Vai al contenuto

Andreos

Ciabatta quale?

Messaggi raccomandati

Andreos

Sto passando in rassegna tutti i componenti del mio nuovo impianto. 

Come al solito non capisco nulla di elettricita, e mi "attanagliano" le seguenti domande:

FIltrata o non filtrata?

Con interruttore spegnimento o senza?

Detto cio', vi chiedo quale ciabatta (8 prese) e con quale cavo di alimentazione consigliereste per un budget massimo di ca 400/600 Euro (sempre sul nuovo)

Spero non mi consiglierete di provare anche la ciabatta;  perché avendo provato integrati, pre + finali, diffusori, cavi (ancora da provare), meccaniche cd, dac, lettori di rete, il tutto in vari ascolti e combinazioni non sono nemmeno a metà dell'opera e a breve non avro' il tempo per lavorare :D

Buona domenica e buona musica a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Non filtrata e senza interruttore.

Comprati questa Vimar nella versione con i posti che ti servono:

https://www.vimar.com/it/it/catalog/product/index/code/01294

Poi, quando avrai sistemato il resto dell'impianto, ci torneremo sopra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@Fabio Cottatellucci 

Eh, no Fabio , il ns.collega ha provato anche pre e finali e tu gli consigli un modello da ferramenta....:D

vabbè , solo per vedere se gli apparecchi si accendono poi la potrà destinare a qualche postazione con PC , stampante , masterizzatore etc, ect... 

Ciao , carissimo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andreos

@Fabio Cottatellucci  in realtà alcuna certezze le ho già.

Pre mcintosh c2500 

Finale mcintosh 452

Diffusori Sf Olympica III

Gira Rega P6

il resto (meccanica cd, dac, lettore di rete e cavi vari) è ancora da definire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maui_76

Dunque... a quanto pare, hai 6 elettroniche da collegare, ma non hai citato il pre phono; in tal caso, si arriva a 7.

Io direi di prendere una multipresa da 6 posti, non filtrata e senza interruttore (più facile da reperire rispetto ad una da 8) e collegare una delle apparecchiature, magari il finale, ad una presa a muro separata dal resto.

Io ho una WireWorld Matrix 2 ed è un ottimo prodotto... tra l'altro molto meno costosa rispetto al budget.

Però è senza cavo, bisogna prenderlo a parte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

Me la sono fatta con componenti vimar senza interruttori o filtri. Unico accorgimento il cablaggio a stella con conduttori mi pare da 1mm, ma non vorrei ricordare male, l'ho fatta dieci anni fa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sundance

Dai un’occhiata da audiogears, alluminio ottimo rapporto q/p

non stai ad impazzire..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

@Andreos Ho nel mio impianto una ciabatta in alluminio di Sandro Perusini, costruita. con  frutti Furutech , cablata con cavo 7 N, isolata con  guaina al carbonio. La ciabatta  in qualità di prestazioni sonore apporta un contributo non indifferente  nell'impianto . Ne guadagnano la scena che diventa più ampia, l''altezza è quella giusta, pulizia del messaggio sonoro, conseguentemente maggiore dinamica più una vena di dolcezza dettata dall'utilizzo del cavo 7N. La ciabatta collegata al giusto cordone di alimentazione, diventa la base corretta di derivazione per le altre elettroniche collegate. La ho prestata al mio amico Fabrizio, critico del  corretto ascolto, ne ha solo lodato le prestazioni e confermato un necessario impiego per un ascolto di maggiore emozione. Una volta provata, non si torna più indietro. Il contributo della ciabatta nell'impianto equivale almeno al contributo di un buon e performante cavo di alimentazione. Io assieme ad altri amici appassionati, abbiamo provato ovviamente diverse soluzioni , iniziando con ciabatte auto costruite che non vanno male (vedi ciabatte TNT Audio) ma non raggiungono assolutamente le prestazioni sopracitate. Un piccolo inghippo, la Silcable vende la ciabatta al costo (il prezzo dovrebbe essere di ca. 750 euro, da verificare) ma la cede solo ai suoi clienti che cablano in parte l'impianto con i suoi cavi. Aggiungo che detta ciabatta è stata confrontata con una della concorrenza dal listino di ca. 1500 euro, a grandi linee a parte sfumature e preferenze come prestazioni siamo li, la mia ha una vena di dolcezza in piu porgendo la musica con garbo, ma estesa per nulla smussata.Durante la prova abbiamo inserito nell'impianto anche la ciabatta di TNT Audio con cavo TTS , nulla da fare , sono bastati solo pochi minuti per toglierla e metterla da parte, la scena si è letteralmente chiusa, l'altezza degli esecutori è arrivato quasi a terra , il suono è inglobato e si è sporcato,  pertanto se si cercano prestazioni meglio lasciar stare le soluzioni da pochi soldi. Faccio presente che il costo dei soli materiali della ciabatta Silcable si aggira sui 450 euro, poi ci vogliono ca. 6-7 ore per assemblarla.Questa è la mia esperienza, consiglio di partire con il piede giusto.

Guerino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gianventu
8 ore fa, ferroattivo ha scritto:

sono bastati solo pochi minuti per toglierla e metterla da parte, la scena si è letteralmente chiusa, l'altezza degli esecutori è arrivato quasi a terra

...manco fosse una pressa invece che una semplice multipresa...mah!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andreos

Grazie a tutti per i preziosi consigli,  alla fine ho comprato una systemandmagic eight.

Buona musica a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sundance

Bel prodotto, ottima scelta :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

@gianventu padrone di non crederci, basta semplicemente provare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

@Andreos il prezzo è interessante anche se ha i frutti Gewiss, sarebbe interessante fare un confronto, comunque facci sapere come va'.

Guerino 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paranoid.Android
1 ora fa, gianventu ha scritto:

..manco fosse una pressa invece che una semplice multipresa...mah!

Attento che per una ironia simile in un thread cavofilo/ciabattofilo  gli sceriffi  mi hanno comminato 14 punti di penalizzazione! :D

I cavologi sono permalosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paranoid.Android
10 ore fa, ferroattivo ha scritto:

Ho nel mio impianto una ciabatta in alluminio di Sandro Perusini, costruita. con  frutti Furutech , cablata con cavo 7 N, isolata con  guaina al carbonio. La ciabatta  in qualità di prestazioni sonore apporta un contributo non indifferente  nell'impianto . Ne guadagnano la scena che diventa più ampia, l''altezza è quella giusta, pulizia del messaggio sonoro, conseguentemente maggiore dinamica più una vena di dolcezza dettata dall'utilizzo del cavo 7N. La ciabatta collegata al giusto cordone di alimentazione, diventa la base corretta di derivazione per le altre elettroniche collegate. La ho prestata al mio amico Fabrizio, critico del  corretto ascolto, ne ha solo lodato le prestazioni e confermato un necessario impiego per un ascolto di maggiore emozione. Una volta provata, non si torna più indietro. Il contributo della ciabatta nell'impianto equivale almeno al contributo di un buon e performante cavo di alimentazione. Io assieme ad altri amici appassionati, abbiamo provato ovviamente diverse soluzioni , iniziando con ciabatte auto costruite che non vanno male (vedi ciabatte TNT Audio) ma non raggiungono assolutamente le prestazioni sopracitate. Un piccolo inghippo, la Silcable vende la ciabatta al costo (il prezzo dovrebbe essere di ca. 750 euro, da verificare) ma la cede solo ai suoi clienti che cablano in parte l'impianto con i suoi cavi. Aggiungo che detta ciabatta è stata confrontata con una della concorrenza dal listino di ca. 1500 euro, a grandi linee a parte sfumature e preferenze come prestazioni siamo li, la mia ha una vena di dolcezza in piu porgendo la musica con garbo, ma estesa per nulla smussata.Durante la prova abbiamo inserito nell'impianto anche la ciabatta di TNT Audio con cavo TTS , nulla da fare , sono bastati solo pochi minuti per toglierla e metterla da parte, la scena si è letteralmente chiusa, l'altezza degli esecutori è arrivato quasi a terra , il suono è inglobato e si è sporcato,  pertanto se si cercano prestazioni meglio lasciar stare le soluzioni da pochi soldi. Faccio presente che il costo dei soli materiali della ciabatta Silcable si aggira sui 450 euro, poi ci vogliono ca. 6-7 ore per assemblarla.Questa è la mia esperienza, consiglio di partire con il piede giusto

Sei proprio un fan di questo marchio non c'è che dire

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

@Paranoid.Android si lo sono , a tutti gli effetti, dopo aver provato cavi venduti a peso d'oro, con dentro un cordone del Brico, cavi di potenza ,semplice  solid core più guaina a 1300 euro, cavi di alimentazione che da soli, sembrava andassero bene, poi confrontati con cavi dal costo di tre volte meno ma che andavano meglio, allora ti incazzi. Ho conosciuto Sandro, i suoi prodotti come rapporto qualità prezzo sono imbattibili, mi fido. E poi le prestazioni audio sono notevoli. Allora un venditore del genere lo puoi solo lodare e consigliare.

Guerino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@Paranoid.Android 

Ciao , allora ci facciamo buona compagnia....:) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Joker

@Paranoid.Android gli sceriffi.. cavologi.. abbiamo finito di fare gli spiritosi? 

Gli sceriffi ringraziano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
14 ore fa, ferroattivo ha scritto:

una vena di dolcezza dettata dall'utilizzo del cavo 7N.


Per quale motivo il cavo 7N apporterebbe dolcezza in un cordone d'alimentazione, nel quale non scorre il segnale a basso livello ma una robusta 230V senza banda (50Hz fissi)? E perché proprio dolcezza e non luminosità?

Va benissimo pure se me lo dice Sandro, che è una persona con cui ogni tanto chiacchiero anche per telefono.



PS a chi mi dice che sono un cavoscettico invierò con pacco J+3 uno scarpone da montagna con preghiera di tirarselo in testa da solo :D. Sollevai l'attenzione sull'importanza delal linea elettrica nel 2003, quano molti connoisseur dei cavi d'alimentazioe qui dentro usavano il filo dell'abat-jour foderato si stoffa color oro intrecciata perché la mamma diceva che così era bello :D.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
15 ore fa, ferroattivo ha scritto:

Durante la prova abbiamo inserito nell'impianto anche la ciabatta di TNT Audio con cavo TTS , nulla da fare , sono bastati solo pochi minuti per toglierla e metterla da parte, la scena si è letteralmente chiusa, l'altezza degli esecutori è arrivato quasi a terra , il suono è inglobato e si è sporcato,  pertanto se si cercano prestazioni meglio lasciar stare le soluzioni da pochi soldi.

Se le tue elettroniche reagiscono così a un cambio di ciabatta, riportale ai costruttori e chiedi il rimborso..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

@Fabio Cottatellucci si, la reazione è stata quella, dovrei farlo!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Biggy
Il 13/2/2018 Alle 20:45, ferroattivo ha scritto:

@gianventu padrone di non crederci, basta semplicemente provare

Per favore, evitiamo di rispondere agli scettici se vogliamo migliorare la qualità delle discussioni...

Quanto alla multipresa, se quella Silcable monta frutti Furutech placcati oro (forse sono quelli a dare dolcezza e non il rame 7N) direi che è una ottima scelta ... per chi vuole una carrozzeria senza motore.

Una multipresa dal momento che lascia passare per com'è la corrente che arriva dal muro é un oggetto inutile, basta una lampadina a LED in casa per deteriorare ciò che ascoltiamo.

Ogni impianto andrebbe isolato dalla spazzatura che arriva dalla rete ed alimentato con corrente rigenerata in loco, altrimenti si ascolterà quella spazzatura.

In genere i rigeneratori hanno già uscite multiple.

Concepisco l'uso di una multipresa solo se si possiede un rumoroso rigeneratore industriale posto in un locale diverso da quello di ascolto dal quale arriva una linea diretta per l'impianto, e poi a valle della multipresa si mette un trasformatore di isolamento per ogni apparecchio, allora sì, una valida multipresa è un oggetto da prendere seriamente  in considerazione (si potrebbero tuttavia anche in questo caso tirare due linee dal rigeneratore, una che va in un sistema a trasformatori con multiple uscitw per sorgenti e pre, e l'altra che va ad un sistema analogo per amplificazioni, senza usare multiprese).

Altrimenti serve solo da collettore per convogliare nelle nostre preziose elettroniche LO SCHIFO che c'è sulla rete elettrica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

 @Biggy La ciabatta in questione oltre i frutti Furutech ed il cavo 7 N , le pareti all'interno ricevono un trattamento speciale,, i cavi sono inseriti in una guaina al carbonio,, i frutti  sono scheermai singolarmente  con bey-by Con questi accorgimenti , la ciabatta e' schermata.

G.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

Io ne ho 2 in alluminio prese alla Lidl,meno di 10 euro l'una, vanno benissimo:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
odino
58 minuti fa, Gici HV ha scritto:

Io ne ho 2 in alluminio prese alla Lidl,meno di 10 euro l'una, vanno benissimo:)

come fermacarte????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

Ci ho collegato un impianto medio,per qualcuno qui neanche entry-level ma per molti dal costo esagerato,e non è collassato nulla,anzi.

Vi fate troppe paranoie,ovviamente IMHO. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
odino

@Gici HV

certo hai ragione...se ami veramente la musica puoi ascoltare solo mp3 e vivere felice e soprattutto non partecipare a forum di audiofili sempre IMHO

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

Guarda che per essere audiofili non bisogna certo spendere migliaia di euro in accessori dalla dubbia efficacia. 

Se può in qualche modo tranquillizzarti di mp3 ne ho pochissimi.

Mi sembra che alcuni dimentichino il fine ultimo dell'impianto, ascoltare musica e non certo prove di cavi,ciabatte,punte e "necessori" vari.

...comunque contenti voi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

ve la date tutti una calmata o dobbiamo passare dagli ammonimenti alle sospensioni a raffica? troppo difficle parlare dlle proprie esperienze senza mettere in dubbio o ridicolizzare quelle degli altri?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    286.892
    Discussioni Totali
    6.051.543
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy