Jump to content
Melius Club

transaminasi

Help per scelta dac! Conviene spenderci tanti €?

Recommended Posts

Alerosso10

Avranno i loro motivi, ma mi sembra una presa di posizione sciocca, per non dire scellerata. 

Vorrà dire che faremo a meno di parlare di costoro. @FabioSabbatini 

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexpass

Considerare qualcosa in casa Merging? io ho l' Hapi macchina professionale, presente nei principali studi di registrazione, ma per gli audiofili c'è il Nadac.

Da quando mi sono avvicinato a questa soluzione, mi è passata la voglia di cercare altro. Apparecchio estremamente lineare, rigoroso e trasparente, quindi non adatto a chi ricerca le "trombe delicate" e i" violini setosi"9_9

Share this post


Link to post
Share on other sites
_Diablo_
14 ore fa, transaminasi ha scritto:

Il Vivaldi costa circa il triplo del Bricasti, ma se già quest'ultimo è un ottimo dac, il Vivaldi che cavolo fa in più??? Le differenze sono così 'signficative'???

Da giustificare la spesa no, pero' sì la differenza c'era il Vivladi rendeva meglio sul soundstage.

Share this post


Link to post
Share on other sites
franz159

Questo l'ho sentito al CanJam NY con delle Sennheiser HD800s.

Posso dire che sono alle prime armi con gli ascolti in cuffia, ma per me potrebbe essere forse non un punto di arrivo, ma sicuramente un punto fermo per un po' di anni...

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxfabbri

@Alerosso10 è una posizione a difesa del proprio orticello, vedi capacità ‘’persuasiva’’ dei rivenditori, ecc. 

da sopravvivenza ...peccato per loro

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxfabbri

Relativamente alla possibilità di provare, totaldac prevede 2 settimane di prova a domicilio con pagamento delle spese e deposito cauzionale:

http://www.totaldac.com/listening.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi
19 minuti fa, _Diablo_ ha scritto:

Da giustificare la spesa no, pero' sì la differenza c'era il Vivladi rendeva meglio sul soundstage.

Sai qualcosa sul Dcs 'Rossini Dac', cioè il modello subito sotto al 'Vivaldi Dac'? (ci sono 7k di differenza).

Share this post


Link to post
Share on other sites
giusespo

@Mister66 Ale ti aspetto, quando vuoi e puoi. Sabato scorso è venuto da me  @giannifocus e lui vive ben più distante rispetto a te :D. Io ho il Digicode 704 (senza ingresso USB) collegato in AES-EBU ad un'interfaccia Bryston BUC-1. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@franz159 

Io sono a zero da questo punto di vista. Non ho manco la cuffia. Magari però in futuro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mister66

@FabioSabbatini sarebbe interessante un confronto del tuo dac con il Formula.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianventu

@transaminasi Scusa, ma perche' non fai un salto da Natali e ti togli i dubbi? Per queste cifre mi pare sia cosa buona e giusta.

Piu' stai a chiedere opinioni, piu' sarai prevenuto nel momento in cui andrai ad ascoltare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@Mister66 

Perché? Ci sono tantissimi dac. Io ad esempio vorrei confrontarlo con ben altri dac. In ogni caso il confronto di gran lunga più significativo e attendibile per me è già stato fatto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
rpezzane

@GiovaneLeone io non ho nessun problema. Che un DAC conta il 5% lo dici tu. È una tua opinione. Per me un DAC conta quanto un altro componente della catena audio.

il fatto che non arriva a valere un giradischi anche questa è una opinione e non un dato di fatto.

per quanto riguarda l’educazione non penso di avere necessità di lezioni. I miei genitori hanno provveduto ad insegnarmela per bene.

Saluti

Roberto

Share this post


Link to post
Share on other sites
GiovaneLeone
On 1/3/2018 at 10:50 AM, rpezzane said:

Non rispondere alle provocazioni. Lascia perdere, è tempo sprecato e inquiniamo un thread.

Te lo hanno insegnato loro a dare del provocatore a chi ha opinioni diverse dalle tue consigliando gli altri a non perderci tempo? io non credo siano stati loro.

Le opinioni degli altri si ascoltano e si considerano come si vuole ma con rispetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
rpezzane

Meglio che rileggi ciò che hai scritto.

forse non te lo ricordi.

la chiudo qui.

Saluti

Roberto

Share this post


Link to post
Share on other sites
_Diablo_
7 ore fa, transaminasi ha scritto:

Sai qualcosa sul Dcs 'Rossini Dac', cioè il modello subito sotto al 'Vivaldi Dac'? (ci sono 7k di differenza).

Ho sentito il Rossini CD senza e con clock che dovrebbe avere la stessa componente DAC, non ho assistito a paragoni con altri CDP/DAC sullo stesso impianto. A occhio mi sembra una timbrica vicina a Vivaldi con qualcosa di sensibile in meno, secondo me dovrebbe costare ancor meno rispetto al Vivaldi per essere interessante. Cioè non credo che per un DAC di quella cifra ci si possa "sforzare" e a quel punto ti prendi il Vivaldi direttamente...imho.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

Io penso che con certe cifre in gioco un ascolto a casa propria sia il minimo, un rivenditore serio non dovrebbe fare alcun problema, magari previa cauzione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi

@_Diablo_ Quindi il 'Rossini Dac' da 23k rappresenterebbe un 'voglio ma non posso' rispetto al 'Vivaldi Dac' da 30k...

Comunque il Vivaldi non potrei proprio permettermelo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi
20 ore fa, alexpass ha scritto:

Considerare qualcosa in casa Merging? io ho l' Hapi macchina professionale, presente nei principali studi di registrazione, ma per gli audiofili c'è il Nadac.

Da quando mi sono avvicinato a questa soluzione, mi è passata la voglia di cercare altro. Apparecchio estremamente lineare, rigoroso e trasparente, quindi non adatto a chi ricerca le "trombe delicate" e i" violini setosi"

Ho dato un'occhiata in giro. L'ormai famoso Merging Nadac è distribuito da Audiograffiti e, con l'alimentatore opzionale, viaggia se non sbaglio sui 18k. 

Con la 'trasparenza' di cui parli devo prestare attenzione perché i miei Luxman, pur caratterizzati da un tocco di calore della classe A, contano tra le caratteristiche principali proprio la trasparenza, e anche le casse non scherzano. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi
Il 03 marzo 2018 Alle 02:44, jakob1965 ha scritto:

seguirei il consiglio iniziale di Cano:

ti prendi un cambridge 851 e lo usi come transitorio

A dire il vero già il Luxman Da-06 l'avevo considerato come transitorio...  ora ne vorrei uno 'più' definitivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

Ah se lo hai allora taccio .. ho capito male io allora ... ciao:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
mr.spectral

Ho avuto per diverso tempo il Luxman DA06, ho potuto provare a casa il Bricasti M1 SE, mi ha folgorato, suono molto più naturale, un grado di dettaglio che non pensavo il mio sistema fosse in grado di esprimere, ho appena aggiornato la macchina con l'opzione network, passo in avanti significativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi
8 minuti fa, jakob1965 ha scritto:

Ah se lo hai allora taccio .. ho capito male io allora ... ciao

No, non ce l'ho più il Da-06!  Ho messo l'annuncio di vendita un mesetto fa per iniziare a tastare il terreno e non ho accettato diverse offerte più basse della richiesta iniziale. Alla fine s'è fatto vivo uno che l'ha voluto rinunciando alla 'trattabilità' e pertanto l'ho venduto. Ora uso il dac interno dell'Aries Mini, però non mi piace proprio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi
18 minuti fa, mr.spectral ha scritto:

Ho avuto per diverso tempo il Luxman DA06, ho potuto provare a casa il Bricasti M1 SE, mi ha folgorato, suono molto più naturale, un grado di dettaglio che non pensavo il mio sistema fosse in grado di esprimere, ho appena aggiornato la macchina con l'opzione network, passo in avanti significativo.

Grazie per il tuo contributo.

Il Da-06 come ho già scritto è un buon prodotto, però ovvio che salendo di fascia di prezzo si ottengono prestazioni superiori (e, come ripeto, tra il Da-06 e il lettore top D-08U c'era una bella differenza, anche di prezzo dato che il secondo costa il triplo del primo...).

Ho visto il catalogo Bricasti:

http://lnx.hifiunited.it/listini/

La possibilità del lettore di rete integrato non mi dispiace (un pezzo in meno sui mobili, un cavo di alimentazione in meno e un cavo digitale in meno). Poi uno è libero di utilizzarlo oppure di utilizzare un lettore esterno. Per caso supporta Tidal o Qobuz ed è possibile utilizzare Roon?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@transaminasi però...spendere tanti soldi per attaccarlo all'Aries mini non ce la vedo proprio 

Per esempio, ho il lettore cd  krell kps20i che ha anche ingressi digitali...qualsiasi cosa che ci colleghi non suona neanche lontanamente come quando ascolto dalla meccanica integrata...

Forse se attaccassi la meccanica krell...

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi

Ti avevo già risposto:   se passerò ad un dac con lettore integrato utilizzerò quello, altrimenti probabilmente tornerò all'Aurender N100.

Share this post


Link to post
Share on other sites
transaminasi

:D

Secondo me nemmeno RoccoHR li spenderebbe 19k per uno streamer Burmester!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@transaminasi eppure...

Comunque c'è sempre il Boulder 2120 :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
mr.spectral

Si assolutamente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    294007
    Total Topics
    6392035
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy