Jump to content
Melius Club

newton

mobile hiend, serve davvero?

Recommended Posts

newton

Potrei trovarmi a dover cambiare mobile porta elettroniche e volevo raccogliere qualche parere: secondo voi servono davvero i rack dedicati all'audio? quanto rispetto ad altre operazioni di fine tuning? C'è chi ha fatto prove concrete?

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

Ho cambiato un GM Audio ed un Solidsteel con dei Bassocontinuo...ho eliminato 2 basette, punte...per me ne è valsa la pena.

Certo dipende anche da cosa ci metterai sopra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo87

@newton la domanda è un po’ generica ... cosa ci metteresti? ... e se non in un mobile dedicato dove li metteresti ??

Share this post


Link to post
Share on other sites
yukatan
27 minuti fa, Pippo87 ha scritto:

se non in un mobile dedicato dove li metteresti ??

credo che l'amico newton intenda capire se: meglio un mobile "dedicato" o un mobile "generico" da salotto? Ovvero un mobile costruito dalle aziende specifiche di mobili per hifi porta un miglioramento nel suono?

Io ad esempio ho un mobile Dem Audio solido pesante con capacità di tenuta per piano d'appoggio abbastanza alta, devo dirti che non ho provato altre soluzione con l'attuale impianto e quindi non ho termini di paragone. Secondo me l'importante è che il mobile dove sia sistemato l'impianto sia in bolla perfetta (non tutti gli apparecchi hanno la possibilità di regolazione nei piedini) e che sia solido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Trivella

Io sono passato dai Guizu ai Taoc...altro pianeta!

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonew

 Newton 

Sì.

Ed anche prima dei cavi IMHO.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@Trivella che miglioramenti hai sentito?

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

Credo si debba distinguere un po da cosa ci mettiamo, come giustamente diceva @Pippo87 

giradischi, meccanica cd, valvole sono sicuramente più sensibili ma non fanno parte del mio set up che contiene: player +dac + pre + finale ss

ho un mobile che mi sono fatto costruire su misura di legno e marmo, molto pesante su ruote, poco risonante...sicuramente si può fare meglio ma vorrei cercare di capire se e quanto ne vale la pena.

Non è come provare un cavo, che fai attacca e stacca...qui le prove sono un po' più complicate..

chi le ha fatte parli 

Share this post


Link to post
Share on other sites
juss956

@newton fattelo fare da un buon falegname, te lo disegni , scegli il materiale, e poi lo fai costruire .

Io ho fatto cosi' ...e ho speso decisamente meno . Grande soddisfazione !!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Neapolitan

Nel fine tuning è buona norma non superare il budget destinato alle elettroniche, conosci tu il valore del tuo impianto e se vale la pena e quale cifra destinare per l'acquisto del portaelettroniche

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

per superare il valore delle elettroniche dovrei esagerare decisamente.

è che i mobili hifi non sono il massimo se uno non ha una stanza dedicata

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@newton secondo me i mobili hi si vedono ma non si sentono (salvo il caso del giradischi su tavolino traballante)

Intendo se si vuole un colpo d'occhio più hi end metti tutto su un bel tavolino in cristallo e colonne in alluminio. Ma non si sente

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

è un sospetto che ho anche io. Ho sentito differenze fra tutti i cavi provati, persino multiprese, connettori etc..ma sui mobili sono un po' scettico.

A meno che non si tratti di giradischi, cd player e forse valvole...ma non ho fatto prove dirette quindi chiedevo lumi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@newton cd player, lettore bluray e pre valvolare...

Nel mio caso...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

secondo me, oltre alla questione delle vibrazioni, che comunque ha la sua importanza, c'è da tenere conto del fatto che... un mobiletto per l'hifi è pensato per l'hifi. sembra banale, ma la possibilità di mettere in bolla il mobiletto e/o i singoli ripiani, conta, almeno se si ha un giradischi; inoltre, l'avere misure idonee e una struttura 'sottile', come in genere hanno questi mobiletti, aiuta nella disposizione delle elettroniche, nei loro collegamenti, in eventuali spostamenti, sositutizioni, "giochi" con i cavi...

poi, si tratta di capire se fermarsi a un Solidsteel (o affini) o andare sui Bassocontinuo (o affini): io per me ho scelto la prima -anche perché non posso permettermi di spendere 2500€ per un mobiletto dell'impianto- e ne sono soddisfatto.

ho pensato anche di farmelo fare su misura, ma, almeno rispetto ai mobiletti a cui posso arrivare io, penso costerebbe di più (o non meno) e non sarebbe fatto meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Trivella

@ifer Ti garantisco che la differenza c'è: prova ad ascoltare un cdp messo un ripiano di cristallo e poi ascoltalo sopra un ripiano di faggio fenolico poi mi sai dire...

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@daniele_g Sul nuovo nemmeno io avrei speso  2500 euro...ma ho trovato un usato in Spagna  e con meno della metà li ho presi entrambi.

DSCN2590.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

ciùmbia !! io non riesco a farmi spedire un mobiletto dal territorio patrio, e tu li fai spedire dalla Spagna ? solo il trasporto ti sarà costato come un Solidsteel nuovo :D;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@daniele_g Era un negoziante..la cifra indicata era compresa di spedizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@Trivellainfatti mi pare di aver letto che molti considerano il cristallo come mal suonante.

Ma tra il faggio fenolico e un solido mobile domestico in massello o in mdf non so se si sentano differenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Trivella

@ifer Quello è da provare, comunque non è solo la massa o il mobile massiccio che rendono i suoni migliori. Per esempio ho un tavolino della Solid Tech dedicato ai giradischi che è molto rigido ma anche molto leggero e sul gira funziona molto bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gsxf65

Questi li ho fatti io

IMG_6469.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozi

@gsxf65  Ciao, una bella realizzazione del Flexy!

Complimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Bello è un parolone... 🤪😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonew

Bella non è ma funzionale, già se ne può parlare

soprattutto quando il budget non permette.

Molto meglio sarebbe partire da un DIY con i  ceppi

per carni  ikea in bamboo,che è un ottimo materiale.

Non ho capito se è pietra quella sotto il finale perché fosse così io

lo proverei , la pietra è ottima sotto i diffusori. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gsxf65

Si è funzionale, i soldi non c'entrano, quei ripiani in legno sono in rovere e avranno settanta anni, è un ricordo del nonnno paterno che era falegname e io mi ci diverto. La pietra é un scarto dei lavori di ristrutturazione. Ho tolto il marmo da sotto i diffusori, credo che alzarli svilisca il progetto del costruttore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

A proposito di Ikea, ho visto anche foto di impianti di livello più che discreto nel mobile a panca con due piani.

Insomma si va da un estremo all'altro tra gli audiofili!

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

pochi giorni fa sono stato all'Ikea per altri motivi (be', neanche tanto: cervavo scatolozzi per metterci gli LP) e ho visto, in effetti, un paio di "mobili a panca", come dice ifer, che probabilmente non sarebbero stati male per l'impianto: struttura abbastanza sottile, mobili abbastanza pesanti e, avendo provato a "scuoterli", direi stabili.

altri modelli Ikea sono più leggeri e "ballerini", ma quelli secondo me potrebbero andare.

non chiedetemi i nomi, non li ricordo, ma saranno qualcosa come Loegstojm e Maalmfgruen.

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina

alla domanda risponderei di si, e te lo dico a malincuore dato che il mio sistema poggia su un tavolino assai economico.

come esempio ti riporto solo un esperimento a cui avevo assistito dall'importatore poggiando parte di una catena (lettore cd + pre) prima su un tavolino (Finite Elemente economico) e poi su un altro (Finite Elemente Master Reference). ebbene il suono dell'impianto non era il medesimo; con un evidente percepibile miglioramento di ogni dettaglio.

non stiamo parlando di night & day ovvio, ma la cosa non poteva passare inosservata alle orecchie di un ascoltatore medio.

che poi per piccole differenze si debba pagare uno scotto in denaro fuori di ogni logica questo già lo sappiamo. sarai tu a valutare la fattibilità o meno.

personalmente considererei seria la situazione qualora il sistema audio (sopr. l'analogico) fosse in prossimità degli speaker, ma questa è una mia fisima, nulla più.

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

tornando al tema iniziale, non ho capito se @newton debba cambiare mobile per qualche motivo (trasloco, cambio arredamento,...) o se sia solo un possibile sfizio per cercare un miglioramento nel suono.

nel secondo caso, dato che non c'è un giradischi, io non farei niente tranne magari togliere le ruote e sostituirle con punte regolabili in altezza.

nel primo... sempre considerando che non c'è un giradischi forse sceglierei quel che più mi piace, stando più che altro attento alla facilità di spostamento e connessione delle elettroniche; oltre comunque a una certa rigidità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293984
    Total Topics
    6390911
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy