Vai al contenuto

BEST-GROOVE

fotocamere......... perché non se ne parla mai?

Messaggi raccomandati

acusticamente

Però, oltre alle macchine della madonna (che si possono anche usare male) e quelle scarse (che si possono anche usare bene) esiste una terza categoria che mi sembra molto importante e cioè le macchine con le quali ci si sente a proprio agio (più belle o meno belle che siano).

Fattore decisivo a mio parere per mettere il fotografo nelle migliori condizioni di esprimersi.

E per “proprio agio” intendo il peso, il mirino, l’ergonomia, come sta nella propria mano e via dicendo elementi che non hanno a che fare con megapixel o altri valori simili. Se c’è anche  una buona valenza tecnica ovviamente è tutto di guadagnato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56

ma , per rispondere agli ultimi due interventi, è logico che ci sono delle eccezioni , ma la differenza tra il mezzo ( inteso come fotocamera ) e l fotografia può essere sintetizzato in questa frase ( per chi non la sa  o non se la ricorda)

negli anni '70 il motto della famosa rivista "National Geographic" era:

" Essere sul posto e F 8 "

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
peng

oltre al tipo di foto dipende anche da che cosa se ne vuole fare.

se è per l'album di famiglia tutto va bene, ma se ad esempio si vuole partecipare a concorsi importanti, la foto deve essere tecnicamente perfetta, e per certi generi senza mezzi adeguati non si può fare o risulta molto improbabile azzeccare lo scatto buono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gian62xx
11 ore fa, max56 ha scritto:

Quando guardo una foto io non guardo mai : la risoluzione , la nitidezza, la maf , la gamma dinamica, i bianchi bruciati, le ombre senza grana o altro , Guardo solamente "l'originalità dello scatto inteso come taglio, inquadratura, emozioni , particolarità, luce " , poi se non è proprio a fuoco,se non si contano i peli nell'uovo , o se i colori sono sfalsati o altro ...quello sono cose che secondo me non fanno "la foto che ti emoziona e che lascerà il segno nel tempo e ti ricorderai ", quelle son cose che fanno la foto per i forum per mostrare agli altri l'ultimo giocattolo da 50 megapixel

👍👍👍

io ho abbandonato tutta la forumeria riviste eccetera perche sono vecchio, semplice amatore e arrivato alla saturazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
41 minuti fa, peng ha scritto:

oltre al tipo di foto dipende anche da che cosa se ne vuole fare.

se è per l'album di famiglia tutto va bene, ma se ad esempio si vuole partecipare a concorsi importanti, la foto deve essere tecnicamente perfetta, e per certi generi senza mezzi adeguati non si può fare o risulta molto improbabile azzeccare lo scatto buono.

più che : per i concorsi importanti , ed anche li è tutto a vedere...perché se premiano una foto tecnicamente perfetta ma "che non emoziona" ...vuol dire che "hanno capito tutto anche quelli li " 😂😂😂

ma , dicevo, più che i concorsi, la foto e l'attrezzatura top serve per chi fa still life e la sa usare ,

per tutto il resto , fotografia comune di cui stiamo parlando , una vecchia 5d 1 serie o una vecchia 1dmk3 sono più che sufficenti ( ne ho messe apposta due visto che si è parlato anche di "genere fotografico" )

logico che stiamo sempre parlando di fotografia NON su commissione , diverso se ho da fotografare architettura su commissione o still life e pochi altri casi,

invece se su commissione dovessi fotografare il Martin Pescatore mi serve "prima di tutto" il 500 f4 e poi la ...anche la  1dmk3 e Non la d850 e poi il 150/600 sigma 😎

però ,come già visto e dimostrato,  è giusto che ognuno la pensi come vuole e dia le priorità a quello che vuole  .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
peng

l'emozione in se difficilmente è un criterio oggettivo di giudizio.

in genere si premiano unicità e/o originalità dello scatto.

di foto emozionanti della silhouette al tramonto è pieno il mondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bambulotto
14 ore fa, max56 ha scritto:

alla persona più preparata non serve il miglior mezzo per avere il risultato migliore

Da scolpire nella pietra...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
1 ora fa, peng ha scritto:

originalità dello scatto.

hai ragione ! 

nella fretta ho sbagliato a scrivere:

è giusto come dici tu " l'originalità dello scatto " 😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tomminno
21 ore fa, max56 ha scritto:

mah...

io preferisco un 70/200 2,8 serie II su canon 6d o 5dmk2 ( per citare due macchine nominate nel 3d)

che : un 70/300 Tamron su canon 5Drs

E questo cosa c'entra?

Il raffronto è con la stessa lente, non rispetto ad altre.

Il Tamron rende meglio sulla 5dsr che non sulla 6d o 5d2.

Nessuna lente è così tremenda da non beneficiare di un aumento di risoluzione almeno fino ai 40/50Mpx.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
5 ore fa, tomminno ha scritto:

E questo cosa c'entra?

in qualche parte del 3D si faceva un raffronto simile o si è parlato di qualcosa di simile...ma non ho p...le da rileggere tutto il 3D in tutta sincerità.

però se l'esempio calza di più , visto che parliamo  di "rincorrere l'ultimo prodotto più grosso degli altri " :

molte e molte volte si vedono le ultime "novità" abbinate ad obiettivi da entry level , sicuramente per molti basta avere la reflex da 40/50 mpx e non l'obiettivo buono 

o meglio ancora "la fantasia e la creatività nel cervello" .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
acusticamente

L’essere attenti più al risultato finale che al mezzo dovrebbe essere la filosofia alla base di molte attività umane.

Il concetto non fa una piega, secondo logica. È pur vero che in questa, come in altre nostre passioni, l’elemento gioco e divertimento sono parte consistente, sempre che ovviamente non lo si faccia per lavoro, dove il discorso si fa diverso anche se il divertimento può comunque esserci (e dovrebbe).

E allora un po’ di sconfinamento nell’oggetto fine a se stesso può essere tutto sommato peccato veniale.

Si compensa alle volte qualche disagio di vita e un bell’oggetto gratifica.

Certo però il tutto dovrebbe essere guidato da un po’ di equilibrio, che ci faccia divertire, ci gratifichi ma ci permetta anche di produrre qualcosa di soddisfacente, magari nemmeno necessariamente per gli altri ma per noi stessi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M
Il 19/6/2018 Alle 22:16, peng ha scritto:

dipende dal tipo di foto che si vuole fare.

se fai macro e naturalistica la maggior qualità del mezzo si vede eccome.

in street o foto minimal può essere meno importante.

Esatto.

E non solo.

Anche la capacità di “recupero” delle ombre e la gamma dinamica in alcune condizioni estreme fa la differenza tra realizzare una fo o no (ad es. foto con poca luce in una foresta ad animali scuri come i gorilla o altri primati ovviamente senza possibilità di usare bracketing filtri o altre tecniche).

Chi non ha fatto mai queste foto non si rende conto e neanche capisce di cosa stiamo parlando.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M
13 ore fa, max56 ha scritto:

per i concorsi importanti , ed anche li è tutto a vedere...perché se premiano una foto tecnicamente perfetta ma "che non emoziona" ...vuol dire che "hanno capito tutto anche quelli li "

Nei concorsi importanti (almeno nel settore che conosco, delle foto di natura e wildlife) e’ difficile vedere brutte foto o foto banali “che non emozionano”.

Questi ultimi tendo a premiare anzitutto l’originalita’.

E l’asticella si sta alzando sempre di piu’, una foto tecnicamente perfetta, bella e che magari  “emoziona” l’amatore, ma e’ “gia’ vista” non emoziona le giurie a quei livelli e difficilmente verrà mai premiata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
14 ore fa, Roberto M ha scritto:

Nei concorsi importanti (almeno nel settore che conosco, delle foto di natura e wildlife) e’ difficile vedere brutte foto o foto banali “che non emozionano”.

Questi ultimi tendo a premiare anzitutto l’originalita’.

E l’asticella si sta alzando sempre di piu’, una foto tecnicamente perfetta, bella e che magari  “emoziona” l’amatore, ma e’ “gia’ vista” non emoziona le giurie a quei livelli e difficilmente verrà mai premiata.

va be' dai, ai concorsi non ho mai partecipato  a parte negli anni fine '70 che ho fatto qualche NFPC ( nikon foto contest ) ( non ci credo e non ci ho mai creduto, anche perché i concorso è un modo per non pagare una foto anche ad un pro , per poi sfruttarne i diritti )

ma siccome mi sembra che stia diventando "la storia infinita"

ed del tutto ,come disse qualcuno per citare un'altro film , "francamente me ne infischio"

lascio che ognuno , come è giusto che sia , abbia il suo parere...

by by

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
djansia

Max condivido con te certe osservazioni, soprattutto quelle relative a una certa "isteria prestazionale" con la rincorsa all'oggetto più aggiornato e moderno, anche perché spesso questa si trasferisce a l'immagine. In alcuni forum ci sono utenti con gallerie di immagini che non sono altro che test senza cuore e creatività, però determinate situazioni (o la somma di particolari situazioni) richiedono strumenti prestanti altrimenti addio risultato. Non sempre le fotografie devono essere "arte", anzi spesso documentano e se riescono anche a trasmettere altro meglio ancora.

Dobbiamo solo capire individualmente cosa ci occorre e trovo sbagliato sostenere che qualcosa è inutile solo perché a noi non serve o solo perché le aziende ne fanno grande propaganda. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M
3 ore fa, djansia ha scritto:

Non sempre le fotografie devono essere "arte", anzi spesso documentano e se riescono anche a trasmettere altro meglio ancora.

Dobbiamo solo capire individualmente cosa ci occorre e trovo sbagliato sostenere che qualcosa è inutile solo perché a noi non serve o solo perché le aziende ne fanno grande propaganda. 

Esatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    286.309
    Discussioni Totali
    6.026.475
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy