transaminasi

Help per scelta dac! Conviene spenderci tanti €?

Messaggi raccomandati

aemme

A me interessava collegarci il Naim Unitiserve in coassiale per sfruttare in un altra stanza e un amplificatore a valvole della sinthesis modello ensamble. 

Qualche volta e sporadicamente un pc Windows e un iMac... 

Ora un amico mi ha dato un Cambridge Dac Magic Plus nero perché afferma che non funziona la USB posteriore ( a me serve poi quasi mai ora) ma non so se era riuscito a settarla bene con i driver... Ho un forte dubbio di driver che non andavano... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane
1 ora fa, Alerosso10 ha scritto:

non c’é bisogno di spendere 10.000 euro. Anche i dac più economici  ormai vanno benissimo

Però siamo sempre lì. Bisogna capire che vuol dire benissimo. In quale contesto. 

@FabioSabbatini quando dici che se compri Bricasti spendi 10k di troppo vuol dire che ritieni rme di pari livello del Bricasti o che la differenza di qualità sonica non vale la differenza di esborso economico ? Premetto che non ho mai ascoltato rme e ho ascoltato mezza volta il Bricasti. 

Di Dac non ne ho ascoltati migliaia :o ma svariate decine si, e spesso e volentieri la qualità viaggia con il prezzo con qualche eccezione lo ammetto.

@Gici HV che Fabio sia l’unico a proporre oggetti dal costo umano buon per lui però l’argomento del thread era se valeva o meno la pena di spendere tanti euro per un Dac. Quindi va bene citare dei modelli per fare degli esempi e si può svariare da entry level a super top. Non vedo quale sia il problema. Comunque alla domanda la mia risposta è si vale la pena spendere tanti soldi per un Dac nella misura in cui vale la pena spenderli per qualunque altro elemento della catena audio.

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@rpezzane 

Ritengo che bricasti non suoni significativamente meglio. Devi accontentarti di "significativamente", non potrei essere più quantitativo di così, al momento. Non è detto che suoni uguale. Magari suona diverso. Ammetto che non ho potuto fare un confronto diretto nel mio impianto. Tuttavia lo ho ascoltato più volte e mi fido della mia esperienza per esprimere tale giudizio. Che per carità lascia il tempo che trova non può essere una prova di nulla. Magari provandolo da me cambio idea. Inoltre preciso: non intendo proporre solo oggetti dal costo umano. Dico solo che con 1000 euro si ha la possibilità di acquistare un dac (io ne ho sentito solo alcuni, ne esisteranno altri , ovvio) talmente vicino allo stato dell'arte, che peraltro ritengo di conoscere e riconoscere sufficientemente bene, da rendere la differenza questione di gusti. Se fosse per me mi comprerei allegramente il dac reference burmester o mbl o anche Jadis. Meglio tutti e tre assieme. Ma dubito che suonerebbero "significativamente" meglio dell'rme. Al netto della scenografia e della suggestione. Però, appunto, sono molto più belli. Di sicuro non mi comprerei né l'aqua né il bricasti, veramente miserelli esteticamente, per i miei gusti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane

@FabioSabbatini A parte il concetto di bello e brutto che è totalmente personale, io molto spesso diffido dalle cose esteticamente belle proprio perché per farle belle qualcuno ci ha speso soldi e risorse magari sottraendole al contenuto tecnico.

so che è difficile credere che qualcuno spenda soldi non per fare il fico, anche perché l’impianto audio e passato di moda da un pezzo, ma perché gli piace il suono che produce la sua catena audio che lo appaga semplicemente inebriandolo di musica.

Tornando alla mia domanda, il tuo “significativamente” vale pari pari il “benissimo” di Alerosso10. Di componenti audio che vanno benissimo c’è ne sono tanti così come c’è ne sono altri che vano “molto benissimo” e altri che andranno “moltissimo benissimo”.

vale la pena spendere tanti soldi per arrivare al “moltissimo benissimo” ? Magari per alcuni si è per altri no.

La Dacia Logan va benissimo, la Mercedes classe A va molto benissimo, la Ferrari 348 va moltissimo benissimo.

Adesso vale la pena spendere 20000 in più per la Mercedes, o addirittura 150000 in più per la Ferrari avendo questi soldi a disposizione ovviamente ?

io ti direi di si, 9 donne su 10 ti diranno di no. Anche molti uomini ti diranno di no. Quindi ?

Passiamo il messaggio che tutte le autovetture sonò uguali? Oppure che non sei sicuro che una Mercedes vada significativamente meglio di una Dacia ?

se io non sono minimamente interessato al mondo delle automobili, la Dacia fa esattamente quello che fa una Mercedes. Si accende con la chiave, ci vado a fare la spesa, ci vado in villeggiatura, ci vado al lavoro, la parcheggio, ci metto la benzina.

In questo momento sto ascoltando Herbie Hancock con un lake people g100fe e una Denon AH-MM400. Sto godendo come un riccio ma posso mai dirti che questo è il top qualitativo raggiungibile ? Sarei poco credibile!

Viva la musica, che penso sia, almeno questo, un punto su cui siamo d’accordo, anche se in fondo dei conti sono convinto che sono più le cose che ci accumunano di quelle che ci dividono.

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@rpezzane 

Grazie della risposta , Chiara e ben motivata

Su molto in effetti concordo ma sulla sostanza della questione no.

Dacia, Mercedes, Ferrari: OK. Ma, dac da 1000, dac da 10000: rimango convinto che le differenze di qualità del suono si confondono nel rumore di fondo, nelle sfumature dei gusti personali. Anche per questo tiro in ballo l'estetica. Tutto qua. È giusto portare esempi concreti e contestualizzare le proprie opinioni. Posseggo tre coppie di diffusori, Acapella Fidelio, Acapella 5th avenue mk2, Acapella high violon mk6, ho ampli mono mbl 9007 e stereo Einstein, integrato Einstein, integrato Symphonic line, pre Einstein, symphonic line. Avuto ampli burmester (il re dei bassi, per me) , parecchi jadis stereo e mono, ho tre testine: ortofon A90, koetsu urushi e benz lps (anche altre in realtà...benz glider, clearaudio....), tre bracci, moerch, reed, jelco, un gira cosi neri e infine ho un tot di convertitori e ne ho avuti parecchi di più incluso l'ottimo amr dp777, audio aero et al e ancor più ascoltati nel mio impianto seppur brevemente. In più decine di anni di frequentazioni, come credo tanti di noi, tra amici, fiere, negozi. In più ho anche i miei gusti, le mie fisse i miei amori e i miei odi. Tutta 'sta pippa per dire che le mie (giuste, sbagliate o così così) opinioni sono conseguenza non tanto di sentito dire o letto ma di esperienza diretta. Con tutti i limiti del caso, incluso il fatto che avrò ascoltato un milionesimo delle possibili combinazioni, ancor meno a casa mia.  Bellissima la tua cuffia denon, se un giorno mi interessero' di cuffie ci faccio un pensiero. Anche perché il mio rme dovrebbe avere una buona uscita cuffie:

"even when using low impedance headphones. The Extreme Power design excels with 0.1 Ohm output impedance, a maximum output level of +22 dBu, and a maximum output power of 1.5 Watts - per channel! The two, fully separated stereo headphone outputs deliver the same 120 dBA SNR performance as the line outputs, for a full hum and noise free listening experience. THD is far below -100 dB (0.001%) even at full power"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

I dac economici sembrano suonare bene...timbricamente non hanno quasi mai qualcosa su cui si possano criticare 

È nei passaggi musicali più complessi dove si sentono le maggiori differenze 

Dove quasi tutti i dac economici vanno in crisi è rendono tutto più caotico 

Essenzialmente per una alimentazione non all'altezza insieme ad uno stadio analogico non particolarmente curato 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

@Cano bisognerebbe quantificare economico,il metro di giudizio mi sembra molto variabile,per me economico vuol dire sotto i 500 euro che per molte persone che conosco è già una pazzia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

Si parlava di dac da 1000 contro quello da 10.000 

Che poi il prezzo c'entra relativamente 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sundance

Buongiorno,

Per rispondere alla domanda del Thread, il buon senso e la moglie:D sono il barometro, poi a una certa età si è più inclini alle pazzie:P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Ciao,

Ammetto che sulla mia rme ho una alimentazione dedicata. Più altri accorgimenti. Non modifiche, intendo basi, sistemi di assorbimento vibrazioni. La alimentazione stock va comunque molto bene. Quando dico stato dell'arte intendo stato dell'arte, passaggi complessi o meno, piano o forte o clavicembalo. Comprendo perfettamente che molti sono di diverso avviso. Quanto alla definizione di "economico": 1000 euro è assolutamente economico. Stiamo parlando di hiend e che ci piaccia o meno 1000 euro è economico e pure parecchio...:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
_Diablo_
17 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

In effetti se ci penso, anche io mi sentirei sicuro col bricasti. Sicuro di spendere 10000 euro di troppo. Come con qualunque altro dac di costo simile.

Dissento parzialmente, nel senso che è vero che i DAC sui 1000€ sono tutti pregevoli, alcuni veramente eccellenti e puoi trovarne di meno costosi che meglio si addicono di quelli più costosi ecc. Pero' è altrettanto vero che esiste ancora una relazione tra la qualità dei materiali, la cura, il progetto ecc...e il risultato finale. Altrimenti siamo all'accettazione della magia! Gli stadi di uscita, l'alimentazione, l'inibizione del rumore, il filtraggio del digitale e tutto il resto contano.

.

Che i costi siano elevati è indubbio, però secondo me un DAC come Bricasti M1 non suona certamente come quelli da 1000€, perlomeno se messo su impianti a posto e di un certo equilibrio-trasparenza che ne faccia apprezzare le differenze.

perché altrimenti tutte le sorgenti sembrano suonare più o meno uguali se si appiattiscono al livello di un impianto che non rende come dovrebbe o ha altri limiti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
1 ora fa, _Diablo_ ha scritto:

Che i costi siano elevati è indubbio, però secondo me un DAC come Bricasti M1 non suona certamente come quelli da 1000€,

Mai detto che suona come uno da 1000 euro. Ho detto che secondo me non suona significativamente meglio. In qualunque impianto. Ma ok, ho capito che pochi condividono. Mi capita spesso. No problem, non volevo persuadere  né indirettamente sminuire la bontà delle preferenze di nessuno

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
_Diablo_

Non è indipendente dal resto dell'impianto, anche io non prenderei mai un DAC che a listino costa ancor più dei miei diffusori...sarebbe assurdo, li investirei per altro.  Immagino lo stesso per chi ha diffusori da 2000-10000, cioè la maggior parte, manco dovrebbe pensarci perché probabilmente non sentirà abbastanza differenze da giustificare una spesa simile. Però questo non vuol dire che non ci sia differenza e anche tanta a seconda di dove è inserito, almeno io l'ho sentita. Diciamo che secondo me possiede quel "quid" in più in termini di trasparenza, fedeltà e timbrica che ho sentito solo ai migliori.

Certo se lo trovassi usato alla metà e colto da follia ci potrei fare un pensiero, ma per ora mi tengo il mio nuovo streamerino da 1000€ e spicci pure io non pensare!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fabio76

Mah secondo il mio punto di vista, quando spendi 1500 euro è più che sufficiente, anche perché almeno io non ho mai sentito delle differenze eclatanti da vari dac di vari prezzi.

Per fare un esempio una volta un amico venne con il suo lettore Eam Labs 2 telai da farmi provare nel mio impianto, dove io avevo un Marantz Sa 11 S1, che costava molto meno, secondo me suonava peggio il suo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
Il 01 marzo 2018 Alle 07:02, rose66 ha scritto:

Ti consiglio vivamente Aqua Acustic

Sto iniziando ad informarmi sulle varie (infinite) possibilità...

Intanto ho chiamato l'italianissima Aqua Acoustic. Dall'altro capo del telefono ha risposto una persona molto ma molto disponibile, ma soprattutto davvero competente. Non è da escludere che faccia parte del team che progetta e realizza gli apparecchi.

http://www.aquahifi.com/products.html

I modelli disponibili sono tre:  il 'La voce s2', che è l'entry-level', il 'La Scala mk2 Optologic' e il top di gamma 'Formula'. Il modello di maggior successo è il 'La Scala' che, a suo dire, è molto più performante del seppur buono 'La Voce' e molto simile al 'Formula'. Quest'ultimo dovrebbe distinguersi dal 'La Scala' soltanto per alcune caratteristiche rilevabili con impianti top (ho apprezzato molto l'onestà perché il 'Formula' costa praticamente il doppio del 'La Scala' (mi pare circa 6.5k contro 12/13k). Le caratteristiche soniche sono praticamente identiche (suono analogico), anche se il 'La Scala' è a valvole. Alla fine ho chiesto info sulla possibilità di effettuare una prova a domicilio senza impegno e mi è stato risposto che di recente, vista la mole di richieste provenienti da tutto il mondo (l'Italia  interessa soltanto una piccola percentuale del fatturato), l'azienda ha preso la decisione di appoggiarsi totalmente ai rivenditori autorizzati (Audio Dream, Audio Quality e Audio Vision). Ho anche sentito un utente del forum che possiede il 'La Scala' il quale mi ha detto di esserne davvero felice. Se dovesse leggere il presente post, un suo intervento sarebbe certamente gradito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
Il 01 marzo 2018 Alle 10:50, rpezzane ha scritto:

visto che hai possibilità di budget sentiti anche Playback Design.

Fino a ieri brand che avevo soltanto sentito nominare... 

Fino a poco tempo fa producevano il modello MPD-5 e ora uscirà il nuovo MPD-8.

http://www.playbackdesigns.com/#inline_content_8seriesDac

Questo il sito del distributore italiano che riporta il curriculum del tizio che ha dato i natali a questi gioielli:

http://www.dnaudio.it/playback.html

Ho allora chiamato questo distributore e mi è stato detto che il modello MPD-5 non è più ordinabile e che il nuovo modello MPD-8 uscirà a fine anno. Peccato perché questo distributore si trova in Piemonte e pertanto sarebbe risultata agevole una cessione in prestito brevi manu. Vi invito a leggere le varie recensioni di questo tipo di dac. Pare un fuoriclasse assoluto. Dimenticavo i prezzi: il vecchio si aggirava sui 22k e il nuovo dovrebbe superare i 25k. Il distributore ha tenuto a precisare che a suo parere (forse anche perché li vende...) questi dac fanno il di dietro al Dcs Vivaldi da 30k.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
20 minuti fa, transaminasi ha scritto:

'La voce s2', che è l'entry-level

Che lascerei perdere...gli altri non lo ho mai sentiti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

@Sundance pensi di cavartela così?...dai raccontaci come va, con cosa lo sostituisci. Se ti va...si fa per parlare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
5 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Mai detto che suona come uno da 1000 euro. Ho detto che secondo me non suona significativamente meglio. In qualunque impianto. Ma ok, ho capito che pochi condividono. Mi capita spesso. No problem, non volevo persuadere  né indirettamente sminuire la bontà delle preferenze di nessuno

La teoria del 'non suona significativamente meglio' la applichi solo per i dac o anche per diffusori e amplificazioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@transaminasi 

Diffusori situazione completamente diversa

Amplificatori situazione abbastanza diversa

Quindi no

Pensavo fosse scontato. Nel dubbio hai fatto bene a chiedere, visto che ti interessa la mia opinione al riguardo. Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66

@transaminasi 25/30k per un dac? 

Ma sei /siete fuori di testa?

quello dei dac è un settore che sta andando fuori controllo!

A mio avviso già spenderne 10 è una follia, specie per una macchina che è in continua evoluzione! 

Mah...scusate lo sfogo:ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

X Fabio

Ah, ok. Meno male...

Comunque in questo periodo sto ascoltando utilizzando il dac interno dell’Aries Mini e rispetto al Luxman DA06 sembra di ascoltare in bianco e nero...  Ma forse il tuo modo di vedere la cosa non comprende i dac al di sotto di un certo livello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@transaminasi 

Se dici a me: sinceramente non conosco il dac che tu citi mentre ho un'ottima opinione del luxman. La mia osservazione è nata da una specifica esperienza con un dac di un certo prezzo. Fino a poco tempo fa non la pensavo così, a tale riguardo. Ma ora la penso così. Domani chissà. In ogni caso ritengo di essere in grado di riconoscere il suono di un dac allo stato dell'arte. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sundance

...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gianventu
36 minuti fa, Mister66 ha scritto:

quello dei dac è un settore che sta andando fuori controllo!

...invece il resto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

@FabioSabbatini

L'Auralic Aries è uno streamer/dac da 499€ che fa tutto (dac, streamer per tutti i formati, internet radio, airplay, caffè, ecc. ecc.). Il convertitore interno è quello che è (ripeto che rispetto al Luxman DA06 la differenza era netta) ed io nel precedente post intendevo dire che forse tu pensi che la differenza non sia 'significativa' tra dac da 20/30k e dac da 1/1,5k e non tra dac da 20/30k e dac supereconomici (come appunto l'Aries Mini).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@transaminasi 

mettiamola così:

io penso che non ci sia un signif... bla bla bla spendendo qualunque cifra al di sopra di quella necessaria per il miglior dac che io conosca. Che costa 1000 euro (la versione solo d/a, io ho la d/a a/d che costa il doppio ). Inoltre nel caso mio tra alimentazioni dedicate, basi e altro (perché la base non basta ;) ...e non mi riferisco ai cavi ovviamente) il prezzo raddoppia ulteriormente. Ma io sono un po' estremista in questioni di fine tuning fine...tendo ad esagerare. Il senso generale rimane comunque valido. Per me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Di che zona sei? Se non fossi tanto lontano dal Piemonte non mi dispiacerebbe provarlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@transaminasi

Abito a Verona

tra l'altro puoi vedere il mio impianto in foto nel 3d dedicato

Non vicinissimo forse ma se vuoi farti il viaggetto fammi sapere, volentieri

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Caspita! Tu e Sundance (che ha il Formula) siete vicini di casa!

@Sundance

perché non ti autoinviti a casa di Fabio per fare la comparativa tra il suo dac da 1000€+opt e il tuo Aqua ‘Formula’ da 12/13k???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.403
    Discussioni Totali
    6.195.325
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us