Vai al contenuto

°Guru°

politica ed economia È in corso l'attacco alla Siria...

Messaggi raccomandati

madmax

Le armi chimiche giustificano un ennesimo intervento armato mentre quelle "classiche" molto meno 

Per il resto entrambi i "sistemi" uccidono tanta povera gente 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

Delusione Salvini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

E niente.

Purtroppo Salvini non e’ Trump e, purtroppo, l’italia non e’ gli Stati Uniti D’America.

Sono nato nel paese sbagliato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bazza
44 minuti fa, bluesman74 ha scritto:

Qualcuno me lo può spiegare? 

La differenza potrebbe essere che le armi chimiche sono considerate mezzi di distruzione di massa in quanto non sono "selettive" dei bersagli.

Le usi su una zona e tutti crepano.

Le armi convenzionali hanno un raggio di azione molto più circoscritto, e possono essere usate con "precisione" solo su obbiettivi militari. 

Certo che se poi le indirizzi verso un ospedale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bluesman74

@Roberto M Secondo me sei nato nel paese giusto, solo hai sbagliato epoca, dovevi nascere agli inizi del secolo scorso... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PIEP
1 ora fa, Bazza ha scritto:

armi chimiche

già Obama aveva stabilito l'uso delle aa.cc. come linea rossa da non superare,

pena reazione USA .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria

@bluesman74 le armi chimiche sono state bandite dopo la prima guerra mondiale. Hanno un rapporto costo/morti troppo vantaggioso e conveniente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferdydurke

La storia delle armi chimiche è solo una scusa per un intervento militare dettato da necessità interne e domestiche è finalizzato solo a distogliere l'attenzione dal Russia-gate. Tanto che è stata solo un'azione dimostrativa che ha accuratamente evitato di causare morti e feriti sia tra i militari russi che tra quelli iraniani. L'attacco era sicuramente stato annunciato con largo anticipo...da un punto di vista militare solo spreco di soldi e da un punto di vista politico il nulla di nulla...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PIEP

una volta tanto tocca dar ragione a

quelle teste calde di Vauro e Salvini ... caffe.gif.ca615066163fba7f0496e887caa084a1.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2
19 ore fa, Roberto M ha scritto:

Sono nato nel paese sbagliato.

non è mai troppo tardi per emigrare, poi chiedi la cittadinanza, magari trovi un avo che proviene da un paese

utile allo scopo. poi con lo studio puoi sempre curare gli interessi degli emigro italo oriundi che sono sparsi in

ogni nazione del globo terracqueo ed anche oltre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

C'è chi la racconta in un modo, chi in un altro.., tutti dicono di avere le prove a favore o a sfavore circa il presunto uso delle armi chimiche in Siria ma nessuno le espone.

A noi del popolo bue delle varie nazioni democratiche occidentali, poliziotte e sceriffe del mondo, esportatrici di democrazia, quando dovremmo invero cercare di correggere le nostre "frivolezze" democratico-libertarie interne che fanno acqua da tutte le parti, non ci resta che credere o non, schierarci di qua o di la, fidarci o meno, liberi in realtà solo di  imbastire chiacchiere più o meno divinatorie nei socialweb e nella vita reale, comprese quelle del sottoscritto, ovviamente. Potremmo aprire un concorso pronostici...


A prescindere da quella che potrebbe essere la verità vera che i "protagonisti" mai ci faranno sapere, a meno di non essere vergognosamente colti in flagranza come nel caso della costruzione di prove false nella faccenda Iraq, personalmente sono propenso a credere in un'ennesima montatura, in una serie di corresponsabilità, alla luce degli attuali fatti di cronaca geopolitica e degli ultimi scorci di storia  moderna, che restano strattamente legati in virtù di cause ed effetti, da un robusto filo di un rosso tragico come la lunga, orrenda, interminabile scia di sangue che scorre da troppi anni nelle geografie islamiche e in quelle "occidentali" secondo la logica degli opposti terrorismi che assomiglia un po' alla faccenda di chi sia nato prima tra l'uovo e la gallina... (per me in principio ci furono le "crociate"...).
 

Temo fortemente che si stia ripetendo la farlocca faccenda delle armi inventate di Saddam, una storiaccia che ri-diede il via all'aggressione imperialista occidentale, specialmente di matrice anglo (tra i primi manovratori privi di ogni scrupolo che resteranno pertanto i "migliori" nell'arte di destabilizzare per i propri tornaconti...)-americana.

Fosse vero che siano stare usate le armi chimiche contro i civili innocenti, deprecherei e mi vergognerei di appartenere alla razza umana non di meno di quanto non mi vergognai e deprecai di fronte alle bombe cosiddette "intelligenti" o chirurgiche degli invasori che addussero infiniti lutti ai civili innocenti e inermi iracheni, uomini, donne, bambini, durante le due guerre contro Saddam, prima amico, poi feroce dittatore e boia a seconda di come conveniva manovrarlo  dagli usa.



 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M
40 minuti fa, analogico_09 ha scritto:

aggressione imperialista occidentale,

Proprio non si possono più sentire questi termini.

Tanto più quando il medio oriente e’ devastato dal nazismo-islamico.

Il problema non sarebbe l’Iran, L’isis, i Fratelli Musulmani, Erdogan, Assad, no, il problema sarebbe “L’imperialismo occidentale”.

Il problema, casomai, e’ l’assenza di imperialismo occidentale, il fatto che si siamo limitati a tirare quattro petardi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

@Roberto M 

Il problema sarebbe, anzie è, che s'ha da fare propaganda e non cercare di leggere i fatti, la complessa realtà storico-politica delle cose.., arrivare alle conclusioni ideologico-propaganditiche univoche, a senso unico, di parte, attaccarsi agli effetti escludendo le grandi, storiche e cronachistiche cause che hanno fortemente contribuito a determinare gli scompensi e gli squassi mediorientali.

Sappiamo quali sono, di quale forma di criminale destabilizzazione sia figlia l'organizzazione Isis; sappiamo cosa vi sia/fosse dietro certi dittatori fantocci messi lì a fare gli interessi dell'occidente, che prima sono amici e poi si impiccano...
Troppe volte l'occidente è intervenuto dopo aver volutamemente fatto scappare i buoi dalla stalla e per poter dire ma come siamo umanitari noi... (mi fa una tenerazza il Trump umanitario.., il grande statista...

Questo non si può leggere, che esista un nazi-slam, che i palestinesi vittime siano nazisti, e altre amenità simili ed assortite.
 

Non si può leggere che ci si indigna del nazismo che si vede stranamorescamente in realtà goegrafiche e culturali che non hanno nulla e a che fare con tali ideologie di casa nostra., a parte le criminale degenerazioni a tutti note, che non sono di stampo nazista, e che nessuno giustifica, volute dall'occidente che nelle condizioni di disastro riesce meglio a controllare i territori e le situazioni.., approfittando dei conflitti interni fomentanti anche da isso.., mentre si esulta per il nazismo vero, quello di razza, di diretta eredità, recrudescente in casa nostra (Polonia, Ungheria, e altri paesi d'Europa...).

Questaincoerenza nun se po' legge.., ma anche si.., ci si passa qualche minuto in allegria... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

Il problema e’ anche l’ignoranza totale della storia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09
36 minuti fa, Roberto M ha scritto:
1 ora fa, analogico_09 ha scritto:

aggressione imperialista occidentale,

Proprio non si possono più sentire questi termini.

Non mi pare che sia una favola dei fratelli Grimm quella delle prove false che furono costruite per poter aggredire l'Iraq pochi anni fa.., stretta attualità! Una delle tante favole.., questa forse la più criminale, squallida e vergognosa perché gli stessi artefici dovettero confessare...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09
2 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Il problema e’ anche l’ignoranza totale della storia.

Concordo. Confesso la mia totale ignoranza della storia che vuole cristo morto di freddo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bazza
3 ore fa, analogico_09 ha scritto:

della storia che vuole cristo morto di freddo.

Allora fu davvero bronchite !

Ora posso finalmente dormire tranquillo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cinemascope

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2016-10-19/siria-dietro-conflitto-l-eterna-guerra-le-pipeline-161032.shtml?uuid=ADBvyXfB&refresh_ce=1

...

Gas e petrolio sono da sempre al cuore della questione mediorientale: nelle vene di questa regione strategica per gli equilibri mondiali scorrono tutte le peggiori ragioni per fare una guerra e anche le migliori per fare la pace. Si tratta, in fondo, soltanto di scegliere e di conoscere la storia.

Nel 1947 l'americana Bechtel e la Saudi Aramco decisero di realizzare un pipeline dai pozzi sauditi alle sponde del Mediterraneo. Si trattava della famosa Tapline: nel primo progetto doveva arrivare ad Haifa in Israele ma il piano fu accantonato dopo la dichiarazione di indipendenza dello stato ebraico. Si scelse così un percorso alternativo che passava dalle colline siriane del Golan e dal Libano, fino a Sidone. Il Parlamento siriano però chiese più tempo per esaminare la questione e la risposta fu un colpo di stato condotto dal colonnello Zaim con l'aiuto dell'agente della Cia Stephen Meade che rovesciò un governo democraticamente eletto.

Soltanto quattro anni dopo, nel 1953, un altro colpo di stato anglo-americano detronizzava in Iran il leader Mossadeq che aveva nazionalizzato il petrolio. Il vero autore del golpe in Iran fu Kermit Roosevelt jr, nipote del presidente Theodore Roosevelt. La sua foto negli anni 50 mostra un quarantenne sorridente, con occhiali dalla montatura nera pesante e l'aria mite di un professore: è il capo del della Cia in Medio Oriente, un insospettabile uomo d'azione, coraggioso, capace come pochi di volgere gli eventi a suo favore, anche nelle peggiori condizioni. Fu lui a dirigere sul campo il colpo di stato contro Mossadeq.

La Sykes-Picot 2.0 di Russia e Stati Uniti

I golpe americani a sfondo energetico e i loro segreti sono una questione di famiglia: i Roosevelt, i Kennedy e ora i Clinton. C'è qualche dubbio che coloro che oggi si proclamano “amici della Siria” come Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna lo siano veramente: gli ultimi due sono stati quelli che si sono spartiti il Medio Oriente un secolo fa con gli accordi di Sykes-Picot del 1916. 
Gli accordi tracciavano i confini del futuro Medio Oriente dopo la dissoluzione dell'impero ottomano. Ma Georges Clémenceau accettò di “offrire” Mosul agli inglesi in cambio del controllo francese sulla Siria e sul Libano. 

....

GRAFICO_gas-01.png?uuid=15b7b306-961e-11e6-a9d1-e3c475a4afd2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxfabbri

e comunque di scusa in scusa l'acceso degli ispettori ONU alla località in cui sarebbero stati usati agenti chimici non è stato ancora permesso...ovviamente più giorni passano meno residui restano e più tempo c'è per ''pulire''

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Teresio69

@Roberto M per il dipendente del forum:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

lo ripeto per l'ennesima volta, non so se assad ha usato anche questa volta le armi chimiche, mi pare razionalmente stupido usarle su una città che stava già trattando la resa. quanti ai bombardamenti, se davvero i due obiettivi colpiti a damasco fossero stati fabbriche e depositi di armi chimiche o batteriologiche, le conseguenze sarebbero state devastanti sulla capitale siriana. la mia idea è che siano stati bombardati 3 obiettivi non militari e facili, una sorta di dimostrazione, ovviamnte conclusa con pieno  successo. putroppo per i bombardatori, assad ha praticamente vinto la guerra, 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Partizan

@Roberto M  "Sono nato nel paese sbagliato."

Anche secondo me!

Ciao

Evandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.131
    Discussioni Totali
    6.115.447
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy