Vai al contenuto

cicerone1958

Denon PMA 2000AE una strana normalità

Messaggi raccomandati

cicerone1958

Da poco entrato nella mia catena al posto di due grosse macchine il Ref2MK2 ARC e il finale ARC D250, per motivi che poi spiegherò. Un integrato del 2007 considerato una buona macchina normale, ma è veramente così o sotto sotto nasconde una strana normalità?

20180317_153028.jpg

20180317_153131.jpg

20180317_153203.jpg

20180317_153104.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

@cicerone1958 Ciao, temo che tu abbia sbagliato sezione: fossi in te chiederei a @cactus_atomo di spostare in riproduzione audio oppure in vintage room

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cicerone1958

Grazie lo farò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cesare

Ciao,

il PMA-2000 staziona nel mio impianto da una decina d’anni, l’ho preso usato nel 2008.

Poche settimane fa l’ho smontato dall’impianto per dargli una pulita generale, e dato che è inserito in una scaffalatura con solo il frontale a vista non ricordavo fosse così grosso e pesante (24 kg!) e una volta aperto la qualità costruttiva per un apparecchio di questa fascia di prezzo lascia a bocca aperta!

Pilota a mio avviso più che degnamente la mia coppia di Spendor S9e, ha un buon stadio phono e l’uscita cuffia secondo me è veramente notevole (con una Sennheiser HD600).

Su questo forum se ne è parlato a più riprese, in media viene discretamente massacrato :) da parecchi forumisti che lo hanno avuto in passato per poi passare ad altro.

Qualcuno a volte tentava di prenderne le difese, ma di solito il confronto è impari (mediamente i detrattori sono anche parecchio aggressivi :D).

Per quanto mi riguarda non mi dispiace, ma non mi ritengo un audiofilo e soprattutto non ho grandi esperienze di ascolto, per cui non ho mai messo becco in quelle discussioni. Prima avevo un pre Classé Model Four e finale Aragon 8008, nonostante il netto downsizing francamente non ho mai rimpianto più di tanto quelle macchine. Avevo però delle altre casse, o forse semplicemente non ci sento bene ^_^.

Prima o poi mi piacerebbe fare un confronto con amplificazioni di maggior caratura (o nomea), ad esempio qualche Naim che probabilmente meglio si interfaccia con le Spendor. Però è difficile trovare qualcosa di così completo come dotazioni, e al momento ho altre priorità per cui dato l'esborso a cui dovrei andare incontro penso che me lo terrò ancora per un bel po'.

Cesare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cesare

Certo che visto l'impiantino in cui lo hai inserito e le amplificazioni che ha sostituito, un tuo parere sarebbe molto interessante!

Ecco qualche foto (pessima, fatta col cell) del mio durante le operazioni di pulizia:

IMG_2752.JPG

IMG_2753.JPG

IMG_2754.JPG

IMG_2755.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

@cesare Lascia pure che "certi personaggi" denigrino: per molti di loro se una linea di amplificazione non è fabbricata in cantina, non ha almeno tre telai e non costa minimo un ventimila, è roba da baraccone ma mi piacerebbe fare loro una dimostrazione in cieco: magari non riconoscerebbero la differenza tra un Threshold e un Nad! Personalmente non ho mai avuto il piacere di ascoltarlo, ma è un ampli costruito divinamente e senza risparmio, da un' Azienda che gli ampli li sa fare! Mi piacerebbe conoscere il parere di @magoturi che di Denon se ne intende

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magoturi

Eccomi Fabio! concordo con te, in passato in una nota azienda  ormai chiusa da tempo ( e purtroppo uno dei soci oggi non c'e' più. ..)

abbiamo fatto diversi ascolti in cieco "switchando" tra marchi esoterici e non...

I protagonisti erano tutti pre-finali :da una parte Krell, Phase Linear e Parasound, dall'altra Denon, Luxman e Sansui, la cosa piu' bella è stata che chi ha montato la centralina di commutazione non ha partecipato al confronto e quindo nessuno di noi era al corrente della giusta combinazione,  come diffusori erano presenti: Jbl, Esb e B&W, musiche di Stravinski, Jeff Lorber, Carmina Burana, Battisti e Mina, ebbene: i tre giapponesini vinsero a parer diffuso, erano più belli e costavano meno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@cicerone1958 

Con le Tannoy  ci avrei messo un bel MacIntosh  , lo dico perché ho ascoltato varie volte l'accoppiata . Certo ci voleva qualche euro in più....;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sincero

Ho avuto in prestito un PMA850 liscio, e mi è piaciuto un sacco. Vecchio come il cucco ma molto piacevole e ben accessoriato. Addirittura doppio ingresso phono. 

Per anni sono stato tentato prima dal 2010ae, poi dal pma a100, poi da 2020ae poi è poi è poi...mi piacerebbe ascoltare il Pma Sa1 ma giusto per il gusto di poter dire...almeno una volta..."Io c'ero"....

Sono convinto che siano elettroniche costruite per durare...robuste e ben suonanti,  magari con meno sfumature di garbo, ma a quel prezzo secondo me non si può pretendere di più. Prima o poi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ernesto62

Mi dispiace , perché pur  simpatizzante per il marchio,  il PMA 2000 AE  non mi è entrato nel cuore. Avuto circa 8 mesi poi passato a un Audioanalogue Maestro 70 review 2.0 , tutta un'altra ...musica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Anto91

C é una marca troppo consumer appiccicata sul frontale e costa relativanente poco... quindi a prescindere deve far schifo. La marchetta cantinara con prezzi folli perché né faranno 1000 pezzi se non meno da noi fa figo. Non si pensa che magari costa meno perché hanno molto più mercato e fanno numeri che gli altri non si possono permettere... Per non parlare dello know out di cui dispongono queste aziende... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cicerone1958

@cesare 

Caro Cesare, ho apprezzato molto il tuo commento in particolare quando hai detto che hai questa macchina da 10 anni. perché, vuol dire che macchine come questa sono affidabili e dalle belle foto si vede subito che sono costruite a regola d'arte, non sono scatole vuote ma progettate con i criteri di macchine Hi-end, daltra parte sono i figli legittimi del SA1 ampli considerato da tutti una macchina Hi-end e allora dove stà il confine? Con ampli del genere non esiste il confine perché il suono di questo ampli è semplicemente spettacolare. Si vogliono trovare difetti? E dove sono la macchina eccelle su ogni parametro musicale, dettaglio, scena, focalizzazione, armoniche, separazione strumentale, basso articolato e controllato, stadio phono superlativo e in particolare un magico connubbio tra suono japan curato nei dettagli e suono britisch caldo e coinvolgente. Un ampli che và valorizzato con componenti di alto rango dai cavi alla sorgente digitale e analogica ai diffusori. Un ampli che non si accontente della mediocrità ma ama l'eccellenza e ti restituisce l'eccellenza. Ho avuto nella mia catena amplificazioni molto costose fino ad arrivare ad un pre e finale ARC dal costo esagerato, peccato che il finale un valvolare puro da 250watt con ben 32 valvole e un peso di oltre 60kg ha cominciato a rompersi ripetutamente con esborsi da 600 a 700 euro a volta e quando a febbraio mi ha lasciato ancora a piedi ho dismesso tutta l'amplificazione stufo di spendere sempre soldi ed ecco il miracoloso Denon che appena acceso mi ha fatto subito sentire di che pasta era fatto. Non rimpiango nulla di quello che ho posseduto e ho avuto di tutto mi sono svenato e per cosa per poi scoprire che un ampli dal costo onesto mi appaga completamente e forse mi dà anche di più, come audiofilo di lunga data questa è stata la più grande soddisfazione in questi ultimi 10 anni di prove cambi e ricambi. Carissimi le elettroniche Hi-end sono oggetti gonfiati che non valgono minimamente il loro prezzo di listino e chi le produce e li vende sicuramente non sono persone oneste. Basta un bel Denon due canali di ultima generazione per mettere seriamente in crisi i mostri sacri dell'Hi-end. Caro Cesare tieniti il tuo Denon per altri 10 anni come farò io che finalmente ho aperto gli occhi e non solo le orecchie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cicerone1958

@MAXXI 

Carissimo ho avuto per un anno il prestigioso integrato della Mc MA7000 ma ti assicuro che nonostante non suonasse male con le mie Kens era una macchina abbastanza seduta poco pimpante negli attacchi dinamici dimostrando non poco impaccio alle prese con la grande massa orchestrale nelle sinfonie complesse come quelle di Mahler tanto per fare un esempio. Anche questo un ampli gonfiato non poteva costare all'epoca 12,000 euro e poi avere un pessimo stadio phono che ti costringeva a prendere uno stadio phono separato. Sicuramente una macchina buona ma non per i puristi e comunque dal prezzo folle.

P1000502.JPG

P1000501.JPG

P1000505.JPG

P1000517.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
diego_g

Mai sentito, ma a me il classico integratone Denon (o Yamaha o Luxman o Accuphase) fa "sesso". 

Mi piacciono le loro realizzazioni vintage, ma questi attuali mi sembrano altrettanto validi ed interessanti. 

A volte la voglia di semplificare è così forte... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cesare
24 minuti fa, cicerone1958 ha scritto:

magico connubbio tra suono japan curato nei dettagli e suono britisch caldo e coinvolgente

Cicerone, grazie per aver riportato le tue esperienze, molto interessanti! Come dicevo, non mi sbilancio più di tanto perché non ho oggettivamente molta esperienza di ascolto, ho cambiato nel corso degli anni un numero limitato di componenti e se ascolto un nuovo elemento in un ambiente a me non familiare, ad esempio in negozio, raramente riesco a farmi un giudizio preciso del suo valore.  

Ho quotato questa tua frase perché mi ha fatto  notare che nel mio impianto quello che a prima vista sembra un elemento "stonato", forse non lo è:  avendo front end digitale Linn e diffusori Spendor, il giapponesone in mezzo ai 2 inglesi non mi è mai sembrato sentirsi a disagio :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
3 ore fa, MAXXI ha scritto:

Con le Tannoy  ci avrei messo un bel MacIntosh

Scusa ma non sono d' accordo: ascoltato più volte l' accoppiata McIntosh + Tannoy ai vari T.A.V. oltre che in alcuni negozi, e ho sempre notato un suono lento e opaco, e non parlo certo di modelli "entry level"! Le Tannoy hanno bisogno di corrente e velocità a mio avviso, e il McIntosh ne è l' antitesi imho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cicerone1958
10 hours ago, joe1949 said:

Le Tannoy hanno bisogno di corrente e velocità a mio avviso, e il McIntosh ne è l' antitesi imho

Perfettamente d'accordo e secondo me il Denon PMA-2000AE ha sia l'uno che l'altra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra

A Biologo...torniamo a scrivere ....cav...te?

Paragonare il Denon (buona macchina) all'MA7000 è come voler assimilare la lana con la seta. 

E ti ricordo che eri stato avvertito sul finale ARC (un disastro annunciato).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Non si capisce per quale motivo gli ampli commerciali che suonano bene dovrebbe saperli fare solo la NAD.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
criMan

Posseduto il PMA2010AE , a livello estetico è veramente bello. Costruito in modo notevole come ogni appassionato vorrebbe.

Grandi pregi e qualche difetto che lo rendono difficile negli abbinamenti.

Se non si riesce a configurare nel proprio impianto HiFi può essere riciclato come ottimo finale per un impianto HT.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@joe1949 

Dissento :)  , proprio dal mio dealer in occasione di un evento pubblico a fine 2015 pre a SS  Mac e 2 finali  MA275  fecero volare letteralmente delle Tannoy  Sterling  con dei pezzi jazz ad altissima dinamica e con i presenti estasiati .  Niente in questo mondo è certo e irrevocabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@cicerone1958 

Non ho mai ascoltato l' MA7000 collegato ad un gira perché l'analogico l'ho accantonato da un pezzo , pur essendomi svezzato con esso ,  ma quando collegato a sorgenti digitali come si deve , l' MA7000 non si è fatto intimorire da nessun diffusore in termini di velocità e dinamica. E questo provato di persona dal mio dealer che è uno dei migliori distributori di Roma per tale marchio. Avevo solo l'imbarazzo della scelta dati i modelli presenti nelle varie salette... :)  e ovviamente ho approfittato a man bassa di questa disponibilità da cliente fidelizzato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
21 minuti fa, MAXXI ha scritto:

Niente in questo mondo è certo e irrevocabile

Nessuno ci obbliga a cambiare idea: tu ti tieni la tua e io la mia! E non parlo di vent' anni fà che venni sottoposto al "martirio sonico" di una coppia di povere e incolpevoli York! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cicerone1958
2 hours ago, vignotra said:

Paragonare il Denon (buona macchina) all'MA7000 è come voler assimilare la lana con la seta. 

Si è possibile che dica cavolate, ma di certo è che il MC costava 12,000 euro il Denon 2500 euro, suona bene può appagare chi lo ascolta e se non ha il bollo di macchina Hi-end pazienza ci accontentiamo della lana. Per il finale ARC era meglio ascoltare i vostri consigli avrei risparmiato un bel po' di soldi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@cicerone1958 

Se tu , invece del 7000 , avessi avuto il 6900 mi sarei trovato d'accordo :) , vedi come sono obiettivo e per nulla partigiano a prescindere ?  

ciao e ottimi ascolti...con le tue orecchie ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

@joe1949 

Fabio , non c'era bisogno di mettere gli esclamativi... :) , siamo qui per chiacchierare...

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

@cicerone1958nella mia esperienza, mai avuto successo nell'abbinar macintosh e tannoy. però scusa ma una cosa non la capisco, ossia come scegli gli ampli. una macchina come il 7000 non si compra a cuor leggero, possibile che prima di investire cotanto importo tu non abbia fatto qualche prova sul campo e non ti sia reso conto del risultato?. per il pre-finale arc sarà stata anche la sfiga ma io un valvolare con 32 valvole lo prenderei solo per vedere l'effetto che fa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emaspac

ho ascoltato un MA9000 e rispetto a un denon PMA-SA1 suona peggio.

quindi non mi stupisce che un PMA 2000AE possa suonare al livello di MA7000

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
14 ore fa, joe1949 ha scritto:

Scusa ma non sono d' accordo: ascoltato più volte l' accoppiata McIntosh + Tannoy ai vari T.A.V. oltre che in alcuni negozi, e ho sempre notato un suono lento e opaco,

Concordo 

Abbinamento a mio avviso sbagliato 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vignotra
22 minuti fa, emaspac ha scritto:

ho ascoltato un MA9000 e rispetto a un denon PMA-SA1 suona peggio.

vabbè...oggi le comiche...xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.157
    Discussioni Totali
    6.116.642
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy