transaminasi

Help per scelta dac! Conviene spenderci tanti €?

Messaggi raccomandati

transaminasi

I miei pre e finale costano più del triplo del Dcs Bartok, mentre i diffusori non lo so perché le 802d3 che ho venduto non sono ancora state rimpiazzate. Però il Dcs che sto puntando non mi sembra un acquisto così da pollo come vogliono far sembrare certi forumer.  Ipotizzando la percentuale di sconto più diffusa in questo settore, cioè un classico 30% (è solo un esempio), dagli originari 12,5k si finisce a 8.750€. In tale somma è però compreso lo streamer interno Roon Ready (che altri dac non hanno e che esterno costerebbe 4k) e il denaro che si risparmia per i cavi di alimentazione e digitale di uno streamer esterno.  In un impianto di un certo livello penso che per uno streamer il minimo sindacale da spendere sia una somma di circa 2.000€ (per es. un Aurender N100H usato). Facciamo che in tutto tra streamer esterno e cavi partono 2.500€. be', dagli ipotetici 8.750€ sottraiamo 2.500€ e ci rimangono 6.250€ per un dac di alto livello (a me rimane da capire quanto sia alto questo livello e solo con la prova potrò dirimere ogni dubbio). Circa 6k per un apparecchio del genere non mi sembra un prezzo fuori luogo in determinati contesti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

Forse sono stato frainteso...

Io, e penso molti altri, non ho nulla contro un prodotto che costa oggettivamente troppo rispetto ai contenuti:  fa parte del mercato del lusso e quindi dobbiamo adeguarci.

Il vero problema è che il vero fine di quel prodotto è CONVERTIRE UN SEGNALE DA DIGITALE AD ANALOGICO, e in ultima analisi la QUALITA' SONORA CHE NE SCATURISCE.

E posso affermare che,  per decine di prove fatte negli anni,  tra un ottimo convertitore ben fatto da un paio di kiloeuro ed un prodotto che costa 2, 4, 8 volte di più,  questa differenza di QUALITA' SONORA non c'è,  oppure se c'è è spesso legata a differenze di impostazione timbrica,  ma che nulla hanno a che vedere con la qualità della riproduzione.

Poi ognuno è LIBERISSIMO di fare le prove con le sue orecchie e nel suo impianto,  anzie DEVE farle

Ciao,  Max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
password

@maxnalesso Ti quoto. Ma ora ti diranno che sei sordo o non hai un impianto rivelatore. Andrà sempre così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

Ma no dai... siamo tra amici... siamo qui per confrontarci 😊

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
8 ore fa, transaminasi ha scritto:

Esiste una via di mezzo tra i dac della mutua di coloro che si ritengono furbi (e non lo sono) e i dac più costosi di coloro che i primi considerano polli?

Se la metti così, temo di no (io non parlerei di polli e furbi ma se tu li vedi così, ok).

Vorrei sbagliarmi ma il meccanismo psicologico è abbastanza inesorabile

Funziona così (copio e incollo cose già scritte):

Questo coso costa un botto, il guru dice che è il top del top, la rece pure, il negoziante di cui mi fido e che vuole solo il mio bene pure, l'amico dell'amico che quello sì che se ne intende pure, quel forum pure e QUINDI suona meglio. E QUINDI io lo sento suonare meglio. E QUINDI mascella giù. E QUINDI se sento una cosa che costa molto meno (e suona sostanzialmente uguale), mi farà schifo...tipicamente il soundstage collassa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
50 minuti fa, maxnalesso ha scritto:

ben fatto da un paio di kiloeuro

Anche io la pensavo così

Da un po' ho cambiato idea

Un kiloeuro basta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Io prenderei il bartok senza nemmeno provarlo, al limite lo rivendi. 

In relazione alla tipologia del sistema di trans, lo vedo perfettamente centrato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
1 ora fa, FabioSabbatini ha scritto:

nche io la pensavo così

Da un po' ho cambiato idea

Un kiloeuro basta

“Un kiloeuro basta”...   cioè proprio il prezzo del famoso dac (autoradio) Rme...

Solo per i dac pensi che quelli dell’Uniero abbiano le stesse prestazioni di quelli di fascia più alta o lo pensi anche per esempio per le amplificazioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imaginator
1 ora fa, FabioSabbatini ha scritto:

E QUINDI io lo sento suonare meglio. E QUINDI mascella giù. E QUINDI se sento una cosa che costa molto meno (e suona sostanzialmente uguale), mi farà schifo...tipicamente il soundstage collassa.

 

Te a son di cambiare autoradio e simili avrai la mandibola lussata oramai.. 

Lo dico sempre il problema che accomuna gli audiofili è l'estrema insicurezza e la scarsa fiducia in se stessi nel saper giudicare con le proprie orecchie, forse meglio dire con la propria testa, la qualità di un suono  semplicemente misurandolo nell'attendibilità della simulazione rispetto ad uno o più strumenti musicali reali  invece che nel solo confronto tra impianti  o attaccandoci strumenti di misura  che convalidino e certifichino le loro scelte . Forse perché la maggioranza degli audiofili amano e conoscono più i componenti come  condensatori e trasformatori toroidali piuttosto strumenti musicali? Anch'io sicuramente sbaglio in alcune valutazioni, ma lo faccio sempre concentrandomi umilmente su quello che sento e percepisco, non sul prezzo, sul peso e su quali algoritmi l'azienda ha lavorato per ottenere il risultato su un determinato prodotto .Valuto quindi . Da lì mi faccio un'idea se son soldi spesi bene o male, sempre consapevole che nell'hifi le cose si strapagano, come succede nella nautica o altri beni di lusso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
1 minuto fa, transaminasi ha scritto:

cioè proprio il prezzo del famoso dac (autoradio) Rme...

Dac che peraltro non ho mai sentito né posseggo

Come sempre detto ritengo tuttavia di sapere esattamente come suona ma esiste necessariamente un margine di incertezza quindi magari mi sbaglio

Come sempre detto fare un dac al top è facile.

Io penso che in cieco non percepiremmo, né io né te, né sul mio né sul tuo impianto, la differenza tra il Vivaldi mk43.6 e la mia piccola meraviglia strumento di battaglia da campo, la focusrite forte

Ampli: tale discorso vale meno

Diffusori: ancora meno

Ambiente/dsp: qui si gioca gran parte della partita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@imaginator 

Fai finta di non capire e fai finta di dimenticare ciò che scrivo

La mia rme non ha nulla di così speciale, in termini di qualità sonora,detto mille volte...fare un dac al top è facile, ce ne sono tantissimi

Con gran disdoro dei chirurghi maxillo-facciali

( i quali hanno comunque già parecchi clienti affezionati...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

mi sembra di sentire.. in lontananza, una sirena.. dev'essere l'ambulanza.. meglio spostarsi..😎😋

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@alexis 

Ti trasferiscono?

😎

(affettuosamente, eh?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

si.. nella stessa tua stanza imbottita 🤣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

@transaminasi Guarda Roberto,  io ti consiglio solo di provare,  non ho intenzione di lanciare anatemi  contro i produttori di DAC ipercostosi ...

A casa mia è passato il vecchio Benchmark Dac1 ed è volato fuori dalla finestra,  ma come ci è volato (vabbè,  suonavano un po' diversamente,  ma il concetto è lo stesso) lo Spectral Sdr2000 e l'Accuphase DC81.  Ho sentito una bellissima ariosità dal CD Yba3, un basso granitico e di livello assoluto da un "banale" Meridian 563, ho trovato un ottimo equilibrio fra musicalità e precisione con l'attuale Wadia X32,  che in altri ambiti si è confrontato con un MSB Analog e sul formato 16bit non è che ci fosse tutta sta differenza qualitativa:  magari su certi aspetti meglio l'uno,  su altri meglio l'altro...

Questa brevissima cronistoria (parziale) solo per confermare un concetto:  LASCIA STARE IL PREZZO DI LISTINO E ASCOLTA A CASA TUA,  con il digitale è un MUST visto le piccole sfumature in gioco.  Ben diverso se mi confronti una ls 3/5a con una B&W 800D3... certo che qui la differenza di prezzo (se pur esagerata)  però ha una sua ragion d'essere,  anche se,  occhio,  in certi contesti,  potrebbe essere preferibile il minimonitor ...

Ciao, Max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
QUELEDSASOL

@maxnalesso Le differenze in ambito Digitale possono essere rilevanti e quindi non "piccole sfumature in gioco".

E si noti bene con impegni economici relativamente bassi.

Ma in ambito commerciale purtroppo la scelta possibile privilegia la flessibilita' e la conseguente rivendibilita' invece che la ricerca della qualita',anche in realizzazioni estremamente costose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

La cosa buffa è che da una parte c'è chi ritiene che ci siano solo sfumature di differenza fra catene digitali a fronte magari di differenze notevoli di costi, progettazione ed evoluzione.

Da un'altra quelli che ritengono, non a torto, che poi alla fine un giradischi serio suona meglio del digitale. E' una forma di amore, devono solo trovare il coraggio di dichiararselo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
36 minuti fa, newton ha scritto:

La cosa buffa è che da una parte c'è chi ritiene che ci siano solo sfumature di differenza fra catene digitali a fronte magari di differenze notevoli di costi, progettazione ed evoluzione.

Da un'altra quelli che ritengono, non a torto, che poi alla fine un giradischi serio suona meglio del digitale. E' una forma di amore, devono solo trovare il coraggio di dichiararselo...

Mi sfugge il nesso logico 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Joker

Non ritenete che le differenze udibili possono sorgere solo su impianti di altissimo livello qualitativo? 

Esempio tra un Bartok e un Vivaldi..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jazzlover
7 minuti fa, Cano ha scritto:

Mi sfugge il nesso logico

Parlare dei girapadelle in un thread dedicato ai DAC

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
18 minuti fa, Joker ha scritto:

Non ritenete che le differenze udibili possono sorgere solo su impianti di altissimo livello qualitativo? 

... comprensivo di ambiente dedicato e trattato a dovere.

Sicuramente in questi casi il potenziale del convertitore si esprime al massimo con conseguente chiara percezione delle differenze. Non che negli altri casi non si sentano, però sicuramente di entità inferiore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea
30 minuti fa, Joker ha scritto:

Non ritenete che le differenze udibili possono sorgere solo su impianti di altissimo livello qualitativo? 

Se ci sono differenze si sentono su tutti e nelllo stesso ambito di variazione. Resterebbe comunque da stibilire il meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton
3 ore fa, Jazzlover ha scritto:
3 ore fa, Cano ha scritto:

Mi sfugge il nesso logico

Parlare dei girapadelle in un thread dedicato ai DAC

Non volevo andare OT e forse sono stato poco chiaro. Solo una catena digitale veramente valida può non far rimpiangere sistemi senza conversioni D/A

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Stavo dando un’occhiata a quello che forse è il principale concorrente del Dcs che sto puntando io, cioè l’Msb Discrete:

http://www.mondoaudio.it/files/manufacturers/Listino_MSB%20Technology-1.pdf

Per averlo ‘completo’, oltre all’alimentazione opzionale da 11.600€. Poi non ho capito cosa bisogna acquistare per avere lo streamer integrato...   quella che negli optional si chiama ‘renderer’?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jazzlover

Se guardi al Discrete con la sua alimentazione opzionale, allora a parer mio devi inserire nella rosa dei papabili anche il Merging Nadac  Player e la sua alimentazione (ne avevamo parlato qualche post fa...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maz65
6 ore fa, transaminasi ha scritto:

Poi non ho capito cosa bisogna acquistare per avere lo streamer integrato...   quella che negli optional si chiama ‘renderer’?

Il Renderer non è uno streamer, è un cosiddetto endpoint Roon / DLNA / UPnP , ovvero occorre sempre uno streamer esterno.

(Comunque io ho da circa un mese il Renderer2 che ha soppiantato l'USB sul mio Analog e il tutto suona che è una meraviglia con Roon)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.403
    Discussioni Totali
    6.195.323
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us