Vai al contenuto

Roberto M

politica ed economia Ha ragione Travaglio, il M5S e' di sinistra

Messaggi raccomandati

Roberto M

Non capisco l'avversione per il M5S da parte di alcuni amici "di sinistra" del club, si potrebbe spiegare solo con un senso di anacronistica "appartenenza" come il tifo calcistico (PCI-PDS-DS-PD, il partito come la squadra di calcio non si cambia mai) ma in realtà, se si analizzano i programmi e le iniziative sui fatti concreti è evidentissimo che il M5S sia (ancor più della Lega) un partito di sinistra.

Della sinistra statalista, ugualitarista, pauperista ed assistenzialista, oggi più affine (a parte le politiche sui migranti) a LeU rispetto a qualsiasi altro partito. Anni luce lontano dal PD di Renzi e dal Centrodestra, assai più affini nei temi economici.

Basta vedere il programma sulle cose che contano di più, le politiche economiche, cioè i nostri soldi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo

Ma quelli del club che si dicono di sinistra piddina, ha virato da tempo verso posizioni liberiste o iperliberiste. Le posizioni di sinistra di m5s sono di conseguenza come il fumo negli occhi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

Ho molti amici convinti di destra ed anche molti imprenditori e professionisti che, superficialmente, hanno votato entusiasti M5S solo perché nauseati da Berlusconi e dal PD ed attratti dalla proposta "giustizialista" e "antipolitica" (lotta alla corruzione, taglio delle spese e degli odiosi privilegi ai politici ecc. ecc.) ed hanno dato preferenza a questo senza per nulla analizzare il progetto politico, il programma dei penta stellati.

Ma se andiamo a vedere il programma viene fuori una cosa da "rifondazione comunista" in salsa populista e assistenzialista.

Guardate qui:

http://www.corriere.it/elezioni-2018/cards/piano-m5s-il-lavoro-ed-reddito-cittadinanza/taglio-dell-orario-lavoro-parita-salario_principale_preview.shtml?reason=unauthenticated&cat=1&cid=K3goKI6O&pids=FR&origin=http%3A%2F%2Fwww.corriere.it%2Felezioni-2018%2Fcards%2Fpiano-m5s-il-lavoro-ed-reddito-cittadinanza%2Ftaglio-dell-orario-lavoro-parita-salario_principale.shtml

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
5 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Ho molti amici convinti di destra ed anche molti imprenditori e professionisti che, superficialmente, hanno votato entusiasti M5S solo perché nauseati da Berlusconi e dal PD ed attratti dalla proposta "giustizialista" e "antipolitica" (lotta alla corruzione, taglio delle spese e degli odiosi privilegi ai politici ecc. ecc.) ed hanno dato preferenza a questo senza per nulla analizzare il progetto politico, il programma dei penta stellati.

Questo è ovvio, se usi rapporti umani e intelligenza naturale, salta agli occhi.

per quello che usano l'intelligenza artificiale per fare analisi, altrimenti risulterebbero proprio dei cogl..., giocarsi il potere per quattro spiccioli, quindi è meglio evitare di ragionarci sopra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
8 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Ma se andiamo a vedere il programma viene fuori una cosa da "rifondazione comunista" in salsa populista e assistenzialista.

Mi auguro che tu non l’abbia scoperto solo adesso? :D 

Comunque hai perfettamente ragione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
5 minuti fa, nullo ha scritto:

Questo è ovvio, se usi rapporti umani e intelligenza naturale,

Prendere per oro colato ciò che si afferma partendo da ciò che è di conoscenza del singolo è come dare credito a ciò che dice tuo “cugggino”, le statiche ed i grandi numeri servono a farsi un’idea di come la realtà viene percepita nel paese è di quale siano le motivazioni di voto ed i flussi elettorali che hanno condizionato e condizionano le scelte dei cittadini.

Tanto per tornare all’AI ed alla paura ed all’angoscia con cui l’elettorato si sarebbe recato al voto:

http://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/dataroomsottotitolireatiearmi-ok/bf15521e-2574-11e8-8868-620b5c6d46c4-va.shtml

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Dal link di RobertoM:

Il reddito di cittadinanza si «autofinanzia» senza violare le regole Ue. Taglio dell’orario di lavoro «a parità di salario» per contrastare i robot che minacciano l’occupazione. Un «Patto di produttività» tra lavoratori, governo e imprese accompagnato dal «salario minimo orario» per legge. Con un post sul blog dei 5 stelle, Pasquale Tridico, ministro del Lavoro in pectore dei grillini, ha rilanciato le priorità del programma.

:D 

Il reddito di cittadinanza non è un sostegno dato in cambio di nulla, ribadisce l’economista dell’Università Roma Tre, Pasquale Tridico. «Lo Stato sosterrà chi non raggiunge la soglia di povertà indicata da Eurostat (780 euro al mese per una persona, ndr) in cambio dell’impegno a formarsi e ad accettare almeno una delle prime tre proposte di lavoro, purché siano eque e vicine al luogo di residenza». Formazione e proposte che il beneficiario riceverà dai centri per l’impiego opportunamente potenziati con uno stanziamento aggiuntivo di 2,1 miliardi l’anno. A questa somma si deve aggiungere quella necessaria per il reddito di cittadinanza (verrebbe corrisposta la differenza tra il reddito dell’avente diritto e la soglia di povertà) che a regime sarebbe di 14,9 miliardi l’anno, secondo stime Istat.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

Allora ditemi voi se queste sono politiche di destra e come potrebbe essere possibile un'alleanza del M5S con la destra. E' chiaro come il sole che il Movimento deve allearsi con la sinistra, i rimasugli del PD, la gente "di sinistra" del PD deve fare un'ulteriore scissione, eliminare dal suo dna il renzismo ed insieme a LeU confluire felicemente nel "MoVimento".

1) abolizione del Jobs Act e delle tutele crescenti per tornare al "reintegro" del lavoro, vecchia battaglia della sinistra radicale e dei sindacati di sinistra da CGIL a FIOM;

2) taglio dell'orario di lavoro a parità di salario, vecchia battaglia di rifondazione comunista, ed oggi di LeU;

3) contrasto (per la felicità di @appecundria) ai Robot che minacciano il lavoro, appunto con riduzione dell'orario di lavoro e salario minimo per legge (come si contrasta poi la delocalizzazione per mancanza di competitività non ce lo spiegano). La chiamano "la banca del tempo", "lavorare meno lavorare tutti".

4) Meno vincoli UE, in sostanza fregarsene del rapporto deficit/pil;

5) massicci investimenti statali e, invece delle privatizzazioni, nazionalizzazioni in stile venezuela, lo stato torna a fare l'imprenditore. Manca solo una nuova "alfasud" e stiamo apposto;

6) nei fatti concreti: Nazionalizzazione della rete telecom, chiusura dell'Ilva di taranto, chiusura della TAV, Nazionalizzazione di Alitalia ecc. ecc.

Insomma, cari amici grillini, alleatevi con la sinistra e finiamola con questa ambiguità.

Poi almeno, quando avrete distrutto l'Italia assieme agli amici di LeU, potremo pensare a ricrescere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Sempre dal link di RobertoM:

Il legame tra reddito di cittadinanza e ingresso del beneficiario nel sistema di collocamento al lavoro farà sì che, ai fini Istat, una parte degli attuali 13 milioni di «inattivi» diventino «persone in cerca di occupazione». «Almeno un milione di persone», stima Tridico. Con importanti conseguenze: aumenterebbe il tasso di partecipazione alla forza lavoro e quindi la stima del Pil potenziale, cioè la crescita possibile se tutti i fattori della produzione fossero pienamente sfruttati. Poiché il «Pil potenziale» fa da denominatore nel rapporto col deficit, «se aumenta il Pil potenziale possiamo mantenere lo stesso rapporto deficit/Pil potenziale, cioè il cosiddetto “deficit strutturale”, spendendo 19 miliardi in più di oggi», senza violare le regole Ue, dice Tridico. E autofinanziare il reddito di cittadinanza e il potenziamento dei centri per l’impiego.

...

Per rilanciare l’occupazione ci vuole però altro che l’assegno ai poveri, ammette l’economista. Servono «investimenti dello Stato nei settori a più alto ritorno occupazionale, senza i quali il reddito di cittadinanza sarebbe una misura monca». L’idea, continua Tridico, «è di destinare almeno il 34% di questi investimenti nel Sud Italia». Una clausola che rapportata alla popolazione residente nel Mezzogiorno, dice il professore, «non sarebbe un favore al Meridione, ma il giusto compromesso per farlo tornare a crescere». Tridico non quantifica gli investimenti, ma nel programma elettorale del M5S si parla di «50 miliardi nei settori strategici: innovazione, energie rinnovabili, manutenzione del territorio, contrasto al dissesto idrogeologico, adeguamento sismico, banda ultralarga, mobilità elettrica».

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria
18 minuti fa, Roberto M ha scritto:

statalista, ugualitarista, pauperista ed assistenzialista

Fascismo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Poi i grillini del forum ci spiegheranno come si contrastano i robot riducendo l’orario di lavoro a parità di salario!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
6 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Insomma, cari amici grillini, alleatevi con la sinistra e finiamola con questa ambiguità.

Si ma con quale sinistra? Il PD ha un programma che non c’entra nulla con questo, solo LeU e Rifondazione vanno bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria
8 minuti fa, Roberto M ha scritto:

ditemi voi se queste sono politiche di destra

Sì, lo sono. Destra italiana.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

@appecundria 

Sei proprio confuso, sono le stesse proposte di LeU, Rifondazione Comunista, CGIL e FIOM.

Che infatti premono per un accordo con i M5S. E lo dicono chiaramente "i voti al M5S sono i nostri".

Anche loro sono di destra ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Ma anche quasi completamente sovrapponibili alle proposte di Lega e Fratelli d’Italia, per non parlare di quelle della destra estrema che sono in focopia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria
14 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

accettare almeno una delle prime tre proposte di lavoro, purché siano eque e vicine al luogo di residenza

Come mi piace questa proposta! Sul menù della mensa aziendale si dice niente? È possibile rifiutare il lavoro se alla mensa cucina Cracco?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria
2 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Sei proprio confuso,

Destra. Italiana ovviamente. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

@appecundria 

Chiamala pure "pippo".

E' quella roba li'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
5 minuti fa, appecundria ha scritto:

Come mi piace questa proposta! Sul menù della mensa aziendale si dice niente? È possibile rifiutare il lavoro se alla mensa cucina Cracco?

Praticamente scritta per favorire i ricorsi...e permettere di rifiutare ben più di tre proposte di lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria

@Roberto M il soviet di Torino ha fatto mancare il numero legale per le olimpiadi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

@appecundria 

Comunque la vuoi vedere le proposte dei M5S sono agli antipodi del PD di Renzi (ma non dei suoi oppositori) e di tutto il centrodestra moderato di Forza Italia, centristi vari e per certi versi anche di Fratelli D'italia e perfino della Lega (depurata dalle sparate elettoralistiche da campagna elettorale).

Le proposte sull'economia, sui nostri portafogli dei Pentastellati sono praticamente la fotocopia della sinistra radicale e del mondo sindacale di sinistra (CGIL e FIOM).

Poi, in questa confusione, possiamo dire pure che LeU e D'Alema sono della Destra Italiana, va bene tutto.

PS: Non è Napoli-Juve, bisogna affrancarsi dal tifo calcistico in politica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferrocsm

Ma che strani che sono questi giornalisti prezzolati che spingono ad un accordo tra M5S e PD andando a tirare fuori cose che non hanno ne' capo ne' coda. Ma cosa li spaventa di un accordo tra M5S e Lega che cosa non indifferente sono usciti vincitori dalle urne? In Europa il M5S sta seduto negli stessi banchi in cui siede l'Ukip di Farage che di certo tutto si potrà dire tranne che sia di sinistra e allora perché in Italia non dovrebbe funzionare con la Lega tutti insieme appassionatamente a governare? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M
1 minuto fa, ferrocsm ha scritto:

giornalisti prezzolati che spingono ad un accordo tra M5S e PD

Ti riferisci a Travaglio ?

Non ci sono solo i giornalisti a spingere verso questo accordo, c'è la parte del PD di Emiliano oltre ad altri che lo fanno sotto traccia e c'è tutto (ma proprio tutto) il partito Liberi e Uguali.

E comunque lo scopo di questo thread è evidenziare la profonda affinità tra il programma "economico" del M5S e la Sinistra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GiovaneLeone

sono peronisti. 

congiunzione nefasta tra statalismo e populismo socialistoide.

La famosa terza via di cui si cianciava negli anni '70 nelle assemblee studentesche per cercare di tagliare l'erba sotto i piedi alla sinistra comunista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
peng
39 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

in cambio dell’impegno a formarsi

questa cosa della formazione, qualificazione, ri-qualificazione non è banale.

il principio è ovviamente condivisibile, ma non di semplice attuazione.

il mercato del lavoro è cambiato e cambia sempre più velocemente. occorre stare al passo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Salvini continua a chiedere la revisione dei trattati europei, con specifico riferimento ai vincoli di bilancio, non è molto diverso da ciò che chiede il M5S.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
3 minuti fa, peng ha scritto:

questa cosa della formazione, qualificazione, ri-qualificazione non è banale.

il principio è ovviamente condivisibile, ma non di semplice attuazione.

il mercato del lavoro è cambiato e cambia sempre più velocemente. occorre stare al passo.

È quello che fanno in tutta Europa ed hai ragione non è banale, ma credo dovrebbe già esserci, il problema è anche formare per cosa se poi le aziende non hanno convenienza ad investire in Italia e di conseguenza assumere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GiovaneLeone

@peng in un paese dove sono al tracollo anche le scuole medie del profondo nord?

sarebbe l'ennesimo lavoro fuffa come gli LSU...

"cosa fai nella vita? mi formo... 800€ mese a me e 800 a mia moglie che invece è impiegata presso "centro consorti lavoratori della formazione"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GiovaneLeone

@maurodg65 appunto.

formi un programmatore di Plc e poi aspetti che un imprenditore crei un posto di lavoro sul cui frutto far derubare il 60% del costo aziendale ed il 60% del profitto? mangiate pure tranquilli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Tra l’altro lo devi formare e poi gli devi trovare lavoro un lavoro, equamente retribuito, comodo da raggiungere da casa, la vedo dura visto che l'Italia è stretta e lunga.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    287.506
    Discussioni Totali
    6.085.563
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy