Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
stefano.s

Return to Ommadawn - Mike Oldfield

Messaggi raccomandati

stefano.s

Ebbene l'ho comprato con molti dubbi, dopo aver letto recensioni abbastanza negative e, in effetti ai primi ascolti, il giudizio sarebbe stato identico; invece dopo molti ascolti mi sento di dare un voto pari a un bel sette pieno, forse anche dal sette all'otto.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Premetto che non l'ho sentito, ma da fan "storico" di Oldfield, credo che abbia smesso di dire qualcosa di interessante 40 anni fa (diciamo dopo "Platinum" e QE2): il resto, per quanto mi riguarda, è noia (mortale).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefano.s

Prova ad ascoltarlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
johngall73

Ho ascoltato questo album nella saletta di Zaini durante il Milano hiend e mi ha entusiasmato tanto che l'ho acquistato. Per quanto mi riguarda da pelle d'oca...Voto 9!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MDT360
Premetto che non l'ho sentito, ma da fan "storico" di Oldfield, credo che abbia smesso di dire qualcosa di interessante 40 anni fa (diciamo dopo "Platinum" e QE2): il resto, per quanto mi riguarda, è noia (mortale).
Nel cammino ti sei perso amarok, se ti annoia quello...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefano.s
Premetto che non l'ho sentito, ma da fan "storico" di Oldfield, credo che abbia smesso di dire qualcosa di interessante 40 anni fa (diciamo dopo "Platinum" e QE2): il resto, per quanto mi riguarda, è noia (mortale).
Nel cammino ti sei perso amarok, se ti annoia quello...

+1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
amnesiac

solo cd, niente 5.1?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Lo sto ascoltando in questo momento (che poi non si dica che si giudica senza conoscere! :) )

Che dire? Suonato bene, inciso bene, però… Insomma, originalità zero! Non c'è niente da fare, è un genere musicale che ha fatto il suo tempo e che non riesce più ad emozionarmi. Con questo non voglio dire che è una ciofeca, ci mancherebbe, solo che, probabilmente, ormai siamo distanti anni luce.

Certo, se contestualizzato con certa produzione recente fa la sua porca figura, però non essendo un nostalgico, preferisco ricordare gli eroi della mia gioventù com'erano e per quello che avevano (di buono) da dire.

Ovviamente (e banalmente) sono considerazioni del tutto personali. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
daniele68
Lo sto ascoltando in questo momento (che poi non si dica che si giudica senza conoscere! :) )

Che dire? Suonato bene, inciso bene, però… Insomma, originalità zero! Non c'è niente da fare, è un genere musicale che ha fatto il suo tempo e che non riesce più ad emozionarmi. Con questo non voglio dire che è una ciofeca, ci mancherebbe, solo che, probabilmente, ormai siamo distanti anni luce.

Certo, se contestualizzato con certa produzione recente fa la sua porca figura, però non essendo un nostalgico, preferisco ricordare gli eroi della mia gioventù com'erano e per quello che avevano (di buono) da dire.

Ovviamente (e banalmente) sono considerazioni del tutto personali. ;)
Non posso che essere d'accordo, purtroppo. Da antico estimatore di Mike mi spiace molto dire che da almeno una ventina di anni non ne piglia più una. L'unico disco che si potrebbe salvare è "Music Of The Spheres" ma personalmente lo trovo triste in diverse parti.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
landmarq

Per me è un disco più che sufficiente, tra i migliori del suo passato recente. E non è certo da uno di 65 anni che mi aspetto delle novità. Poi ricordiamoci che i nostri eroi sono il nostro specchio, forse anche noi abbiamo fatto il nostro tempo ;-)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Parla per te che io sono ancora un giovincello!!!!! :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Dopo Qe2 ci sono Five Miles Out, Crises, Amarok, TBII, il meraviglioso Songs of Distant Earth, perfino il ruggito primordiale di TBIII non è possibile ignorarli o che facciano noia.

 

Return To Ommadawn un bellissimo ritorno al modo di scrivere dei primi album, senza averne la genialità, ma, almeno per gli appassionati, un gran bel sentire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
qcieri

Personalmente lo trovo un album bellissimo, il migliore degli ultimi anni. Mi ha regalato notevoli emozioni ed è inciso straordinariamente bene... Non potrei desiderare di più da chi temevo che avesse perso del tutto la vena creativa.

Ovviamente IMHO (tranne che per il giudizio sull'incisione).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand
Il 16 novembre 2017 Alle 00:20, KnifeEdge ha scritto:

Senza averne la genialità, ma, almeno per gli appassionati, un gran bel sentire.

Concordo. Anche a me piace.

non l'ho preso subito, avevo qualche dubbio. Ma già dopo poco tempo il prezzo di vendita è sceso alla grande e ne ho approfittato.

non mi sono pentito dell'acquisto. Anzi, tutt'altro...:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

Su Spotify ha solo due brani "theme from return of ommaydown" p1 e 2

Mi sembra proprio una minestra riscaldata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Il disco contiene 2 brani 

Non a tutti piace.

Non é grave.

comunque, tubolar Bells è piú bello. Se é questo ció che intendi dire, hai ragione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

@siebrand sono contento piaccia anche a te. Lo ascolto spesso ed è comunque fra le cose più sincere e aggraziate che Oldfield abbia scritto, tra l'altro seguito e facendosi seguire passo passo dagli appassionati su fb. È stato un bel percorso e una attesa attiva. Come ha detto Quirino, la registrazione stratosferica poi aiuta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Sono d'accordo. 

Si ascolta volentieri! :) anche audiofilmente parlando...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
frank00

A me non dispiace neppure "Voyager"

IMG_0282.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Vergogna, vero? Quella copertina mi é sempre piaciuto, e... Non conosco la musica che contiene...

Magari mi inetetsseró...?

Avevo (forse che l'ho ancora?)5 Miles out su 33giri.

Non era malaccio, anche se... un po' troppo POP commerciale.

Questo Voyager.. come si pone?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Voyager è un tributo a una delle influenze musicali del Mike, il folk irlandese. Molti tradizionali splendidamente resi, qualche brano originale, uno notevolissimo. Uscito tra l'onirico elettronico splendido Songs of distant earth e il più aggressivo TBiii.

La suite Taurus II in Five Miles Out è prog da 20 minuti che più strano non si poteva fare, poi c'è un brano per percussioni e vocoder più finale bucolico che è geniale ;) l'unica cosa commerciale è la title track, ed è un brano particolare anche quello :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

.Grazie!

Allora si vede che mi ricordo male, anche se a mia parziale d;)iscolpa posso dire di non ascoltarlo da unacrentina di anni...

xD

Incisioni/versioni consigliate? (CD, ovviamente...)

Lo chiedo a te, forse 6 il nostro esperto Oldfeldiano...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Sì sono un po' preso via male col Mike xD  Gli ultimi remaster sono ottimi, nessuna loudness war o equalizzazione strana, alcuni addirittura suonano a un livello medio minore delle prime edizioni anni 80.

Amazon 10,20 euri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

@siebrand 

Il problema e’ che su Spotify i brani durano 5 minuti l’uno.

tutto il dico dura solo 10 minuti ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Certo, ma va suonato at double speed (guitar) così dura in tutto 5 minuti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefano.s

@ Roberto M,

return to ommadawn dura, non ricordo con precisone, circa 45/50 m.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.329
    Discussioni Totali
    5.848.332
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×