Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
Ospite greenyellowcable

Anche secondo voi avere il supporto fisico dei propri artisti preferiti è tutt'altra emozione?

Messaggi raccomandati

Ospite
Per me avere il supporto fisico (CD, vinile) dei miei artisti preferiti è tutt'altra emozione piuttosto che avere dei semplici MP3 nel computer. Infatti sto facendo di tutto per avere i CD della mia cantante preferita, Takako Ohta (è giapponese), di cui si fanno fatica a trovare i suoi dischi in quanto fuori catalogo. Grazie agli usati che vendono su amazon.co.jp sono riuscito tuttavia a comprarmi metà dei suoi album.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

l'mp3 lo utilizzo solo in auto con le chiavette usb.

la mia discoteca è tutta fisicamente ben piazzata.

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Pensavo che per "supporto fisico" intendessi che si presentano sotto casa tua col pullman del World Tour e ti aiutano a portar su la spesa... :-D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

i vinile si

il cd mi lascia indifferente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciprino

Ascolto tantissima musica liquida, con iTunes e Amazon Music

 

La concepisco però come un comodo complemento ai vinili e ai cd,che rimangono per me Irrinunciabili!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Il supporto fisico è mio e mi appartiene. Lo posso usare come e quando mi pare. Lo posso perfino distruggere se mi va.

Un file su un server mi inquieta

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
skunk

Ho circa 3000 cd, da parecchio ascolto solo TIDAL con piena soddisfazione. I cd sono a casa di mia mamma, gli lp venduti in blocco 20 anni fa a qualcuno che li apprezzava.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
hinsubria

Vinile, CD, bobina o cassetta, file su NAS mi è indifferente, basta che la qualità sia soddisfacente.

Tidal lo uso solo per esplorare nuova musica o per valutare se un certo album mi piace: in caso affermativo lo prendo, magari in formato liquido: in streaming la musica non la sento "mia"...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

A parte il discorso mp3 che non mi interessa, se parliamo di risoluzione da cd in su la risposta è no...anzi a un certo punto impiccia tutta 'sta roba, meglio farne a meno

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Tidal what else? Sentito un disco (liquido) e' molto probabile che nel tempo rimanente di vita (40 anni speriamo) lo risenta altre 10 volte al massimo (lo scibile musicale e' infinito).

A che serve possedere il supporto?

Mi sono convinto io che ho oltre 13000 cd buona liquida a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

il supporto fisico è come una fotografia o un libro cartaceo.

la bellezza delle copertine dei vinili sono un plus che la liquida non ha, idem per i libretti con i testi dei cd.

insomma, io preferisco la "scomodità", perdere un minuto in più, l' invisibilità del supporto non mi interessa se non in automobile.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pinkflo2

Se mi piace una musica devo averla, non sono ancora riuscito ad accettare il noleggio... però vivo benissimo senza supporto, basta che la qualità della musica e della riproduzione sia ottima.

Rimane il problema delle visione delle copertine che non è ancora del tutto soddisfacente, anche se possibile in toto se si hanno rippato i dischi con lo scanner delle copertine (lavoretto che mi ha preso 1 anno per 2500 cd rivenduti in blocco ad un buon prezzo) e con l'applicazione giusta, ma adesso me li godo. Se sfruttata e implementata bene la liquida è di davvero troppo comoda, si può ascoltare a casa e fuori casa, inoltre si trovano i titoli in 1 secondo, per non parlare della libertà in eventuali traslochi e della possibilità di risparmiare per un appartamento più piccolo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
diego_g

Solo "solida", sorry.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bungalow bill

Vinili , più coinvolgenti e cd più freddi .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

non credo si parli di cosa suona meglio (che sarebbe l' ennesima diatriba..) ma se preferiamo la musica in formato liquido oppure solido.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
non credo si parli di cosa suona meglio (che sarebbe l' ennesima diatriba..) ma se preferiamo la musica in formato liquido oppure solido.

 

Esatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bungalow bill
non credo si parli di cosa suona meglio (che sarebbe l' ennesima diatriba..) ma se preferiamo la musica in formato liquido oppure solido.

 

Quella musica non la conosco e non mi interssa . Conosco solo il vinile e i cd .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum
non credo si parli di cosa suona meglio (che sarebbe l' ennesima diatriba..) ma se preferiamo la musica in formato liquido oppure solido.

Si certo. E' indifferente per me. Radio, cd vinile liquida basta che si senta bene

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jazzlover

A livello emotivo, non cambia nulla se ascolto da disco, da file o dalla rete.

 

Quello che invece è cambiato profondamente da quando ascolto prevalentemete via streaming, è il totale disinteresse per l’impianto, ora c’e solo la musica, e ho notato che questa evoluzione del modo di ascoltare, è comune a tutti quelli che sono passati dal disco allo streaming. Senza contare l’arrichhimento culturale che il passaggio da supporto fisico allo streaming ha comportato.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Completamente d'accordo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ar3461

Solo solida please......!!!!! :x

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TetsuSan
Se mi piace una musica devo averla, non sono ancora riuscito ad accettare il noleggio... però vivo benissimo senza supporto, basta che la qualità della musica e della riproduzione sia ottima.
Rimane il problema delle visione delle copertine che non è ancora del tutto soddisfacente, anche se possibile in toto se si hanno rippato i dischi con lo scanner delle copertine (lavoretto che mi ha preso 1 anno per 2500 cd rivenduti in blocco ad un buon prezzo) e con l'applicazione giusta, ma adesso me li godo. Se sfruttata e implementata bene la liquida è di davvero troppo comoda, si può ascoltare a casa e fuori casa, inoltre si trovano i titoli in 1 secondo, per non parlare della libertà in eventuali traslochi e della possibilità di risparmiare per un appartamento più piccolo. 

In linea di principio, il tuo comportamento è illegale.

I cd che hai rivenduto non potresti ascoltarli rippati, stai usando la copia privata di un prodotto ceduto a pagamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Io degli artisti che seguo,compro sempre il vinile ol cd.Primo perché considero copertina e artwork parte integrante del disco...secondo perché voglio che i miei artisti preferiti abbiano un ritorno economico per il loro lavoro,se no non fanno più dischi!logicamente parliamo di artisti di nicchia non mainstream. ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Ricorro ai file

A livello emotivo, non cambia nulla se ascolto da disco, da file o dalla rete.Quello che invece è cambiato profondamente da quando ascolto prevalentemete via streaming, è il totale disinteresse per l’impianto, ora c’e solo la musica, e ho notato che questa evoluzione del modo di ascoltare, è comune a tutti quelli che sono passati dal disco allo streaming. Senza contare l’arrichhimento culturale che il passaggio da supporto fisico allo streaming ha comportato.
Personalmente, pur dovendo ovviamente ricorrere all'impianto hifi per poter ascoltare i miei CD, vinile, e prima anche i nastri,  non ho mai riservato allo stesso particolare interesse (se non un interesse d'altra natura, più effimero e pratico) che seguito invece a riservare (interesse di tipo più spirituale) interamente alla musica.

 

Non mi ritrovo quindi in fase di "evoluzione" dal momento che non ho mai vissuto l'esperienza musicale in forma involuta.., nel senso che per me l'impianto era e resta (qualunque tipo di impianto, dove anche la musica liquida o streaming ha bisogno di un apparato per poter prendere corpo) lo strumento della riproduzione e non già il fine della fruizione musicale.

 

Quale sarebbe secondo te l’arricchimento culturale, e non gà meramente di costume, di maggior praticità e facilità di riproduzione (da non confondere con fruizione) archiviazione, trasporto e scambio, ecc, che il passaggio dal supporto fisico allo streaming avrebbe comportato?

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pinkflo2
Se mi piace una musica devo averla, non sono ancora riuscito ad accettare il noleggio... però vivo benissimo senza supporto, basta che la qualità della musica e della riproduzione sia ottima.
Rimane il problema delle visione delle copertine che non è ancora del tutto soddisfacente, anche se possibile in toto se si hanno rippato i dischi con lo scanner delle copertine (lavoretto che mi ha preso 1 anno per 2500 cd rivenduti in blocco ad un buon prezzo) e con l'applicazione giusta, ma adesso me li godo. Se sfruttata e implementata bene la liquida è di davvero troppo comoda, si può ascoltare a casa e fuori casa, inoltre si trovano i titoli in 1 secondo, per non parlare della libertà in eventuali traslochi e della possibilità di risparmiare per un appartamento più piccolo. 

In linea di principio, il tuo comportamento è illegale.

I cd che hai rivenduto non potresti ascoltarli rippati, stai usando la copia privata di un prodotto ceduto a pagamento.

 

Siamo su un terreno discutibile... come dire che se leggo un libro, nel frattempo lo fotocopio, poi lo rivendo è illegale. Mi sembra improbabile. Se inizialmente ho pagato per quel prodotto poi lo posso anche rivendere QUEL prodotto. Il supporto che rivendo è l'originale, quello che tengo una copia, che non è più la stessa cosa. Al limite se fosse clonato.
Come dire se compro un quadro, nel frattempo me lo copio in qualche modo, e rivendo l'originale compio un reato. Mah.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TetsuSan
Se mi piace una musica devo averla, non sono ancora riuscito ad accettare il noleggio... però vivo benissimo senza supporto, basta che la qualità della musica e della riproduzione sia ottima.
Rimane il problema delle visione delle copertine che non è ancora del tutto soddisfacente, anche se possibile in toto se si hanno rippato i dischi con lo scanner delle copertine (lavoretto che mi ha preso 1 anno per 2500 cd rivenduti in blocco ad un buon prezzo) e con l'applicazione giusta, ma adesso me li godo. Se sfruttata e implementata bene la liquida è di davvero troppo comoda, si può ascoltare a casa e fuori casa, inoltre si trovano i titoli in 1 secondo, per non parlare della libertà in eventuali traslochi e della possibilità di risparmiare per un appartamento più piccolo. 

In linea di principio, il tuo comportamento è illegale.

I cd che hai rivenduto non potresti ascoltarli rippati, stai usando la copia privata di un prodotto ceduto a pagamento.

Siamo su un terreno discutibile... come dire che se leggo un libro, nel frattempo lo fotocopio, poi lo rivendo è illegale. Mi sembra improbabile. Se inizialmente ho pagato per quel prodotto poi lo posso anche rivendere QUEL prodotto. Il supporto che rivendo è l'originale, quello che tengo una copia, che non è più la stessa cosa. Al limite se fosse clonato.
Come dire se compro un quadro, nel frattempo me lo copio in qualche modo, e rivendo l'originale compio un reato. Mah.

Quando compri un cd, acquisti il diritto di fruizione, cioè di ascolto. La copia privata è consentita per fruirne in caso di danneggiamento dell'originale. Se l'originale viene venduto, vendi il diritto di fruizione.

Questo dice la legge. L'esempio del quadro è completamente disgiunto dal caso in esame. Tu pagheresti per andare al Louvre a vedere una copia della Gioconda ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ganimede
Per me avere il supporto fisico (CD, vinile) dei miei artisti preferiti è tutt'altra emozione piuttosto che avere dei semplici MP3 nel computer. Infatti sto facendo di tutto per avere i CD della mia cantante preferita, Takako Ohta (è giapponese), di cui si fanno fatica a trovare i suoi dischi in quanto fuori catalogo. Grazie agli usati che vendono su amazon.co.jp sono riuscito tuttavia a comprarmi metà dei suoi album.

 

Dipende dall'artista, dal genere, ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eduardo

In linea di principio, il tuo comportamento è illegale.

I cd che hai rivenduto non potresti ascoltarli rippati, stai usando la copia privata di un prodotto ceduto a pagamento.

Immagino tu non abbia mai registrato una cassetta........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eduardo

Anche volendo, non potrei darmi alla liquida perché dove ho l'impianto non arriva internet, e dovrei fare dei lavori abbastanza costosi.

Mi tengo tutta la mia solida, e mi rileggo ogni volta le note di copertina.

Prima di ogni nuovo acquisto consulto Spotify (ovviamente non collegato all'impianto).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lormar

La scansione della copertina è la norma, ma da un tablet l’immagine è un po’ più piccola del CD. Su Qobuz ci sono sempre piu titoli di classica dove c’è la scansione di tutto il libretto. Il testo si legge molto meglio di quello del CD e così l’immagine di copertina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.329
    Discussioni Totali
    5.848.332
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×