Vai al contenuto
Melius Club

newton

mobile hiend, serve davvero?

Messaggi raccomandati

ifer

@daniele_g eccolo, l'ho trovato su Google si chiama Lack:

https://range.wordpress.com/2010/09/22/the-other-double-ikea-lack-tv-stand/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

@daniele_g ne vorrei uno più capiente per permettermi di dare più spazio alle elettroniche...in crescita.

sostituire le ruote con le punte non facilita certo la facilità di spostamento, ci avevo pensato già al tempo che feci costruire questo qua.

quanto incidono le ruote? se ne vedono anche sotto ai diffusori..mi pare

Sulla rigidità, nella mia esperienza audio, dico che senza smorzamento è foriera risonanze varie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
powerpeppe

fai come me

delle belle tavole di legno da 4cm in abete rosso,quelle da cantiere, solide pesanti e costano poco! io le ho lasciate così perché mi servivano per il rustico,te sei devi farle per il moderno le fai impiallacciare!

io ho speso 150€  

L 1.50xH 0.80x P 0.50 mt

2 ripiani da 28cm l'uno di altezza

più tutto il piano sopra

5 rotelle sotto e hai finito!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

@newton le ruote sotto i diffusori di norma si usano per facilitare il corretto posizionamento...dopo si dovrebbero usare le punte.Sotto i mobiletti non mi esprimo...😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
odino

Per realizzare dei mobiletti efficaci, e per efficacia intendo lo smorzamento delle vibrazioni indotte dalle appareccchiature e le vibrazioni che le apparecchiature subiscono, servirebebro nozioni di statica e di resistenza dei materiali, poi vi deve sempre essere un quid di empirismo ed intuizione che poi va verificato sul campo, una volta soddisfatti questi tre criteri il mobiiletto dovrebbe essere perfetto.

La perfezione però non esiste e soprattutto non esiste la realizzazione jolly che va bene ovunque poichè anche i mobiletti devoni integrarsi negli ambienti e negli impianti che ovviamente NON sono tutti uguali.

Un concetto basilare sarebbe ad esempio quello secondo cui un piano passa per tre punti...per cui evitare il più possibile l'appoggio su quattroo poichè il quarto punto serve solamente a creare perturbazioni, conoscere quali sono le deformazioni di un elemento sottoposto ad un carico permanente e quindi sapere dove prevedere gli smorzamernti o i dissipatori, capire in funzione del materiale scelto quel sarà l'andamento ed il comprtamento del medesimo in tema di vibrazioni e risonaze...ecc. ecc.,

Se poi si riesce anche a farlo bello...tanto meglio 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
odino

questo è il mio concetto di rack...lo dico subito...non è su quuattro appoggi ma su tre...solo che non si vedono 😉 , era previsto per gira e pre phono...che però non lo veda un architetto 😝

rack.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
danielet80

Volevo chiedervi che scontistica viene applicata sui prodotti Bassocontinuo: ho configurato un rack a 4 ripiani customizzato secondo i miei gusti e molto gentilmente MPI mi ha fornito il preventivo, il quale mi ha lasciato senza parole, da quanto alto fosse! Mi chiedevo quindi su che percentuale girassero gli sconti per questo brand.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
Il 27/5/2018 Alle 13:32, Trivella ha scritto:

Io sono passato dai Guizu ai Taoc...altro pianeta



Volendo ci si può accontentare anche di un taRoc    ¬¬

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Trivella

@BEST-GROOVE se uno 😉si accontenta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giaietto

Io sono anni che "vado" di Bassocontinuo e mai cambierei marchio... Belli, ben costruiti e soprattutto made in italy...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antonew

Visti al Milano hiend mi sembrano un'eccellenza 

tutta italiana .

Mi pare anche d'aver visto da qualche parte un modello 

con ripiani particolari, sembravano in fibra di carbonio 

o devo tornare dall'oculista?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
danielet80

@antonew no, hai visto giusto, ma costano un botto. Per un 4 ripiani custom (non in carbonio) mi hanno richiesto una cifra assurda, ora sto aspettando il rivenditore con il prezzo scontato, poi deciderò...  devo dire però che dopo averne guardati parecchi, rack customizzabili e belli come quelli Bassocontinuo non ne ho visti, veramente un gran bel prodotto, però ripeto, troppo costosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giaietto

Quelli in carbonio fanno spavento, peccato per il costo, chissà che prima o poi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Per i bassocontinuo vi consiglio di contattare direttamente l’importatore.. e provate a trattare con lui.. :-)

quelli in carbonio sono frutto di un lungo lavoro di ricerca con il politecnico di Milano, sono davvero degni di nota, non si può certo dire che sono nati a caso..  costano, ma valgono.

per il resto,  i tavolini influiscono moltissimo sulla resa delle elettroniche, ne avrò disegnati una ventina almeno, e ora so come funziona il giochetto, e cosa non si deve fare, soprattutto. Ho analizzato tavolini di famosi marchi fatti per l’hifi, con risultati pessimi all’ascolto, dall’impasto indecrifrabile in basso all’ medio inscheletrito, all’acuto stridente.

in particolare modo evitare accoppiamenti ( struttura e materiali) troppo rigidi specie con i valvolari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gibraltar
1 ora fa, alexis ha scritto:

in particolare modo evitare accoppiamenti ( struttura e materiali) troppo rigidi specie con i valvolari.

intendi la classica struttura con ripiani accoppiati tra loro su punte e con punte a pavimento? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

esatto. se l'insieme è troppo rigido le microvibrazioni tendono a far vibrare i filamenti delle valvole, sarebbe un errore basico, ma frequentissimo.. purtoppo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gibraltar

Azz, allora temo che dovrò cambiare appena posso: ho l'integrato valvolare e il gira rigido che poggiano entrambi su ripiani di vetro, interconnessi con punte e con punte finali a pavimento. 

E' anche vero che mi pare la stragrande maggioranza di ciò che vedo segua tale filosofia, meglio o peggio implementata. Di disaccoppiamento morbido nei mobiletti mi pare ce ne sia poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imoi san

A me esteticamente piacciono moltissimo i Finite Elemente...😍

Immagino siano tecnicamente validi, però ben venga ogni opinione contraria...

Peccato costino un botto, però un giorno potrei anche fare una pazzia...🤗

Come li vedete?🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

Avendo avuto dagli anni '80 fino a poco fa un sistema Triton Revox tenevo tutto nel mobile apposito, giradischi escluso.

Poi ho fatto un flexy per motivi pratici,ultimamente mi sono affidato al fabbro con ripiani in legno e ruote per sposterà tutto con più facilità, ci tengo anche il plasma in cima. Mai sentito differenze tra le varie soluzioni.   

...dimenticavo, ho avuto sia valvolari che SS...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imoi san

@gsxf65 

A dire il vero, proprio lo Spider non mi ha mai “preso” più di tanto...

mi piacciono moltissimo  i mobili con le barre metalliche laterali!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gici HV

Per quei 2/3 che non avessero mai visto il sistema Revox...😁

20180602_110227.thumb.png.c9722030c82b13e2985698e045539e29.png

...purtroppo mai avuto le elettroniche..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Trivella

@imoi san A parte che credo che l'azienda sia oramai fallita, la mia esperienza con i loro piedini mi portava a pensare un eccessivo drenaggio delle basse frequenze. Lo "snellimento" del suono metteva più in evidenza il medio alto dando l'impressione di maggior trasparenza mentre, nella realtà, era solo meno presenza del basso.

Un amico poi, replicò perfettamente il loro modello top di tavolo (che esperti mi dicevano comunque concettualmente sbagliato) ma con legni diversi e di migliore qualità usando però piedini e sistemi disaccoppianti sempre della Finite Element. Il risultato finale era di molto superiore all'originale.

Tutto questo per dire che fare un rack di alto livello è tutt'altro che facile e che sono molte le variabili in gioco da tenere in considerazione. Basta poco per perdere un equilibrio decisamente delicato da ottenere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imoi san

@Trivella 

grazie per le le preziose informazioni!...😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

@alexis Spero che i Bassocontinuo, non siano nella tua lista nera.😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gigi60

A settembre prenderò gli

Artesania

non essendo importati in Italia mi fanno un prezzo decente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
danielet80

@alexis  io ho contattato la MPI che è l'importatore, ma non mi sembra vendano direttamente, credo non ci sia alternativa che rivolgersi ad un rivenditore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

Dimenticavo...ad un Top Audio di parecchi anni fa ricordo che c'era una sala con doppio tavolino fatto di una pila bella alta di lastre di marmo intervallate da lastre di sughero, due pure sopra il lettore cd

Il titolare della sala mi riferì di un peso di circa 200 kg.

Vabbeh messo in sala non si sposta più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    293.309
    Discussioni Totali
    6.305.555
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy