Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
noam

Suite Bergamasque ......... una piuma sul dorso della mano

Messaggi raccomandati

noam

Musiche per piano di una leggerezza disarmante , spesso le ascolto nei momenti di maggiore stress ed inquietitudine ........

Arrau è il mio preferito , ma ci sono altri pianisti che vale la pena menzionare ? Sempre in vinile please .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
OTREBLA

Il Debussy di Arrau è meraviglioso. Un riferimento.

 

Alberto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo

Sempre sentito un gran bene delle interpretazioni di Gieseking.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Ma che razza di Brutale Bellezza ..........ma chi è costui ??

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Me la gioco su Richter.., per me l'interpretazione che più entra nel vivo dell'opera di Debussy. Fa venire voglia di gridare un sommesso e profondo "olè!" interiore... Perche?

Si inizia con il Prelude e la frase "danza" (suite) al giusto accento e respiro ritmico, risalta maggiormente l'"omaggio"/ richiamo al clavicembalismo settecentesco, al "modale" iberico che pure risuona nel mondo lirico di Faurè a sua volta presente nella Suite Bergamasca.

E poi quale eleganza e cadenza di "passo" nel Passepied finale nel quale torna, dopo il "verlainiano" Claire de lune e il "clavicembalistico" Menuet , il clima del settecento di Couperen e di Bach alternato alla melodia che richiama il gamelan di Giava che Debussy aveva ascoltato e ammirato nell'esposizione universale di Parigi del 1889, quando restò affascinato anche dal flamenco portato dai gitani andalusi. Seguendo il fil-rouge (delle comuni, universali radici) il "cerchio" del "modalismo" impressionista si chiude... (uno spazio chiuso nel quale, come nell'universo, succedono tuttavia un sacco di cose...).

 

Eccelsa l'interpretazione di Gieseking, vicina in spirito a quella di Richter.., ancora più "nervosa" e liquida.., .se la battono... Eccellente Samson François. Ottimo ovviamente Arrau, ma lo trovo più "classico-romantico", meno "avventuroso"; molto preso dal "suono", dallo stile, fa risaltare meno il gusto settecentesco, lo spirito della danza, la scrittura imitativa delle "tecniche" clavicembalistiche.., come se non gli riuscisse di dimenticare per un attimo il pianoforte immaginando di suonare il cembalo.

Impressioni(smi)  sparse, personali.., secondo aspettative...

 

Richter dal vivo

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo

Dal cellulare non avevo avuto modo di vedere che Panurge mi aveva preceduto su Gieseking.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Che meraviglia

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
regioweb

tornando alla richiesta iniziale quale potrebbe essere un’edizione vinilica della SB che merita?

quella di Gieseking ce l’ho nel cofanetto EMI di 4 SACD ma mi piacerebbe anche qualcosa di più recente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Prima di ascoltare queste meraviglie , ero indirizzato a prendere Samson Francois (erato) , che è anche sinonimo di registrazioni di alto livello , però il paragone non regge , specie con Gieseking , la cui bellezza del tocco con cui accarezza il piano è inimitabile ..... io partirei da lì , anche un profano se ne accorgerebbe .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Senti cosa fa con questo repertorio "minore"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

D'accordo che Gieseking sia un vertice, ma non è che le interpretazioni degli altri pianisti non di meno stellari mo' li diamo al gatto... :D Non sono d'accordo su  che con un Samson Francois, ecc, il paragone non regga.., ci mancherebbe, un tale gran poeta e virtuoso dewl piano.., a quegli altissimi livelli si tratterebbe invece di apprezzare le caratteristiche dell'uno e dell'altro, anche se il "primo premio" si può dare ad uno solo.., dove tuttavia la musica non vive di assolutismi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Francois lo preferisco in Chopin.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Anch'io, ma non è che con Debussy sfiguri, neppure al paragone... Coppi vinceva di più, ma pure Bartali ha dispensato grandi sentimenti (c'è cho le chiama emozioni.., non non mi sta simpatico questo termine) con quel naso triste come una salita quegli ochhi allegri da italiano in gita...

Questo intendevo dire... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Sempre di sommi musicisti si parla, giusto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Anche per me Samson Francois dà il meglio di se con Chopin , ma non è che con Debussy sia deludente , così come Richter ed Arrau , solo che mi sono innamorato del tocco magico di Gieseking , nel suo incedere sembra che parli con Dio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

Come al solito Richter con un sacco di rumori di fondo.irritante. Molto leggera la lettura di gieseking rivaleggia con arrau che ha un fraseggio più scolpito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.329
    Discussioni Totali
    5.848.332
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×