Vai al contenuto

nestor

Yamaha ax592

Messaggi raccomandati

nestor

Buon pomeriggio forum.

In questi ultimi tempi sto facendo consumare un po' di Mb al sito, ma sarà la primavera, recentemente ho fatto un po' di acquisti. Tra questi, lo yam ax592 che desideravo da tempo. Vengo al punto: oltre al PURE DIRECT, sull'ampli c'è anche il tasto CD DIRECT AMP. Il primo bypassa i circuiti di tono, balance e loudness, ma il secondo? Perché due tasti, quando (penso) che il primo già assolvi a questa funzione? A parte che, poi, non sento tutta questa grande differenza, cosa mi consigliate di tener attivato (o disattivato)?

Ne approfitto anche per chiedervi cosa ne.pensate di questo ampli, ed eventuali differenze col precedente  ax 570. A prescindere che a me piace, ma così...giusto conoscere anche la vostra opinione.

Grazie, e scusate se appaio molto spesso sul forum.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Se ben ricordo, funziona così:

  • Pure Direct - bypassa le schede di elaborazione del segnale (toni, loudness, balance);
  • CD Direct - manda direttamente il CD al finale bypassando, oltre le schede di elaborazione del segnale, anche il selettore d'ingressi e i ponticelli pre/finale.

Su questa traccia che ti ho dato è facile fare delle prove per vedere come stanno esattamente le cose, io potrei non ricordare bene qualcosa.


PS Ti sei fatto fare uno sconto da chi te l'ha venduto per non averti dato il manuale?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Ricordavo quasi bene, ma il Pure Direct bypassa anche i ponticelli pre-finale (p. 19).

Il CD Direct, oltre quanto sopra, bypassa in più soltanto il selettore degli ingressi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71

Un integrato che è un ottimo finale. Ma perché i lettori CD della stessa serie, macchine validissime, no e l'integrato a mezza botta sì? :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Grazie, manuale scaricato.

Ma continuo a non avvertire alcuna differenza tra suono bypassato da entrambi i due "direct" e quello diciamo normale... a parte una piccola sensibile differenza di volume. Mah, sarà che non ho l'orecchio fine...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Non sempre si sente, e tu hai un problema di meno :).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Fabio, su una recensione del solito sito col solito esplosivo, lui parla di netta differenza. Allorché mi chiedo, sarà che comincio a perdermi le frequenze (alias... vecchiaia??) 

E comunque, come vuole una certa prassi audiofila, tengo inseriti ambedue i direct e chi s'è visto s'è visto.

Ho 50 anni, penso che fino a 10 khz buoni ancora li sento, ek ek kaz...

Nessuno sconto: ho appena trovato il manuale, era nel fondo del cartone (che stavo buttando). 

Sconto o meno, mi è andata bene) 95 euro spedizione esclusa, ottime condizioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71

Almeno è stato onesto con la pretesa... 

P. S. : se ne hai la possibilità, prova solo lo stadio finale e giudica la differenza. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Lo sto sentendo proprio in questo momento releone71, e sarà che mi impressiono facilmente, ma io lo sento una bomba. Praticamente, correggimi se sbaglio, ma tenendo inseriti i due DIRECT, è come usare solo il finale no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71

No, il segnale passa pur sempre attraverso la mediocre sezione pre, seppur con percorso accorciato. Io intendevo dire di scollegare i ponticelli posteriori che collegano lo stadio pre a quello finale (accanto all'ingresso phono) . Poi entri direttamente nel finale con un altro pre, oppure con un lettore CD dotato di controllo del volume. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
49 minuti fa, nestor ha scritto:

Allorché mi chiedo, sarà che comincio a perdermi le frequenze (alias... vecchiaia??) 

impianto diverso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
56 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

impianto diverso

Quoto: se sono differenze appena percettibili, basta una coppia di diffusori o una sorgente differente per farti sentire quel "quid" che peraltro non ti cambia la vita!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Infatti, joe, va benissimo così com'è. Questo Yamaha mi sta dando una gioia d'ascolto che non sentivo da anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71

Prova comunque come ti ho detto. Appena arriva il Marantz 6000, che ha il controllo del volume, provalo nell'ingresso dedicato e successivamente direttamente nel finale. Poi mi dici... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Infatti, la mia intenzione è proprio quella di sostituire l'attuale Marantz cd 5004 (da destinare all'impianto da camera studio) con il cd 6000 ose, e procedere come hai consigliato tu. Lunedì dovrebbe arrivarmi.

A proposito, ho saputo che è un Ose limited edition. C'è differenza con l'OSE tradizionale, che tu sappia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
releone71
29 minuti fa, nestor ha scritto:

C'è differenza con l'OSE tradizionale, che tu sappia?

Mi pare qualche fesseria di schermatura in rame all'interno del telaio e qualche condensatore audio grade in più. Era una versione intermedia tra la O.S.E. e la Ken Ishiwata Signature. Affinamenti. La differenza macroscopica è tra il lettore base e la O.S.E.. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

La solita sfiga.

Arrivato, ma danneggiato. Spigolo ammaccato, il suono va e viene. Ho provato a smontare il case, facendo una piccola pressione sui due quadratini ramati sulla destra (allego foto) il suono si era ripristinato. Ma alzando di volume, dei paurosi crack al diffusore sunistro. Penso sia la scheda sulla quale sono i due quadratini... si muove, e sarà dissaldata in qualche parte.

Ci tenevo tanto. Ma è andata così.

Se c'è qualcuno dalle mie parti, che poteste consigliarmi di portarlo, ne sarei grato.IMG-20180416-WA0003.thumb.jpeg.3ece10ea3d82ff34639e934b47022e3c.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bambulotto

Fuorigrotta ti va bene? Conosco un bravo ed economico tecnico...;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
edmondo77

Ma non glielo puoi ridare come difettoso? L'hai pagato con paypal su ebay?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Edmondo, stavolta (purtroppo) no, è un amico che vive al nord che me l'ha spedito. Ha anche fatto un buon imballo, ma i corrieri ci avranno giocato a pallone...

Roberto grazie, su un altro forum mi hanno offerto diversi nomi, nel caso ti contatto e mi dai il recapito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nestor

Problema risolto. L'urto aveva dissaldato delle robe che non ricordo ma il tecnico mi ha spiegato tutto.

E mò ho pure il Marantz cd6000 ose e pure limited ediscion. Ma si. 

Lo so che per molti di voi è poco più di una sveglietta cinese, ma per me era un obbiettivo (raggiunto).

Buona musica a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    284.775
    Discussioni Totali
    5.957.949
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×