Vai al contenuto

Pimpinotto

Preamplificatore Seleco STC-2000

Messaggi raccomandati

Pimpinotto

Buonasera a tutti.
Sono possessore del preamplificatore, in oggetto, acquistato su ebay molto tempo, sempre rimasto fermo da allora e che vorrei provare a rimettere in uso..

Chiedevo cortesemente se qualcuno di Voi ha documentazione in merito (manuale d'uso e, soprattutto, service manual) in modo da potergli dare una controllatina con cognizione di causa, prima di provare a metterlo in funzione ...

Ho provato a contattare la Seleco, tramite il form, presente sul loro sito (info@seleco.it) ma è passata oltre una settimana senza riscontri ....

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

ahia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

@Pimpinotto Chissà quante volte quel marchio sarà passato di mano dai tempi di quella serie di pre, sinto e ampli, che erano veramente tanto belli e innovativi per quegli anni, quanto, ahimè, cagionevoli di guasti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

e ti spiego perché ahia...

intanto mi risulta che la Seleco HIFI sia defunta da almeno un ventennio, se non di più, poi mi raccontava un nostro caro amico (ex), forumer di Pordenone, che al momento della dismissione di alcuni reparti seleco HIFI, di questa serie come hai tu che poi era anche composta dal suo finale e dal suo sintonizzatore, venivano letteralmente accatastati fuori sul piazzale dell'azienda in attesa di essere rottamati. Non so se trattasi di leggende o meno..

Costavano un botto.

tastiera a sfioramento, e apparecchi delicati.

Ho il trittico, ma tutte le volte che lo guardo , mi tocco gli zebedei

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
13 minuti fa, il collezionista ha scritto:

Ho il trittico, ma tutte le volte che lo guardo , mi tocco gli zebedei

Non ti sognare di portarli a @TheoTks, altrimenti è la volta buona che si trasferisce a Timbuktu!!  >:(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pimpinotto

Ma quale sarebbe l'apparecchio più delicato del trittico?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

pre e finale

:S

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

il pre, per via dei falsi contatti a sfioramento

con il finale, può andarti bene  per molti e molti anni come può imbattersi in problemi di tensione , ma non so bene in quale circuitazione..

se ne era già parlato un po di tempo fa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pimpinotto

@il collezionista Gli apparecchi furono provati da Suono e Stereoplay nel 1978

Il sinto fu provato da Stereoplay e non andò troppo bene ma fu giudicato con beneficio di inventario perché si trattava di un esemplare di preserie.

Il pre e il finale furono provati da Suono; il finale esibì buone prestazione; il preamplificatore mi pare non andò troppo bene al banco di misura.
In effetti costavano parecchio. Il pre circa 800mila lire (quasi quanto uno Yamaha C2) ; il tuner 840 mila (quasi quanto un Revox B760) e il finale 530mila

Il preamplificatore l'ho tenuto acceso per una mezz'oretta (non collegato all'impianto) e i comandi "touch control" mi sembra che funzionino regolarmente, rispondendo in maniera sempre pronta; i prossimi giorni  mi piacerebbe sottoporlo a qualche verifica strumentale con generatore BF e oscilloscopio. Per ora c'è la scocciatura della lampadina, che illumina i Vumeter, fulminata e, devo cercare di capire che caratteristiche ha (per adesso ho visto che è alimentata a 30Vdc con, in serie, una resistenza da 100 ohm)

L'ho aperto e sembra ben realizzato e con componentistica di buona qualità (p.es. elettrolitici tutti della ITT). Le basette sono tutte in fibra di vetro e su connettori a pettine sfilabili; tutti i relè e gli integrati sono montati su zoccoli quindi, in caso di necessità possono essere sostituiti senza doverli dissaldare.

Curiosamente, sul pannello posteriore è presente una spia che si accende se il fusibile si brucia o non fa bene contatto.

Casomai mostra una notevole complessità meccanica e non sembra affatto studiato per essere smontato agevolmente perché , per poter sfilare parecchie schede, occorre smontare anche il pannello posteriore e non si capisce bene quante viti occorra svitare per poter togliere il pannello frontale (lo vorrei lavare).

L'alimentazione (circuito stampato + trasformatore) risulta fissata sul pannello di fondo ma i cavi, relativi alla 220Vca sono di lunghezza risicata e non sono terminati su connettori sfilabili (p.es faston) per cui, smontando l'apparecchio, ci si ritrova sempre l'alimentatore + trasformatore + pannello di fondo sempre in mezzo ai piedi in quanto non separabili dal resto dell'apparecchio a meno di nnon dissaldare i fili..

Secondo me il grosso limite dell'apparecchio è circuitale perché fa uso intensivo di integrati TBA231 che sono degli amplificatori operazionali doppi (fuori produzione, mi pare), per uso audio che, già allora (1978), risultavano un tantino non all'altezza come prestazioni e che, purtroppo, al giorno d'oggi non hanno dei sostituti diretti con migliori prestazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

be', hai fatto una perizia notevole.

comunque i miei fortunatamente sono ok, alle volte il pre per fargli prendere un comando, magari devo premere con un po di pressione in più.

adesso sarà 3-4 anni che non li faccio funzionare, sperando che la noia non sia in agguato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
peterogers
9 ore fa, il collezionista ha scritto:

adesso sarà 3-4 anni che non li faccio funzionare,

Consiglio...accendili:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

@peterogers eh,.....

lo so...

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
29 minuti fa, il collezionista ha scritto:

eh,.....

lo so...

Se mi assicuri che non tirano botte te li faccio sgranchire io

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

Impossibile il recupero

Sono dietro tanta roba tra cui le JBL lx55 Del tuo amico..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pimpinotto

@il collezionista Visto che hai il trittico completo, hai anche i manuali di istruzioni ? Nel caso, con i manuali di istruzioni, c'erano anche gli schemi elettrici a corredo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il collezionista

@Pimpinotto ...magari!

nel caso te li avrei anche fotocopiati, ma non disperiamo...forse ho un aggancio a Pordenone, ma non ci spero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71
Il 8/2/2018 Alle 20:37, il collezionista ha scritto:

mi raccontava un nostro caro amico (ex), forumer di Pordenone

@il collezionista [off topic on] A proposito, che fine ha fatto? E' da un bel po' che non leggo interventi. [off topic off]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pimpinotto

@il collezionista  Grazie !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pimpinotto

@releone71 Se è chi intendo io, sbaglio o aveva messo su un forum HIFI, per conto suo in cui, inizialmente, avevano fatto parte anche alcuni forumer del ns gruppo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

@Pimpinotto No,  lui è di Monfalcone, provincia di Gorizia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Velvet

Mi fischiavano le orecchie... :-D  be', avete cambiato nome, veste grafica, ma sono contento di rileggere tanti amici (qui in particolare Fabio e Theo) che approfitto per salutare con un bell'abbraccio forte. Cercherò di farmi vivo più spesso, promesso.

Venendo al trittico Seleco che possiedo da innumerevoli anni, secondo la mia esperienza di breve utilizzo (li acquistai nei primi anni '90 per fini puramente collezionistici) il pre è affidabile nonostante la notevole complessità elettronica e meccanica -aveva praticamente tutto, era un pre-mixer con eq., filtri e comandi a sfioramento- ma non è che sia un campione di suono.

Più interessante sotto questo punto di vista il finale (70+70w se non ricordo male), dotato di un discreto punch e buona capacità di pilotaggio ma invero piuttosto delicatino. Il mio si è suicidato due volte al momento dell'accensione (probabilmente rettifica sottodimensionata per il transiente iniziale), una prima volta fu riparato dall'ancora esistente assistenza ufficiale Seleco di Pordenone che possedeva schemi e ricambi, la seconda volta lasciai perdere ed è ancora così.

Il sinto buh, senza infamia nè lode, solo FM. L'ultima volta che l'ho acceso lustri fa funzionava ancora ma non commutava in stereo.

Sono apparecchi che ho collezionato perché buoni rappresentanti di quell' HiFI dream tutto italiano degli anni '70, in buona compagnia con Galactron, Panta, Brionvega ecc che tentò di agganciare la moda dell'alta fedeltà probabilmente fuori tempo massimo e con tanta inventiva nonostante i mezzi a disposizione fossero ridicoli rispetto ai giganti stranieri. E poi sono proprio belli anche in forma statica...  A presto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71

@Velvet Eccolo...bentrovato! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
4 ore fa, Velvet ha scritto:

Sono apparecchi che ho collezionato perché buoni rappresentanti di quell' HiFI dream tutto italiano degli anni '70, in buona compagnia con Galactron, Panta, Brionvega ecc che tentò di agganciare la moda dell'alta fedeltà probabilmente fuori tempo massimo e con tanta inventiva nonostante i mezzi a disposizione fossero ridicoli rispetto ai giganti stranieri. E poi sono proprio belli anche in forma statica...

Quoto,  belli i Seleco lo sono per davvero: quando uscirono, qualche costruttore nostrano un po' si preoccupò della cosa: un' Azienda come quella, se solo avesse voluto investire un po' di più risorse, col know-how che già possedeva nel campo dell' elettronica, avrebbe potuto fare qualcosa di buono!

Probabilmente non ci hanno creduto abbastanza, o forse si scoraggiarono causa le prime rogne di gioventù che tutte le "new entry" sono costrette a pagare! :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Velvet

Avevano qualche know-how in materia di TV (niente di straordinario comunque al confronto con tedeschi e jap) e alla fine dei '70 credo Seleco navigasse già in acque poco tranquille dal punto di vista economico. Sinceramente non ho idea di chi avessero coinvolto per progettare "da zero" le elettroniche HiFi, comunque il certo è che a parte giradischi e piastre a cassette che rimarchiavano (principalmente Hitachi ma anche JVC), si facevano tutto in casa qui a PN, credo nello stesso stabilimento delle TV -che esiste ancora ed è in parte occupato da SIM2 multimedia, a sua volta una spin-off di Seleco- denominato "Zanussi Elettronica".

Credo che il successo della gamma HiFi Seleco sia stato molto modesto dal punto di vista vendite. Erano presenti più che altro nei negozi di elettrodomestici come distribuzione principalmente di rack "pronto uso" e prima ancora di compattoni orizzontali anche carini, con giradischi Dual, il solito registratore Castelli e radio anche in versione digitale.

Ma il trittico triangolare STC era su una fascia di prezzo incompatibile con la signora Maria che andava a comprare la lavatrice (di listino superava i 2 milioni del 1979, una cosa folle). E penso che nei negozi "seri" di HiFi non volessero nemmeno prendere in considerazione l'idea di mettere sullo scaffale una roba a marchio Seleco, lo stesso delle TV in BN da 12".

Forse se avessero fatto un brand nuovo, chissà... Ma all'epoca era come se Phonola si fosse messa in testa di fare un prodotto Hi-End da vendere col proprio marchio...Fiasco assicurato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Libra

Ciao Velvet.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Velvet

Ciao caro Libra, spero tutto Ok 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
24 minuti fa, Velvet ha scritto:

comunque il certo è che a parte giradischi e piastre a cassette che rimarchiavano (principalmente Hitachi ma anche JVC)


anche il primo cd della casa era in realtà un Sony CDP 101 rimarchiato Seleco per l'occasione O.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Velvet

Si confermo, incidentalmente fu anche il primo CD-player che ascoltai in vita mia (un CDP 101 brandizzato Seleco) credo nell'83.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Libra

@Velvet Non riesco a mandarti un messaggio pvt.

Come posso mandartelo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.329
    Discussioni Totali
    5.877.639
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×