Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
papàpaolo

Auto in recovery

Messaggi raccomandati

maximo
1 ora fa, hififreelens ha scritto:

Il problema non è diesel o no diesel, ormai l'elettronica la fa da padrona.

Il problema è che non sia sufficientemente evoluta, tutto è ancora ad uno stadio molto rudimentale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Lorenzo67

Ne approfitto per ricordare una cosa a tutti coloro che hanno il bloccasterzo elettrico: prima di spegnere il motore, una volta parcheggiati, controllate sempre che le ruote siano dritte e non sterzate.

Se sono sterzate completamente, rischiate di non riuscire a riavviare il motore. Difetto comune a più di un marchio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pino

La mia vecchia 520i benzina è andata in recovery dopo aver fatto rifornimento,fortuna che avevo messo solo 20 euro,ho fatto immediatamente il pieno di benzina 100 ottani ( o giù di li ),è rimasta in recovery tutta la Domenica 1500 giri circa 60 km/ora.

Lunedi mattina la accendo con l'idea di portarla in concessionaria,è uscita da sola dal recovery.

Da allora solo carburante Eni (auto cisterne di proprietà dedicate ),nessun problema.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio

@pino hai sicuramente messo una quantità abbondante di acqua, venduta a caro prezzo! ¬¬

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
KIKO

pieno di benzina 100 ottani.

Nella mia, mi è stato sconsigliato l'utilizzo di questa benzina. Pare, a detta di Mercedes, che la centralina sia tarata su accensioni con un numero di ottani inferiore, questo provocherebbe un rendimento non ottimale. Avevo voglia di provarla anch'io ma ho desistito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
stefanino

@KIKO quello che ti e' stato detto non mi torna

 tutte le vetture benizina hanno sistemi di controllo della detonazione (uno per cilindro) che fanno aumentare l'anticipo fino al limite oltre il quale si verifica detonazione quindi un 100 ottani da qualche cosa in piu' 

alcune vetture (piu' recenti) limitano comunque il massimo anticipo quindi non traggono vantaggio dal maggior numero di ottano ma questo non significa che una benzina a 100 ottani in un motore che ha parametri tarati per 96 max dia un rendimento inferiore

semplicemente non sfrutti quel quid in piu' che la 100 ottani potrebbe darti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
stefanino

@xalessio l'acqua si deposita sul fondo del serbatoio, se entra nel sistema di iniezione /alimentazione semplicemente l'auto si ferma, se non entra l'auto funziona regolare

piu' probabile un po' di sudiciume : una volta passato e bruciato l'auto resta in recovery fino alla accensione successiva

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
lufranz

A me in officina avevano sconsigliato l'uso del Diesel + ENI, a favore di un bottiglione di additivo (che mi avrebbero venduto loro, ovviamente) ogni tot Km.

Ma con il D+ il motore va sensibilmente meglio: più ripresa, meno rumore al minimo, miglior comportamento a freddo, più coppia a bassi giri (si sfruttano meglio le marce in basso).

L'unica cosa strana che ho rilevato è il comportamento dell'indicatore di consumo medio: segna sempre e sistematicamente circa 1Km/l in MENO di quanto realmente calcolato ad ogni pieno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
albrt
8 minutes ago, lufranz said:

A me in officina avevano sconsigliato l'uso del Diesel + ENI, a favore di un bottiglione di additivo (che mi avrebbero venduto loro, ovviamente) ogni tot Km.

Pure a me (dci 1.6 Renault) in concessionaria avevano dato lo stesso (s)consiglio. Però senza parlarmi di loro additivi.

Alberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio

@stefanino be' si, sudiciume... sicuramente non era acqua Panna! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
stefanino

@xalessio se alla ri accensione il motore esce dal recovery propenderei per qualche idrocarburo piu' pesante della benzina (va sul fondo) ma comunque solubile nella benza

tornando in 3ad la modalita' recovery e' foindamentale

se oggi ti mettono nel serbatoio una benzinaccia agricola a 80 ottani la vettura va in recovery, trenta anni fa bucavi i pistoni

sicuramente fino a quando i pistoni reggevano l'auto andava meglio. Dopo mica tanto

le garanzie estese non sono solo il frutto di maggiore qualita' costruttiva ma anche di saper gestire a danno minimo (santa elettronica) eventi imprevisti tipo rifornimenti con sostanze inquinanti nel carburante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pino

Concordo le ultime auto le ho acquistate tutte col pacchetto di estensione,l'ultima col pacchetto di manutenzione 5 anni/100.000 km.

Vedremo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pino

È da circa 1 anno che effettuo il rifornimento di Diesel+ Eni,nessun problema.

Autocisterne dedicate e puntualmente controllate,cisterne interrate recenti.

50 euro in più in un anno rispetto al diesel fatto qua e la a caccia del centesimo in meno,ma molta tranquillità.

Se mettete in conto il capitale in gioco,e le spese per eventuali riparazioni,va vista in un ottica di investento assicurativo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
papàpaolo
1 ora fa, pino ha scritto:

È da circa 1 anno che effettuo il rifornimento di Diesel+ Eni,nessun problema.

Autocisterne dedicate e puntualmente controllate,cisterne interrate recenti.

Non sempre si può pianificare tutto, io ho fatto semplicemente rifornimento in autostrada e probabilmente ho beccato gasolio sporco...da li il patatrac!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio
11 ore fa, pino ha scritto:

Autocisterne dedicate e puntualmente controllate,cisterne interrate recenti 

Come fai ad essere sicuro di ciò?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pino

Le autobotti non dedicate di composti idrocarburici,siano solventi per uso alimentare,alcooli,clorurati,aromatici o alifatici,lineari o ciclici,al momento del versamento nella cisterna interrata devono essere corredate di certificato di pulizia.

In pratica tra lavaggio,svaporatura eventuale avvinamento con solvente idoneo,ispezione di verifica,sommaci il costo di fermo macchina,e ti rendi conto che è antieconomico.

Un distributore monomarca serio,si serve direttamente dal produttore,che non attua politiche antieconomiche.

Eni ha 4 tipi di carburante,non ha interesse a non usare autobotti dedicate.

Se senti qualcuno che ha avuto problemi in seguito ad un rifornimento Eni fammi un fischio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pino

Me la sono tirata.

Touchè.

Tenetemi informato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
pino

@Schelefetris volevo darti un più per la info ma non so come si fa,forse perché utilizzo lo smartphone , ho provato a smanettare,ma...chiedo scusa per l'OT.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
xalessio

@pino io. Era ancora Agip. In un pieno di benzina la metà era acqua  (o melma)... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Dynshon
Il 4/1/2018 Alle 12:56, v15 ha scritto:

Scommetto che è la 1.6 tdci (motore del gruppo PSA)...i francesi colpiscono ancora!

Successo anche a me con la Peugeot 3800...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
  • Statistiche forum

    281.512
    Discussioni Totali
    5.869.614
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×