Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
EVILDEAD

giradischi come se piovesse !

Messaggi raccomandati

deiberci

questa e' una fabbrica con dei macchinari del dopoguerra non ho visto un macchinario di ultima generazione e a norma di sicurezza.

poi alla fine una bella pitturata e tutti a dire bello il projet.

Andate da Kuzma se volete vedere come si fanno i giradischi e quali macchinari usano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
EVILDEAD

@deiberci a kuzma cosa ci sarebbe?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alerosso10

3BE363BE-F2B2-47B8-A6D7-3FCBEF52387F.jpeg.24ec08afbe2e2214c90eed4b2d7e3117.jpegMa ancora con questa favola  che la base del rega è leggerina? É progettato così, se potessero lo farebbero ancora più leggero. A dire il vero qualcosa di ancora più estremo è stato fatto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alerosso10

Euro 30.000 circa. Non credo che peró che sia a catalogo  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
deiberci

@EVILDEAD io ci sono stato da Kuzma ed ho visto di persona . Ti posso assicurare che i processi di lavorazione sono mooolto accurati con macchine cnc  di ultima generazione lavorano con tolleranze da F1. Non per niente la qualita' viene fuori. Alla projet sembra di essere in romania negli anni 50 e' assai che non facciano ancora i mangiadischi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sentenza976

@deiberci quindi dal tuo ragionamento i giradischi costruiti negli anni 60 e 70 tipo THORENS (con i processi di lavorazione di una volta) dovrebbero fare tutti schifo. Da quello che vedo online i Kuzma sono giradischi costosissimi quindi parliamo di altro genere di prodotti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

be', a parte i modelli top, c'è una bella differenza tra un thorens anni 70 e i giradischi di oggi 

Così come c'è una bella differenza tra il primo modello dello xerxes e lo xerxes attuale anche se il progetto è lo stesso 

E lo xerxes era già uno di quelli costruiti con tolleranze bassissime 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sentenza976

Sono decenni che sento parlare di questi benedetti THORENS anni 70. Premetto che non ne ho mai visto uno dal vivo e quindi non li conosco. Ma cosa hanno di tanto speciale? Sono stati costruiti con oro colato? Riprende la vecchia saga de “le cose di una volta...”. Mi batterò fino alla morte contro questo modo di pensare. Un THORENS anni 70 deve per forza essere migliore di un giradischi di oggi dai prezzi abbordabili??

  • Melius! 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
deiberci

@Sentenza976  posso asserire che la qualita' degli anni 50 non ha niente a che vedere con la qualita' di oggi . Parlando di meccanica come di tanti altri settori  pero' qui sul forum puo' succedere di tutto anche il contrario . Si leggono certe assurdita' qui  basta scriverlo due volte di fila diventa una verita'. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
EVILDEAD

@Sentenza976 pienamente d'accordo con te,ho un amico appassionato di thorens e mi fà venire una testa con questi thorens e bracci sme e io veramente non capisco sembra che i giradischi li fanno solo loro,e poi scusatemi ma se la thorens è talmente blasonata dovrebbe venderli come il pane i giradischi oggi, invece quanti ne vendono al giorno d'oggi ? per me molto pochi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
SonicYouthMilano

@Sentenza976 Da possessore di due thorens, un 320 e un 166 mkv, ti dico che erano considerati a ragione dei buoni giradischi, perché riescono a reggere il confronto con quelli fatti oggi. 

Per quanto riguarda la costruzione e le tolleranze, posso farti questo esempio: il 320 ha una ghiera che determina la forza d'appoggio con degli scatti da 0,25 grammi, mentre il contrappeso serve a determinare lo zero. 

Ho misurato il peso che ho messo per la ortofon ff15 che ho montato sul 320, risulta essere di 2,022g; ho poi provato a spostare avanti ed indietro la ghiera per la forza d'appoggio, l'ho riportata sui 2g, riprovo il peso...2,022g.

La stessa cosa vale per l'antiskating magnetico che è montato sul braccio, a 2g, come da indicazione sulla scala graduata, ottengo la correzione perfetta della forza di skating, misurata con disco test.

A mio parere questo esempio chiarisce come mai i giradischi della thorens d'epoca sono così tanto valutati ancora oggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
EVILDEAD

@SonicYouthMilano ho avuto un pro-ject debut giradischi da 200 euro entry level della casa,mettevo il peso guardando guardando l indicatore sul braccio mettevo a 2 poi controlavo per sicurezza con la bilancia di precisione ed era a 2 mettevo a 2,5 misuravo ed era a 2,5 quindi dove sta la magia dei thorens ? nei bracci ? nei motori ? nei telai ? ne ho visti dal mio amico di thorens smontati ma non ho mai visto niente di così stupefacente,come in altri settori macchine moto ecc ecc tutti guardano chi è da più anni sul mercato poi magari vai a comprare una kia che ti dura di più di un mercedes e costa un terzo del merdeces

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sentenza976

@EVILDEAD io queste misurazioni non le ho mai fatte. Una volta tarato e messo a punto lo usa e va bene così. L’importante è che suoni bene alle mie orecchie senza troppe pippe mentali. Comunque Evil detto così fai quasi capire che i Pro-Ject siano delle cineserie xDnon dimentichiamoci che stiamo parlando di una ditta austriaca anche se poi costruisce in un’altra nazione come tanti altri. I germanici in genere sono persone serie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
EVILDEAD

@Sentenza976 io non sto dicendo che sono delle cineserie anzi sto dicendo proprio il contrario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

C'è una visione industriale ben articolata dietro project, di cui conosco bene e da due decenni il fondatore e la fascinosa e ambiziosa moglie di Praga.  Come mi raccontava lui stesso fin dagli anni 2000, attraverso i contatti della allora sua compagna ( sorella per altro della moglie di alesa vaic, altro nome storico della new age termoionica dell 'est) riuscì a rilevare a costo zero la vecchia fabbrica di tubi e lampadine della tesla, e ancora parte della maestranza storica. Riuscí a continuare la fabbricazione di tubi, ma soprattutto a iniziare la fabbicazione di gira ispirati a rega, ma con costi di produzione estremamente bassi, complice la favorevole congiuntura di allora. E oggi heinz, che reputo estremamente intelligente e determinato,  con il suo fine fiuto per i trend in crescita, è il più grosso produttore di gira del mondo e può permettersi il lusso di finanziare pure una linea secondaria la EAT,  con produzioni ricercate, tecnologiche e pure disegnate con garbo.

Onore al merito, quindi, è anche merito suo se nelle case di centinaia di migliaia studentelli del nord europa troneggia un giradischi, magari un debut in verde acido... 

:-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

i club dei nemici li chiudiamo a prescindere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sentenza976
3 ore fa, cactus_atomo ha scritto:

i club dei nemici li chiudiamo a prescindere

Ma ci mancherebbe Cactus, la mia era solo una battuta xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
SonicYouthMilano

@EVILDEAD Ma certo che il debut possa essere preciso come lo descrivi, ma è un giradischi costruito ora e quindi le macchine a controllo numerico permettono una precisione che ai tempi della thorens, richiedeva uno sforzo economico e di maestranze specializzate, che determinava il prestigio e la correttezza costruttiva dei loro giradischi. Il mio intervento si riferiva alle tolleranze che mi pare Cano, attribuisse allo xerxes, quindi dimostro che Thorens non era da meno, e risponde al quesito di sentenza che chiede per quale motivo i thorens siano così ben considerati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Quando parlavo di tolleranze non mi riferivo ai bracci 

Se parliamo di bracci sarebbe anche meglio lasciar perdere la thorens 

Mi riferivo alle tolleranze delle varie parti del giradischi 

Provate a sfilare il perno di un thorens e di uno xerxes e poi rimettetelo in sede...vi renderete facilmente conto di quanto siano differenti le tolleranze 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radio

@daniele_g 

questa mi pare una testimonianza attendibile  

chi e' passato dal project al rega o viceversa e' in grado di esprimere un parere piuttosto chi ha avuto solo rega o project e difende il proprio gira come se si trattasse delle virtu' della propria figlia  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

È un'opinione rispettabile...come un'altra 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
SonicYouthMilano

@Cano 

8 ore fa, Cano ha scritto:

Quando parlavo di tolleranze non mi riferivo ai bracci 

Se parliamo di bracci sarebbe anche meglio lasciar perdere la thorens 

Mi riferivo alle tolleranze delle varie parti del giradischi 

Provate a sfilare il perno di un thorens e di uno xerxes e poi rimettetelo in sede...vi renderete facilmente conto di quanto siano differenti le tolleranze 

E' un'opinione rispettabile...come un'altra

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
9 minuti fa, SonicYouthMilano ha scritto:

E' un'opinione rispettabile...come un'altra

Come un'altra...se non si trattasse di misure 

Ma qui si tratta di misure 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
SonicYouthMilano

Va be', allora se vuoi avere ragione a tutti i costi ti dico: hai ragione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Basta misurare 

Le tolleranze sono misurabili 

Non si tratta di aver ragione a tutti i costi 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zucchetti

Leggo (come al solito o spesso) commenti che si basano su particolari abbastanza insignificanti(a riguardo del risultato finale,ovvero la qualità della riproduzione sonora) come tolleranze su boccola/perno e affini.

La solita disputa tra gusti personali su brand all'apparenza più o meno hitech.

A volte mi chiedo se sapete di cosa parlate realmente.(non del sesso degli angeli)

Nel filmato si vede un breve tour dello stabilimento, l'ultima parte mostra il reparto di tornitura cnc di un certo livello con macchine a (cnc per l'appunto) di qualità medio alta, non a caso(molti) sono EMCO (prodotti in Austria, Germania) uno dei leader europei in questo settore,macchinari moderni prestanti.. e costosi,complimenti al menagement aziendale per la scelta di investire (molti soldi) in macchinari da produzione per così dire 'autoctoni' .

Per chi dice che non vengono rispettate le normative di sicurezza in officina da parte dei lavoratori,vi dico che ,alcune sono semplicemente irrispettabili,poi di andare a quardare altre realtà produttive (tipo italiane per fare un esempio , ma non solo)poi ne riparliamo...

A mio avviso il vero cardine problematico della riproduzione dei vinili sta nel supporto stesso, che in molti casi (qui si che si può parlare e disquisire su tolleranze) a livello medio è scarso su molti aspetti della produzione.(dai materiali impiegati ai processi produttivi)

Naturalmente con rispetto parlando ed

Inmho.

Un cordiale saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Le tolleranze sarebbero insignificanti per il risultato finale? 

Questa è bella 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.596
    Discussioni Totali
    5.872.327
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×