Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
cactus_atomo

E' sparita la lana?

Messaggi raccomandati

cactus_atomo

ieri accompagno una mia amiica a comprare un banalissimo maglioncino di lana per il nipote di due anni. impresa impossibile, praticamente tutto cotono o sintetico in alcuni casi un 5% di lana, dopo 5 negozi finalmente un maglione 50% lana. per curiosità ho dato uno sguardo anche ai maglioni per uomo, anche qui la lana assente, più facile trovare il cashmere . mi ero accorto da tempo della progressiva sparizione delle canotte di lana, dei calzini di lana. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mister66

Mi sono regalato un maglioncino di cashmere di Falconeri molto leggero...

370euri!:o

ormai la maggior parte degli indumenti è sintetico....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
corrado
1 ora fa, cactus_atomo ha scritto:

più facile trovare il cashmere .

Perché il cashmere non è lana?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Robbie

Abitando a Perugia, ho la fortuna di avere nel raggio di 10km numerosi maglifici (al netto di Cucinelli) che offrono prodotti degnissimi, a prezzi corretti. Quindi lana, sì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Robbie

Ragazzi, controllate la vostra provincia su questo sito: http://www.maglifici.it/

Sono sicuro che la lana non sia sparita neanche dalle vostre parti!

  • Grazie! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gionzi

Ribadisco la difficoltà di trovare maglioni di lana a prezzi bassi. I misti si trovano a prezzi stracciati, tipicamente intorno a 20-30 euro, per la pura lana ne servono almeno 90, qui a Genova.

Se andiamo sullo shetland o comunque su lana che non punga più della plastica, si sale anche a 150-200 nei negozi chic, che offrono però un prodotto diverso; un maglione di Fedeli, prodotto italiano, ti fa notare la differenza in peso e calore rispetto al maglione che viene dalle Ande, filato a mano e preso sulle bancarelle, prodotto onestissimo in lana anch'esso.

D'altra parte se prendete cavi in berillio neodimiato con terminazioni in diamanti dell'Himalaya, a qualcosa dovrete pur rinunciare :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gpb

Comunque per i bambini è meglio il cotone, che nella giusta pesantezza non ha nulla di meno della lana

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gianp

@ClasseA verissimo. Io ho conservato alcuni pullover inglesi di mio padre che avranno almeno 30 anni (drumor Shetland e ballantyne in cachemire) che sembrano nuovi. Il problema è che tengono un caldo mostruoso incompatibile con i moderni ambienti.

un altro capo incredibile che comprai circa 20 anni fa è un cardigan in cachemire 10 fili... lo metto una volta all’anno senza neppure un giaccone o un cappotto, ma è inutilizzabile in qualsiasi ambiente chiuso riscaldato.

i cachemire sottili di oggi sono oggetti stagionali. Nel senso che li compri, li usi una stagione e l’anno dopo li cambi.

lo stesso è successo nella lingerie femminile... una volta c’erano i completi in pizzo italiani o francesi da 3/400 euro che duravano, oggi ci sono i finti pizzi di catene di abbigliamento che sono di fatto oggetti usa e getta.

c’est la vie...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
cactus_atomo

forse maglioni di lana e temperature in ambiente più ragionevoli sarebbe un mix più salutare. il cotone non è nemmeno lontanamente paragonabie ala lana, tiene bmeno caldo e non regge l'acqua. la moda usa e gtta sembra una genialata, ma alla fine porta il consumatore a compare eni mercatii quello che costa meno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
joe1949

@Robbie Interessante, messo nei segnalibri!

A casa mia tengo 19 gradi al massimo, 17 nelle camere da letto, che sono anche troppi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Re_Frain

La mia giacca è tutta lana;)

La lana in giro c'è ma te la fanno pagare

IMG_20180101_130553.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
°Guru°

Dobbiamo metterci un po' a dieta, eh? ¬¬

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Re_Frain

Ho le spalle larghe:D

  • Melius! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio

@Re_Frain mi gioco al lotto il 56! :P

  • Melius! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
criMan

Concordo con classe A . 

Mia moglie ha una sartoria , tratta quindi tessuti anche di pregio.

Il luogo comune per cui gli abiti di un tempo erano fatti con materiali più durevoli è vero .. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
piodegliulivi

Sono un po di anni che si lavora al Ribasso per correre dietro ai cinesi,Personalmente denuncio da tempo la questione e cerco di spiegare che il problema principale è la contrazione dei salari che ci costringe a prendere prodotti provenienti dall'oriente e a basso costo.

Poi posso portare la mia testimonianza che gli indumenti intimi oggi in commercio (mutande Calzine e maglie) fanno praticamente schifo dopo qualche lavaggio sono solo da buttare.

Quoto @criMan i prodotti di un tempo erano più costosi ma assolutamente giustificato il prezzo sulla qualità e sulla durata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Re_Frain
1 minuto fa, piodegliulivi ha scritto:

gli indumenti intimi oggi in commercio (mutande Calzine e maglie

confermo, purtroppo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Lorenzo67

Purtroppo, la qualità è in calo in tutti i settori. È la conseguenza della competitività a tutti i costi 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
piodegliulivi

@Lorenzo67 Vallo a far capire....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Panurge
1 ora fa, criMan ha scritto:

Il luogo comune per cui gli abiti di un tempo erano fatti con materiali più durevoli è vero .. 

Sono cambiate le grammature dei tessuti, sempre più leggeri e sempre più "molli".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
maximo
2 ore fa, piodegliulivi ha scritto:

Quoto @criMan i prodotti di un tempo erano più costosi ma assolutamente giustificato il prezzo sulla qualità e sulla durata.

A me non sembra. I costi sono assai più elevati adesso, volendo acquistare un capo di vera qualità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio

È sparita la classe media anche nell'abbigliamento! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
piodegliulivi

@maximo Cerca di leggere le etichette,vedi che si salva solo il super lusso,ma il super lusso sono sempre in meno a poterselo permettere.La cosa non contraddice l'andazzo generale ma in qualche modo lo conferma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
maximo
1 ora fa, piodegliulivi ha scritto:

imo Cerca di leggere le etichette,vedi che si salva solo il super lusso,ma il super lusso sono sempre in meno a poterselo permettere

Si, le leggo ed infatti cosa ho detto? Attualmente per acquistare un capo di qualità bisogna spendere parecchio, molto più che rispetto a 20-30 anni fa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
maximo
2 ore fa, xalessio ha scritto:

È sparita la classe media anche nell'abbigliamento!

Secondo me si, nel senso che tra un capo che costa 50 ed un altro che costa 100 non vi è differenza in termini di qualità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio

@maximo Già. E da 50 a 100 la differenza è notevole...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
piodegliulivi
1 ora fa, maximo ha scritto:

Si, le leggo ed infatti cosa ho detto? Attualmente per acquistare un capo di qualità bisogna spendere parecchio, molto più che rispetto a 20-30 anni fa

Mi sembrava che dicessi altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
cactus_atomo

una volta il mercto rifiutava i podotti scadenti, il consumatore sapeva valutae la qualità non solo del tessuto ma anche delle lavorazioni, dalle aole alla cucitura dei bottoni. la ricerca del prezzo sempre più basso ha messo in secondo piano qualità e durata, la moda ha ritmi trimestrali che però oggi sono insostenibili con i redditi della gente

la delocalizzazion ha dato il colpo di grazia almercato, non è affatto detto ch il prodotto griffato sia qualitativamente meglo, anche le firme producono dove costa meno e scelgono i tezisti che costano meno, non quelli che lavorano meglio. oi ci sono gli incidenti di percorso clamorosi, i giocattoli mattel fabbricati con venici tossiche, le batterie nokia samsund e dell che esplodon, un pantalone al massimo si scolorisce e rstringe, ma non muore nessuno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
gianp
17 ore fa, maximo ha scritto:

Attualmente per acquistare un capo di qualità bisogna spendere parecchio, molto più che rispetto a 20-30 anni fa

Mah, non mi sembra.

il mio primo vestito da lavoro lo pagai, 22 anni fa, 2.500.000 lire. Fu un regalo di mio padre e ricordo la cifra perché era esattamente l’importo del mio primo stipendio. 

oggi quel tipo di vestito lo trovi a 1.200 euro e se aspetti i saldi anche a 6/700.

oggi con 2.500 euro (che poi è ciò che 20 anni fa erano 2.500.000 lire) ti fai fare un abito su misura da un sarto di primo livello con tessuti di pregio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
  • Statistiche forum

    281.511
    Discussioni Totali
    5.869.554
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×