Vai al contenuto

dufay

Prova su audiogallery degli aloia di Gian Gastone

Messaggi raccomandati

Vmorrison

@emaspac Se lo porti in giardino e metti l’elettronica più veloce del mondo il tuo dac più veloce del mondo allo stesso modo NON avrai mai il live.

ma tutto questo con la velocità non c’entra niente. 

Il sistema audio sarà veloce, in ordine d’importanza, AMBIENTE DIFFUSORI ELETTRONICHE. 

Le percentuali le lascio...

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emaspac

@Vmorrison 

a parer mio elettroniche 50%, diffusori e ambiente si dividono l'altra metà.

la lunghezza del decadimento delle note e gli attacchi repentini dipendono dalle elettroniche prima di tutto, non può essere altrimenti, il decadimento non può prescindere dal  rapporto S/N.

così come gli attacchi non possono prescindere dal clock e dai filtri digitali, in caso di impianto digitale: è proprio nell'oversampling che certe caratteristiche vengono perse.

che poi è sotto gli occhi di tutti: basta ascoltare nell'ordine un mp3, uno streamer, un lettore CD/DAC scarso, un grande lettore CD/DAC, un ottimo giradischi con il vinile e un nastro. in qualunque ambiente non sia una grotta o un ripostiglio, la sorgente fa una differenza molto più evidente che non un trattamento acustico, per quanto riguarda decadimenti e attacchi, proprio per le caratteristiche implicite della sorgente e del suo supporto.

ovvio che avere tanto spazio aiuta, e anche molto, ad ascoltare molto meglio.. ma quello che viene amplificato. non è che dobbiamo ascoltare benissimo un compattone. quello che non c'è o c'è di troppo l'ambiente non te lo restituisce.

infatti lo abbiamo ascoltato tutti, qui a roma, in una sala di registrazione dell'auditorium, quindi ambiente perfetto quanto bene suonavano le nuove top B&W con le elettroniche (presunte) top Esoteric.

e abbiamo anche ascoltato in quell'occasione la differenza tra CD e  vinile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison

Non insisto. 

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Felis
21 ore fa, emaspac ha scritto:

evvabbè, se la pensi così non c'è niente da fare. 

Penso che me ne farò una ragione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@GianGastone   Sergio ciao, in tutta onestà , io non miro ad avere nel mio locale dedicato , quindi privato, oggetti di lusso e di estetica estrema o molto ricercata, ma quei pezzi tutti diversi, onestamente poco mi ispirano, esteticamente parlando. Diversi i colori, le dimensioni i case e poi , arrivare a 200 kg di finale,  mi pare veramente un eccesso di sforzi , per carità suoneranno molto bene, ma il mio finale GamuT d 200 i , che malaccio non va, pesa 34 kg. un solo pezzo, misure consone, sta sul rack , ingombri e colpo d' occhio non da oggetto di culto ma si armonizza con il resto del sistema audio . . . . Mi chiedo, e chiedo, quanto in un sistema misto con sorgente , pre , finale e diffusori, mi cadrebbe la mascella per avere quel finale da me al posto del GamuT . . . .Poi. è solo rca e nel mio sistema tutto bilanciato lo vedo meno bene del mio , insomma, diciamo che è un grande esercizio di stile e di forza , come ho già scritto spesso, per pochi eletti . . . . !!!!!

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Ecco il confronto diretto l'ho fatto proprio con il gamut...

Sembrava l'ampli di Ken

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@dufay 

2 ore fa, dufay ha scritto:

Ecco il confronto diretto l'ho fatto proprio con il gamut...

Sembrava l'ampli di Ken

Un ampli non suona da solo, sarebbe sempre interessante, oltrechè più corretto, scrivere cosa e come si è confrontato , per esempio se hai la catena rca e lo hai ascoltato così, immagino che tu lo abbia sfruttao al 60 % circa, forse anche meno, poi bisogna capire cosa c' era a monte , con che pre era interfacciato e anche, come era settato internamente il Gamut ha 4 posizioni switchabili . . . Insomma, ribadisco il concetto di fondo, io con i 200 watt del GamuT ho quello che mi serve, in una dimensione e caratteristiche umane di inserimento in ambiente, se metto il finale di Aloia forse non ho gli spazi per i diffusori . . . !!!!! Poi, che ci siano finali meglio del GamuT, e di molto, sotto alcuni parametri, lo so di mio, ma un finale che faccia bene quasi tutto, non è cosa così semplice, da valutare e da trovare  . . . !!!!

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
2 ore fa, Vmorrison ha scritto:

Il sistema audio sarà veloce, in ordine d’importanza, AMBIENTE DIFFUSORI ELETTRONICHE. 

rettifico: SMARTPHONE AMBIENTE DIFFUSORI ELETTRONICHE. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emaspac
20 minuti fa, wow ha scritto:

rettifico: SMARTPHONE AMBIENTE DIFFUSORI ELETTRONICHE. 

no, il microfono dello smartphone non conta nulla, come tutti i microfoni in questo caso.

se con lo smartphone riprendi una batteria dal vivo e poi riprendi il tuo impianto che riproduce  la batteria, la batteria dal vivo risulta più "veloce", esattamente nel senso descritto in questa discussione. 

ormai siamo arrivati a tre giorni che te lo scrivo ^_^

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Le casse versione precedente a quelle attuali il nanetto con la maglia gialla non sono io

IMG_20160906_173339.jpg

IMG_20160823_172402.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@dufay  Già parliamo di una versione che non è la D 200 i ma una delle precedenti, vecchia non sappiamo quanto,  si vede dal pulsante di accensione, poi non mi dici se era collegato , ma ritengo di si , in rca . . .  Cosa è quel mostro nero con le manopole dorate ???

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@emaspac  Ciao, ma fatto il filmato com lo smartphone, come si mette su youtube, o qui sul sito ??? 

grazie , saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

il mostro nero con le manopole dorate e' Un Emitter II dei primi '90 con alimentazione separata, molto buono, non eccellente ma molto buono, ottimissimo per pilotare un sub...poca spesa (quasi) tanta resa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@GianGastone   grazie , conosco versioni più recenti, diciamo che ha una grana non finissima ma amplificazione di  . . peso , diciamo che ha pilotaggio, e controllo , con qualche margine di maggior finezza da mettere in conto che con altre amplificazioni a confronto vien fuori, certo ,se si usa per il sub , ne avanza ancora . . . !!!! 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone
2 ore fa, meridian ha scritto:

Sergio ciao, in tutta onestà , io non miro ad avere nel mio locale dedicato , quindi privato, oggetti di lusso e di estetica estrema o molto ricercata, ma quei pezzi tutti diversi, onestamente poco mi ispirano, esteticamente parlando. Diversi i colori, le dimensioni i case e poi , arrivare a 200 kg di finale,  mi pare veramente un eccesso di sforzi , per carità suoneranno molto bene, ma il mio finale GamuT d 200 i , che malaccio non va, pesa 34 kg. un solo pezzo, misure consone, sta sul rack , ingombri e colpo d' occhio non da oggetto di culto ma si armonizza con il resto del sistema audio . . . . Mi chiedo, e chiedo, quanto in un sistema misto con sorgente , pre , finale e diffusori, mi cadrebbe la mascella per avere quel finale da me al posto del GamuT . . . .Poi. è solo rca e nel mio sistema tutto bilanciato lo vedo meno bene del mio , insomma, diciamo che è un grande esercizio di stile e di forza , come ho già scritto spesso, p

Niente da dire, poi sai che l'estetica degli stereo a parte talune aberrazioni per mia fortuna non mi pone problemi...

Poi se vai piu' indietro post numero 500 non a caso ho posto queste obiezioni...

"...mazza s'e' brutto...ma serve tutta qulla roba...un mammatrone in mezzo alla sala..."

Sull' estetica ho detto, sulle dimensioni a vista restano due cases verticali come tanti ce ne sono, li impilo dietro le casse e sono a posto...poi per quanto possa apparirti improbabile a me, mia moglie e pure mia cognata a suo tempo traduttrice di Ken Kessler e altri per Suono piacciono...al solito siamo nel de gustibus...

Ma il quesito piu' interessante a mio avviso resta "ma serve tutta quella roba?"...te lo sapro' dire se riusciro' a fare un buon numero di confronti, mi sento pero' di dire che conoscendo personalmente Bart gli esercizi di stile gli sono sempre stati alieni, anzi, a volte ha pure risparmiato...non mi resta che dirti nuovamente ti sapro' dire...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone
7 minuti fa, meridian ha scritto:

grazie , conosco versioni più recenti, diciamo che ha una grana non finissima ma amplificazione di  . . peso , diciamo che ha pilotaggio, e controllo , con qualche margine di maggior finezza da mettere in conto che con altre amplificazioni a confronto vien fuori, certo ,se si usa per il sub , ne avanza ancora . . . !!!! 

saluti , Dario 

E' l'ultima versione prodotta senza display, ha i suoi limiti sonici infatti pilota il sub dai 40 hz in giu'...li va benissimo come hai facilmente intuito...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@GianGastone 

3 minuti fa, GianGastone ha scritto:

Sull' estetica ho detto, sulle dimensioni a vista restano due cases verticali come tanti ce ne sono, li impilo dietro le casse e sono a posto...poi per quanto possa apparirti improbabile a me, mia moglie e pure mia cognata a suo tempo traduttrice di Ken Kessler e altri per Suono piacciono...al solito siamo nel de gustibus...

Ma il quesito piu' interessante a mio avviso resta "ma serve tutta quella roba?"...te lo sapro' dire se riusciro' a fare un buon numero di confronti, mi sento pero' di dire che conoscendo personalmente Bart gli esercizi di stile gli sono sempre stati alieni, anzi, a volte ha pure risparmiato...non mi resta che dirti nuovamente ti sapro' dire...

Sergio ci sta, poi alla fine i mostri di Bart costano meno di tanti ampli fighetti che si siedono al primo impegno serio , non ho proprio nessun dubbio che ci sia tanta sostanza ad una spesa non da svenarsi, rimango solo un filo perplesso che servano 200 kili di roba , per avere 200 watt di finale, sono 9 volte il peso del mio gamut e credo 4-5 volte gli ingombri . . . .!!!!! :D  Tieni conto che io l' ho preso usato, quindi ben lontano dal prezzo di listino che , anche per me , rimane fuori misura . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow

@GianGastone mi pare di capire che Bartolomeo è ancora in piena attività, confermi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

...ma ancora non si è parlato di costi effettivi.

Tralaltro mi sembra che si stia parlando di un esemplare unico,quasi uno studio prototipale a sé stante,quindi paragoni con prodotti commerciali non hanno alcun senso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

@ Esatto Dario, serve tutta quella roba? Ti sapro' dire...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone
9 minuti fa, wow ha scritto:

mi pare di capire che Bartolomeo è ancora in piena attività, confermi?

Mah...non posso dire che quello che so ossia che definire la sua piena attivita' e' un azzardo vero e proprio, e' in pensione, ha figlio,nipote, astronomia, fisica e films western come interesse...prima delle 11 non da udienza...ha 79 anni...si dedica alle sue passioni nel cimentarsi in aspetti dell' elettronica che ha chiusi nel cassetto...diciamo che costruisce pochissimo...quasi niente e lo deve stimolare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone
13 minuti fa, Gici HV ha scritto:

..ma ancora non si è parlato di costi effettivi.

Tralaltro mi sembra che si stia parlando di un esemplare unico,quasi uno studio prototipale a sé stante,quindi paragoni con prodotti commerciali non hanno alcun senso.

Non e' un prototipo, e' un progetto vero e proprio deliberato, costi...il materiale e le ore...infatti bisogna vedere se ne fa...io ce l' ho da ritirare, ma per farmelo fare non dico suppliche ma ci andiamo vicino...

Ovvio che non puo' essere paragonato a prodotti commerciali, eccetto il risultato sonico...poi che me lo goda solo io...anche Dufay...e' puramente accessorio...perche' parlarne? Per mostrare dove un eccellente progettista puo' arrivare senza vincoli commerciali ed estetici che l'estetica costa assai...

Tutto qui, ne piu' ne meno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

E tante volte mi viene da pensare quante cose gia ottime sarebbero eccellentissime senza l'isterica rincorsa estetica, con relativi costi riversati dal budget  relativo al progetto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

Pensa che molte cose si vendono solo per l'estetica e lo status symbol

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    287.449
    Discussioni Totali
    6.081.820
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy