Jump to content
Melius Club

Nejiro

Nuovo Dac Chord Qutest

Recommended Posts

ifer

Chord fa moltissima ricerca sugli stadi di conversione.
Ogni produzione nuova supera le precedenti.
Non mi stupirei se il nuovo Quetest suonasse meglio o anche solo uguale all'Hugo 2.
Francamente - in generale, non solo per Chord - non  ho mai capito questa moda di fare dac/pre/ampli cuffie tutto insieme.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Illbegood

@mimmocorvo ho un ifi ione e pensavo di fare l'upgrade al Qutest ma da quanto leggo diciamo che i 1000 euro in più sono un po' esagerati se rapportati al miglioramento udibile...puoi per cortesia parlare delle differenze che hai riscontrato tra i due?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mimmocorvo

A distanza di un po di tempo, che è servito certamente ad effettuare un buon rodaggio del Qutest; poco fa ho riascoltato l'Ifi Ione e resto dell'idea che è un affare considerato il prezzo. Ma in confronto al Chord Qutest perde inesorabilmente. Il Chord ha più dinamica ed estensione, specialmente in gamma bassa, le possibilità di intervento sono maggiori ed aiutano molto nell'ìnterfacciarlo con gli altri componenti. Io personalmente nel mio impianto preferisco il filtro Warm Hf roll-of (rosso), livello di uscita a 2 v. Certamente l'esborso non è da poco, ma se aspiri al meglio e hai già un buon impianto di sicuro sarà un ottimo punto di arrivo di cui non potrai fare più a meno. Ma se per te la spesa è eccessiva, non fartene un cruccio e vivi felice con l'Ifi Ione, in fin dei conti è un campione anche lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
supers72

Io ho il Chord Mojo che secondo me è di livello davvero altissimo come dac. Non so come si ponga rispetto al Qutest, però magari se ti interessa il suono Chord ad un prezzo più accessibile del Qutest, potresti prenderlo in considerazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Illbegood

Grazie ad entrambi per le risposte. Avevo preso in considerazione il Mojo ma siccome lo userei soprattutto per il mio setup cuffia casalingo e le Beyerdynamic T1 2nd non sono adatte ad essere pilotate dal Mojo, preferisco evitare i problemi di batteria sempre in carica e scegliere un dispositivo da usare come DAC puro visto che l'amplificatore che ho (Beyerdynamic A2) mi piace tantissimo ed è perfetto per le mie cuffie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Illbegood

@mimmocorvo ho passato un paio d'ore a leggere un po' di recensioni e forum sul Qutest ed è opinione piuttosto diffusa che la firma sonora sia tendente alla brillantezza con un medio leggermente arretrato e una certa mancanza di calore. La cosa può andar bene in molte catene ma nel mio caso, Beyerdynamic A2 + Beyerdynamic T1 2nd, questa freddezza potrebbe non sposarsi bene con la linearità tendente al brillante del tipico suono Beyerdynamic che non presenta un medio particolarmente in evidenza. qual è la vostra impressione a riguardo della presunta brillantezza di cui alcuni parlano?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nejiro

Lo hai letto qui per caso? https://www.head-fi.org/threads/chord-electronics-qutest-dac-official-thread.869417/page-188 ci sono 188 pagine che in gran parte mi sono letto anche io con il traduttore, la maggior parte dei possessori mi sembra più che soddisfatto, se si prendono in considerazione solo le opinioni "negative" le troverai sempre, per ogni prodotto, ognuno ha un setup diverso e quindi qualsiasi cosa va provata nel proprio contesto...Tra l'altro in questo forum interviene spesso Rob Watts che è il progettista dei dac Chord...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Illbegood

@Nejiro Sono d'accordo con te sul fatto di non fidarsi troppo dei giudizi altrui, però non è che si parli di difetto solo di caratteristica che temo non si sposi al meglio con il mio setup cuffie...prima di investire una cifra del genere preferirei avere l'opinione diretta di qualche possessore...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nejiro

Infatti la cosa migliore sarebbe provarlo... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
toni.vito73

@Illbegood personalmente non mi trovo molto d'accordo ... da possessore per carità del 2qute (non ho ascoltato il nuovo qutest).. il chord non ha quella eccessiva apertura in alto spesso riscontrata nei dac sabre..

certamente ha un impostazione dettagliata con ottima evidenza dei vari piani sonori.. se in un determinato set up dovesse essere troppo brillante (da verificare)... sarebbe facilmente risolvibile con un fine tuning con la scelta del cavo di segnale...

in ogni caso da non scartare a priori... secondo me al prezzo di un 2qute usato (700) o di un qutest nuovo si trova ben poco ... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
supers72

@toni.vito73 sono assolutamente d’accordo. Unico problema del 2qute forse il livello di uscita un pochino alto (3v) che rischia di essere un poco eccessivo per taluni pre o ampli integrati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Illbegood

@toni.vito73 grazie per il consiglio. Per ora aspetto, il negozio che lo vende a prezzo scontato non ha procedure di reso facile e ha clausole strane tipo "i sigilli devono essere intatti" più l'invio della raccomandata A.r. per esercitare il diritto di recesso pertanto non mi fido a provare e poi se non mi piace rendere col rischio di avere sorprese... Attendo di poterlo provare prima di acquistarlo o che sia disponibile su Amazon.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mimmocorvo

Sarebbe troppo bello se si potesse provare a casa, nel proprio impianto tutto quello che vorremmo comprare.

Io sono d'accordo con quello che dice Nejiro.

A volte bisogna anche rischiare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nejiro

Un dac per forza a casa devi provarlo a meno che non Ti porti in negozio tutto il Tuo impianto 😀

Io sono passato al Qutest dal 2Qute e sinceramente un 2Qute usato a 6/700€ è un best buy.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
xin

@Nejiro un po' come un Chord Hugo, per me usato è un vero best buy.

Ho letto un po' in rete anche del QBD76 e pare sia un dac tuttora molto molto valido, alcuni lo preferiscono al Dave che a loro avviso risulta troppo dettagliato ed aperto in gamma alta.

Qualcuno l'ha confrontato coi più recenti Hugo TT, Hugo2, Qtest o Hugo TT2?

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino

Chi possiede il Qutest è riuscito a confrontarlo con il RME ADI-2 DAC, grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
pl_svn

dubito che qualcuno lo abbia fatto: sono due filosofie diametralmente opposte ;)

uno è un pre/dac/ampli cuffie che usa chip commerciali mentre l'altro è un dac puro basato su FPGA con "filtri e processi" totalmente proprietari

Share this post


Link to post
Share on other sites
pl_svn

... che là fuori è pieno di gente strana 😛

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso

@Nejiro Dai,  organizza una bella prova con gli amici,  così poi puoi condividere una recensione sicuramente affidabile e "super partes" 👍

Ciaooo

Max

ps:  se fossi più vicino a voi,  verrei anch'io volentieri,  ma troppi km ci separano ... 🙄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0056

A meno che uno non sia fortemente caratterizzato, e il chord non lo è, secondo me suoneranno circa uguali. 

Se mai la farete sta prova, fatela in cieco !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nejiro

@maxnalesso Tu sei lontano ma anche io non è che sono vicino a loro, vediamo perché mi piacerebbe proprio andare a trovarli... Vero @apprendista

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino

@Nejiro in che zona se è possibile sapere?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nejiro

@giacomino gli amici che hanno l'rme stanno in ciociaria, io abito nelle marche...e Max a Varese 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0058

@Nejiro ma certo Enrico, lo diciamo da sempre...prima o poi ci organizziamo.

Io iniziai una prova tra DAC, due dei quali erano miei...ma poi non abbiamo mai approfondito con metodi scientifici (pareggio dei livelli di volume...ecc.ecc.). Se la prova viene fatta in situazione controllata .. le differenze diventano piccole piccole...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pl_svn

eccoli...  chi, quelli strani? 😜

idee davvero molto confuse su quello di cui si ha bisogno per essere in dubbio tra due oggetti così diversi 🙄

Share this post


Link to post
Share on other sites
sandromagni

Ho ricevuto stamattina il Chord Qutest. Collegato a un iMac (files e streaming Qobuz) e a un impianto strano basato su un vecchio ampli HT Denon AVC A1 HD e a 7.2 diffusori semi artigianali dalla Amb di Torino di 20 anni fa. C'e' tanta altra roba collegata all'impianto ma ininfluente ai fini di questo discorso. A casa sono passati vari DAC fino a un Mytek Brooklin ma avevo sempre preferito il suono del DAC interno al Denon, ovviamente intendo con l'ampli in Pure Direct. Non pensate che io sia sordo; il suono del DAC interno al Denon è notevole. E gli ingressi analocigi dell'ampli sono di livello. Ho collegato stamane il Qutest e, finalmente, ho ascoltato qualcosa che superava il Denon. Non sono capace di descrivere cosa trovo di meglio, ma semplicemente quel che sento dal Chord Qutest mi piace molto. E dire che non ha neanche fatto un minimo di rodaggio!

Ho provato, per sfizio, a alimentarlo invece che dall'alimentatore contenuto dalla confezione, da un power bank a uso telefoni. Non ho tuttavia notato alcun miglioramento o differenza per cui ho chiuso con l'esperimento. Se davvero dopo un po' di ore di acensione il suono migliorerà ancora, sarò solo contento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293978
    Total Topics
    6390514
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy