Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
gb

Vijay Iyer septet

Messaggi raccomandati

gb

Vijay Iyer e Steve Lehman sono due personaggi che seguo assiduamente. Ascoltati anche del vivo il primo in trio il secondo con l'ottetto

Li considero tra i principali esponente del jazz attuale.

Guarda caso i due si mettono insieme e producono "Far From Over". Straordinario.
Chi lo ha ascoltato?

Gabriele

PS: almeno la metà dei dischi che compro ultimamente sono ECM. Sono io oppure ECM sta un pò monopolizzando il settore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Partizan

ECM continua a produrre alla grande, mentre altri stanno tirando i remi in barca...

Ciao

Evandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gabrilupo
Vijay Iyer e Steve Lehman sono due personaggi che seguo assiduamente. Ascoltati anche del vivo il primo in trio il secondo con l'ottetto
Li considero tra i principali esponente del jazz attuale.

Guarda caso i due si mettono insieme e producono "Far From Over". Straordinario.
Chi lo ha ascoltato?

Gabriele

PS: almeno la metà dei dischi che compro ultimamente sono ECM. Sono io oppure ECM sta un pò monopolizzando il settore?
Puoi dirci qualcosa in più su questo disco? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
giorgiovinyl

del Vijay Iyer Trio ho:

Historicity su ACT
Breakstuff su ECM
entrambi bellissimi. Grazie per la segnalazione, dai 2 teaser presenti nel sito di Iyer il disco sembra interessantissimo.

Vijay Iyer e Steve Lehman sono due personaggi che seguo assiduamente. Ascoltati anche del vivo il primo in trio il secondo con l'ottetto
Li considero tra i principali esponente del jazz attuale.

Guarda caso i due si mettono insieme e producono "Far From Over". Straordinario.
Chi lo ha ascoltato?

Gabriele

PS: almeno la metà dei dischi che compro ultimamente sono ECM. Sono io oppure ECM sta un pò monopolizzando il settore?
Puoi dirci qualcosa in più su questo disco? Grazie.Qui ti puoi fare un idea http://vijay-iyer.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Alex.78

ho visto qualche anno fa Vijay Iyer in trio in piccolo jazz club (il Panic a Marostica) e sono rimasto estasiato dalla genialità di questo pianista che all'epoca non conoscevo.

Per me un grandissimo e completissimo musicista, dotato di tutto quello che serve per essere ricordato anche tra molti anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gb

Che Vjay Ieyer sia un
genio non serve che lo dica io. Io dico solo solo che mi piace, e tanto.

Io lo ho scoperto così. Vado
al concerto di Roscoe Mitchell con la “The Note Factory”, 17-18 anni fa a Roma
in quel posto incredibile che è stato il “La Palma” in quegli anni. Ero
entusiasta, fra le altre cose perché avrei ascoltato Matthew Shipp al piano,
membro effettivo di quella formazione nonché presente sul loro, a suo tempo,
recente disco.

Invece sembra che Shipp
non fosse disponibile (o vai a sapere perché) e si presenta al piano questo
pischelletto non molto conosciuto appena ingaggiato da Mitchell. Per me
Mitchell è una garanzia ma lui stesso si fece notare e comincio a seguirlo.

In trio, solo, in
quartetto, con formazioni cameristiche, con ensamble contemporanei (sentite
Radhe Radhe). Basta lui a dare un significativo spaccato del Jazz attuale.

Steve Lehman non è da meno;
di poco più giovane ma sostanzialmente esponente di quella stessa scena
newyorkese. Forse un po’ meno eclettico e un po’ più accademico di Iyer ma comunque
estremamente suggestivo, personale e creativo. L’ottetto, formazione ormai non
così comune è una fucina di timbri, piani sonori, intrecci, sovrapposizioni,
scambi (non me ne vogliano i musicisti…). Al momento è tra i miei primi posti
negli ascolti insieme a Tim Berne.

Ora… mettili insieme
(anche con parti delle loro rispettive e straordinarie fomazione) ed esce
questo “Far From Over”. Anche qui una formazione oggi poco praticata, un
sestetto. Una frontline (alto, tenore e conrnetta/flicorno) da sogno. A chi
pensare? Ai Jazz Messengers, ai sestetti di Mingus (oddio, quanto bisogna
andare indietro!). Comunque no. Non ti fa pensare a niente di già sentito. E
qui, ovviamente, penso sia il vero valore del disco. Moderno, attuale, nuovo
oltre che di altissimo livello artistico e tecnico. Vario e continuo nello
stesso tempo. Un uso geniale dell’elettronica; non ti fa stare lì a pensare a
tutte le questioni che spesso escono sull’elettronica nel Jazz. Un disco, in
tutta la sua complessità, che non si fa fatica ad ascoltare.

Comunque. Peccato che
nessuno lo conosca.

 

Saluti



















Gabriele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Beppe00
Vijay Iyer e Steve Lehman sono due personaggi che seguo assiduamente. Ascoltati anche del vivo il primo in trio il secondo con l'ottetto
Li considero tra i principali esponente del jazz attuale.

Guarda caso i due si mettono insieme e producono "Far From Over". Straordinario.
Chi lo ha ascoltato?

Gabriele

PS: almeno la metà dei dischi che compro ultimamente sono ECM. Sono io oppure ECM sta un pò monopolizzando il settore?
uno dei dischi jazz piu belli che ho ascoltato da parecchi anni a questa parte. ECM e' una delle pochissime etichette che posso comprare a scatola chiusa .. Musica sopraffina innovativa con registrazioni sempre top

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pinkflo2

Sto ascoltando questo disco decisamente superlativo! Grande jazz!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pinkflo2

Incisione eccellente, suono molto concreto, possente, cristallino, equilibrato, separazione e colore degli strumenti da riferimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
giorgiovinyl

Qualcuno lo ha ascoltato in vinile? Essendo un ECM non ci dovrebbero essere problemi ma meglio sempre informarsi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
FedeZappa

Ho solo un suo album di cui non ricordo il titolo. Veramente geniale. Approfondiro'...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
giorgiovinyl

Mi è arrivato il vinile, ascoltato tutte e tre le facciate di seguito. Disco enorme probabilmente il migliore del 2017....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gb

Non posso non riprendere questa discussione.

Al Top Jazz 2017 di Musica Jazz:

Il disco è il migliore dell'anno.

Iyer il musicista dell'anno.

Il settetto la migliore formazione.

Il loro batterista, Tyshawn Sorey, vince la categoria nuovi talenti internazionali.

Le altre categorie sono riservate ad italiani,  ristampe, inediti o premi alla carriera.

Hanno vinto tutto il vincibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
giorgiovinyl

Questi di Musica Jazz non sono certo i primi premi che vince Iyer, negli anni scorsi stessa mole di premi nei poll di Down Beat. Quest'anno miglior disco per Jazz Times tra i migliori per Jazzwise

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
mauriziox60

Evidentemente devo approfondire. Confesso che il nome mi suona del tutto nuovo. Ma il bello di questo club è che a volte si è stuzzicati...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
moos

@mauriziox60 parti ascoltando Break Stuff (ECM) e Historicity (Act). Due  lavori in trio semplicemente fenomenali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
mauriziox60

@moos, grazie per la dritta. Procederò con gli acquisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Teresio69

Come suonano i vinili della ACT?

per i titoli ACT meglio CD o vinile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
giorgiovinyl
2 ore fa, Teresio69 ha scritto:

Come suonano i vinili della ACT?

per i titoli ACT meglio CD o vinile?

Ho Historicity solo in cd, quindi non posso fare confronti, ma suona bene.

Vinile Act ne ho uno di Rudesh Mahanthappa che consiglio sia come qualità della musica che del vinile:

https://www.amazon.it/gp/product/B00QUHB5YM/ref=oh_aui_search_detailpage?ie=UTF8&psc=1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gb

Mahanthappa è stato uno dei primi partner di Iyer. Grande famiglia anche la ACT.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
  • Statistiche forum

    281.502
    Discussioni Totali
    5.869.198
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×