siano campi misurabili quelli prodotti dalla circolazione della usuale 220V con le usuali correnti in gioco

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276

Campi elettromagnetici a bassa frequenzaCampi elettrici esistono ovunque sia presente una carica elettrica positiva o negativa: Essiesercitano delle forze su altre cariche presenti entro il campo. L’intensità del campoelettrico si misura in volt al metro (V/m). Ogni condutore elettrico carico produce un campoelettrico. Il campo esiste anche se non circola alcuna corrente. Maggiore è la tensione, piùalto è il campo elettrico a una determinata distanza dal conduttore. 

E' vero, è solo un campo elettrico, non elettromagnetico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Qual'è l'ordine di grandezza di questi campi EM ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Campi elettromagnetici a bassa frequenzaCampi elettrici esistono ovunque sia presente una carica elettrica positiva o negativa: Essiesercitano delle forze su altre cariche presenti entro il campo. L’intensità del campoelettrico si misura in volt al metro (V/m). Ogni condutore elettrico carico produce un campoelettrico. Il campo esiste anche se non circola alcuna corrente. Maggiore è la tensione, piùalto è il campo elettrico a una determinata distanza dal conduttore. 

E' vero, è solo un campo elettrico, non elettromagnetico.
ma non diciamo fesserie

in presenza di una tensione non esiste nessun campo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
varnacia

Lattice: petrolio lavorato con chissà quali porcheria..che bel dormire!

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276

Campi elettrici 

Collegando un apparecchio a una presa si creano dei campielettrici nello spazio circostante. Più alta è la tensione, piùalto è il campo prodotto. Poiché la tensione può esistereanche se non circola corrente, non occorre che unapparecchio sia acceso perché esista un campo elettriconello spazio circostante. 

Per gentile concessione del NationalRadiological Protection Board, UK

1. I campi elettrici derivano dalla tensione2. La loro intensità si misura in volt almetro (V/m)3. Un campo elettrico può essere presenteanche se un apparecchio è spento4. L’intensità del campo elettricodiminuisce con la distanza dallasorgente5. La maggior parte dei materiali schermain qualche misura i campi elettrici 

1. I campi magnetici derivano dallacorrente elettrica2. La loro intensità si misura in ampere almetro (A/m). Generalmente, i ricercatoriusano al suo posto una grandezzaassociata, l’induzione magnetica (disolito misurata in microtesla, µT, o inmillitesla, mT)3. I campi magnetici esistono solo se unapparecchio è acceso e circola unacorrente4. L’intensità del campo magneticodiminuisce con la distanza dallasorgente5. I campi magnetici non sono schermatidalla maggior parte dei materiali.

Questo ho trovato e postato.
>:D<

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino
Il lattice va benissimo su doghe di legno sottili possibilmente a cedevolezza differenziata.
Non va su tavole, ha bisogno di aerazione sotto perchè poterebbe creare muffe.
Va ruotato testa/piedi una volta la settimana.
che cojoni  martello2.gif

Quoto. Con questo "setup" da diciannove anni, mai un mal di schiena. Dormo solo sul fianco destro. 1,84 di altezza per un'ottantina di chili. Non sapevo della rotazione.

Sarebbe più indicato il sinistro, guarda qui:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
maxwell.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°

Resta il fatto che col budget messo in campo un materasso in schiuma (lattice o memory) imporrebbe la scelta di un prodotto di primissimo prezzo, mentre optando per le molle indipendenti si avrebbe qualcosa di qualità accettabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maverick
Resta il fatto che col budget messo in campo un materasso in schiuma (lattice o memory) imporrebbe la scelta di un prodotto di primissimo prezzo, mentre optando per le molle indipendenti si avrebbe qualcosa di qualità accettabile.
per la mia esperienza non occorre affatto, per avere una qualità accettabile e dormire bene, spendere cifre da gioielleria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°

Certo, ma 6-700€ sono indicati dai più come il costo minimo per avere un materasso decente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bost
Certo, ma 6-700€ sono indicati dai più come il costo minimo per avere un materasso decente.
nella casetta in Toscana, ci stà un materasso della emiflex o qualcosa del genere, di quelli che costano sulle 200 euri , ho dormito meglio che non nel mio (1000 euri ), e anche più fresco, mentre sul mio ,da una parte c'è un leggero strato di memory (caldo) dall'altra , parte estiva, sensazione di caldo lo stesso...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Campi elettrici 
Collegando un apparecchio a una presa si creano dei campielettrici nello spazio circostante. Più alta è la tensione, piùalto è il campo prodotto. Poiché la tensione può esistereanche se non circola corrente, non occorre che unapparecchio sia acceso perché esista un campo elettriconello spazio circostante. 

Per gentile concessione del NationalRadiological Protection Board, UK

1. I campi elettrici derivano dalla tensione2. La loro intensità si misura in volt almetro (V/m)3. Un campo elettrico può essere presenteanche se un apparecchio è spento4. L’intensità del campo elettricodiminuisce con la distanza dallasorgente5. La maggior parte dei materiali schermain qualche misura i campi elettrici 

1. I campi magnetici derivano dallacorrente elettrica2. La loro intensità si misura in ampere almetro (A/m). Generalmente, i ricercatoriusano al suo posto una grandezzaassociata, l’induzione magnetica (disolito misurata in microtesla, µT, o inmillitesla, mT)3. I campi magnetici esistono solo se unapparecchio è acceso e circola unacorrente4. L’intensità del campo magneticodiminuisce con la distanza dallasorgente5. I campi magnetici non sono schermatidalla maggior parte dei materiali.

Questo ho trovato e postato.
>:D<
c'è passaggio di corrente attraverso l'isolante  ed il muro....e le cariche sulla superficie del cavo non attraversato da corrente fanno un lavoro...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°
Certo, ma 6-700€ sono indicati dai più come il costo minimo per avere un materasso decente.
nella casetta in Toscana, ci stà un materasso della emiflex o qualcosa del genere, di quelli che costano sulle 200 euri , ho dormito meglio che non nel mio (1000 euri ), e anche più fresco, mentre sul mio ,da una parte c'è un leggero strato di memory (caldo) dall'altra , parte estiva, sensazione di caldo lo stesso...

Come già detto non esiste il miglior materasso in assoluto, ma il migliore per te. La mia esperienza con rete + materasso Eminflex è stata buona subito, poi ha ceduto in breve tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    295423
    Total Topics
    6463853
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy